mercoledì , 18 ottobre 2017
Home » Benessere » Come rilassarsi la sera dopo una giornata di lavoro stressante
Come rilassarsi la sera dopo una giornata di lavoro stressante
Come rilassarsi la sera dopo una giornata di lavoro stressante. Scopri come combattere stress, ansia e nervosismo alla fine di una lunga e stressante giornata di lavoro per star meglio con se stessi e con gli altri.

Come rilassarsi la sera dopo una giornata di lavoro stressante

Come rilassarsi la sera dopo una giornata di lavoro stressante? Saperlo è molto importante poiché ne va del sonno, lo stress può portare infatti difficoltà ad addormentarsi, insonnia ed attacchi di panico.

A chi non è mai capitato di avere una giornata di lavoro stressante? Magari ci sono stati degli intoppi o degli imprevisti o semplicemente più lavoro del previsto. Lo stress è una risposta naturale a questo tipo di situazione, ci aiuta ad affrontare i problemi e le sfide a rimanere attenti e vigili ma chiaramente quando è troppo e continuo influisce sull’organismo negativamente e può portare ad attacchi di panico, depressione e può spianare la strada ad infarti e cancro.

Ripassiamo dunque un attimo i sintomi dello stress: mal di testa, tensione muscolare, mani tremanti, fatica, insonnia, nervosismo, ansia, bruciore di stomaco, ostilità e preoccupazione. Chiaramente lo stress è per lo più soggettivo ed i sintomi possono variare o presentarsi in situazioni che per qualcuno sono stressanti e per altri no.

A fine giornata molto spesso i sintomi possono ancora comparire o essere con noi, perché magari stiamo rimuginando sui fatti accaduti. Magari inizia a venirci un leggero mal di testa o avvertiamo ancora la tensione muscolare o una leggera tensione allo stomaco, tutte cose che certamente non ci aiuteranno a passare una serata tranquilli ed una notte di sonno rilassante.

Come rilassarsi la sera dopo una giornata di lavoro stressante

Avete notato che quando si desidera rilassarsi niente sembra funzionare? Proviamo questo, proviamo quello ma nulla continuiamo ad esser tesi ed a star male. Questo accade perché ognuno di noi deve scoprire il proprio particolare modo di rilassarsi.

1. Ridere

Dunque, eccoci arrivati in fondo alla giornata e non riusciamo a smettere di pensare ai fatti accaduti, bene, chiamiamo un amico e chiacchieriamo con lui, qualcuno disposto ad ascoltarci con cui magari buttarla sullo scherzo e riderci sopra. Ridere è il primo passo per allontanare stress, nervosismo e tensione. Chiacchieriamo d’altro insomma, distraiamoci.

2. Attività fisica

A questo punto se ci sentiamo già meglio possiamo procedere con la doccia oppure se ancora ci sentiamo troppo carichi è meglio calzare le scarpe da ginnastica ed andare a fare una corsa o una passeggiata. Un po’ di attività fisica può notevolmente aiutare ad allontanare lo stress e l’ansia. Da evitare invece se ci si sente davvero molto stanchi. Magari in questo caso possiamo optare per lo stretching.

4. Bagni rilassanti

Come rilassarsi la sera - Bagno Rilassante

Quindi, una volta terminata la telefonata o la corsa, è consigliata una bella doccia/bagno rilassante. E’ importante lavare via fisicamente la polvere, lo smog ed il sudore per lavare via metaforicamente la tensione, lo stress, il nervosismo ed i pensieri. Se vogliamo indurre un’atmosfera rilassante mettiamoci una musica che ci piace e che solitamente ci aiuta ad allentare la tensione. Quindi adoperiamo qualche olio essenziale per diffondere un gradevole aroma nell’ambiente oppure per lavarci (l’importante è non usarlo puro!) che ci aiuti ad introdurre uno stato di relax. Mentre ci laviamo possiamo praticare un auto massaggio sulle spalle, sul collo e sulla schiena. Mentre l’acqua scorre lasciamo scorrere via i pensieri che ci abbandonano, sostituiamoli con pensieri nuovi, positivi. Organizziamo mentalmente una giornata rilassante o divertente magari per il week-end, pensiamo a qualche nuova ricetta, ad un libro nuovo o ad un film che vorremo vedere. Distraiamo la mente insomma.

Un’ottima mossa è il pediluvio, che aiuta tantissimo a rilassarsi, immergiamo i piedi in una bacinella in cui abbiamo sciolto del sale grosso, o dei sali da bagno o del bicarbonato, l’acqua dev’esser tiepida, quindi dopo un’oretta, risciacquiamo i piedi con acqua fredda.

Usciamo dalla doccia e prepariamoci ad iniziare la nostra serata rilassante.

5. Creare un ambiente rilassante

L’ideale adesso è cambiare musica, magari dei suoni ayurvedici, i suoni dell’acqua o della foresta o della musica classica se è di nostro gradimento (io consiglio il suono dell’acqua). La luce deve essere bassa e soffusa, se desideriamo leggere deve essere concentrata in un angolo e preferibilmente non illuminare tutta la stanza a giorno.

Seduti comodamente ora non ci resta che decidere se dedicarci allo yoga ed alla meditazione o se leggere un libro. Guardare un film o guardare la tv può non essere un’ottima idea perché magari anziché distrarci e rilassarci potrebbe riattivare in noi i pensieri e rimuginamenti impedendoci di rilassarci, magari più tardi quando la tensione se ne sarà andata possiamo valutare l’idea di guardare un po’ di tv.

Tecniche di rilassamento

Per ridurre lo stress e l’ansia ecco quali sono le migliori tecniche di rilassamento da praticare a casa:

1. Yoga

Cominciamo con il sederci in una posizione comoda, sul pavimento o sul letto o sul divano. Quindi immaginiamo che ogni parte del nostro corpo si rilassi, ogni singolo muscolo della testa, del collo delle spalle, del torace, dei lombi e delle gambe. Respiriamo lentamente gonfiando i polmoni, la pancia e voi sgonfiando la pancia ed i polmoni come si sgonfia un palloncino ovvero lentamente e fino in fondo. Solleviamo le spalle e poi abbassiamole per cinque volte, ora ruotiamo da destra a sinistra la testa sempre con molta calma, quindi guardiamo il soffitto alzando òa testa e poi lo sterno abbassandola. Pieghiamo la testa prima sulla spalla sinistra e poi sulla spalla destra, infine facciamo oscillare il capo come un pendolo con abbandono sul nostro petto.Questo esercizio è fondamentale per aiutare i muscoli cervicali a rilassarsi, questa sequenza si ripete almeno tre volte. Quindi ci distendiamo, respiriamo sempre a fondo ed immaginiamo che ad ogni respiro un colore piacevole che entra in noi raggiunge ogni parte del corpo e poi contemporaneamente esce dalla testa e dai piedi. Il colore entra ad ogni respiro e si sofferma in particolari zone dove sentiamo più tensione quindi se è nella metà superiore del tronco esce dalla testa e se invece è nella metà inferiore del corpo esce dai piedi.

2. Meditazione

Questa è una marcia in più, non tutti ci riescono perché occorre un grande relax ed un grande distacco dalla realtà. Sostanzialmente visualizziamo un luogo rilassante in cui vorremmo trovarci, dapprima come un quadro poi sempre più reale fino a trovarci dentro. Può essere un fiume, un lago, la spiaggia, la montagna o un prato fiorito. Riportiamo alla mente tutte le sensazioni che abbiamo provato in un luogo simile: i profumi, i suoni, i particolari di ciò che ci circonda. Gradualmente c’immergiamo in questo luogo come se fosse reale, quindi lo andiamo a visualizzare di nuovo come un quadro e riapriamo gli occhi.

3. Libro, musica e tisana

Come rilassarsi la sera - Leggere un Libro

Ma se tutto questo non fa per noi possiamo sempre optare per cuscini morbidi ed un buon libro che è comunque un rimedio rilassante sempre molto efficace, se la musica ci disturba preferiamo il silenzio o il suono dell’acqua.

Prepariamoci adeguatamente: se fa freddo prendiamo una morbida coperta calda o accendiamo la stufa, se è estate apriamo tutte le finestre e lasciamo entrare l’aria, prepariamo una bevanda rilassante, senza fissarci sulle tisane, perché può anche essere una cioccolata (se invece abbiamo fame mangiamo della frutta che non ci appesantisce) se invece optiamo proprio per la tisana rilassante, io opterei per l’acqua e alloro che funziona davvero (si mettono a bollire quattro foglie d’alloro, ben lavate, per una decina di minuti, si filtra, si dolcifica con il miele e si beve tiepido) aiuta soprattutto ad allentare tensioni e bruciori di stomaco. In alternativa si può chiedere consiglio all’erborista.

Consigli per rilassarsi la sera dopo una giornata di lavoro stressante

Dobbiamo ricordare sempre che è preferibile una cena leggera la sera per non appesantire l’organismo, evitare gli alcolici e non bere bevande calde o rilassanti subito prima di andare a letto bensì almeno 2-3 ore prima, altrimenti fanno l’effetto opposto. Quando la stanchezza si fa sentire ed iniziano a chiudersi gli occhi è arrivato il momento d’infilarsi a letto.

Voi come fate a rilassarvi la sera dopo una giornata di lavoro stressante? Avete qualche consiglio per rilassarsi testato per chi legge?


Autore Redazione Portale Benessere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close