Home » Rimedi Naturali » Gengivite: cause e rimedi naturali
gengivite cause e rimedi
Gengivite: cause e rimedi naturali. Scopri le cause della gengivite, i sintomi, cosa fare e i migliori rimedi naturali per contrastarla efficacemente e in modo naturale.

Gengivite: cause e rimedi naturali

La gengivite è una flogosi delle gengive, che se non viene curata con la giusta attenzione può trasformarsi in una seria malattia: la parodontite.

La gengivite è abbastanza facile da riconoscere e se ne conoscono le cause, pertanto è possibile prenderla in tempo o prevenirla.

Se quando vi lavate i denti le gengive sanguinano, sono dolorose, molto arrossate e gonfie occorre prestar loro attenzione.

Naturalmente dovete rivolgervi al vostro dentista e potete adoperare i rimedi naturali contro la gengivite per avere un po’ di sollievo.

Gengivite: le cause

Qual è il principale nemico dei denti? La placca, quella terribile patina appiccicosa, che altro non è se non residui di cibo e che forma un velo sui denti, causando il diffondersi di germi e batteri. Quindi se la placca viene trascurata si trasforma in una patina gialla, il tartaro, ancor più pericolosa perché libera delle tossine che provocano lo scollamento e l’irritazione delle gengive, la conseguenza più grave, come sopra detto, è la piorrea ovvero la caduta dei denti.

Vediamo quali sono le principali cause della gengivite:

  • cattiva igiene orale (i denti sono spazzolati male o non troppo spesso e non si usano collutorio e filo interdentale);
  • disfunzioni ormonali (le alterazioni ormonali più frequenti avvengono durante il flusso mestruale, la pubertà, l’uso della pillola anticoncezionale e la gravidanza);
  • malnutrizione o dieta squilibrata (carenze di vitamina B e C o eccesso di zuccheri e bevande acide);
  • osteoporosi, leucemia, HIV e diabete;
  • disfunzioni del sistema immunitario;
  • invecchiamento;
  • fumo, caffè, bibite gassate e alcol;
  • infezioni virali o fungine;
  • l’uso di determinati farmaci che diminuiscono la produzione di saliva (antibiotici, antipertensivi, immunosoppressori o antiepilettici).

Tartaro e placca restano tuttavia le cause principali della degenerazione del tessuto gengivale. Perciò è molto importante curare bene l’igiene orale

I sintomi della gengivite

In un famoso spot, che non sta più andando in onda, ci viene detto che è necessario acquistare un determinato dentifricio se si vede del sangue quando si lavano i denti.

Occorre fare chiarezza, se si vede del sangue quando si spazzolano i denti potrebbe essere:

  • una gengivite
  • un’emorragia causata dall’uso di anticoagulanti e dunque spia di un problema più profondo

La gengivite si riconosce facilmente dalla tipica sintomatologia:

  • tumefazione
  • irritazione
  • dolore
  • sanguinamento
  • scollamento delle gengive
  • sanguinamento
  • alitosi
  • alta sensibilità
  • gengiva molle
  • formazione di pus

Nel caso in cui le gengive risultino scollate dalla base del dei denti, significa che la gengivite è in uno stadio avanzato e pericoloso, difatti la gengiva protegge il dente ed esponendolo ne favorisce l’attacco dei batteri che lo erodono fino a provocare carie o perdita dei denti.

Se si avvertono questi sintomi occorre prontamente rivolgersi al dentista, per scoprire l’esatta causa e la terapia adatta. E’ importante non trascurare il problema.

Quando chiamare il medico?

Quando le gengive iniziano a ritirarsi, l’alito cattivo persiste, si forma del pus, i denti cadono e non si riesce ad arrestare il sanguinamento.

Gengivite: rimedi naturali

Ricordiamo che l’assunzione di antibiotici, in caso di gengivite grave, deve essere prescritta dal medico.

Il primo step importante è curare l’igiene orale, più volte al giorno, muniti di spazzolino, collutorio, filo interdentale e dentifricio. La pulizia va ripetuta dopo ogni pasto, non subito dopo ma a distanza di un’oretta e prima di andare a letto. E’ importante ricordare che lo spazzolino va periodicamente cambiato e non bisogna spazzolare troppo energicamente.

Quindi se dovesse verificarsi un principio di gengivite, si possono attuare dei rimedi naturali per evitare che si aggravi.

Fra i rimedi naturali contro la gengivite ricordiamo:

Collutorio naturale: fate bollire una manciata di foglie di salvia, filtrate ed unite il succo di un limone. Quando il collutorio è freddo utilizzatelo per fare tre sciacqui al giorno.

Bicarbonato di sodio: può esser utile fare dei risciacqui con acqua e bicarbonato di sodio. In alternativa si può usare anche un po’ di acqua tiepida e sale.

Tintura di propoli: anche la tintura di propoli è un’ottima alleata contro la gengivite.

Camomilla: anche gli sciacqui con la camomilla fredda sono ottimi per lenire gonfiore e dolore.

Aglio: l’aglio è un ottimo antibatterico, dunque strofinandolo delicatamente sulla gengiva si aiuta a contrastare la carica batterica.

Aloe vera: alcuni prodotti erboristici a base di aloe vera sono un ottimo rimedio naturale contro la gengivite.

Rimedi fitoterapici: in erboristeria si possono anche trovare rimedi a base di malva, altea, calendula, echinacea, astragalo, salvia, menta, amamelide, tormentilla e chiodi di garofano. Solitamente si tratta d’infusi o pomate.

Tintura di mirra: un po’ meno noto come rimedio naturale contro la gengivite ma efficace.

Olio di cocco: molto utile per lenire il dolore e l’infiammazione. In alternativa si può usare l’olio di sesamo.

Olio essenziale di tea tree: non si usa puro ma diluito, vanno bene due gocce in un cucchiaio di olio di cocco ma va bene anche un altro olio vegetale, e va massaggiato sulle gengive per eliminare tutti i batteri. In alternativa al tea tree, si possono utilizzare l’olio di cannella, quello di cipresso, calendula e chiodi di garofano.

Impacchi freddi: attenzione non si applicano sulla gengiva, ma sulla zona esterna della faccia in corrispondenza delle gengivite.

Fiori di Bach: fra i fiori di Bach consigliati troviamo Crab Apple e Rescue Remedy, da assumere su prescrizione dell’omeopata.

Attenzione: il tè nero è indicato come rimedio naturale, in realtà è una delle bevande da evitare insieme ad alcol, caffè e bibite gassate.

Ci sono poi rimedi ancora più antichi, non tutti accertati, che la medicina popolare prevedeva per curare la gengivite:

  • Strofinare le gengive con fiocchi di latte;
  • Mangiare un pezzo di mela cruda;
  • Infuso di menta, rosmarino e anice da usare per sciacquare la bocca la sera;
  • Infuso di timo da usare per gargarismi e sciacqui;
  • Infuso di geranio (da acquistare in erboristeria) per fare due risciacqui al giorno;
  • Succo di mirtillo o di more da bere durante il giorno per eliminare i batteri;
  • Infuso di foglie di mango da usare come collutorio;
  • Massaggiare le gengive con una mistura di miele, succo di limone ed olio essenziale di menta.

Gengivite: prevenzione

Per prevenire la gengivite occorre:

  • curare l’igiene orale
  • fare regolari visite dal dentista
  • ridurre il fumo e le bevande indicate fra le cause
  • curare le carie
  • mangiare sano, frutta e verdura in particolare

Autore Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *