lunedì , 26 giugno 2017
Home » Alimentazione » Miele: proprietà, benefici, uso e controindicazioni
Miele proprietà e benefici per la salute
Miele - proprietà, benefici, uso e controindicazioni. Scopri le proprietà del miele, i benefici per la salute, tutti gli usi in cucina o come rimedio naturale, le controindicazioni e gli effetti collaterali.

Miele: proprietà, benefici, uso e controindicazioni

Le proprietà ed i benefici del miele non sono stati scoperti in tempi recenti, poiché erano notte anche alle popolazioni antiche che lo usavano in cucina, ma anche come rimedio naturale. Ad esempio, i Sumeri inventarono una rudimentale crema miscelando acqua, olio, argilla e miele mentre in Babilonia era prevalentemente usato per fare dolci ed altrettanto facevano i Romani che lo utilizzavano come dolcificante per le bevande. In Grecia il miele assumeva più che altro un aspetto simbolico e veniva usato durante i rituali religiosi. Ancora nel medioevo, il miele venne adoperato come dolcificante finché dall’Oriente non giunse la notizia delle proprietà del miele come depurante, antibatterico, antitossico e cicatrizzante.

Miele: nascita, produzione e lavorazione

Le artefici del miele, si sa sono le api. Esse volando di fiore in fiore raccolgono il nettare che viene poi portato nel favo e lavorato dalle api bottinatrici, quindi il nettare viene conservato nell’alveare attraverso la disidratazione e conservato nelle cellette. Qui interviene l’apicoltore che estrae i melari e li porta in laboratorio per aprire le cellette e liberare il miele. Si passa dunque allo smielatore che, funzionando come una centrifuga, estrae il miele che viene poi filtrato e messo a decantare.

Esiste una vasta tipologia di miele ed ognuno ha delle proprietà specifiche nonché caratteristiche peculiari come vedremo. Fra i più conosciuti citiamo: l’acacia, il millefiori, l’agrumi, il castagno, il cardo, il bergamotto, il corbezzolo, l’eucalipto, la sulla, il girasole, la nepitella, la lupinella, di timo, di tiglio, di rovo, di tarassaco etc. Ognuno come dicevamo si distingue per il sapore, il profumo, il colore, la densità ma soprattutto le proprietà.

Valori nutrizionali del miele

Il miele si compone di base di: acqua, polline, glucosio e fruttosio. Gli zuccheri sostanzialmente costituiscono il 70% nella maggior parte del miele e lo rendono un’ottima fonte energetica. Il miele inoltre contiene: calcio, ferro, magnesio, rame, manganese, silicio, iodio potassio, sodio, fosforo, zolfo, acido formico, germicidina e vitamine A, E, K, C, B1, B2, B3,B6, B5 e C.

Le proprietà benefiche del miele

Il miele viene adoperato per curare diversi disturbi, il classico rimedio della nonna per tosse e mal di gola è il latte caldo in cui si è sciolto un cucchiaino di miele. E’ una bevanda ottima sia per conciliare il sonno, che per sedare la tosse. In alcune versioni si aggiungono alcolici, pepe nero, curcuma o cannella ma in realtà è molto meglio optare solo per latte e miele evitando i vari intrugli.

Essendo il miele purificante lo si può utilizzare anche come cosmetico, per una maschera per il viso ad esempio, soprattutto per chi ha la pelle grassa ed acneica, ma è molto utile anche per le maschere idratanti per le mani.

Le maschere si possono preparare miscelando il miele con succo di limone, gel d’aloe oppure succo di mela, nel caso del viso mentre nel caso delle mani lo si può miscelare con olio d’oliva, purea di avocado, succo di limone o d’arancio ed eventualmente una o due gocce di un olio essenziale di vostro gradimento. Una volta preparata la miscela si applica e si lascia agire almeno mezz’ora, quindi si rimuove con acqua tiepida.

Con il miele si possono anche preparare degli scrub per il viso o per il corpo, basta miscelarlo al sale o allo zucchero aggiungendo succo di agrumi per impastare il tutto, si deve ottenere una crema granulosa da massaggiare sulla parte interessata. Risciacquare con cura e poi applicare una crema nutriente.

Il miele è molto adoperato anche nella cosmesi per i capelli, difatti se ne fanno maschere ed impacchi soprattutto per i capelli biondi, non solo per nutrire e lucidare, ma anche per schiarire ulteriormente.

Il miele per le sue proprietà lenitive è consigliato anche sugli arrossamenti della pelle, ma noi non ci sentiamo di consigliarlo sulle ustioni, per quelle è meglio rivolgersi ad un medico.

Essendo anche un ottimo cicatrizzante se ne consiglia l’applicazione sulle piccole ferite o sui graffi, anche se personalmente ammetto che mi sono trovata più a mio agio con la parte bianca della buccia dell’arancio che è un cicatrizzante più veloce ed efficace.

Il miele di per sé è un eccellente ricostituente, assumerne un cucchiaino al giorno aiuta a prevenire le malattie virali come l’influenza, ma anche a combattere le allergie. Se ad esempio si è molto delicati nell’apparato respiratorio per problemi d’allergia, d’asma o di eccesso di secrezioni il miele di eucalipto è particolarmente consigliato. In caso di affezioni bronchiali si consiglia il miele di Manuka che si rivela utile anche contro l’ulcera dello stomaco.

Fra le proprietà del miele annoveriamo anche quella calmante, difatti in caso di sonni agitati, stress o ansia si consiglia di assumere un cucchiaino di miele di tiglio prima di andare a dormire.

In caso di anemia, è particolarmente indicato il miele di castagno, denso e di colore scuro, con un sapore intenso e decisamente non troppo dolce.

Vediamo nello specifico le proprietà del miele a seconda del tipo:

  • il miele d’acacia è un ottimo antinfiammatorio, particolarmente consigliato per le irritazioni alla gola ma anche come blando lassativo;
  • il miele d’erica è un buon diuretico nonché disinfettante delle vie urinarie;
  • il miele di castagno è consigliato per i problemi di anemia, circolazione e per depurare fegato e reni;
  • il miele di lavanda è analgesico, diuretico e digestivo;
  • il miele di tarassaco è un ottimo depurativo;
  • il miele di timo, come quello di eucalipto e di abete, viene consigliato a chi soffre di affezioni respiratorie;
  • il miele di rosmarino è consigliato a chi soffre di colite, calcoli ed astenia;
  • il miele di girasole è particolarmente consigliato a chi soffre di fragilità ossea ed ipercolesterolemia;
  • il miele millefiori è considerato un ottimo tonificante.

Miele: controindicazioni ed effetti collaterali

Essendo il miele molto calorico e zuccherino va assunto con attenzione, sia da chi ha problemi con la linea sia da chi soffre di diabete, in questo caso l’assunzione dev’esser regolata da un dietologo o da uno specialista.

Il miele pur avendo proprietà antibatteriche, antibiotiche, cicatrizzanti ed espettoranti non è un sostitutivo dei farmaci, per tanto in caso di affezioni croniche o seri disturbi è bene rivolgersi al medico.

Autore Redazione Portale Benessere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close