Home » Alimentazione » Topinambur: proprietà, benefici, valori nutrizionali, calorie, utilizzi e controindicazioni
Topinambur - proprietà, benefici, valori nutrizionali, calorie, utilizzi e controindicazioni
Topinambur: proprietà, benefici e controindicazioni. Scopri le proprietà del topinambur, i benefici per la salute, i valori nutrizionali e le calorie, tutti gli utilizzi, le controindicazioni e gli effetti collaterali.

Topinambur: proprietà, benefici, valori nutrizionali, calorie, utilizzi e controindicazioni

Il topinambur, il cui nome scientifico è Helianthus tuberosus L., è anche noto con diversi nomi come tartufo di canna, patata del Canada per la forma somigliante, e ancora girasole tuberoso, rapa tedesca o carciofo di Gerusalemme per il gusto. Scopriamo tutte le proprietà del topinambur, i benefici per la salute e le eventuali controindicazioni.

Topinambur: caratteristiche generali

Topinambur crudo proprietà benefici ricetteIl topinambur è una pianta erbacea appartenente alla grande famiglia delle Asteraceae, originaria del nord dell’America, in particolar modo del Canada, ed è una varietà perenne il cui organo di sopravvivenza è proprio il tubero.

Coltivata come foraggio e come ortaggio, il topinambur ha un aspetto variabile; infatti, a volte si presenta come una piccola patata di colore bianco o violaceo dalla forma irregolare da raccogliere proprio come una patata sia in inverno che in autunno, dopo che la pianta è seccata.

La polpa bianco-verdastra, che rappresenta la parte edibile, è carnosa, dal sapore delicato e si presta ad un largo utilizzo in cucina. I fiori del Topinambur hanno un diametro di 8-10 cm, compaiono a settembre ed il fusto eretto ha un’altezza che varia da 60 cm a 2,5 metri circa.

Per i nativi dell’America Settentrionale ha rappresentato un’importante fonte alimentare sin dai tempi antichi, ma il topinambur è stato introdotto in Europa nel XVII secolo e si è diffuso nelle zone a clima temperato dove è utilizzato ancora oggi in cucina e come pianta medicinale. La pianta è anche apprezzata come funzione ornamentale ed è coltivata ormai in qualsiasi zona d’Europa.

Topinambur: proprietà e benefici

Il topinambur è ricco di vitamina A, vitamina B e vitamina H, importanti per mantenere l’organismo in salute e non soffrire di stanchezza, inappetenza, sonnolenza e dolori muscolari. Tra le proprietà quella dimagrante è senza dubbio molto apprezzata: il topinambur contiene inulina, una particolare fibra altamente solubile in grado di riequilibrare la flora intestinale ed allo stesso tempo svolgere un’opera di pulizia nei confronti dell’intestino.

Per ottenere il massimo effetto saziante, chi ha sempre fame dovrebbe bere molta acqua prima di consumare topinambur: infatti, l’unione dell’inulina con l’acqua ha la proprietà di conferire un senso di sazietà che si protrae per molto tempo ed evita così l’appetito costante.

Il topinambur ha la proprietà di ridurre l’assorbimento del colesterolo cattivo e degli zuccheri da parte dell’intestino ed è molto indicato per i diabetici che in questo modo non subiscono bruschi sbalzi della glicemia dopo i pasti. La sua assunzione cruda rallenta l’assorbimento del colesterolo a livello dell’intestino, in quanto l’alimento conserva intatte tutte le sue proprietà.

Grazie all’ottima quantità di potassio, il topinambur ha proprietà vasodilatatrici che permettono un maggior flusso sanguigno e di conseguenza riducono lo stress sull’apparato circolatorio e sulla pressione sanguigna. Il potassio è anche il responsabile della frequenza del battito cardiaco e ne gestisce il corretto funzionamento ed è anche più efficace della banana: basta pensare che 100 grammi di topinambur contengono 429 milligrammi di potassio contro i 358 della banana.

Notevoli anche le proprietà digestive del topinambur: la pianta contiene un principio attivo dal gusto amaro che possiede le proprietà digestive. Questo particolare principio attivo stimola la secrezione dei succhi gastrici e della bile e facilita così la digestione, oltre che aiuta a prevenire problemi intestinali. Efficace anche contro la stitichezza, basta aggiungere della farina di topinambur ad altre farine durante la preparazione di pietanze, in quantità di circa il 10%.

Notevoli anche le proprietà energetiche del topinambur, che lo rendono un alimento ideale da inserire nella dieta degli anziani, dei bambini e in generale delle persone convalescenti.

Il consumo del topinambur è molto indicato soprattutto per arricchire la nostra alimentazione di fibre, antiossidanti, vitamine e sali minerali, in particolar modo se assunto crudo. Il topinambur contiene fibre sia solubili che insolubili e un adeguato apporto di fibre nella dieta apporta molti benefici, come ad esempio aiuta a ridurre i problemi di stitichezza e favorisce il corretto funzionamento dell’intestino.

Grazie all’elevato contenuto di glucidi, costituiti quasi del tutto dal polisaccaride inulina, è adatto per chi vuole intraprendere una dieta dimagrante poiché aggiunge un notevole senso di sazietà specie se assunto dopo aver bevuto molta acqua. Inoltre, la presenza d’inulina favorisce lo sviluppo dei bifidobatteri ed apporta notevoli benefici nel rafforzare l’attività immunostimolante.

Il topinambur contiene anche alcune sostanze antiossidanti, come la vitamina A, la vitamina C e la vitamina E che, insieme a flavonoidi e carotenoidi, aiutano a contrastare l’azione dei radicali liberi e proteggono dalle infiammazioni e da alcune forme virali tipo influenza e raffreddore. Il topinambur arricchisce anche la nostra dieta apportando notevoli quantità di ferro e di folati: questi ultimi sono molto importanti durante la gravidanza e aiutano a prevenire malformazioni nel bambino che deve nascere.

Tra gli altri benefici il topinambur è anche un ottimo energizzante, aiuta a ridurre il colesterolo e protegge il cuore grazie alla notevole quantità di potassio. E’ anche un ottimo rimedio per la salute dei capelli, grazie all’ottimo contenuto di nutrienti come ferro, rame e vitamina C, costituenti essenziali per ridare vita e tono alla chioma. Il ferro trasporta l’ossigeno ai capelli mantenendo in salute i follicoli piliferi, il rame previene la caduta dei capelli e stimola la crescita, mentre la vitamina C favorisce l’assorbimento di ferro e la produzione di collagene mantenendo sani la pelle ed i vasi sanguigni.

Topinambur: valori nutrizionali e calorie

Per ogni 100 grammi di prodotto abbiamo 76 calorie.

Per 100 g di prodotto abbiamo:

  • Proteine 2 g
  • Carboidrati 17,44 g
  • Zuccheri 9,6 g
  • Grassi 0,01 g
  • Grassi Saturi 0 g
  • Grassi Monoinsaturi 0,004 g
  • Grassi Polinsaturi 0,001 g
  • Colesterolo 0 mg
  • Fibra 1,6 g
  • Sodio 4 mg
  • Potassio 429 mg
  • Calcio 14 mg
  • Magnesio 17 mg
  • Ferro 3,4 mg
  • Vitamina A 20 IU
  • Bitamina B6 0,1 mg
  • Vitamina C 4 mg

Topinambur: tutti gli utilizzi

Il topinambur in cucina è un alimento estremamente versatile e viene utilizzato in tanti modi: lo si può bollire nell’acqua salata o si può cucinare al vapore, ma è buonissimo anche fritto in padella, cotto al forno o ridotto in purea. Noto anche con il nome di “carciofo di Gerusalemme”, questa pianta ha una polpa carnosa e bianca ed un sapore molto gradevole e delicato, realmente simile al sapore del carciofo, ma solo quando è cotto.

Il topinambur può essere consumato crudo per non perdere le proprietà nutritive ed è anche squisito: tagliato a fettine sfottili e condito con il sale, l’olio e il limone ha un sapore fantastico. E’ buono anche grattugiato sull’insalata, per darle gusto e più sapore. Leggi anche: Topinambur ricette.

In campo cosmetico il topinambur può essere grattugiato e mescolato con olio di oliva, mandorle o jojoba, per farne una soluzione da applicare per nutrire il corpo con i massaggi.

La parte verde del Topinambur è utilizzata come foraggio nell’alimentazione del bestiame, mentre i fiori sono anche utilizzati come insetticida naturale. In particolare sono le mosche che non gradiscono il loro profumo.

Il topinambur deve essere sodo al momento dell’acquisto, non deve avere ammaccature e non si deve conservare a contatto con l’aria perché si raggrinzisce.

Topinambur: controindicazioni ed effetti collaterali

Il topinambur non presenta controindicazioni particolari ma, in ogni caso, è consigliabile non eccedere con le quantità giornaliere per evitare che l’organismo non sia in grado di smaltire l’inulina in esso contenuta. Il consumo esagerato di questo ortaggio può infatti provocare mal di pancia, diarrea, flatulenza e meteorismo intestinale.

Per un consumo regolare innocuo si consiglia di assumere la dose quotidiana consigliata per una persona adulta, che corrisponde a 200 grammi di prodotto.

Un Commento

  1. Molto utile 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close