Home » Bellezza » Viso » Maschere per il viso » Black mask contro i punti neri fatta in casa: ricetta e come usarla
Black mask fai da te contro i punti neri fatta in casa: ricetta e come usarla. Scopri cos'è la black mask, come si prepara in casa con ingredienti naturali, come si applica sul viso e consigli utili per eliminare i punti neri.

Black mask contro i punti neri fatta in casa: ricetta e come usarla

Black mask, ormai tutti ne hanno sentito parlare: la prodigiosa maschera per il viso orientale molto utile per eliminare i punti neri.

Ma in molti hanno espresso perplessità: è davvero efficace? La black mask è solo una trovata pubblicitaria?

Ed in molti non si fidano dell’acquisto, ma la buona notizia è che la black mask ve la potete fare anche in casa con ingredienti naturali e poco costosi.

Prima però parliamo di punti neri.

Cosa sono i punti neri?

Black mask fai da te per eliminare i punti neri

A differenza dei brufoli, i punti neri (comedoni aperti) risultano molto più tenaci da eliminare. Trattasi di impurità cutanee derivanti dalla dilatazione e dall’apertura dei punti bianchi (comedoni chiusi).

Si tratta di un fenomeno cutaneo che colpisce soprattutto gli adolescenti, ma sempre più anche chi ha passato l’adolescenza da un pezzo.

La causa della loro formazione è semplice: i punti bianchi che contengono sebo, cheratina e talvolta microrganismi si aprono ed a contatto con l’aria avviene l’ossidazione lipidica e si forma il punto nero.

Perché un fenomeno tipicamente adolescenziale? Perché in età puberale il testosterone ed i suoi metaboliti sollecitano le ghiandole sebacee a produrre più sebo con il risultato che la pelle è più unta e più fragile all’attacco dei batteri.

Certamente ci sono dei fattori che accentuano il problema:

  • usare creme grasse;
  • non struccarsi sempre;
  • cattiva detersione della pelle non regolare;
  • usare prodotti per il viso sbagliati.

Quindi per limitare la comparsa dei punti neri si dovrebbe in primis dare un’occhiata ai prodotti che si hanno: sono adatti alla pelle seborroica/grassa/acneica? Poi occorre ricordare che la pulizia del viso si esegue mattina e sera, per rimuovere sporco, trucco e sebo in eccesso. Attenzione però la detersione non deve essere aggressiva perché altrimenti la cute è indotta a produrre ancora più sebo.

Tasto dolente: schiacciare o non schiacciare i punti neri? Non schiacciare perché sembra una buona soluzione, ma è una pratica che può causare infezioni e cicatrici.

Pomate e farmaci sono soluzioni di cui è bene discutere con il dermatologo.

La chiave fondamentale rimane l’equilibrio del sebo che avviene tramite regolazioni di ormoni (la pillola nel caso delle donne) e la pulizia del viso che si fa esponendo lo stesso al vapore, utilizzando detergenti giusti, scrub e maschere, come la black mask di cui andiamo a parlare.

Inoltre occorre ricordarsi che la pulizia viene anche da dentro, fondamentale mangiare bene, bere molta acqua e depurarsi da tossine e metalli accumulati nell’organismo.

Black mask fai da te: cos’è, come si usa e come si prepara in casa

La black mask è un prodotto cinese che in pratica di base ha dentro colla vinilica e glicerina, anche se poi se ne trovano diverse in commercio con altri ingredienti (argilla, carbone vegetale, etc).

Come usare la black mask:

  1. Esporre il viso al vapore caldo o lavarlo con acqua calda in modo da favorire l’apertura dei pori;
  2. Tamponare il viso in modo che sia umido ma non caldo;
  3. Applicare la maschera nera, solitamente è molto collosa e densa perciò non semplicissima da stendere. Usare le dita per stendere uno strato uniforme evitando il contorno occhi, la bocca e le sopracciglia;
  4. La maschera deve agire per circa mezz’ora;
  5. Quando è ben asciutta va staccata dal viso, si parte dal mento e si tira verso l’alto molto piano, rimuovendola vedrete che i punti neri rimangono attaccati alla maschera;
  6. Stendere quindi una crema adatta alla vostra pelle, bio. Se notate del rossore potete stendere anche un siero alleviante e dopo qualche minuto la crema.

Esistono inoltre black mask anche per il corpo.

Dunque, un punto fondamentale: esistono in commercio maschere naturali con appunto all’interno argilla o carbone attivo e maschere che di naturale non hanno nulla (sono molto più lucide e viscose. Evitiamo le false maschere nere che contengono coloranti e soltanto sostanze chimiche. Piuttosto che comperare questo tipo di prodotto, la facciamo in casa.

Ricordiamo che le maschere di buona qualità e naturali non causano reazioni allergiche.

Black mask fai da te: ricetta per farla in casa

Occorrente:

  • tre pastiglie di carbone vegetale;
  • 3 cucchiai di latte;
  • 3 fogli di gelatina oppure colla di pesce.

Come si prepara la black mask:

  1. porre la gelatina in una scodella di acqua e farla ammorbidire;
  2. pestare in un mortaio le pastiglie di carbone;
  3. far bollire il latte;
  4. mescolare il latte con la gelatina ed unire la polvere;
  5. mescolare bene finché il composto non è omogeneo, deve essere compatto e non molto liquido;
  6. quando è tiepido applicate la maschera sul viso ed aspettate che si asciughi;
  7. dopo mezz’ora la rimuovete e stendete la crema.

Il momento migliore per una black mask? La sera, dopo la pulizia del viso e non scordatevi che poi la crema deve essere da notte.

Che prodotti possiamo abbinare alla maschera nera? Direi un sapone allo zolfo per la pelle con eccesso di sebo, uno scrub delicato con sale e limone per detergere e riequilibrare. Se la pelle comincia ad esser matura o presenta qualche ruga bene un siero alla vitamina C dopo la maschera. Io personalmente strofino sempre la sera uno o due spicchi di arancia sul viso e lascio asciugare all’aria, quindi rimuovo con una salvietta, un bonus per prevenire l’invecchiamento e le rughe.

Alterniamo alla black mask maschere all’argilla verde che purificano e riequilibrano il sebo, vi si può unire miele e succo di pompelmo o limone.

Che pensate delle black mask? L’avete già usata? Funziona? Qual è la vostra versione fai da te che vi da dei risultati soddisfacenti? Fatecelo sapere.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close