Home » Bellezza » Cura del corpo » Sport e Fitness » Beach Volley: benefici, calorie consumate, l’alimentazione consigliata, l’abbigliamento più adatto e gli accorgimenti da seguire
Beach Volley
Beach Volley

Beach Volley: benefici, calorie consumate, l’alimentazione consigliata, l’abbigliamento più adatto e gli accorgimenti da seguire

Beach Volley: benefici, calorie consumate, l’alimentazione consigliata, l’abbigliamento più adatto e gli accorgimenti da seguire

Attività principale di ogni estate al mare è, da sempre, il beach volley.

Uno sport non solo divertente e che tonifica, ma che permette anche di rimanere in forma costante, almeno nei periodi più caldi, in cui il tempo lo permette; questo perché l’attrito con la sabbia, e quindi la forza e i movimenti eseguiti, sono maggiori e permettono al corpo un maggior consumo di calorie, nonché un movimento più intenso e ottimo per il nostro organismo, rispetto alla palla a volo classica in campo.

Una vera e propria disciplina completa e ottima per diversi motivi, che oggi vedremo insieme partendo da: i benefici, le calorie consumate, l’alimentazione consigliata, l’abbigliamento più adatto e gli accorgimenti da seguire.

 

Benefici

Il beach volley è uno sport che concede diversi benefici, sia fisici che mentali.

Vediamone i principali:

  • Permette di bruciare molte calorie;
  • Aumenta le capacità del nostro metabolismo;
  • Ci aiuta a migliorare la coordinazione;
  • Miglioramento di equilibrio ed agilità, data la scarsa stabilità che ha il corpo sulla sabbia;
  • Aiuta la circolazione sanguigna, soprattutto negli arti inferiori;
  • Ci permette di migliorare la respirazione;
  • Aumento della socialità, grazie al gioco di squadra;
  • Aumento della nostra autostima, grazie ai progressi fisici e non solo;
  • Migliora l’umore, grazie alla produzione dell’ormone serotonina e quindi diminuisce notevolmente lo stress;
  • Diverte, ultimo beneficio ma non meno importante;

 

Calorie consumate

Se prendiamo in considerazione un soggetto normopeso, di circa 70 Kg, con una vita sana ed quilibrata, potremmo considerare che in 1 ora di beach volley questo consumi dalle 500 alle 550 kcal.

Ovviamente questa conta varia in base al ruolo in campo e alla reattività durante la partita.

E, va da se, al fine di provocare un deficit calorico, necessario per il dimagrimento, dovremmo considerare l’alimentazione adatta da accostare a questo sport estivo.

 

Alimentazione consigliata

L’alimentazione indicativa da seguire per praticare il beach volley varia, ovviamente, in base agli obiettivi da voler raggiungere e al momento in cui ci si trova:

  • Alimentazione per mantenersi in forma durante l’anno

Quindi seguire una corretta alimentazione anche durante i periodi in cui questo sport non viene praticato o comunque viene praticato molto meno. Bisogna tenere una dieta bilanciata a livello di macronutrienti: carboidrati, proteine e grassi;

  • Alimentazione pre-allenamento

Essendo il beach volley un Sport ‘Stop & Go’, quindi uno di quelli che richiede la massima concentrazione di energia per 5-10 secondi ogni volta, ovvero durante uno specifico gesto fisico tecnico, nel corso di una partita, c’è bisogno di un introito pre-partita maggiore. Utili i pasti con carboidrati ad alto o medio indice glicemico (miele, carote, riso, pasta integrale, farina d’avena, patate novelle o patate dolci, saccarosio, mais, arance, etc…), soprattutto 30-40 minuti prima dell’esercizio, in quanto diventano carburante essenziale e forniscono ATP durante i processi ossidativi;

  • Alimentazione post-allenamento

Meglio se si preferiscono carboidrati con basso indice glicemico, come: mele, fagioli, lenticchie, arachidi, fruttosio, etc…

 

Importante resta sempre l’idratazione: pre, durante e post allenamento, per reintegrare acqua e, ovviamente, i Sali minerali persi durante la sudorazione, intensa o meno che sia.

 

Abbigliamento adatto

Non molto tempo fa, durante le competizioni di beach volley, vi erano vere e proprie regole da seguire circa l’abbigliamento: donne in bikini e uomini in canotta e short da bagno; mentre oggi per la figura femminile la scelta resta libera.

Però ci sono degli accessori che bisognerebbe non considerare mai opzionali, in quanto funzionali e utili per giocare meglio e in sicurezza:

  1. Indossare occhiali da sole: meglio se di categoria 3, con lenti polarizzate, al fine di proteggersi da sole, dalla sabbia e dal riflesso del mare;
  2. Indossare un cappellino o una visiera: non solo per il sole ma anche per assorbire il sudore ed evitare che bruci agli occhi;
  3. Applicare una crema solare: al fine di proteggere la pelle da eventuali scottature;

 

Accorgimenti da seguire

Così come in tutti gli sport, bisognerebbe seguire dei piccoli accorgimenti, al fine di evitare traumi e/o incidenti vari.

Vediamo i principali insieme;

  • Iniziare a giocare gradualmente, senza voler strafare troppo tutto assieme;
  • Munirsi sempre di crema solare, adeguata in base al proprio fototipo, per evitare eritemi o ustioni;
  • Scegliere l’arco della giornata più adatto: prima delle 10/11 o dopo le 16/17, quando il sole è più basso e il clima è più ventilato, meglio ancora se verso il tramonto;
  • Riparare sempre gli occhi dai raggi solari: con visiere, cappelli e occhiali da sole appositi, che non impediscano i movimento durante l’attività;
  • Munirsi sempre di acqua, al fine di evitare la disidratazione: rischio molto alto mentre si suda al sole. Meglio sempre se acqua naturale, a temperatura ambiente, evitando acqua particolarmente fredda dato che si è sicuramente accaldati e sudati;

Poi, ovviamente, non è necessario ma si consigliano integratori di Sali minerali, in quanto questi ultimi vengono consumati in maniera maggiore durante queste attività intense, praticate nei mesi più caldi, sotto al sole.

 

 

Autore Redazione Bellezza e Make Up

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *