martedì , 25 aprile 2017
Home » Bellezza » Unghie che si sfaldano: cause e rimedi naturali
Unghie che si sfaldano - cause, rimedi naturali e cosa fare
Unghie che si sfaldano: cause, rimedi naturali e cosa fare. Hai le unghie fragili e che si spezzano facilmente? Scopri quali sono le cause, cosa fare per rinforzare le unghie deboli, cosa mangiare per avere unghie sane e belle e i migliori rimedi naturali contro le unghie fragili che si sfaldano.

Unghie che si sfaldano: cause e rimedi naturali

Unghie che si sfaldano? Fragili che si rompono per un nonnulla? Può diventare una bella seccatura.

A nessuno piacciono le unghie fragili che si spezzano facilmente e che paiono poco curate e sono senza dubbio poco sane. Per avere unghie belle, sane e forti, occorre trovare un rimedio e correre ai ripari. E’ tempo di cercare le cause e di trovare i rimedi naturali contro le unghie fragili che si sfaldano.

Le unghie sono composte di cheratina, che si compone di catene di aminoacidi (cisteina, acido glutammico ed arginina) e di oligoelementi come: zinco, ferro, rame, zolfo, molibdeno, proteine sulfonate e vitamine (vitamina A, vitamina H, vitamina B6, vitamina C e vitamina E). Nel momento in cui ne si ha una carenza ecco che le unghie si sfaldano. Purtroppo non si tratta dell’unica causa concorrente, perchè altri fattori giocano un ruolo importante nella salute delle unghie. Vediamo quali sono.

Unghie che si sfaldano: cause

Le cause delle unghie che si sfaldano sono tante e varie.

L’anemia è una delle responsabili per via della carenza di ferro ma anche la carenza di calcio, di zinco, di vitamina B6 e B5, di vitamina A possono essere fattori determinanti. Per non parlare dei problemi di tiroide.

Che dire dell’acqua? Quanta ne bevi al giorno? Se la risposta è poca e le tue unghie sono mal prese, allora potrebbe essere disidratazione.

Anche l’alimentazione gioca un ruolo importante, ecco i cibi alleati delle unghie: aglio e cipolla, cavolfiore e broccoli, cereali, pelle del pollo, crostacei, latticini, legumi, fegato, piselli e fagioli, tuorlo d’uovo, germe di grano, riso integrale, pesce e uova. Senza i nutrienti di questi alimenti le unghie s’indeboliscono e si sfaldano.

Una delle cause comuni dello sfaldamento delle unghie è l’uso di detersivi aggressivi per la pulizia di casa, non bisogna mai dimenticarsi d’indossare i guanti.

Anche smalti, gel per ricostruzione e solventi troppo acidi possono aggredire l’unghia indebolendola.

Lo stress è un’altra causa delle unghie deboli così come può esserlo una patologia di cui ignoriamo l’esistenza.

Da non sottovalutare le infezioni micotiche che tendono ad indebolire e sfaldare l’unghia.

Naturalmente l’invecchiamento è da annoverarsi fra le cause ma per quello c’è poco da fare.

E se si tratta delle unghie dei piedi? Anche in quel caso può accadere che le unghie si sfaldino, si rompano facilmente o vi compaiano striature. Vale in questo caso tutto ciò che si è detto sulla pedicure, soprattutto su smalti e solventi e sulla carenza di nutrienti fondamentali per la buona salute dell’unghia. Occorre ricordarsi, da un punto di vista pratico, che non è una buona idea tenere tutto il giorno i piedi dentro scarpe chiuse con calzini umidi che non aiutano la traspirazione. Se inoltre si frequentano piscine o spogliatoi è bene indossare sempre delle ciabattine, tutto questo per evitare le terribili micosi. Infine anche le unghie dei piedi hanno bisogno di una buona crema protettiva e nutriente e dei rimedi naturali.

Unghie che si sfaldano: i sintomi

L’unghia si presenta pallida, fragile, friabile, si sfalda, si spezza facilmente e compaiono delle righe verticali. Elasticità e durezza sono compromesse.

Vediamo due specifici quadri clinici in cui raggruppare i sintomi:

  • onicoressi, riscontrabile nelle persone anziane: la lamina diventa sottile compaiono striature e rilievi;
  • onicoschizia lamellina, riscontrabile per lo più nelle unghie delle donne: l’unghia presenta uno sfaldamento degli strati superficiali ed il margine libero si spezza o appare frastagliato.

Unghie che si sfaldano: cosa fare

Ecco alcuni consigli per aiutare le unghie che si sfaldano:

  • usare una crema bio protettiva e nutriente;
  • adoperare i guanti nei lavori di casa;
  • usare oggetti di manicure adatti (smalti con ingredienti sicuri, lime di cartone da usare in un solo verso, solventi non aggressivi a base oleosa);
  • non fumare;
  • bere due litri di acqua al giorno;
  • non mangiarsi le unghie;
  • fare ogni tanto una buona manicure con un esperto;
  • se hai le unghie fragili che si spezzano facilmente, evita di farle crescere troppo;
  • lasciare periodicamente le unghie senza smalto in modo che respirino, se lo si adopera durante il giorno è bene toglierlo la notte;
  • assumere integratori naturali per aiutare a rinforzare le unghie fragili;
  • nutrirsi adeguatamente, mangiando soprattutto cibi ricchi di: vitamina A, vitamina B6, vitamina C e vitamina E, zinco, ferro, rame, zolfo, molibdeno, proteine sulfonate e vitamina H.

Rimedi naturali contro le unghie fragili che si sfaldano

Una buona idea: inserire delle gocce di succo di limone nella crema idratante di mani e piedi, ottimo soprattutto se si è fumatori poiché si aiutano le unghie a schiarirsi.

Un altro rimedio naturale molto adoperato è il decotto di equiseto in cui si possono immergere le unghie delle mani e dei piedi.

Frizionare le unghie delle mani e dei piedi con olio di mandorle dolci è un altro ottimo rimedio contro le unghie che si sfaldano. In alternativa si possono usare l’olio extravergine di oliva o l’olio di ricino o ancora l’olio di germe di grano. Si può applicare ogni sera dell’olio d’oliva sulle unghie, massaggiandolo bene e immergete spesso le unghie – due o tre volte a settimana-, per almeno 10 minuti alla volta, in acqua e limone. Il limone, oltretutto, servirà a sbiancare le unghie ingiallite. Al posto dell’olio d’oliva potete utilizzare l’olio di ricino.

Se si sospetta una micosi meglio adoperare il tea tree oil, se ne diluiscono un paio di gocce in un olio di base come ad esempio l’olio di mandorle dolci.

I bagni sono inoltre molto importanti: con acqua e bicarbonato sia per mani che per piedi, idem per acqua e limone e bagni di acqua calda e fredda per stimolare la circolazione.

Che dire delle maschere rinforzanti per le unghie? Si possono miscelare yogurt bianco con miele e polpa di avocado, o burro di cocco oppure burro di Karitè per avere delle unghie sane e bellissime. S’impastano gli ingredienti, si applica e si lascia in posa 15 minuti, quindi si risciacqua.

Ecco un rimedio della nonna: applicare sulle mani e sui piedi della crema molto nutriente, impacchettarli con magari del celofan o delle strisce di stoffa e lasciar agire tutta la notte.

Questi rimedi naturali contro le unghie che si sfaldano, adoperati costantemente, senza fretta e con cura aiutano tantissimo le unghie fragili a riacquistare forza e bellezza. Naturalmente si consiglia sempre di chiedere un parere al proprio medico di fiducia.

Consigli per la cura quotidiana delle unghie

Avere belle unghie è spesso l’ultima civetteria che si permettono le donne anziane. Le belle unghie, ben fatte, brillanti, o con lo smalto possono essere appannaggio di vecchissime donne, perché no? Ora pero non rinunciate a mantenerle in ordine con la scusa che non avete tempo. Dedicate loro almeno una mezz’ora alla settimana e ricordatevi, inoltre, qualche consiglio fondamentale:

  1. Spazzolatevi le unghie tutti i giorni con una spazzola i morbida dai peli arrotondati (in setola preferibilmente o in gomma ma mai in materia plastica).
  2. Utilizzate dei solventi dolci, senza acetone puro, che non intacchino la loro leggera pellicola protettrice e delle basi curative in colori che rendano le unghie più solide. In compenso, non abusate dei “rinforzanti” poiché essi seccano molto le unghie. Hanno tra l’altro un’azione superficiale.
  3. Non tagliate le unghie con le forbici ma limatele tenendole quadrate, cercando di conservare la loro lunghezza: saranno più solide; usate lime di cartone. Le lime di ferro sono da abolire: sono troppo dure. Le migliori lime (che potete acquistare in farmacia o nelle profumerie) sono ricoperte di polvere di diamante sintetico. Soprattutto non tagliate le pellicine che aderiscono alla base dell’unghia. Bisogna spingerle in dentro con un bastoncino.

I consigli dell’estetista: unghie perfette e ben curate, come fare?

Ecco alcuni consigli dell’estetista per risolvere i piccoli inconvenienti di tutti i giorni:

Se vi siete fatta un graffio sullo smalto appena messo, potete riparare il danno dando dei colpetti con un bastoncino imbevuto di solvente, stenderà lo smalto.

Se vi si è rotta un’unghia prodotti speciali trasparenti applicati sulla fessura la rincolleranno. Esistono anche delle paste plastiche liquide che si applicano sull’unghia rotta con una spatola, dando loro la forma dell’unghia appena rotta. Poi limate la plastica dandole la giusta lunghezza. Ancora più semplice, è incollare un’unghia finta e passarci sopra lo smalto: se mettete la mano ben piatta sul tavolo, potrete stendere meglio lo smalto; perché lo smalto asciughi prima, mettete le vostre dita nell’acqua fredda.

Certi prodotti, vaporizzati una volta ultimata l’operazione, fanno ugualmente guadagnare del tempo. Usate uno smalto chiaro d’estate e scuro d’inverno; sulle unghie piccole e corte, mettete uno smalto scuro: sembreranno più lunghe.

Gli smalti madreperlacei sono sconsigliati per le unghie fragili: conterrebbero della polvere di piombo. La maggior parte degli smalti contenenti il colore arancio hanno tendenza a lasciare l’unghia colorata di giallo.

Normalmente, è di regola abbinare lo smalto con il rossetto, ma per una serata di festa, lanciatevi nella fantasia: potrete per esempio scegliere uno smalto assortito al colore del vostro vestito: verde, rosso, blu e ricoprirle con un altro smalto madreperlato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close