domenica, Aprile 14 2024

Tra i dispositivi di protezione individuale usati dai medici troviamo i guanti, fondamentali per svolgere in totale sicurezza le procedure e le operazioni. L’uso dei guanti è di vitale importanza, poiché prevengono di fatto la contaminazione tra il personale medico e i pazienti.

Non solo: conosciuti anche con il termine di guanti medici, guanti medicali o guanti chirurgici – e impropriamente come guanti da ospedale – secondo l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) riducono la diffusione dei microrganismi negli ospedali.

Passiamo alla guida alla scelta dei guanti chirurgici, mettendo la vestibilità e le prestazioni al primo posto, oltre a porre l’accento sull’importanza della sterilità in sala operatoria.

Cosa sono i guanti chirurgici e l’importanza della sterilità in sala operatoria

Al giorno d’oggi, conosciamo tutti i guanti monouso, che sono “nati” ufficialmente nel 1964. Tuttavia, la loro origine non è così recente e per conoscerla bisogna tornare indietro nel tempo, esattamente nel 1889 a Baltimora.

L’importanza dei dispositivi di protezione individuale (DPI) non è sempre stata così impellente: nei secoli scorsi, medici e infermieri hanno corso numerosi rischi durante lo svolgimento del proprio lavoro. È questo il caso di Miss Caroline Hampton.

Nonostante la passione e le competenze, ha dovuto lasciare il lavoro a causa di una forte dermatite, conseguenza dei derivati fenolici per la disinfezione delle mani.

Per permetterle di continuare il suo lavoro, data la sua vocazione, è stato inventato un prototipo di guanti, ben lontani dal modello monouso di oggi, ma comunque vantaggioso: liscio, sottile, copriva mani e avambracci. In questo modo, Miss Caroline Hampton poté continuare il suo lavoro al sicuro.

La storia, dunque, ci spiega cosa sono e l’importanza di indossare i guanti chirurgici, strumenti preziosi per il personale sanitario. Ad oggi, troviamo in commercio una vasta scelta di guanti monouso, che tuttavia si differenziano in base ai materiali.

Non tutti i guanti sono adatti per la sala operatoria, ed è molto importante tenere bene a mente questo aspetto in fase di acquisto.

La sterilità in sala operatoria grazie ai progressi della medicina

Dalla storia di Miss Caroline Hampton, possiamo imparare molto: soprattutto, possiamo osservare i progressi compiuti dalla medicina nel corso del tempo, che hanno favorito una maggiore protezione per il personale sanitario e i pazienti stessi.

L’uso di dispositivi di protezione e materiali sanitari sterilizzati è importante per diversi motivi.

  • La prevenzione della trasmissione di un microrganismo patogeno da un paziente all’altro;
  • La prevenzione della trasmissione di un microrganismo patogeno da un paziente all’operatore sanitario, e viceversa.

Per quanto riguarda nello specifico le tipologie di guanti utilizzate dagli operatori sanitari, troviamo i guanti chirurgici e da esame. Nel primo caso parliamo di guanti sterili, mentre nel secondo caso si trovano sia sterili che non.

Guanti sterili chirurgici Biogel: vestibilità e prestazioni

A questo punto è evidente l’importanza di scegliere bene i guanti chirurgici da usare come protezione in sala operatoria. Del resto, proprio le mani sono il principale strumento di un chirurgo: mani ferme, precise e – soprattutto – ben protette.

La scelta parte, dunque, da due aspetti essenziali, ovvero la vestibilità e le prestazioni, qualità che si possono trovare nei guanti sterili chirurgici Biogel.

Oltre alla protezione, infatti, questi guanti sono stati progettati per offrire la massima vestibilità: sono confortevoli, e dunque mettono il chirurgo nelle condizioni di lavorare con maggiore precisione.

Facili da usare e comodi da indossare anche a lungo, non influenzano in negativo la sensibilità tattile nemmeno sfruttando il “doppio guanto”, quando c’è la necessità di ridurre eventuali rischi di punture d’ago. Così, il chirurgo può svolgere il proprio lavoro senza la minima pressione.

Tra le caratteristiche dei guanti Biogel troviamo, inoltre, le prestazioni. Sappiamo quanto per i chirurghi sia essenziale operare e trattare al meglio i pazienti, e possono farlo solo se messi nelle condizioni di concentrarsi sull’attività senza distrazioni.

I guanti Biogel sono un punto di riferimento per il sistema di rilevamento delle forature: un modo per rendere più sicure le operazioni in sala operatoria.

Come vengono realizzati i guanti sterili chirurgici

Alla base di tutto, i guanti sterili chirurgici presentano due caratteristiche: proteggere le mani del chirurgo e aumentare il livello di precisione del suo operato.

Di conseguenza, la loro progettazione avviene in modo rigoroso: durante la fase di realizzazione, molti aspetti vengono passati al vaglio ed esaminati, come le prestazioni, la vestibilità e la qualità.

Ogni guanto è sottoposto a rigidi controlli e test. Una struttura si dedica al controllo qualità, passando in esame i guanti ed eseguendo verifiche specifiche, tra cui il test di insufflaggio, l’analisi delle forature e le ispezioni visive.

Questa parte dello sviluppo è necessaria, poiché, data la destinazione d’uso, c’è la necessità che ogni dispositivo di protezione individuale risponda alle esigenze dei chirurghi.

Previous

Vene delle mani gonfie: cause e rimedi

Next

Come eliminare i peli sotto al mento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe Interessarti Anche