Home » Farmaci e Integratori » Gentalyn beta®: un farmaco spesso usato erroneamente (da leggere).
Gentalyn Beta: foglietto illustrativo, a cosa serve, controindicazioni, effetti collaterali. Scopri a cosa serve Gentalyn Beta, per quali malattie si usa, come e quando assumerlo, interazioni, controindicazioni ed effetti collaterali.
(proprietà dell'immagine: Essex Italia)

Gentalyn beta®: un farmaco spesso usato erroneamente (da leggere).

Gentalyn Beta ® è un farmaco per uso esterno (da usare solo sotto consiglio medico) per il trattamento di dermatiti con componente infettiva.

GENERALITA’

Forma di somministrazione:

  • Crema (tubo da 30 g).

Principi attivi:

  • Gentamicina solfato 0,166 % (corrispondenti a 0,1 % di gentamicina);
  • Betametasone 17–valerato 0,122 % (corrispondenti a 0,1 % di betametasone).

Eccipienti:

  • Clorocresolo, polietilenglicole monocetiletere (cetomacrogol 1000), alcool cetostearilico, vaselina bianca, paraffina liquida, sodio fosfato, acido fosforico, acqua depurata.

Obbligo di ricetta:

  • Gentalyn Beta® è un farmaco acquistabile solo dietro presentazione di ricetta medica.

Prezzo di listino:

  • Gentalyn Beta® crema 30 g, € 14,90.

*La spesa è detraibile dalla dichiarazione dei redditi.

Rimborsabilità del S.S.N.

Gentalyn Beta® non è rimborsato dal S.S.N.

Azienda:

Essex Italia – Milano.

(proprietà dell’immagine: Essex Italia)

N.B. Gentalyn Beta® non è un medicinale da banco. Solo il medico può decidere l’opportunità di utilizzare questo medicinale e lo fa scrivendo opportuna ricetta medica in cui evidenzia dosi e tempi di somministrazione. La ricetta medica deve essere presentata al farmacista all’atto dell’acquisto. La seguente descrizione ha il solo scopo divulgativo e non sostituisce il parere del medico.

DESCRIZIONE

Gentalyn Beta® crema è un farmaco che ha come principi attivi un antibiotico (la gentamicina) ed un cortisonico (il betametasone); il prodotto viene utilizzato per trattare le dermatosi con componente infettiva ed infiammatoria.

In generale questo farmaco può dunque essere usato nelle affezioni della pelle di vario tipo come dermatite allergica, eczema, dermatite da contatto, neurodermatite, ustioni di primo grado (es. eritema solare), dermatite seborroica, dermatite da stasi, foruncoli, psoriasi ed altri tipi di malattie irritative della pelle.

N.B. E’ da sottolineare che nei suddetti casi deve però esserci una componente infettiva di origine batterica oppure un rischio concreto che essa si formi.

Il trattamento con Gentalyn Beta® dovrebbe essere molto limitato nel tempo e quindi riservato alle manifestazioni acute delle dermatosi (salvo diverso parere medico); i trattamenti a lungo termine dovrebbero essere effettuati con altri tipi di farmaci sempre secondo indicazione medica.

N.B. L’uso prolungato di antibiotici (anche per via cutanea) può favorire l’insorgenza di sovrainfezioni soprattutto di carattere micotico (da funghi), in più la componente cortisonica del farmaco diminuisce l’infiammazione ma ha anche azione immunosoppressiva e dunque favorisce questo fenomeno.

N.B. E’ da sottolineare che i cortisonici ritardano la cicatrizzazione della pelle per cui il farmaco non deve essere utilizzato su ferite o nelle irritazioni con cute lesa, inoltre questo tipo di utilizzo favorirebbe un assorbimento sistemico con possibilità di effetti avversi che invece l’uso corretto non prevede.

N.B. Il farmaco può essere utilizzato solo su consiglio medico, anche perché non è facile fare una diagnosi per stabilire l’origine di una manifestazione cutanea e si corre il rischio di utilizzarlo nei casi in cui questa deriva (per esempio) da una infezione virale con peggioramento della situazione.

LA SUA AZIONE

Gentalyn Beta® agisce contemporaneamente sulla causa infettiva e sulla risposta infiammatoria che caratterizza la dermatosi.

La gentamicina

Il principio attivo gentamicina è un antibiotico battericida della famiglia degli amminoglicosidi, questa sostanza agisce uccidendo i batteri perché inibisce la loro capacità di sintetizzare le proteine necessarie alla sopravvivenza.

L’azione della gentamicina si esplica nei confronti di molti tipi di batteri (ampio spettro) e risolve dunque l’infezione a prescindere se sia la causa della dermatosi oppure una sua complicazione secondaria.

La gentamicina viene scarsamente assorbita a livello sistemico (cioè al di là della pelle) se applicata correttamente.

Il betametasone

Il principio attivo betametasone è invece un cortisonico ed agisce dunque come antinfiammatorio, la sostanza limita infatti la risposta infiammatoria che deriva dalla causa (infettiva, allergica o di altro tipo) risolvendone nell’immediato i sintomi quali il gonfiore, il dolore, l’arrossamento, il prurito.

Il betametasone viene assorbito a livello sistemico in modo del tutto trascurabile a meno che non siano trattate ampie superfici cutanee o sia usata la tecnica del bendaggio occlusivo. Da ricordare che nel bambino l’assorbimento sistemico è in genere più elevato.

Nel dettaglio l’azione del betametasone prevede l’induzione di una sostanza denominata lipocortina che inibisce l’azione dell’enzima fosfolipasi A2; questo enzima è normalmente deputato a liberare l’acido arachidonico dalla struttura dei fosfolipidi delle membrane cellulari, la liberazione di questo acido grasso rende lo stesso disponibile all’azione di altri enzimi (ciclossigenasi I e II, lipossigenasi) che innescano la ”cascata dell’acido arachidonico”, questa è una serie di reazioni che portano alla formazione degli ”eicosanoidi” (leucotrieni, prostaglandine, trombossani) i quali sostengono la risposta infiammatoria.

Il betametasone inibisce la liberazione dell’acido arachidonico e dunque (a monte) inibisce la possibilità della formazione di sostanze pro-infiammatorie. L’azione antinfiammatoria sulla fosfolipasi A2 è parallela all’azione immunosoppressiva.

UTILIZZO

Gentalyn Beta® deve essere utilizzata esclusivamente sulla pelle e non su altre parti.

La crema va applicata sulla parte da trattare nella minima quantità per un massimo di 2 o 3 volte al giorno.

In alcuni casi particolarmente seri come nelle lesioni da psoriasi o altre dermatosi profonde che presentano infezione batterica, il medico può consigliare una particolare tecnica di applicazione detta ”del bendaggio occlusivo” che però favorisce l’assorbimento sistemico del farmaco.

Il trattamento con Gentalyn Beta® deve essere consigliato e seguito solo dal medico.

POSSIBILI EFFETTI INDESIDERATI

Gli effetti indesiderati sono rari se si è fatto un uso corretto del farmaco, possono presentarsi fenomeni di sensibilizzazione, rash, scolorimento della pelle.

Nei casi di bendaggio occlusivo si sono presentati più frequentemente effetti indesiderati quali bruciori, irritazioni, pruriti, secchezza o macerazione, infezioni secondarie, dermatiti; ognuno dei suddetti casi deve essere valutato dal medico.

Soprattutto nei pazienti pediatrici possono manifestarsi effetti indesiderati a livello sistemico tipici dei cortisonici, questi effetti possono comparire anche nei casi di bendaggio occlusivo o abuso del prodotto (vedi sotto).

CONTROINDICAZIONI E CAUTELE

Consiglio

Nessun farmaco o integratore deve essere usato dietro consiglio di persone che non siano professionisti sanitari qualificati (farmacisti, medici, biologi, erboristi).

Non utilizzate farmaci o integratori dietro consiglio di persone non qualificate solo perché esse ne hanno avuto giovamento: ognuno di noi è un caso “unico” che può essere valutato solo da un professionista.

Pediatria – Gravidanza – Allattamento

Nei bambini Gentalyn Beta® è più facilmente assorbito a livello sistemico (al di là della pelle) dunque gli effetti indesiderati a livello endocrino (tipici dei cortisonici) possono comparire più frequentemente. Solo il medico può valutare l’esatto rapporto tra beneficio dall’uso del farmaco ed il rischio di questi effetti.

In gravidanza o in allattamento non sono disponibili dati sufficienti sull’uso di questo tipo di farmaci, anche in questi casi solo il medico può decidere l’opportunità di utilizzare Gentalyn Beta®.

Malattie in atto

Gentalyn Beta® non deve essere usato nei seguenti casi:

  • tubercolosi cutanea;
  • malattie virali cutanee (es. herpes).

Abuso del prodotto

L’uso prolungato di Gentalyn Beta® può comportare il rischio di sovrainfezioni che possono essere sostenute da batteri non sensibili alla gentamicina, da funghi, da virus.

L’uso prolungato e su aree cutanee estese aumenta la possibilità di assorbimento sistemico (al di là della pelle) con possibili effetti indesiderati anche gravi in tutto l’organismo, specialmente se sono presenti danni cutanei.

Allergie ed ipersensibilità

Si raccomanda di osservare la composizione insieme al farmacista, sia riguardo i contenuti attivi sia riguardo gli eccipienti. Non applicate il prodotto se siete soggetti allergici o ipersensibili ad uno dei componenti.

Si fa notare che, le manifestazioni allergiche e di ipersensibilità, possono comparire anche per la somministrazione di sostanze che sono SIMILI CHIMICAMENTE a quelle che dovreste evitare. Le persone con tendenza a queste reazioni devono quindi verificare anche la presenza di queste sostanze, insieme al farmacista o al medico.

INTERAZIONI CON ALTRE SOSTANZE

Non sono a disposizione dati sufficienti per valutare interazioni tra Gentalyn Beta® ed altre sostanze, inoltre l’uso corretto del farmaco non prevede un assorbimento sistemico significativo.

CONSIGLI FINALI

Si consiglia di conservare il prodotto ad una temperatura non superiore ai 25°C. Tenere fuori dalla portata dei bambini.

N.B. La data di scadenza riportata si riferisce al tubo integro e correttamente conservato, dopo la prima apertura Gentalyn Beta® va utilizzato entro 3 mesi.

N.B. Il prodotto è un medicinale con obbligo di ricetta medica e solo il medico può consigliarlo. Questa descrizione ha avuto il solo scopo divulgativo e non sostituisce il parere medico.

Come per l’utilizzo di qualsiasi prodotto consiglio SEMPRE di riferire al medico eventuali malattie in atto PRIMA dell’acquisto e dell’assunzione.

Autore Dr. Livio Chiesa

mm

Dottor Livio Chiesa: Farmacista titolare di Parafarmacia privata, con 18 anni di esperienza nel settore farmaceutico, anche come Direttore tecnico. Redattore di testi di divulgazione scientifica.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close