lunedì , 24 luglio 2017
Home » Alimentazione » Mango: proprietà, benefici, valori nutrizionali, calorie, utilizzi e controindicazioni
mango - proprietà, benefici, valori nutrizionali, calorie e controindicazioni
Mango: proprietà, benefici e controindicazioni. Scopri le proprietà del mango, i benefici per la salute, i valori nutrizionali, le calorie, tutti gli utilizzi, le controindicazioni e gli effetti collaterali.

Mango: proprietà, benefici, valori nutrizionali, calorie, utilizzi e controindicazioni

Il mango è un frutto esotico dal sapore fresco e gustoso, ricco di antiossidanti e di molte altre sostanze benefiche per l’organismo, ideale contro stitichezza, ritenzione idrica e stress. Scopriamo insieme le proprietà del mango, i benefici per la salute e le controindicazioni partendo dalle sue caratteristiche generali.

Mango: caratteristiche generali

Il mango è una pianta appartenente alla famiglia delle Anacardiacee, originaria dall’Asia e particolarmente diffusa in India dove si coltiva da oltre 4.000 anni, ma anche in molti altri paesi tropicali. Il frutto del mango si distingue per la sua forma ovoidale, ha una buccia che dà sui toni del verde, del rosso e del giallo che all’interno racchiude una polpa soda e dolce, di colore giallo arancio. Esistono diverse varietà di mango, alcune di forma più tonda come quello di origine indiana e alcune di forme appiattita come quelle di origine indocinese. In Italia il mango si coltiva soprattutto in Sicilia e in Calabria e le specie più diffuse sono la Tommy Atkins, la Haden, la Kent e la Keitt. Al momento dell’acquisto, è meglio scegliere un mango senza macchie o ammaccature per gustarne il sapore. Vediamo di seguito quali sono le proprietà, i benefici, gli usi e le controindicazioni del mango.

Mango: le proprietà

Il mango, oltre ad essere un frutto dolce e succoso, è anche un frutto energizzante, poiché contiene vitamine e diversi oligominerali come zolfo, potassio e magnesio, sostanze fondamentali che aiutano a combattere la stanchezza. Infatti, proprio per questa proprietà energizzante, è ritenuto un perfetto ricostituente in caso di debolezza fisica o convalescenza dopo le malattie.

Tra le anche proprietà più importanti vi è quella di essere leggermente lassativo e diuretico, ideale per combattere la ritenzione idrica e purificare l’organismo. Il Lupeol, sostanza presente nel frutto, protegge anche il muscolo cardiaco e favorisce il circolo sanguigno: questa sostanza speciale è importante anche perché diminuisce il processo dell’invecchiamento e, grazie alla presenza di vitamina C, stimola la produzione di collagene. Inoltre, al mango sono state attribuite anche proprietà antitumorali: in base a studi recenti, sono stati evidenziati alcuni componenti del mango, come l’acido gallico e la mangiferina, sostanze ritenute infatti antitumorali. Questo non vuol dire che questo frutto esotico sia un anti-tumorale, ma piuttosto che, in base a determinati esperimenti, ne è stata riconosciuta l’efficacia in alcuni casi per la lotta contro il cancro, come ad esempio in presenza di un tumore ai polmoni, alla prostrata, al colon e il seno, che pare sono molto sensibili al principio attivo del mango. E’ opportuno quindi specificare che il frutto del mango non guarisce ma consente di supportare il processo di guarigione affiancato alle terapie. Sono comunque in corso ulteriori esperimenti che potrebbero aprire nuove frontiere per la lotta ai tumori e dare nuove speranze a che ne è affetto.

Mango: i benefici per la salute

I benefici apportati dal mango sono davvero tanti, a cominciare dalle vie respiratorie. Il frutto, infatti, è efficace in caso di infiammazioni ai bronchi e all’apparato respiratorio e si può consumare anche sotto forma di decotto mettendo a bollire la buccia per 10 minuti in un litro d’acqua. Il decotto va poi filtrato e va consumato per una settimana, 2 tazze al giorno. Questo frutto esotico contiene anche sostanze come il betacarotene, perfetto per contrastare l’azione dei radicali liberi ed è un ottimo antiossidante che rallenta l’invecchiamento delle cellule e dei tessuti.

Aiuta anche la digestione: grazie agli enzimi digestivi che aiutano a scomporre le proteine, il mango favorisce la digestione, combatte l’acidità e cattiva digestione e calma lo stomaco.

L’elevato contenuto di fibre può aiutare a regolarizzare l’intestino e contribuire a diminuire gli stati di stitichezza. Inoltre, grazie alla presenza di vitamina C e pectina, questo frutto esotico ha un ruolo determinante nella riduzione del colesterolo LDL o colesterolo cattivo. Pare anche che il mango sia un ottimo rimedio anche contro l’insonnia e, se consumato prima di andare a letto, aiuta a conciliare il sonno.

Ottimi i benefici anche per la pelle: il mango è infatti efficace per aprire i pori ostruiti e combattere al tempo stesso l’acne, tonificando e ammorbidendo la pelle. Anche nella vita sessuale pare che il frutto permetta di ottenere grossi benefici, grazie alla vitamina E che aiuta a regolare gli ormoni sessuali. Il mango combatte anche l’anemia, è benefico per le donne in gravidanza e aiuta coloro che hanno un basso contenuto di ferro a ristabilirsi. Ideale anche per le donne in menopausa che diventano deboli e dovrebbero assumere frutti ricchi di ferro come il mango.

Un altro vantaggio del mango è quello di far aumentare la memoria: per questo è molto importante farlo consumare anche ai bambini che hanno bisogno di una maggiore concentrazione negli studi. L’alto contenuto di acido glutammina consente di aumentare la memoria e mantenere le cellule attive. Anche nelle diete per aumentare di peso il mango si rivela un frutto fondamentale: infatti, a 100 grammi di mango corrispondono circa 75 calorie, e se il frutto è molto maturo, può essere davvero utile per consentire un rapido aumento di peso.

Mango: valori nutrizionali e calorie

Per ogni 100 grammi di prodotto il mango contiene 75 kcal.

La tabella seguente presenta una sintesi dei principali elementi nutritivi del mango, con la proporzione di ciascuno di essi:

  • grasso 0,45 g.
  • colesterolo 0 mg.
  • sodio 5 mg.
  • carboidrati 15 g (fibra 1,50 g, zuccheri 13,50 g)
  • proteina 0,63 g.
  • vitamina A 207,17 ug.
  • vitamina C 37 mg.
  • B12 0 ug.
  • calcio 12 mg.
  • ferro 0.40 mg.
  • vitamina B3 0,66 mg.

Mango: tutti gli utilizzi

Il mango è un frutto largamente utilizzato in cucina per il suo sapore dolce e succoso, ideale da mangiare maturo oppure crudo. Ideale per arricchire e creare ricette originali, è perfetto tagliato a fettine e saltato in padella, oppure da utilizzare come ottimo contorno da servire con carne o pesce.

Anche in campo estetico il mango è molto utilizzato, sia per combattere l’acne, sia per rendere morbida e setosa la pelle secca e quella sensibile. La presenza delle numerose sostanze nutritive permette di utilizzare il mango anche come maschera per i capelli, sotto forma di impacchi per combattere doppie punte e secchezza. Anche il nocciolo del mango si presta ad essere utilizzato per massaggiare il viso e ridare tonicità ed elasticità alla pelle. Ogni preparato o soluzione ottenuta con il mango deve essere tenuta per almeno 5-10 minuti, in modo da purificare la pelle e agire in profondità. Poi si può procedere al risciacquo, da effettuare con molta cura. Per chi ha la pelle molto sensibile esiste in commercio il burro di mango, che contiene tutte le vitamine e i minerali di proprietà del frutto indispensabili per nutrire la pelle.

Mango: controindicazioni ed effetti collaterali

Anche se si tratta di un frutto molto gustoso e ricco di proprietà benefiche, purtroppo in alcuni casi ha anche delle controindicazioni. Ad esempio, vista l’elevata presenza di zuccheri, questo frutto è controindicato per i diabetici. Se proprio si desidera consumarlo e si soffre della patologia appena detta, è necessario farlo sotto controllo medico.

Un altro effetto collaterale, ovviamente se consumato in quantità eccessive, è quello di essere lassativo. Infatti, il mango è un frutto ricco di fibre e il consumo giornaliero può causare coliche e diarrea. Inoltre, il mango maturo può provocare irritazione su gengive, labbra e lingua, e i soggetti allergici all’edera e alla quercia possono accusare reazioni di natura avversa anche al mango.

Autore Redazione Portale Benessere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close