Home » Bellezza » Capelli » Come tagliarsi i capelli da soli per gli uomini. Le tecniche, gli strumenti, la sfumatura e la rifinitura
Uomini: come tagliarsi i capelli da soli

Come tagliarsi i capelli da soli per gli uomini. Le tecniche, gli strumenti, la sfumatura e la rifinitura

Come tagliarsi i capelli da solo (uomo)

Chi tiene particolarmente alla cura del look dei propri capelli, sa quanto sia importante prestare la giusta attenzione ai dettagli del taglio, un risultato perfetto si può ottenere anche con il taglio dei capelli fai-da-te, la cosa importante è utilizzare i giusti metodi e le dovute accortezze.

Prima di spiegare come tagliarsi i capelli da soli, bisogna avere le idee chiare sul tipo di taglio da uomo desiderato.

Se non si è particolarmente esperti, l’ideale sarebbe iniziare con un taglio corto che è molto semplice e veloce da realizzare, mentre per un taglio più lungo, almeno le prime volte, è meglio affidarsi a qualcuno più esperto in modo da non sbagliare e ottenere un buon risultato fin da subito.

Dopo aver acquisito un po’ di esperienza e di pratica, si può passare a una cura maggiore dei dettagli con modifiche complesse come le sfumature.

Gli strumenti per tagliarsi i capelli da soli

A fare la differenza nel risultato finale sono gli strumenti che si utilizzano per tagliarsi i capelli da soli, e un tagliacapelli di ottima qualità assicura un taglio professionale. Per esempio, guide di taglio, altezze regolabili e batterie a lunga durata sono alcune delle caratteristiche che non devono mai mancare in un buon tagliacapelli.

Occorre anche procurarsi un pettine a denti stretti che si rivela utile per eliminare i nodi che si possono formare tra i capelli, rendendo l’operazione di taglia più semplice e gradevole.

Per questioni igieniche, munirsi anche di mantellina da barbiere per evitare che i capelli tagliati finiscano sul pavimento.

Dopo aver reperito tutti questi strumenti, bisogna posizionarsi davanti a uno specchio grande per avere una visuale completa della propria testa. Ora scopriamo come tagliarsi i capelli da solo.

Come tagliarsi i capelli da solo

A questo punto ci sono tutti gli elementi per procedere a un taglio dei capelli fai-da-te, la prima cosa da fare è quella di scegliere la lunghezza delle guide di taglio, di solito per la parte inferiore e posteriore della testa si usa una misura più corta.

Si inumidiscono i capelli in modo che il taglio sia più scorrevole e si passa il tagliacapelli contropelo, facendo movimento dal basso verso l’alto. Nel caso in cui si abbiano dei capelli di media lunghezza, per facilitare il taglio, conviene fissarli nella parte superiore della testa in modo da avere libera la zona dove tagliare.

Quando si procede al taglio bisogna fare molta attenzione a non premere con forza perché la cute del cuoio capelluto potrebbe irritarsi.

La parte superiore dei capelli può essere tagliata utilizzando una misura maggiore di quella usata per la parte posteriore, oppure, se si vuole un taglio molto corto, utilizzare la stessa.

La sfumatura dei capelli

Si può anche pensare di fare un taglio con sfumatura dei capelli, questo effetto li rende più belli e il taglio fai-da-te assume un valore aggiunto.

In questo caso si può ricorrere alla tecnica 1-2-3, in cui si scelgono tre lunghezze diverse per i capelli, la più lunga sarà quella della parte superiore, la media per le zone superiori di nuca e tempie e quella più corta per le parti inferiori.

In tutti casi bisogna sempre tagliare contropelo, avendo cura di fare movimenti lenti in modo da essere sicuri che il taglio sia omogeneo.

Si procede iniziando dalla misura più lunga nella parte superiore della testa, poi si procede al taglio con quella più corta nelle parti inferiori, creando delle strisce verticali dal basso verso l’alto per realizzare linee dritte il più possibile.

Infine, con la misura mediana si tagliano i capelli nelle zone intermedie della nuca e nell’estremità superiore, avendo cura di realizzare una linea continua in grado di seguire la curvatura naturale del cranio.

Rifinitura del taglio dei capelli fai-da-te

Dopo aver completato il taglio e ottenuto l’effetto desiderato, si passa alle rifiniture, ovvero, tutte le porzioni che si trovano sopra le orecchie, ai lati della testa e le basette.

Se non si ha molta esperienza e manualità con questa operazione, si consiglia di usare un rasoio di sicurezza, mentre chi è esperto può farlo con uno shavette o un rasoio a mano libera.

Per le rifiniture bisogna collocarsi davanti a uno specchio e avere un’ottima visuale delle zone su cui procedere. Procedere lentamente, avendo cura di rimuovere tutte le imperfezioni e gli eventuali ciuffi ancora presenti.

Consigli utili

Se è la prima volta che si prova a tagliarsi i capelli da solo potrebbe essere utile iniziare da un taglio non troppo corto, in modo da poter rimediare sul momento ad eventuali errori.

Dopo aver ultimato l’operazione di taglio, procedere al lavaggio della testa in modo da rimuovere eventuali residui di capelli.

Non bisogna mai dimenticarsi di pulire subito il tagliacapelli: essendo uno strumento che va a contatto con il cuoio capelluto, provvedere alla sua manutenzione è fondamentale non solo per l’estetica dello stesso, ma soprattutto per l’igiene, evitando così la comparsa di possibili irritazioni e/o infezioni.

Autore Redazione Portalebenessere.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *