lunedì , 26 giugno 2017
Home » Benessere » Come rilassarsi: consigli e trucchi per ridurre ansia, fatica e nervosismo
Come rilassarsi - consigli e trucchi per ridurre ansia, fatica, stress e nervosismo.

Come rilassarsi: consigli e trucchi per ridurre ansia, fatica e nervosismo

La battaglia contro l’ansia ed il nervosismo ormai la combattiamo tutti. Come rilassarsi in una marea di problemi? Difficile è vero, ma dovremmo sempre trovare un modo per sopraffare lo stress e l’ansia. Non si tratta solo del dormire bene ma si tratta di evitare varie patologie psicosomatiche (mi viene in mente la gastrite) e vivere nell’insieme una vita più serena.

A lungo andare, i disturbi ansiogeni, si trasformano in veri e propri mostri che hanno bisogno di una terapia mirata. Per non arrivare a tutto ciò, impariamo a rilassarci.

Come rilassarsi: cosa sono ansia e nervosismo e come combatterli?

Il nervosismo e l’ansia sono disturbi dovuti a fattori esterni che creano stress, attacchi di panico, pressioni, insicurezza e troppa emotività. In conseguenza si possono manifestare i seguenti sintomi: tachicardia, diarrea, mal di testa, perdita di vitalità, vertigini, insonnia, palpitazione, scarsa concentrazione.

Come rilassarsi: ansia, nervosismo e rimedi naturali

C’è chi consiglia di bere aceto o anche peggio di bere tè, portando così i nervi al collasso (tanto vale bere caffè), noi consigliamo le tisane rilassanti.

Sono facilissime da preparare: acqua calda, la dose giusta della miscela rilassante, infusione per alcuni minuti, si filtra e si beve. L’ideale è acquistarle in erboristeria, contengono molti più principi attivi, nelle dosi giuste e si possono ricevere i consigli dell’erborista su quantità e modalità d’uso.

Fra le erbe più consigliate contro gli attacchi d’ansia abbiano: la malva ottimo rilassante, la passiflora impagabile contro l’attacco d’ansia, la classica camomilla per calmare anche eventuali dolori al ventre, il tiglio per chi dorme poco, la valeriana ideale per chi è molto nervoso, la melissa per chi ha problemi di stomaco dovuti allo stress, lavanda per chi ha problemi di mal di testa associati all’ansia e biancospino per chi soffre di palpitazioni.

Attenzione: evitate le miscele fai da te, non assumete le tisane rilassanti per lunghi periodi senza un consulto medico, non assumete le tisane se soffrite di patologie croniche o se prendete antidepressivi, dovete sempre chiedere il parere del medico.

Come rilassarsi: lo yoga

Lo yoga è costituito da una serie di esercizi dagli effetti benefici psicofisici, provare per credere. Lo yoga non è affatto difficile da imparare, si può praticare all’aperto o in casa propria ed è molto utile per favorire il rilassamento. In che modo lo yoga ci aiuta a controllare ansia e nervosismo? Perché attraverso la meditazione e gli esercizi si riesce ad acquisire il controllo del corpo e della mente. Vediamo alcune posizioni rilassanti.

Posizione del relax: sdraiarsi sul letto o per terra e poggiare le gambe al muro, mani sopra il torace o sotto la testa. Sgombrare la mente e respirare profondamente

Scaccia stress: seduti con le gambe incrociate, prendere il ginocchio destro con la mano sinistra, mentre l’altra fa da sostegno, poggiata a terra, dietro il tronco. Respirare, allungarsi, quindi espirare e ruotare il tronco, respirare ancora profondamente una decina di volte e procedere con l’altra mano e gamba.

Lasciar defluire l’ansia: sdraiarsi sul letto e poggiare diversi cuscini dietro testa e scapole. Chiudere gli occhi, respirare profondamente e lasciarsi andare sgombrando la mente.

La palla antistress: sdraiati supini, con un cuscino sotto la testa, raccogliete le gambe al petto ed abbracciatele lentamente, portate la testa verso le gambe, come a formare una palla e rilassatevi rimettendo la testa sul cuscino. Il movimento è unico e fluido, respirare profondamente e sentire la tensione che si allontana. La respirazione curativa è quella profonda detta anche diaframmatica e si pratica così.

Seduti con la schiena dritta e le spalle rilassate, si mette una mano sullo sterno ed una sullo stomaco. Quindi inspirare riempiendo d’aria prima lo stomaco, per cui la mano si solleva e poi l’aria passa ai polmoni, per cui è l’altra mano a sollevarsi. Contare fino a dieci, trattenere il respiro per due secondi ed espirare facendo uscire l’aria dalla bocca, si svuotano prima i polmoni e poi lo stomaco, spingete fuori tutta l’aria come un palloncino che si sgonfia. Contare fino a dieci e riprendere l’esercizio per almeno otto volte, due volte al giorno.

E’ importante visualizzare l’aria pulita che entrando pulisce e rimuove pensieri, ansia, rabbia e stress portandoli via con l’espirazione.

Come rilassarsi: trucchi e consigli

Come rilassarsi se tutto attorno a noi evoca pressione, ansia, stress e la nostra mente, le nostre emozioni ci perseguitano? Vediamo qualche trucco.

Uscire di casa: possibilmente recarci in uno spazio verde, lontano da casa, portandoci magari dietro un tappetino per fare yoga e praticare la respirazione diaframmatica.

Meditazione: la meditazione equivale non a focalizzarsi sul problema ma a guardarlo dall’esterno senza farsi coinvolgere e poi visualizzare al suo posto luoghi e ricordi piacevoli e rilassanti.

Una cioccolata calda: in linea di massima non si dovrebbe mangiare quando si è in ansia o stressanti, ma una cioccolata calda non danneggia davvero. Una bella passeggiata, magari con una persona cara, una cioccolata e qualche chiacchiera rilassante.

Giardinaggio e pet terapia: se avete un bel giardino dedicatevi alle piante per distrarvi e rilassarvi oppure se avete un amico animale fategli le coccole, giocate con lui e portatelo a spesso. L’affetto degli animali è un ottimo antidoto contro l’ansia.

Disconnessione: spegnere pc, cellulari e tablet. Sconnettersi dal mondo, non accendere radio e tv e dedicarsi a se stessi: bagno caldo, passeggiata (o una corsa se aiuta a scaricare la tensione), una tisana rilassante e yoga.

Ascoltare musica: la musica è una vera terapia, occorre trovare tra i tanti suoni naturali qual è quello che ci fa star bene. Può essere il suono degli alberi, del vento, dell’acqua o del mare o anche le sonate di Chopin per fare un esempio.

Ridere e coccolarsi: dedicare tempo al partner ed agli amici, via libera alle risate, guardate un film comico ad esempio, baciate e coccolate il partner.

Distrarsi: tutto ciò che vi distoglie dal pensiero che reca ansia è bene. Andate a fare una nuotata, un giro in bici, leggete un libro, chiamate una persona cara o pulite tutta la casa.

Potassio e magnesio: sono ottimi per combattere malumori e stress, quindi cercate i cibi che ne sono ricchi oppure optate per un integratore.

Bagni rilassanti: alla fine di una giornata lunga e stressante non c’è niente di meglio che rilassarsi concedendosi un bagno caldo e profumato. Per amplificarne gli effetti rilassanti puoi aggiungere all’acqua della vasca alcuni ingredienti facilmente reperibili, che agiranno in maniera positiva sulla tua pelle e aiuteranno la mente a distendersi. Fra le fragranze rilassanti abbiamo il limone, la lavanda, l’arancio dolce, il gelsomino, il mandarino, il coriandolo ed il ginepro a chi piace.

Prendersi cura di piante e fiori: si tratta di una terapia molto efficace per le persone con alti livelli di stress. Avere un po’ di verde intorno oltre a offrire aria pura che aiuta a respirare meglio, aiuta a calmare il nervosismo ed essere più rilassati. Aggiungete quindi qualche pianta a casa e in ufficio: vi richiederanno un po’ del vostro tempo, il che non è che un bene! Dedicarsi al giardinaggio aiuta a migliorare la concentrazione e a dimenticarsi per un po’ di tutto il resto del mondo e vedrete come la pressione sanguigna si ridurrà immediatamente così come le palpitazioni.

Qual è il vostro trucco per rilassarvi e scacciare lo stress e l’ansia?

9 commenti

  1. Grazie, mi avete aiutata

  2. È importante rivedere e analizzare la propria vita fino in fondo.

  3. Che novità…. camomilla e musica rilassante e passeggiare . Mia nonna nel 1930 lo faceva.

  4. Buonasera.e da tre mesi che soffro di ansia.qualcuno può aiutarmi.grz

    • Buonasera, ne parli con uno specialista e con il medico curante che può prescriverle delle semplici gocce che alleviano il problema e non creano dipendenza. Lo psicologo, o lo psichiatra, possono davvero aiutarla ad uscirne, l’importante è non aspettare che passi da solo.

  5. Soffro di attacchi di fame nervosa , non ne posso più, le ho provate tutte sport dieta psicoterapia ma niente non funziona niente! Non posso accettare di vedere il mio corpo sfigurato dai chili di troppo. Ogni giorno mi sforzo ad evitare il baratro delľ abbuffata ma poisoccombo, ho provato anche con gli psicofarmaci ma ho dovuto sospendere per effetti collaterali . Cosa devo fare?

    • Ci sono dei centri per i disturbi alimentari, l’ideale è fare sedute di psicoterapia, si ricordi che mangiare è una necessità ma anche un piacere e che lei è bella per quello che è non per quello che le sembra di essere. Anche io ho qualche chilo di troppo ma ho imparato a conviverci, l’importante è non danneggiare la salute.

  6. uscire di casa, farsi una cioccolata calda, rilassarsi… mi vien già voglia di chiudere ogni cosa e buttarvi sul divano, solo l’idea mi rilassa…

  7. Dopo una giornata stancante e mille pensieri per la testa: Chiudo il PC, modalità aereo per il telefono, e un libro da colorare! L’ultimo è un libro da colorare con parolacce! Niente di meglio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close