venerdì, Febbraio 23 2024

Le migliori terme e stabilimenti termali della Sicilia

Continuiamo il nostro viaggio alla scoperta delle terme e dei luoghi del benessere scoprendo le terme della Sicilia. Per chi si fosse perso le puntate precedenti , qui abbiamo parlato dei benefici delle terme e questi sono gli articoli delle terme delle altre regioni italiane :

La Sicilia è un’isola ricca di storia, posti incantevoli e con una tradizione termale antica, grazie alla particolare natura del suolo, al clima mite e all’intensa vita sotterranea dell’Etna, il “gigante buono”, Patrimonio Unesco dal 2013. Le terme in Sicilia sono la scelta perfetta per chi vuole unire al soggiorno benefico, curativo o rilassante, una permanenza di tipo turistico o balneare, anche perché la maggior parte delle terme siciliane si trova sul mare o a pochi chilometri di distanza.

Terme di Segesta ( Terme Segestane) 

I primi utenti delle acqua di Segesta furono greci, romani ed arabi, come dimostrano i reperti archeologici di cui la zona è ricchissima. Le terme Segestane hanno un’origine vulcanica e sono sorte tra il 1960 e il 1990 vicino alla località di Castellammare del Golfo, in provincia di Trapani. Sono alimentate da acque radioattive ipertermali, che sgorgano ad una temperatura di circa 44°C da tre sorgenti che si trovano lungo le rive del vicino Fiume Caldo. Due sorgenti sono interne (la Nuova Sorgente e la Grotta Regina) mentre la terza sorgente, il Bagno delle Femmine, è esterna allo stabilimento e libera, con polle chiamate “del Cremiso”, che affiorano direttamente dal fiume. Le acque delle terme di Segesta sono classificate come minerali, ipertermali e, rispetto alle sostanze disciolte in essa, sulfuree, salso-solfato-alcaline e alcalino-terrose.

Patologie trattate

Le principali patologie che possono essere curate grazie alle acque termali sono quelle:

  • dell’apparato locomotore;
  • dell’apparato respiratorio e allergie:
  • inestetismi della pelle, cellulite, patologie dermatologiche;
  • del ricambio (disturbi del metabolismo, diabete, alterazioni della presenza di grassi nel sangue);
  • legate al sistema muscolare;
  • otorinolaringoiatriche (orecchio, naso e gola);
  • dell’apparato scheletrico.

Trattamenti

I principali trattamenti termali offerti sono:

  • Bagno termale;
  • Massoterapia;
  • Piscina termale;
  • Fanghi;
  • Inalazioni;

Dove si trovano?

L’indirizzo esatto è Contrada Ponte Bagni, 1, 91014 Castellammare del Golfo (TP)

Terme di Sciacca (Agrigento)

Queste terme sono famose in tutto il mondo per la presenza delle “grotte vaporose”, dette anche “Stufe di San Calogero”. Sorgono sulla colonia greca di Selinunte, dove già all’epoca della Magna Grecia, rappresentavano un centro termale famoso e noto per le sue proprietà miracolose.

L’origine delle Terme di Sciacca venne anche ammantato di mitologia : si narra infatti che Dedalo, in fuga da Creta dove aveva realizzato il celebre labirinto, soggiornò presso la località siciliana e qui, dopo aver scoperto sul monte Kronio le grotte “vaporose”, vi costruì egli stesso un ingresso ricavando delle sedie dalla roccia.

Le fonti del bacino termale derivano da un’attività vulcanica sotterranea e la zona più ricca di fonti si trova nella zona est di Sciacca, alle pendici del Monte San Calogero. Anticamente si contavano dieci sorgenti termali mentre ora sono attive solo cinque fonti: l’acqua dei Molinelli, l’acqua Santa, l’acqua Salmastra, l’acqua del Carabollace e Fontana calda.

Delle fonti ancora esistenti, soltanto tre vengono sfruttate: l’acqua dei Molinelli, l’acqua Santa e l’acqua Sulfurea nella ‘Valle dei Bagni’. Le loro acque sono classificate come salso-bromo-iodiche, sulfuree e ipertermali. La loro temperatura supera naturalmente i 50°C.

Patologie trattate

Le principali patologie che possono essere curate grazie alle acque termali delle Terme di Sciacca sono quelle:

  • dell’apparato locomotore;
  • dell’apparato respiratorio e allergie;
  • del sistema cardiovascolare;
  • Inestetismi della pelle, cellulite, patologie dermatologiche;
  • dell’apparato genitale e riproduttivo, malattie ginecologiche;
  • della forma fisica (mediante massaggi);
  • del sistema muscolare;
  • otorinolaringoiatriche (orecchio, naso e gola);
  • dell’apparato scheletrico.

Le Terme di Sciacca sono indicate in particolare per il trattamento dei disturbi alle vie respiratorie e al sistema osteo-articolare.

Trattamenti

I principali trattamenti termali offerti sono:

  • diete e cure dimagranti;
  • fanghi;
  • trattamenti estetici;
  • cure idropiniche;
  • balneoterapia;
  • trattamenti per la riabilitazione;
  • chinesiterapia;
  • irrigazioni vaginali;
  • aerosol;
  • inalazioni;
  • nebulizzazioni;
  • antroterapia;

Dove si trovano le terme di Sciacca ?

L’indirizzo esatto è : Via Agatocle,2 92019 Sciacca (Ag)

Terme di Termini Imerese (Palermo)

Termini Imerese è un suggestivo paesino della provincia di Palermo, affacciato sul magnifico Golfo di Palermo. E’ celebre per le sue acque ipertermali di origine vulcanica che sgorgano da due sorgenti alla temperatura di circa 43 gradi. Acque che sono classificate come salso-bromo-iodiche.

Lo sfruttamento delle acque del luogo ha origini antichissime: la nascita di ‘Thermae Himerenses‘ avvenne nel 409 a.C. e gli abitanti della zona fanno risalire ad allora la presenza e le proprietà curative delle acque termali all’azione delle Ninfe, figure mitologiche semi-divine che avrebbero generato queste sorgenti benefiche per ordine di Minerva, che desiderava con esse ritemprare le forze del suo protetto Ercole.

Patologie trattate

Le principali patologie che possono essere curate grazie alle acque termali delle terme di Termini Imerese sono quelle:

  • dell’apparato locomotore;
  • dell’apparato respiratorio e allergie;
  • del sistema cardiovascolare;
  • inestetismi della pelle, cellulite, patologie dermatologiche;
  • del ricambio (disturbi del metabolismo, diabete, alterazioni della presenza di grassi nel sangue);
  • dell’apparato gastro-intestinale/gastroenterico;
  • patologie del fegato, vie biliari e calcoli;
  • dell’apparato genitale e riproduttivo, malattie ginecologiche;
  • Problemi estetici e stress;
  • del sistema muscolare;
  • otorinolaringoiatriche (orecchio, naso e gola);
  • dell’apparato scheletrico.

Trattamenti

I principali trattamenti termali offerti sono:

  • Bagno turco;
  • Massoterapia;
  • Fanghi;
  • Trattamenti estetici;
  • Balneoterapia;
  • Chinesiterapia;
  • Aerosol e inalazioni;
  • Grotta termale.

Dove si trovano le terme di Termini Imerese ?

Lo stabilimento termale principale di Termini Imerese fu annesso al Grand Hotel delle Terme nel 1900.

Piazza delle Terme, 2 – 90018 Termini Imerese (PA)

Terme di Vulcano (Isola Vulcano)

Le Terme di Vulcano nascono come pozze di acque ipertermali sulfuree a cielo aperto, circondate da colline fumanti di zolfo a pochi passi dal mare. Molte sorgenti sgorgano anche in mare direttamente, nei pressi della riva; risulta quindi essere particolarmente piacevole entrare in acqua anche nella stagione invernale. In più è possibile usufruire dei benefici effetti delle acque termali ricche di zolfo anche sotto forma di “stufe” ovvero grotte termali.

Queste acque sono ideali per combattere le patologie respiratorie e articolari. I bagni termali regalano sensazioni di benessere e relax fin dal primo “bagno” nel fango caldo. Da qualche anno queste terme non sono più gratuite ma vengono gestite dalla società Geoterme Vulcano che si occupa della manutenzione e la pulizia delle aree interessate. Nel biglietto di ingresso vi è compresa la possibilità di usufruire delle pozze termali, dei bagni sulfurei in mare, della fossa per i fanghi caldi e delle inalazioni presso le fumarole.

Dove si trovano le geoterme Vulcano ?

L’isola di Vulcano si raggiunge con aliscafo o traghetto da Milazzo, il porto più vicino sulla terraferma. Una volta raggiunta l’isola, non è difficile individuare le terme libere, dato che Vulcano è una sorta di grande stabilimento termale a cielo aperto, con pozze, stufe, fumarole disseminate un po’ dappertutto.

Un indirizzo di riferimento è quello della società che le gestisce, la ‘GeoTerme Vulcano Srl’:

Via Sabbie Nere – Zona Acque Calde  98050 – Vulcano (ME)

Alì Terme (Messina)

Sulla costa ionica della Sicilia, affacciata sul mare, quasi in corrispondenza dello stretto che divide la Sicilia con la Calabria, spicca la cittadina di Alì Terme. Questa risulta essere una delle sorgenti termali più antiche e più famose dell’isola, che, si dice, furono frequentate anche dal filosofo Cartesio.

La fondazione delle terme di Alì avviene in epoche remote, dato che accanto allo stabilimento esisteva un “pozzo dei miracoli”, a cui le superstiziose popolazioni antiche attribuivano proprietà miracolose. Lo sfruttamento vero e proprio avviene invece in epoca moderna, attorno al 1500. Le Terme di Alì vantano ben due fonti ipertermali: la Sorgente Marino, che sgorga alla temperatura di 39.5°C e la Sorgente Granata-Cassibile che sgorga alla temperatura di 46.5°C.

Patologie trattate

Entrambe le acque hanno un potere benefico nelle affezioni dell’apparato uditivo, respiratorio e del sistema nervoso. Lo zolfo migliora anche la funzione olfattiva e attiva il metabolismo cellulare mentre lo iodio e il bromo conferiscono a queste acque attività antisettica e sedativa. Sembrano anche essere le migliori, in Sicilia, contro l’artrite.

Trattamenti

Numerosi sono i trattamenti curativi, fra cui fangoterapia, balneoterapia, cure inalatorie ed altre terapie convenzionate con il Servizio Sanitario Nazionale.

Dove si trovano le terme di Alì Terme ?

Le cure termali convenzionate con il SSN avvengono presso l’Hotel Terme Marino in Via Roma, 25 98021 Ali’ Terme (ME).

Terme Acqua Pia di Montevago (Agrigento)

Il piccolo paesino di Montevago si trova nel cuore della Sicilia, a metà strada fra Castelvetrano e Sciacca, nel territorio noto come “Valle del Belice” (in quanto attraversato dall’omonimo fiume). Come per molte terme siciliane, anche per le Terme Acqua Pia le origini affondano nella mitologia : si narra che presso queste acque calde e sulfuree, venissero spesso a bagnarsi Cinzio e Corinzia, due giovani pastori che celebravano riti in onore della dea Venere. La dea dell’amore, commossa per la loro adorazione, donò loro l’immortalità, trasformando Cinzio in un fauno e Corinzia in una ninfa.

Le acque che alimentano le Terme Acqua Pia sgorgano, alla temperatura di 40°C, da numerose cascate naturali raccolte in un’unica vasca e regalano subito un benessere psico-fisico e una migliore qualità della vita. L’acqua termale della piscina di Montevago mantiene una temperatura pressoché costante di 35° mentre le cascatelle toccano un picco di 40°. Insieme alle piscine e al centro benessere, nella zona sono presenti un parco giochi, un’area pic-nic e una zona di sosta per camper.

Patologie trattate

Queste acque sono classificate come solfato-calciche-magnesiache e sono indicate in particolare per il trattamento dei disturbi dell’apparato respiratorio e locomotore. Inoltre vengono curate patologie:

  • dermatologiche, inestesismi della pelle e cellulite;
  • del sistema muscolare;
  • otorinolaringoiatriche (orecchio, naso e gola);
  • dell’apparato scheletrico.

Trattamenti

Per tutte le terapie vengono usate le acque termali insieme ai fanghi, ricchi di solfati e sali minerali, e ai vapori prodotti dalle sorgenti. Ma vediamo nello specifico i trattamenti termali effettuati:

  • fangobalneoterapia;
  • fangoterapia;
  • balneoterapia;
  • idromassaggi;
  • piscina termale;
  • inalazioni caldo umide;
  • humage;
  • aerosolterapia (anche reparto pediatrico);
  • programmi di riabilitazione e post-riabilitazione;
  • idrochinesiterapia termale;
  • trattamento delle patologie dermatologiche.

Dove si trovano le Terme Acquapia di Montevago ?

L’indirizzo esatto è : Localita’ Acque Calde, 92010 Montevago (AG)

Terme di Acireale (Catania)

Le Terme di Acireale nascono ai piedi dell’Etna e sono circondate da diverse leggende, ad esempio si crede che il sangue di Santa Venera, la patrona di Acireale, con il suo martirio avesse dotato le acque di poteri miracolosi. Queste acque terapeutiche sgorgano dalla sorgente greco-romana di Santa Venera al Pozzo ad una temperatura di 21°/22° e sono classificate come sulfuree, salso-bromo-iodiche e radioattive. Le terme sono state fondate nel 1873 nella città di Acireale, ma causa di alcuni problemi economici, dal 2015 le terme sono state poste in liquidazione e ad oggi non sono attive.

 

Previous

Mantenere l'abbronzatura tutto l'anno: 8 consigli per non perdere la tintarella in autunno e inverno

Next

Le migliori terme dell’Umbria: Acquasparta, Triponzo, Fontecchio, Spello, San Gemini, San Faustino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe Interessarti Anche