venerdì , 22 settembre 2017
Home » Bellezza » Cura del corpo » Pole dance: cos’è e quali sono i benefici di questa danza acrobatica
Pole dance: cos'è e quali sono i benefici di questa danza acrobatica. Scopri i benefici della pole dance, come iniziare, alcuni consigli utili per eseguire correttamente la pole dance e le eventuali controindicazioni.

Pole dance: cos’è e quali sono i benefici di questa danza acrobatica

Pole dance: una disciplina artistica che richiede forza e dedizione. Non è assolutamente da confondere con la lap dance poiché son due cose totalmente diverse. Scopriamo cos’è questa disciplina, quali sono i suoi benefici e come si esegue la pole dance.

Pole dance: cos’è?

La pole dance nasce in India, nel XII sec. dalla Mallakham una disciplina molto simile, anche i cinesi avevano una forma d’arte e così pure i giapponesi e prendeva il nome di Kyokuzashi, con delle differenze: il palo cinese è in gomma per facilitare l’arrampicata, mentre il palo indiano è per lo più di legno e le acrobazie sono eseguite soprattutto dagli uomini.

Le acrobazie vere e proprie che conosciamo noi oggi son nate in America nel 1920 come una sorta di gioco che poi è divenuto uno sport. Si presuppone che gli esercizi al palo siano nati in ambito circense, sviluppatosi poi assieme al ballo ed in particolare al Burlesque. Come sia poi entrata nei night club nessuno lo sa.

Il primo Campionato Mondiale di Pole Dance si è svolto nel 2005 ad Amsterdam, poi né seguì uno italiano a Roma nel 2010, questo stesso anno la pole dance è stata riconosciuta come disciplina ufficiale nel nostro Paese.

Pole dance: quali sono i benefici?

Per praticare la pole dance si usa un palo del diametro di 50mm e più piccoli che arrivano ai 38 mm. Si tratta di barre in acciaio o in ottone a seconda del grip che richiedono le figure.

Perché eseguirla? Perché come tutti gli sport, la pole dance aiuta a modellare il fisico, aumenta la forza e la resistenza.

Nello specifico la pole dance aumenta la flessibilità muscolare e rafforza i muscoli delle cosce. Rafforza addominali bicipiti, tricipiti, dorsali, glutei, adduttori, quadricipiti e bicipiti femorali. Migliora anche la postura e la circolazione, ristabilisce la composizione armonica della figura.

Impegnandosi nella pole dance si può constatare che si aumenta la resistenza, l’equilibrio e la spinta. A livello psichico invece aumenta l’autostima, diminuisce la timidezza ed aumenta la temerarietà (nonché ci fa sentire più sexy).

Ma in molti si chiedono: mi farà dimagrire? Sì la pole dance consente di bruciare le calorie e contemporaneamente tonifica il corpo.

Esistono anche delle controindicazioni? Non proprio, piuttosto occorre molta preparazione, disciplina e pazienza, le lezioni sono dolorose ed i risultati si vedono con il tempo, quindi occorre essere determinati e potenziare i muscoli. Non è adatta a chi soffre di mal di schiena.

Per chi è determinato dopo tre mesi inizierà a vedere i primi risultati, spalle, braccia e schiena rassodate, punto vita che si assottiglia, glutei e gambe più torniti e sodi. Ricordiamo che la pole dance può essere agonistica e non, nel primo caso va integrata con corsa e pesi.

Pole dance: come iniziare e consigli

Avete due alternative: iscrivervi in palestra o acquistare il palo e fare lezione con youtube.

Se siete a digiuno di attività fisica, se non ne avete mai praticato ovviamente il consiglio è di frequentare un corso perché a casa da soli, senza assistenza, potreste farvi male ed eseguire in modo scorretto le posizioni. Se si hanno particolari problemi fisici, soprattutto di schiena occorre parlare con il medico.

Si comincia con venti minuti di riscaldamento in cui si riscaldano i muscoli, li si rende più elastici e li si prepara al lavoro. Ci sono poi esercizi propedeutici alle figure con il palo, ad esempio per prepararsi alle verticali: schiena al muro braccia tese in alto a voler toccare il soffitto e la colonna vertebrale che spinge contro il muro. Semplice ma efficace.

Se si decide di fare la pole dance in casa occorre prepararsi:

  1. Lo spazio, occorrono due metri quadrati di spazio attorno al palo senza spigoli intorno. Attenzione al soffitto, soprattutto se vi va ancora il palo che deve essere ben fissato in alto come a terra. Quindi dovrete posizionare uno specchio abbastanza grande da potervi vedere a figura intera. Inizialmente disponete attorno a voi materassini e cuscini per attutire eventuali cadute ed utilizzate prodotti per contenere la sudorazione così da non scivolare giù in continuazione.
  2. Il palo per pole dance, scegliete il palo giusto, professionale e sicuro, uno di buona qualità ha un costo decisamente più elevato. Esiste il palo statico e quello girevole.
  3. Il materiale, in rete trovate tante lezioni e tutorial, lasciate perdere gli amatoriali che s’improvvisano insegnanti. Iniziate sempre dai movimenti semplici, non cercate subito di eseguire movimenti acrobatici. Eseguite sempre prima il riscaldamento, a fine allenamento eseguite lo stretching. Non esagerate con il lavoro, massimo un’ora tre volte a settimana. Se avete occasione partecipate ai workshop.
  4. Allenamento complementare, se volete praticare a livello agonistico potete praticare anche pesi, pilates, corsa e nuoto.
  5. Abbigliamento per pole dance, non è necessario vestirsi sexy bastano una canottiera ed un pantaloncino, la pelle nuda serve semplicemente ad avere più presa nel palo. Evitate le scarpe perché i piedi nudi fanno più presa. Ricordatevi di pulire sempre il palo prima e dopo l’uso.

Ricordatevi inoltre che avrete bisogno di molti sali minerali e di bere molta acqua.Ma se scegliamo la palestra? In questo caso avremo modo di allenarci in modo completo con un insegnante, avremo la possibilità di fare amicizia, confrontarsi e motivarsi. Non ci si annoia e soprattutto s’imparano cose sempre nuove e diverse ed il modo corretto di farle.

Avete mai pensato d’iscrivervi ad un corso di pole dance o già la praticate? Che benefici avete ottenuto e difficoltà avete riscontrato?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close