Home » Alimentazione » Fichi: proprietà, benefici, valori nutrizionali, calorie e controindicazioni
Fichi freschi e secchi: proprietà, benefici, calorie e controindicazioni. Scopri le proprietà dei fichi, i benefici per la salute, i valori nutrizionali, le calorie, tutti gli utilizzi, le controindicazioni e gli effetti collaterali.

Fichi: proprietà, benefici, valori nutrizionali, calorie e controindicazioni

A chi piacciono i fichi? Sono assolutamente buonissimi e sono ricchi di proprietà nutrizionali. Non ci credete?

I buddhisti li considerano un simbolo di conoscenza e gli alberi erano sacri difatti venivano coltivati in aree religiose e si veniva severamente puniti se sorpresi a rubarli, si dice che Ercole per mantenere sempre grandiosa la sua forza si nutrisse solo di fichi, leggenda vuole che la cesta di Romolo e Remo si arenò in un’ansa del fiume sotto un fico dove la lupa li nutrì.

In Grecia si narra che il titano Sykèus per sfuggire a Zeus si nascose da sua madre Gea che fece nascere da lui un albero che prese il suo nome, fico per l’appunto, si racconta anche che Adamo ed Eva si coprirono con delle foglie di fico dopo aver scoperto d’esser nudi, infine leggenda vuole che il latte di fico fosse utilizzato come caglio per produrre il formaggio. Queste sono solo alcune delle curiosità.

Fichi: quanto ne sai?

  • Il nome botanico del fico comune è Ficus carica perché originari della Caria (Asia minore) da cui si diffuse verso la Palestina e l’Egitto;
  • Si diffuse nel resto del mondo con la scoperta dell’America, giungendo infine in Australia;
  • Fa parte della famiglia delle Moraceae;
  • Può raggiunger i 10 m di altezza;
  • Dal tronco fuoriesce una linfa simile al latte che può esser urticante ma che pare curi le verruche;
  • Il fico in realtà è una infiorescenza, i veri frutti sono i piccoli semi all’interno;
  • Il fico è detto anche siconio, da cui sicofante che nel tempo ha assunto significato di “persona sleale”;
  • Si conservano in frigo in contenitori chiusi di modo che non assorbano odori;
  • I fichi secchi si conservano in luoghi asciutti protetti dagli insetti.

Esistono tre varietà di fichi:

  • i fioroni: maturano alla fine della primavera o all’inizio dell’estate
  • i pedagnuoli: crescono in primavera e maturano alla fine dell’estate
  • i cimaruoli: maturano sul finire dell’autunno

Fichi: proprietà e benefici per la salute

I fichi sono da lungo tempo considerati un cibo prodigioso poiché altamente energetici ma anche da un punto di vista medicinale. Data la loro forma, nella cultura popolare venivano consigliato contro i problemi di stomaco e di fertilità delle donna.

Effettivamente c’è un fondo di realtà, vediamo le proprietà dei fichi:

  • proprietà lassative favorisce i movimenti peristaltici dell’intestino, combattono stitichezza e la pancia gonfia;
  • proprietà antianemiche;
  • proprietà antinfiammatorie aiuta contro le infiammazioni urinarie e polmonari, stati febbrili e gastrite;
  • proprietà protettive della pelle;
  • proprietà energetiche;
  • proprietà ricostituenti;
  • proprietà di equilibrare i succhi gastrici;
  • proprietà antitumorali, prevengono specialmente i tumori al seno ed al colon;
  • rafforzano la vista;
  • prevengono le ulcere;
  • proprietà mineralizzanti, rafforzano denti ed ossa;
  • regolarizzano la pressione sanguigna prevenendo la pressione alta;
  • proteggono il cuore;
  • proprietà antiossidanti, rallentano i danni dei radicali liberi;
  • aiutano a rafforzare il sistema immunitario;
  • sono alleati della gravidanza in quanto energici e ricchi di benefici;
  • sono anche ottimi rimedi contro: asma, mal d’orecchio, febbre ed ascessi.

Fichi: calorie e valori nutrizionali

I fichi freschi forniscono circa 47 calorie ogni 100 grammi di polpa, invece i fichi secchi, ricchi di zucchero, arrivano a fornire anche 250 calorie per 100 grammi.

Cosa contengono i fichi:

  • potassio;
  • ferro;
  • calcio;
  • vitamine B6, A, B1, B2, PP, C, J e K;
  • fibre;
  • zuccheri;
  • fosforo;
  • sodio;
  • magnesio;
  • rame;
  • zinco;
  • manganese;
  • selenio;
  • beta-carotene;
  • luteina;
  • zeaxantina;
  • acidi grassi: Omega 3 ed Omega 6;
  • polifenoli;
  • aminoacidi: acido aspartico e glutammico, alanina, arginina, cistina, glicina, fenilalanina, istidina, isoleucina, leucina, prolina, metionina, serina, tirosina, triptofano, valina e treonina.

Fichi: tutti gli utilizzi

I fichi, oltre ad essere utilizzati in cucina o per fare dei dolci, vengono ancora adoperati per le loro proprietà curative contro diversi disturbi.

Fra i rimedi naturali è ottimale la tisana con i fichi secchi contro:

Il procedimento è molto semplice: si prendono due ficchi secchi e si tagliano a metà, si mettono a bollire con della buccia di limone, quando son morbidi si toglie dal fuoco, si filtra, si aggiunge miele e si beve. Si beve due volte al giorno.

Contro i brufoli viene suggerita la purea di fichi, si schiaccia la polpa e si applica sul viso, in realtà è anche una maschera idratante e tonificante, protegge dalle intemperie e soprattutto dal freddo ma sconsigliata ai soggetti allergici.

Ricetta maschera per il viso

Frullare i fichi e mescolarli agli altri ingredienti, con l’aggiunta di miele per la pelle spenta ed aloe per la pelle impura. Applicare per 15 minuti, sciacquare con acqua tiepida.

Impacco per le mani

  • la polpa di due fichi;
  • due cucchiaini di olio di ricino;
  • 4 cucchiai di farina d’avena;
  • 2 gocce di olio essenziale rosa mosqueta;
  • limone qb.

Frullare i fichi e mescolarli agli altri ingredienti, applicare per 20 minuti, sciacquare con acqua fredda vedrete che mani favolose!

Frullato di anguria e fichi

Occorrente:

  • un’anguria di medie dimensioni,
  • 6 fichi,
  • 1 banana,
  • 2 arance,
  • 2 limoni,
  • un cucchiaio di miele.

Procedimento:

Tagliate l’anguria in due parti e scavatela internamente eliminando i semi. Lavate e pelate i fichi e fateli a pezzetti. Sbucciate la banana, tagliatela a pezzetti e spruzzateli di succo di limone. Sbucciate le arance, poi tagliatele a spicchi privandoli dei semi.

Mettete gli ingredienti nel bicchiere del frullatore, aggiungete il rimanente succo filtrato dei limoni e il cucchiaio di miele. Frullate alla massima velocità, fino ad ottenere un composto denso e cremoso poi trasferite il frullato in una caraffa, che terrete in frigorifero fino al momento di portare in tavola. Prima di servire, unite alcuni cubetti di ghiaccio.

I rimedi a base di gemmo, derivato di ficus carica, sono molto utili contro l’ansia e contro la gastrite nonché l’ulcera, di origine nervosa. Inoltre aiutano a disintossicare l’organismo e a depurare gli organi emuntori in cui si accumulano scorie e tossine. I gemmo derivati non hanno controindicazioni, si assumono in gocce circa due volte al giorno, in mezzo bicchiere d’acqua prima dei pasti.

Fichi: controindicazioni ed effetti collaterali

La questione delle controindicazioni dei fichi è un po’ da argomentare: di per sé non hanno controindicazioni, ma essendo molto zuccherini i diabetici e chi ha problemi di peso debbono assumerli con cautela. Secondo fonti non accreditate i fichi consumati in eccesso causerebbero cefalea e sicuramente dissenteria.

Inoltre i fichi contengono ossalati e dunque se consumati in eccesso possono comportare calcoli renali o alla cistifellea, pertanto è consigliabile a chi ne soffre di evitarne il consumo in partenza.

Si sconsigliano inoltre in caso di operazioni chirurgiche al tratto digerente e personalmente sconsiglio i rimedi a base di latte di fico che può essere urticante e causare reazioni allergiche. Se anche non dovesse dar luogo a tali reazioni è sconsigliatissimo utilizzarlo come rimedio per problemi dermatologici e poi esporsi al sole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *