Home » Alimentazione » Tisane detox: ricette di infusi per depurare l’organismo
Tisane detox: ricette di infusi per depurare l'organismo. Scopri perché è importante depurare l'organismo e le migliori tisane detox fai da te che favoriscono l'eliminazione di scorie e tossine dal corpo.

Tisane detox: ricette di infusi per depurare l’organismo

Le tisane detox servono a depurare l’organismo e appartengono al settore dei rimedi naturali. Queste bevande, attraverso la loro azione positiva sul nostro organismo, possono favorire l’eliminazione di scorie e tossine dal corpo.

Tuttavia, per far si che funzionino e ottenere così degli effetti benefici è necessario condurre uno stile di vita sano, quindi dove sono presenti in primo piano un buon regime alimentare e dell’esercizio fisico mirato. Quest’ultimo può essere anche il semplice andare in bicicletta, fare delle passeggiate, un po’ di sport come il nuoto libero in piscina etc.

L’uso di piante con effetto detox, se impiegate con discrezione, può aiutare il corpo tantissimo. Le tisane detox infatti non offrono solamente un’azione benefica, con una sola bevanda è possibile unire svariate proprietà salutari che andranno a incidere positivamente sull’intero organismo.

Chiaramente si deve scegliere le piante giuste e alcune volte, saper fare anche delle buone combinazioni per ottenere risultati ancor migliori. Vediamo adesso perché è così importante disintossicarsi.

Tisane detox, benefici e perché è importante depurarsi

Depurare l’organismo è molto importante. Nel corpo si accumulano infatti sostanze dannose, queste possono creare problemi se restano troppo all’interno del corpo o comunque se continuano ad aumentare e accumularsi. Inoltre ricordiamo che depurarsi significa possedere una pelle più giovane ed elastica. Quindi parliamo si di benessere ma anche di estetica!

Sono tanti i motivi per cui il nostro corpo si intossica e si riempie quindi di sostanze dannose. Come per esempio la dieta sbagliata, l’uso di troppi farmaci e il consumo smodato di alcolici. E’ importante quindi:

  1. Disintossicare il corpo dal cibo. Il regime alimentare è alla base di tutto, quindi è di grande importanza prediligere cibi e bevande salutari. L’organismo infatti continuamente deve respingere virus, batteri, tossine etc. Il miglior modo per far si che questo avvenga è prediligere alimenti utili come frutta e verdura per esempio. A questi aggiungiamo le tisane detox che aiutano a buttar fuori le tossine. Per cui si rivela indicato se ogni tanto si fa uso di tisane dall’azione diuretica, disintossicante, drenante….
  1. Disintossicare dall’alcol. L’alcol, un vero nemico del corpo (specialmente per il fegato). Consumare alcolici ormai è di normale routine per molti. Ma per ripulire il sangue le tisane detox possono tornare utili. Consideriamo infatti che quando si prende decisioni sane nella vita, spesso un po’ alla volta s’impara ad allontanare quelle dannose.
  1. Disintossicare dai farmaci. Anche assumere farmaci non è d’aiuto per il fegato, l’intestino e così via. C’è chi è costretto a prendergli in maniera frequente e spesso sono proprio i farmaci che ci permettono di star bene. Ci sono altri casi in cui potrebbero essere utilizzarli meno di frequente invece che farne uso per ogni piccolo problema. In ogni caso il corpo è spesso portato al sovvracarico, organi come reni, fegato e milza non possono funzionare come dovrebbero e questo è dovuto ai farmaci ingeriti. E’ importante quindi capire con il medico quali farmaci ridurre e soprattutto, quando possono essere evitati e sostituiti magari con qualcosa di naturale.

Per quanto riguarda le tisane detox è preferibile un consulto con uno specialista prima di iniziare a usarle frequentemente, sia a scopi depurativi che disintossicanti. Questo vale soprattutto quando una persona ha una patologia, non è in buona salute o sta aspettando un figlio. Alcuni individui poi potrebbero risultare ipersensibili a determinati principi attivi presenti nella pianta con una possibile conseguenza di intolleranza o allergia alimentare. Infine da non dimenticare che in gravidanza e allattamento le mamme devono astenersi dall’uso delle tisane, fatta eccezione se è il medico a dare l’ok.

Elenco delle piante usate per le tisane detox

Nella preparazione delle tisane detox si possono trovare numerose piante indicate allo scopo. Tra le più note troviamo:

  • Carciofo. Questa pianta è rinomata per la cura del corpo. Ottima alleata del fegato, inoltre viene suggerita come rimedio naturale antiossidante.
  • Betulla. Utile contro il colesterolo cattivo, inoltre è un potente depurativo, nonché diuretico.
  • Salvia. Dispone di numerose proprietà tra cui offre una valida azione disintossicante. Per questo è una pianta detox eccellente.
  • Curcuma. La curcuma è impiegata contro l’invecchiamento cellulare, inoltre è una pianta nota per i suoi effetti antitumorali. Rinomate anche le sue proprietà cicatrizzanti.
  • Aglio. L’aglio oltre che trovare impiego in cucina come insaporitore per svariate ricette, può diventare un alleato anche se assunto in una tisana. Si dimostra immunostimolante, antinfiammatorio, alleato contro problemi della pelle (come la comparsa dei brufoli) etc.
  • Tè verde. Il tè (proprio come il caffè) è tra le bevande più popolari al mondo. In questo se parliamo di effetto detox allora è bene indirizzarsi sul tè verde, il quale è antiage, depurativo e alleato del sistema immunitario.
  • Ciliegio. Adatto contro la ritenzione idrica, inoltre è una tisana drenante e ricca di sali minerali. Suggerita come alleata dell’apparato urinario per il suo effetto antinfiammatorio.
  • Tarassaco. La tisana detox realizzata con la pianta del tarassaco stimola la diuresi. Quindi attraverso l’urina elimina scorie e tossine nel corpo. Rinomata come erba disintossicante.

Tenere presente che occorrono conoscenze in materia prima di raccogliere una pianta dal terreno. Questo perché è facile sbagliare e utilizzare un’altra pianta e magari potenzialmente dannosa per il corpo. Inoltre è bene essere certi su quale terreno sia nata. Per ovviare a tutto questo è meglio recarsi in erboristeria, così da acquistare un prodotto già pronto e realizzato da un esperto quale un’erborista.

Tisane detox: ricette fai da te

Tisana detox fai da te. Elenco erbe depurative con le quali potete preparare la migliore tisana detox per depurare l'organismo, il fegato ed i reni.

In questo paragrafo abbiamo riassunto alcune piante con cui realizzare le tisane detox. Naturalmente le abbiamo prese dal capitolo precedente, ecco come si fare:

Tisana per disintossicare i reni

Unendo 1 cucchiaio piccolo di betulla e 2 di radice di tarassaco (entrambi sotto forma di estratto secco) è possibile ottenere una tisana detox utile per purificare i reni. Servirà anche un pentolino d’acqua! Il procedimento è semplicissimo, le piante devono bollire per almeno sette minuti. Dopodiché attendere successivamente cinque minuti da quando è stato spento il fuoco. Filtrare e assumere! La metodologia di assunzione può essere di 2 tazze durante l’arco della giornata per due settimane.

Tisana detox al tè verde per eliminare scorie e tossine

È sufficiente mettere l’acqua a bollire, dopodiché prendere una bustina di tè verde da lasciare in infusione per pochi minuti. Può essere assunta anche con un cucchiaio piccolo di miele, al posto del classico zucchero. È una bevanda che stimola la diuresi, inoltre potenzia le difese immunitarie.

Tisana per disintossicare il fegato

Il carciofo è un prezioso alleato con il quale si possono ottenere diversi benefici rivolti all’organismo. Una tisana a base di questa verdura è d’aiuto per depurare il fegato, c’è anche chi vi aggiunge il cardo mariano per potenziarne gli effetti. Le quantità sono 2 cucchiai piccoli di estratto di carciofo e altrettanti di cardo mariano, qual’ora venga aggiunta. Chiaramente servirà un bricco d’acqua dove far bollire la tisana qui presente.

Tisana antiage

Con la salvia si può realizzare una bevanda antiossidante, antinfiammatoria e antisettica. Inoltre offre un buon numero di sali minerali. Ricca di vitamine del gruppo B, questa piante è un’ottima alleata per il corpo. Il procedimento di preparazione è sempre il medesimo, ovvero l’acqua all’interno del bricco deve bollire. Successivamente aggiungere la salvia (foglie secche o fresche) e aspettare pochi minuti.

Autore Sara Conti

mm

Appassionata di estetica e benessere, da anni mi aggiorno seguendo corsi e studiando per saperne sempre di più. Amo viaggiare e mentre lo faccio, scrivo di tutto ciò che mi appassiona e ritengo interessante. Qui su Portale Benessere mi occupo principalmente di maternità e fertilità.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close