Home » Farmaci e Integratori » Echinacea Plus®: integratore per rinforzare le difese immunitarie contro le malattie invernali
Echinacea Plus: foglietto illustrativo, a cosa serve, controindicazioni, effetti collaterali. Echinacea Plus è un integratore naturale che rafforza il sistema immunitario per prevenire e curare i malanni di stagione.
(proprietà dell’immagine: ACRAF S.p.A.)

Echinacea Plus®: integratore per rinforzare le difese immunitarie contro le malattie invernali

Echinacea Plus ® è un integratore naturale che rafforza il sistema immunitario per prevenire e curare i malanni di stagione (raffreddore, influenza, tosse, mal di gola, naso chiuso, bronchite).

GENERALITA’

Forma di somministrazione:

  • Capsule (flacone da 30 capsule).

Composizione:

  • Agente di carica: Cellulosa microcristallina; Echinacea (Echinacea angustifolia DC., radice; maltodestrine, Antiagglomerante: biossido di silicio) estratto secco (30%) tit. al 4% min. in echinacoside e al 20% min. in polisaccaridi; Gelatina alimentare; Agenti antiagglomeranti: Talco, Magnesio stearato; Solfato di zinco.

Prezzo di listino:

  • Echinacea Plus® 30 capsule, € 15,90.

*E’ un integratore, la spesa non è detraibile dalla dichiarazione dei redditi.

Azienda:

Angelini (ACRAF S.p.A.) – Roma.

(proprietà dell’immagine: ACRAF S.p.A.)

DESCRIZIONE

Echinacea Plus® è un integratore a base di Echinacea angustifolia e Zinco, entrambi i componenti attivi svolgono una efficace azione di rinforzo delle difese immunitarie nei confronti delle infezioni, particolarmente verso quelle che sostengono le malattie da raffreddamento tipiche invernali (raffreddore, influenza, tosse, mal di gola, naso chiuso, bronchite).

L’utilizzo dell’integratore è dunque utile sia per prevenire le patologie invernali sia per contrastarle al comparire dei primi sintomi; chi è particolarmente soggetto a questi malanni di stagione trova negli immunostimolanti naturali, come l’echinacea, un valido aiuto.

N.B. Gli immunostimolanti naturali non devono sostituire le vaccinazioni antinfluenzali raccomandate dai medici nei soggetti a rischio.

Echinacea

L’echinacea è una pianta erbacea originaria del Nord America ma coltivata oggi anche in Europa; il genere echinacea appartiene alla famiglia delle Asteraceae (conosciute anche come Compositae) e comprende varie specie delle quali soltanto tre hanno importanza fitoterapica: echinacea angustifolia, echinacea purpurea, echinacea pallida. L’echinacea era nota già agli Indiani d’America che ne facevano uso soprattutto esterno per curare le ferite vista la proprietà di facilitarne la guarigione.

N.B. I soggetti allergici alle Compositae (es. camomilla) non devono assumere echinacea (vedi ”controindicazioni – allergie ed ipersensibilità”).

Echinacea Plus® della linea ”Body Spring” di Angelini contiene l’estratto secco titolato della radice di echinacea angustifolia, le differenze di proprietà con le altre due specie sono minime seppur esistenti.

L’echinacea angustifolia contiene numerose sostanze ad azione terapeutica tra le quali spiccano per importanza l’echinacina, l’echinacoside, l’arabinogalattano ed alcune alchilammidi.

LA SUA AZIONE

Echinacea Plus® associa le azioni dell’echinacea e dello zinco.

Azioni dell’echinacea

L’echinacea svolge più di un’azione nei confronti delle malattie da raffreddamento, il fitocomplesso estratto dalla pianta contiene infatti diverse sostanze che hanno azione sinergica.

1) Stimola le difese immunitarie

L’echinacea stimola le naturali difese immunitarie dell’organismo in modo aspecifico cioè non mirato verso un particolare germe ma verso tutte le sostanze estranee, in particolare sembra che sia l’arabinogalattano a sostenere maggiormente quest’azione mediante l’induzione dei macrofagi.

Queste particolari cellule del sistema immunitario derivano da una tipologia di globuli bianchi (i monociti) quando sono presenti particelle potenzialmente nocive come i germi; i macrofagi inglobano queste particelle e le distruggono. I macrofagi, inoltre, rilasciano particolari sostanze che servono ad attivare le altre cellule del sistema immunitario.

Il fitocomplesso dell’echinacea sembrerebbe attivare anche la ”properdina” (una sieroproteina del nostro organismo ad attività immunitaria).

2) Aumenta la resistenza alle infezioni

L’echinacea, oltre a stimolare il sistema immunitario, agisce direttamente sui tessuti che formano il nostro organismo aumentando la loro resistenza alle infezioni, in tal senso sembra che sia l’echinacina ad avere un ruolo predominante.

L’echinacina ha la proprietà di inibire un particolare enzima chiamato ”ialuronidasi”, questi opera la degradazione dell’acido ialuronico presente nel tessuto connettivo variandone così la permeabilità; molti germi (ma anche alcuni veleni) contengono proprio questo enzima che degrada l’acido ialuronico dei nostri tessuti facilitando il propagarsi dell’infezione o dell’avvelenamento.

L’echinacina, inibendo la ialuronidasi, impedisce la degradazione dell’acido ialuronico e dunque la propagazione dell’infezione che viene così circoscritta al punto d’inizio. Le infezioni virali che sostengono le malattie da raffreddamento vengono così limitate ed analogamente le eventuali sovrainfezioni batteriche.

3) Rigenera i tessuti lesi

L’echinacea aumenta l’attività dei fibroblasti, cioè delle cellule del tessuto connettivo deputate a formare la sua parte extracellulare, ed in questo modo aumenta la sintesi di tutte le componenti utili non solo ad impedire il propagarsi dell’infezione ma anche a favorire la rigenerazione dei tessuti lesi dalla stessa (o lesi da un trauma, es. una ferita).

4) Diminuisce la risposta infiammatoria

Il fitocomplesso dell’echinacea ha un’azione antinfiammatoria simil-cortisonica in quanto stimola le ghiandole surrenali alla produzione dei nostri ormoni antinfiammatori, questa discreta attività contribuisce a ridurre i sintomi dei malanni di stagione.

5) Contrasta i radicali liberi

L’echinacea ha anche azione antiossidante contro i radicali liberi responsabili della degradazione dei tessuti, compreso quello connettivo; quest’azione è sostenuta da sostanze derivate dell’acido caffeico; l’azione antiossidante partecipa dunque all’aumento di resistenza nei confronti delle infezioni.

Azioni dello zinco

Numerosi studi hanno confermato in vitro che ad una carenza di zinco corrisponde un abbassamento delle difese immunitarie, i meccanismi mediante cui questo minerale svolge azione di rinforzo del sistema immunitario sono tutt’ora oggetto di studio.

Sembrerebbe che un adeguato apporto di zinco garantisca il corretto funzionamento del Timo (organo linfoide) e dunque la corretta formazione dei linfociti T (globuli bianchi dell’immunità cellulo-mediata).

Inoltre studi recenti hanno anche messo in luce la capacità di alcune cellule del sistema immunitario di utilizzare lo zinco direttamente nei confronti delle particelle estranee, le cellule immunitarie sembrano esporre i germi a dosi nocive di zinco per ucciderli.

Lo zinco svolge numerose altre funzioni tra le quali quella di entrare a far parte della composizione di enzimi ad azione antiossidante contro i radicali liberi (es. superossido dismutasi).

UTILIZZO

Echinacea Plus® va assunto 3 volte al giorno con l’aiuto di un bicchiere d’acqua.

  • 1 capsula al mattino prima di colazione.
  • 1 capsula prima di pranzo.
  • 1 capsula prima di cena.

L’apporto totale giornaliero di echinacea è di 450 mg, quello di echinacoside è di 18 mg, quello dei polisaccaridi ad azione terapeutica è di 30 mg, quello di zinco è di 12,5 mg.

N.B. Si consiglia di non assumere il prodotto per più di 10 giorni consecutivi.

N.B. Non tutti i soggetti possono assumere il prodotto (vedi ”controindicazioni”).

POSSIBILI EFFETTI INDESIDERATI

Echinacea Plus® può presentare effetti indesiderati propri dell’echinacea o dello zinco, specie se l’assunzione prosegue oltre i dieci giorni consecutivi.

L’effetto indesiderato più osservato è la possibilità di reazioni allergiche o di ipersensibilità, specialmente nei soggetti predisposti (vedi ”controindicazioni”).

Lo zinco può dare problemi gastrointestinali (come nausea, dolori, diarrea, gastrite) specie per utilizzo prolungato.

CONTROINDICAZIONI E CAUTELE

Consiglio

Nessun farmaco o integratore deve essere usato dietro consiglio di persone che non siano professionisti sanitari qualificati (farmacisti, medici, biologi, erboristi).

Non utilizzate farmaci o integratori dietro consiglio di persone non qualificate solo perché esse ne hanno avuto giovamento: ognuno di noi è un caso “unico” che può essere valutato solo da un professionista.

Pediatria – Gravidanza – Allattamento

Echinacea Plus® non deve essere utilizzato dai bambini di età inferiore ai 12 anni per la maggiore possibilità di gravi reazioni allergiche.

Echinacea Plus® non deve essere utilizzato dalle donne in gravidanza o in allattamento.

Malattie in atto

Echinacea Plus® non deve essere utilizzato nei seguenti casi:

  1. tubercolosi, leucosi, connettiviti, sclerosi multipla, sarcoidosi, infezioni immunitarie;
  2. patologie autoimmuni, terapie immunosoppressive, disordini immunitari;
  3. eritema nodoso, neoplasie, storia di trapianto d’organo o di midollo;
  4. leucemie, agranulocitosi, terapie istologiche;
  5. malattie allergiche, atopia.

Allergie ed ipersensibilità

Si raccomanda di osservare la composizione insieme al farmacista, sia riguardo i contenuti attivi sia riguardo gli eccipienti. Non somministrare il prodotto se siete soggetti allergici o ipersensibili ad uno dei componenti.

Si fa notare che, le manifestazioni allergiche e di ipersensibilità, possono comparire anche per la somministrazione di sostanze che sono SIMILI CHIMICAMENTE a quelle che dovreste evitare. Le persone con tendenza a queste reazioni devono quindi verificare anche la presenza di queste sostanze, insieme al farmacista o al medico.

N.B. Le persone che soffrono di allergie non devono assumere il prodotto.

N.B. I soggetti allergici alle Compositae (es. camomilla) non devono assumere il prodotto.

INTERAZIONI CON ALTRE SOSTANZE

Echinacea Plus® può interagire con farmaci ed altre sostanze; deve essere evitato l’uso del prodotto nei seguenti casi:

  1. terapie immunosoppressive, antitumorali, antivirali;
  2. terapie con ciclosporina o metotrexato;
  3. terapie con corticosteroidi;
  4. uso di paracetamolo (es. Tachipirina®);
  5. uso di midazolam, econazolo.

L’echinacea può, in generale, ostacolare l’assorbimento di qualsiasi farmaco nei tessuti.

L’echinacea può diminuire il metabolismo della caffeina.

Diete ricche di fitati o ferro possono ostacolare l’assorbimento dello zinco.

Lo zinco può ridurre l’assorbimento di alcuni antibiotici.

Un uso prolungato di zinco può comportare deficit di rame nell’organismo.

CONSIGLI FINALI

Si consiglia di conservare il prodotto ad una temperatura non superiore ai 25°C. Tenere fuori dalla portata dei bambini.

N.B. Echinacea Plus® è un flacone che contiene 30 capsule, dopo la prima apertura queste vanno incontro ad un normale deterioramento dovuto al contatto con l’aria e l’umidità, dunque la data di scadenza riportata nella confezione non è più da tenere in considerazione e le capsule vanno consumate entro 6 mesi.

Gli integratori alimentari non vanno intesi come sostituti di una dieta variata, equilibrata e di un sano stile di vita.

Come per l’utilizzo di qualsiasi prodotto (integratore o farmaco che sia) consiglio SEMPRE di riferire al farmacista, o al medico, eventuali malattie in atto PRIMA dell’acquisto e dell’assunzione.

Autore Dr. Livio Chiesa

mm

Dottor Livio Chiesa: Farmacista titolare di Parafarmacia privata, con 18 anni di esperienza nel settore farmaceutico, anche come Direttore tecnico. Redattore di testi di divulgazione scientifica.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close