Home » Consigli per la casa » Come togliere il catrame da carrozzeria della macchina, scarpe, pelle, vestiti e costume. Rimedi veloci ed efficaci
Come togliere il catrame da auto, vestiti, scarpe e pelle
Come togliere il catrame da auto, vestiti, scarpe e pelle

Come togliere il catrame da carrozzeria della macchina, scarpe, pelle, vestiti e costume. Rimedi veloci ed efficaci

Come togliere il catrame da carrozzeria della macchina, scarpe, pelle, vestiti e costume. Rimedi veloci ed efficaci

Catrame, asfalto, bitume : chiamatelo come volete, ma il materiale derivato degli idrocarburi, utilizzato per pavimentare le strade, è l’incubo di ogni amante della pulizia.

Si appiccica alla carrozzeria dell’auto, alle scarpe e ai vestiti quando viene utilizzato per il rifacimento stradale, ce lo possiamo trovare sul costume da bagno e anche sulla pelle quando ci sdraiamo sul telo da mare in qualche spiaggia libera o nella classica scampagnata.

Come togliere il catrame dalla macchina e dalla carrozzeria dell’auto

Aver cura della propria auto è decisamente molto importante. La carrozzeria, ad esempio, dovrebbe essere pulita almeno una volta ogni due settimane o quando è visibilmente sporca, non solo per avere un’auto lucente e pulita ma soprattutto per un fattore igienico, se avete dei bambini.

Però, a quanti di voi è capitato di notare delle macchie nere sulla carrozzeria subito dopo aver speso tempo ed energie nel lavar e lucidare la propria auto? Una delle cause più frequenti, potrebbe essere la presenza di cantieri stradali e l’uso di catrame che ne deriva.

Per rimediare a questo problema, nei negozi specializzati è possibile reperire dei detergenti adatti ad eliminare queste macchie di catrame dalla carrozzeria, in modo semplice e veloce. Questi prodotti sono sì efficaci ma, oltre ad avere dei costi elevati, sono altrettanto aggressivi pertanto occorrerebbe utilizzarli con parsimonia.

Un’alternativa potrebbe essere quella di adottare dei metodi fai da te per togliere il catrame dalla macchina ; andiamo a conoscerli insieme. Se si è in possesso di un’idropulitrice il problema è abbastanza semplice da risolvere in quanto basterà la forza della pressione dell’acqua unita ad un buon detergente; in caso contrario, possiamo ricorrere a 3 metodi casalinghi molto efficaci.

  1. Il metodo più blando consiste nell’utilizzare un semplice sgrassatore da cucina. Occorre spruzzarne una buona dose sulle macchie di catrame, attendere dieci minuti affinché queste si sciolgano. Trascorso questo tempo, basterà utilizzare un panno di cotone per rimuovere le macchie. Subito dopo si consiglia di lavare l’auto con un buon detergente per poi ripassare il panno di cotone per rimuovere eventuali tracce di macchie.
  2. Il secondo metodo consiste nell’utilizzo del grasso lubrificante generico. Questo metodo lo consigliamo qualora ci si renda conto di essere in presenza di macchie secche; il grasso avrà la missione di ammorbidire il catrame. Dopo averlo posato, sarà necessario attendere una buona oretta per far sì che faccia il suo effetto. In seguito, con un panno di cotone pulito, si andrà a rimuovere ogni suo residuo e le incriminate macchie di catrame. In questo caso, prima di procedere al lavaggio integrale dell’auto, è consigliabile dare prima una mano di sgrassatore sulla parte.
  3. L’ultimo metodo casalingo, abbastanza efficace, riguarda l’uso della benzina. Di positivo c’è che non sarà necessario attendere prima che questa faccia il suo effetto; anzi, bisogna essere abbastanza rapidi nell’effettuare l’operazione di smacchiatura. Sarà sufficiente prendere un panno di cotone pulito imbevuto di carburante, passarlo, strofinando leggermente, sulla parte interessata e poi rimuovere le macchie. Molto importante è non rimanere assolutamente troppo tempo sulla parte da smacchiare altrimenti la benzina andrà ad opacizzare lo strato trasparente di vernice. Qualora dovesse essere necessario insistere sulla zona, è consigliabile pulire la parte con sgrassatore, sciacquare con acqua pulita e sapone e poi ripetere l’operazione.

Un ultimo consiglio per quanto riguarda la fase finale del lavaggio integrale dell’auto. Per coprire l’odore del prodotto fai da te utilizzato, risciacquiamo la parte della carrozzeria, con acqua tiepida e sapone; qualora non fossimo in possesso di un buon sapone per auto, possiamo utilizzare del comune detersivo per lavare i piatti. Una volta che la carrozzeria sarà asciutta, possiamo passare della cera per renderla ancora più brillante e lucente e le macchie di catrame saranno solo un brutto ricordo lontano.

Togliere macchie di catrame dalle scarpe.

Quante volte ci è capitato di buttar via dei vestiti macchiati di catrame perché convinti di non poterli recuperare? In questo paragrafo scopriremo che una soluzione c’è! Certo, sono macchie difficili  da rimuovere ma non impossibili. Capiremo che gli alleati per sconfiggere queste orribili macchie sono proprio presenti nelle nostre abitazioni. Andiamo a scoprire come fare.

Se si tratta di capo chiaro e macchia abbastanza piccolina sarà sufficiente mettere direttamente sopra la macchia qualche gocciolina di solvente per le unghie; vedrete la macchia sciogliersi da sola. Successivamente occorrerà lavare l’indumento con acqua e sapone.

Se la macchia invece è abbastanza diffusa o se invece si tratta di più macchie, magari su un capo di colore scuro, ovviamente non potrete utilizzare il solvente, ma bensì del burro, si avete letto bene! Resterete stupiti della sua efficacia! Dovrete sfregarlo sulla zona in maniera decisa e quando si sarà sciolto lasciatelo agire per qualche minuto. Poi prendete un panno in microfibra e strofinate ancora, andrete così a rimuovere l’eccesso di burro e la macchia. Siccome sicuramente vedrete l’alone di unto, dovrete eliminarlo utilizzando della trielina, facilmente reperibile al supermercato. Infine andrete a lavare il vostro capo in lavatrice.

Se invece, i capi macchiati fossero in lana, dovrete adoperare la glicerina. Sarà sufficiente versarla direttamente sulla macchia per poi lasciarla assorbire completamente. Una volta rimossa immergete il capo, in acqua fredda, per il lavaggio.

Togliere macchie di catrame dalla pelle.

Vi è mai capitato di notare delle fastidiossime macchie di catrame sul vostro corpo dopo aver passato una piacevole giornata in riva al mare a prendere il sole? Adesso, questo non sarà più un problema. Degli ottimi alleati a questo inconveniente, non dannosi per la pelle, sono:

  • olio di oliva;
  • batuffolo di cotone;
  • pietra pomice.

È necessario intervenire tempestivamente, non appena individuata la macchia. Prendete il batuffolo di cotone impregnato di olio d’oliva e con un movimento circolare, stando attenti a non macchiare i capi ed a non estendere la macchia, iniziate a togliere la macchia. Se per caso non fosse venuta via, procede con la pietra pomice, sempre con movimenti molto leggeri. Volendo, per essere più incisivi potreste bagnare la pietra pomice con dell’olio.

Subito dopo, per alleviare il fastidio del trattamento, lavate la parte ormai smacchiata con dell’acqua tiepida. Infine, trattate la zona con una crema idratante o lenitiva.

Togliere macchie di catrame dal costume da bagno.

Vi siete mai chiesti come mai quando siamo al mare troviamo del catrame? Questo accade quando ci bagniamo in acque dove vi sono frequenti passaggi di barche a motore che rilasciano nell’acqua del gasolio; questo, a contatto con la salsedine, dà vita ad una reazione chimica tale da trasformarsi in una sostanza appiccicosa e difficile da mandar via.  Per la cute è sufficiente utilizzare saponi e detergenti, ma per i costumi o teli da mare il procedimento è più complicato ma non impossibile.

Se la macchia dovesse essere presente sul proprio costume, prima di tutto è sconsigliabile lavarlo come d’abitudine in quanto la macchia non sparisce ma si estende ed il costume tende a scolorirsi. La strada migliore è quella di asciugare la macchia, il più possibile, e far sì che l’indumento resti caldo ed asciutto; questo ne faciliterà la rimozione.

Ora prendete un panno e metteteci dentro dei cubetti di ghiaccio, questo impacco andatelo poi a collocare sulla macchia in modo tale da fare indurire il catrame viscido e poroso. Cospargete così, la zona interessata, con del borotalco in modo che il catrame si indurisca sempre più assumendo una consistenza simile al cemento. Adesso è quasi fatta! Basterà prendere una spazzola a setole doppie e strofinare fin quando la macchia sarà quasi scomparsa. Terminata questa fase, noteremo dell’alone, ma tranquilli, vediamo come fare per rimuoverlo facilmente.

Per far ciò, sarà sufficiente armarsi del classico smacchiatore, il quale agirà tra le fibre del tessuto rimuovendo le ultime particelle di catrame e cancellando definitivamente la macchia. Dopo averlo spruzzato, rimettete ancora del borotalco e spazzolate nuovamente. Finalmente il vostro costume sarà desalinizzato, non resta che lavarlo e, una volta asciutto, prepararsi per una nuova giornata di relax al mare.

 

 

 

Autore Redazione casa e tempo libero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *