Home » Alimentazione » Olio di oliva: proprietà, benefici per la salute, utilizzi e controindicazioni
olio di oliva
Olio di oliva: proprietà, benefici per la salute, utilizzi e controindicazioni. Scopri le proprietà benefiche e curative dell'olio extravergine di oliva, gli utilizzi in cucina e nella cosmesi, i rimedi naturali e le controindicazioni.

Olio di oliva: proprietà, benefici per la salute, utilizzi e controindicazioni

L’olio di oliva, alimento principe della dieta mediterranea, è da sempre noto per le sue straordinarie proprietà benefiche per la salute ed utilizzato come condimento a crudo o per cucinare, ma anche come rimedio naturale in molte situazioni e contro diversi disturbi.

La tradizione, per lo più religiosa, vuole che quest’albero sia sulla Terra da ben settemila anni e che venisse usato in modo simbolico ma che anche se ne consumassero i frutti in tavola. Si suppone sia originario del Mediterraneo Orientale, nella regione d’Israele precisamente.

Successivamente furono introdotti i primi metodi di spremitura, grazie ai Greci, per ottenere l’olio dall’oliva che veniva usato come combustibile per le lampade ed in tavola. Furono i Romani ed i Greci a favorirne la diffusione nel nostro continente. Con le conoscenze approfondite s’iniziò anche ad utilizzare l’olio d’oliva come medicamento e cosmetico.

Con il tempo si è evoluto il metodo di spremitura, ottenendo diverse raffinazioni dell’olio. Il migliore è l’olio extra vergine di oliva che si ottiene dalla prima spremitura, senza raffinazione anche se in realtà in tutto questo c’è lo zampino degli antichi romani che già all’epoca avevano le idee chiare sulla distinzione dei vari tipi di olio che riuscivano ad ottenere:

  • Oleum ex albis ulivis: altissimo pregio ottenuto da olive verdi.
  • Oleum viride: ricavato da olive appena maturate.
  • Oleum maturum: ottenuto da olive nere già mature.
  • Olei flos (fiore d’olio): di prima spremitura.
  • Oleum sequens: di seconda spremitura.
  • Oleum cibarium: olio ordinario.
  • Oleum caducum: mediocre, da olive troppo mature.
  • Oleum cibarium: pessima qualità, ottenuto da olive aggredite da parassiti.

Curiosità e consigli sull’olio d’oliva

In molti credono che faccia ingrassare, invece in piccole dosi, pur essendo calorico, aiuta a dimagrire poiché aiuta il metabolismo, ha un’azione anti insulina ed evita il deposito di grasso addominale.

E’ vero che l’olio d’oliva va consumato crudo per usufruire dei suoi benefici e mantenere inalterate le sue proprietà, ma è anche vero che è ottimo per la frittura per via del suo elevato punto di fumo rispetto ad altri oli. Per non alterarne le proprietà è bene riporlo in bottiglie di vetro scuro o in bidoni d’acciaio in luoghi freschi e bui.

Caratteristiche dell’olio d’oliva:

  • il sapore è dato principalmente dal grado di maturazione delle olive, un sapore amaro e leggermente piccante è indice di olive verdi;
  • il colore ugualmente varia a seconda del grado di maturazione, un color oro indica olive mature;
  • l’odore non dev’esser mai di chiuso ma di olive;
  • la densità va verificata versandone una goccia su un piatto, se si espande velocemente l’olio non è buono.

Olio extra vergine di oliva: proprietà e benefici per la salute

L’olio extra vergine d’oliva fa parte della categoria dei grassi buoni poiché si tratta di un grasso monoinsaturo, composto da trigliceridi, acidi grassi come l’oleico, il linoleico e il palmitico.

Diamo dunque un’occhiata alla composizione chimica di quest’olio:

  • acidi grassi come l’oleico, il linoleico e il palmitico;
  • polifenoli;
  • vitamina E;
  • carotenoidi;
  • betacarotene;
  • clorofilla;
  • fitosteroli.

Fra le proprietà benefiche dell’olio d’oliva ricordiamo:

  • proprietà emolliente, difatti rende la pelle più morbida e lucida i capelli;
  • proprietà antiage, rallenta l’invecchiamento, l’ossidazione delle cellule e ostacola l’azione dei radicali liberi;
  • proprietà cardioprotettive, ovvero grazie al suo essere grasso monoinsaturo contribuisce a tenere sotto controllo il colesterolo e libere le arterie;
  • proprietà di accrescimento corporeo, utili nell’infanzia per lo sviluppo di ossa ed encefalo;
  • proprietà epatoprotettive, ovvero coadiuva e protegge il fegato nelle sue funzioni;
  • proprietà gastrointestinali, regola le funzioni intestinali e combatte la stipsi;
  • proprietà antinfiammatorie, che prevengono le flogosi organiche ed ossee;
  • proprietà antitumorali, recentemente si è scoperto che l’olio d’oliva sarebbe utile per combattere il proliferare delle cellule tumorali.

Inoltre aiuta a ridurre il rischio di diabete, previene le dermatiti e regola la pressione arteriosa.

Olio extra vergine di oliva: utilizzi e rimedi naturali

Ci sono tanti usi per cui può esser impiegato l’olio extra vergine d’oliva. Ad esempio nella cosmesi, per il benessere di unghie, pelle e capelli.

Le maschere per i capelli all’olio d’oliva li nutrono, li rendono meno crespi e più lucidi. Occorre non esagerare se si hanno i capelli grassi.

L’olio extra vergine d’oliva è anche consigliato per le pelli secche affette da dermatite o delicate (per esempio per le operazioni di rasatura è consigliabile massaggiarlo sulla pelle prima e dopo.

E’ molto utile anche per combattere le micosi delle unghie e la fragilità, basta mettere a mollo le unghie in poco olio d’oliva e succo di limone e lasciar agire.

Vi è capitato di avere le labbra secche e non poter usare il burro cacao? Procuratevi un po’ d’olio d’oliva e spalmatelo sulle labbra così torneranno morbide.

Questa forse la sapete o forse no, vi metto alla prova: l’olio extra vergine può essere usato come struccante? La risposta è sì. In caso di emergenza, poche gocce su di un disco di ovatta risolvono il problema.

Secondo i rimedi della nonna, un sorso d’olio d’oliva giovava a due disturbi: la stipsi ed il russare, il primo è confermato ma il secondo? Da provare!

Per pulire l’orecchio, o in caso di otite, far intiepidire l’olio extra vergine d’oliva (attenzione deve essere tiepido non caldo da scottarvi!) e farlo scendere delicatamente nelle orecchie, tenendo il capo inclinato sulla spalla.

Arrossamento da pannolino? Nessun problema, dopo aver pulito il bebè massaggiate un po’ di olio d’oliva.

Se al mare abbiamo la sfortuna di camminare su un riccio di mare, bagniamo la parte con l’olio d’oliva per estrarre più facilmente gli aculei.

E’ infine utile per rimuovere tracce di tinta da mani e capelli ed anche nello sfortunato caso in cui una gomma da masticare si attacchi alla chiome o per debellare i pidocchi.

Olio d’oliva: controindicazioni

L’olio extra vergine d’oliva non ha particolari controindicazioni, sarebbe bene comunque non assumerne un alto dosaggio onde incorrere nella dissenteria o in una ipervitaminosi da vitamina E.

Autore Redazione Portale Benessere


2 commenti

  1. Io da anni ormai uso l’Olio Pace, e devo dire che mi trovo benissimo! E’ un olio extravergine di altissima qualità, con acidità che si attesta sullo 0,2%, qualità organolettiche e sensoriali eccellenti: trovate tutto sull’etichetta della vostra bottiglia Ho scelto, dopo svariate prove e ricerche, un Olio di qualità, Italiano (le olive provengono dalla Basilicata) e soprattutto certificato! Ha svariate tipologie di Olio fra cui quello Biologico e quello Denocciolato! Inoltre l’olio ha un garanzia di ben 18 mesi! Ve lo consiglio http://www.oliopace.it

  2. Ciò che avete scritto è esaustivo l’unico appunto il costo :equo 10-15 € esagerati 40€ solo x pagare confezioni che vanno buttate e la pubblicità che piccole aziende compensano la poca produzione .Nulla da eccepire sulla territorialità e posizione giografics

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close