Home » Bellezza » Cura del corpo » Mantenere l’abbronzatura tutto l’anno: 8 consigli per non perdere la tintarella in autunno e inverno

Mantenere l’abbronzatura tutto l’anno: 8 consigli per non perdere la tintarella in autunno e inverno

Mantenere l’abbronzatura tutto l’anno: 8 consigli per non perdere la tintarella in autunno e in inverno

Dopo tanta fatica, profusa ad ottenere una bella colorazione ambrata, si fa sempre più forte il timore che l’abbronzatura scompaia troppo presto, con la fine dell’estate e il rientro dalle vacanze.

Si sa: c’è chi è predisposto a una tintarella degna di questo nome e chi si limita a un velo di colore di poco più scuro rispetto alla norma. A stabilirlo, ormai lo abbiamo imparato, è il fototipo: la capacità della nostra pelle di rispondere all’offesa rappresentata dall’esposizione solare producendo maggiori o minori quantità di melanina, il pigmento scuro da cui dipende l’intensità della tintarella.

Non solo: al fototipo è riconducibile anche la durata dell’abbronzatura, ossia il lasso di tempo che la pelle impiega per rinnovarsi completamente, cancellando ogni traccia di melanina dai tessuti e riacquistando il colorito abituale.

Se riusciamo a mantenere l’abbronzatura a lungo dopo l’estate dipende quindi in buona parte dal nostro fototipo ma , a parità di fototipo , ci sono una serie di accorgimenti che ci aiutano a non perdere l’abbronzatura. Vediamo quindi 5 consigli su come mantenere l’abbronzatura a lungo fino all’inverno.

1. Curate l’idratazione

Fondamentale l’idratazione per cui bevete almeno 1 litro e mezzo d’acqua al giorno, iniziando dal mattino , indispensabile per evitare la formazione di antiestetiche chiazze cutanee, garantendo l’elasticità della pelle. Ottima, in proposito, l’acqua di cocco, aggiungendovi qualche goccia di lime e 3 cubetti di ghiaccio per ottenere uno squisito idratante isotonico naturale.

2. Attenzione all’alimentazione

Curate l’alimentazione, consumando cibi ricchi di betacarotene, dalle note proprietà antiossidanti. Via libera a frutta e verdura gialla, rossa ed arancione per conservare la tintarella. Si a carote, peperoni , pomodori, albicocche, mango, idratanti come cicoria e lattuga; olio d’oliva e frutta secca.

3. Preferite la doccia al bagno

Tra i consigli indispensabili per un’abbronzatura duratura quello di “docciarsi” velocemente con acqua tiepida piuttosto che fare il bagno in vasca, utilizzando una lozione in olio come l’olio d’argan o l’olio di jojoba, bandendo i prodotti schiumogeni. Scegliete bagnoschiuma privi di tensioattivi aggressivi, con PH compreso tra 4,5 e 5,5. Tamponate delicatamente la pelle dopo la doccia con asciugamani morbidi e prestate attenzione all’abbigliamento, indossando vestiti non troppo stretti e fascianti, leggeri, morbidi, preferibilmente in cotone o lino.

4. Sfruttate le belle giornate di sole autunnale

Approfittate di ogni raggio di sole per trascorrere le pause di lavoro e i weekend rigorosamente all’aria aperta, ricordandovi che sono sufficienti 20 minuti d’esposizione per mantenere a lungo il colorito ottenuto al mare.
Da evitare i prodotti a base di alcol sulla pelle. No ai profumi che rischiano di inaridirla, accelerando la desquamazione. Meglio le acque profumate, come l’inebriante fragranza di mandorle e karitè e le creme agli oli essenziali che mantengono inalterata l’idratazione.

5. Si allo scrub, ma con attenzione

E lo scrub? Effettuatene uno delicato per eliminare le cellule morte uniformemente, senza sfregare eccessivamente la pelle, in modo da non stressarla eccessivamente. Va assolutamente sfatato il luogo comune secondo cui esfoliare significa portar via la tintarella. La melanina, che si forma in profondità, non può esser asportata da un gommage superficiale. Al contrario, esso rimuove le cellule morte e le impurità, contrastando il grigiore e l’opacità del colorito.

6. No aria condizionata

Evitate l’aria condizionata, nemica dell’abbronzatura, in quanto asciuga l’aria e toglie l’umidità dall’ambiente, rendendo la pelle secca e favorendone la desquamazione. Quando in ufficio non la si può lasciare spenta, è consigliabile, pertanto, tenere a portata di mano una crema idratante. Occhio al vento che tende, anch’esso, a disidratare quindi chi va in motorino non può non tenerne conto.

7. Il trucco dell’autoabbronzante

Per mantenere più a lungo l’abbronzatura potete utilizzare un trucchetto: miscelate l’autoabbronzante (3 gocce se è liquido) con la crema idratante da voi quotidianamente utilizzata, effettuando questa procedura al mattino, muniti di guanti in lattice. Stessa cosa per il corpo, aggiungendo l’equivalente di una biglia di seld-tan alla dose abituale di crema idratante.

8. L’alleato Make-Up

Sfruttate il make-up a vostro favore! Via libera agli oli illuminanti o ad illuminanti liquidi da spalmare in piccole quantità su braccia, gambe e decollète. Le particelle riflettenti ( shimmer ) ed i micro-glitter presenti al loro interno, riflettono la luce, sublimando il colorito dell’incarnato.

Gli oli illuminanti spesso e volentieri sono leggermente colorati, uniformando ancora di più la pelle. Per combattere l’ansia da perdita della tintarella è possibile, infine, prenotare trattamenti di bellezza esfolianti, di durata varia, dai 30 minuti ad un’ora, a base di miele, sali del Mar Morto, mosto d’uva o polpa di cocco che aiutano a mantenere il colorito e ad avere una pelle più luminosa.

Autore Redazione Portale Benessere

blank

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *