lunedì , 26 giugno 2017
Home » Alimentazione » Papaya: proprietà, benefici, valori nutrizionali, calorie, utilizzi e controindicazioni
Papaya: proprietà, benefici e controindicazioni
Papaya: proprietà, benefici e controindicazioni. Scopri le proprietà della papaya, i benefici per la salute, i valori nutrizionali, le calorie, le controindicazioni e gli effetti collaterali.

Papaya: proprietà, benefici, valori nutrizionali, calorie, utilizzi e controindicazioni

La papaya, soprannominato “il frutto degli angeli”, non è solo un frutto delizioso da gustare ma anche un vero e proprio toccasana per la nostra salute, molto ricco di sostanze antiossidanti. Scopriamo insieme tutte le proprietà della papaya, i benefici e le controindicazioni.

Papaya: caratteristiche generali

Originaria delle zone tropicali del centro America, la papaya è una pianta di cui si hanno i primi riscontri nell’antica civiltà degli Aztechi che la consideravano un frutto quasi divino, dalle proprietà digestive miracolose ed efficaci. La Papaya, il cui nome botanico è Carica papaya, non appartiene alla famiglia dei meloni nonostante la somiglianza, ma a quella delle Caricaceae.

Nel mondo la papaya viene chiamata con nomi diversi: ad esempio, in Nuova Zelanda e in Australia viene è conosciuta con il nome “Pawpaw” , mentre in Brasile viene chiamato “Mamao” e a Cuba “fruta bomba”. La pianta si coltiva nei paesi tropicali ma anche in quelli subtropicali e ad oggi è facilmente reperibile nei supermercati. Si calcola che in tutto il mondo se ne coltivano 50 varietà diverse.

La papaya si presenta come un piccolo albero poco ramificato e con un fusto alto sino a 5–10 m. I frutti hanno una forma oblunga, infatti somigliano proprio al melone, possono essere di color verde, giallo, arancio o rosa e possono arrivare a pesare fino a 9 kg. La pianta era da secoli utilizzata dagli aborigeni australiani per i suoi effetti benefici sull’organismo, ed era considerata un alimento chiave per le elevate sostanze nutritive. Vediamo di seguito proprietà, benefici, valori nutrizionali, calorie, utilizzi, controindicazioni ed effetti collaterali della papaya.

Papaya: proprietà e benefici

La papaya è un frutto dissetante e poco calorico e contiene un principio attivo molto importante che si chiama papaina. È proprio la papaina contenuta nel frutto a stimolare la digestione: questa caratteristica la rende ideale da consumare soprattutto dopo un pasto abbondante. La papaya ha anche proprietà antiossidanti poiché è molto ricca di vitamina C e betacarotene, e permette quindi di ridurre il rischio di danni ossidativi ai tessuti. Inoltre, è un potente alleato contro i radicali liberi. La papaina ha anche proprietà antielmintiche e per questo viene tradizionalmente utilizzata contro i parassiti intestinali.

L’assunzione di papaya facilita anche l’eliminazione delle tossine dal corpo e per questo è consigliata nelle diete ipocaloriche. E’ anche molto utile per rafforzare le difese immunitarie, ristabilendo l’equilibrio acido base.

Notevoli sono i benefici della papaya sull’organismo. Oltre ad avere effetti benefici sulla digestione grazie alla papaina contenuta nel frutto, la papaya protegge anche il cuore: il frutto è infatti un’ottima fonte di composti antiossidanti come vitamine, criptoxantina, carotenoidi, beta-carotene, luteina e zeaxantina, tutti composti utili per prevenire l’ossidazione del colesterolo e proteggere l’organismo dalle malattie cardiache e dall’arteriosclerosi. La papaina apporta anche benefici nella eliminazione dei vermi intestinali: a questo scopo la ritroviamo presente da sempre nella medicina popolare cinese, che da secoli la utilizza per l’azione vermifuga.

La papaya regala notevoli benefici anche alla pelle: infatti, grazie alle proprietà battericide del frutto è ideale sia per guarire brufoli che altri problemi della pelle. L’industria della cosmetica utilizza le sostanze della papaya per realizzare eccellenti creme e maschere di bellezza efficaci per ridurre gli inestetismi della pelle.

Con la papaya è anche possibile alleviare il dolore alle tonsille: basta utilizzare il succo e fare dei gargarismi per ridurre l’infiammazione o il pus che spesso affligge durante la tonsillite. La papaya è anche efficace per la salute degli occhi: le sostanze antiossidanti contenute nella pianta proteggono gli occhi da diverse patologie e in particolare la vitamina A protegge gli occhi dalla degenerazione maculare, patologia che sopraggiunge solitamente nell’età avanzata.

La papaya attenua anche la nausea in gravidanza: basta consumarne qualche fetta al giorno per eliminare la nausea mattutina. Infine, tra i benefici riconosciuti alla papaya vi è anche quello di alleviare lo stress: secondo alcuni studi sugli animali condotti presso l’Università dell’Alabama, pare che assumere almeno 200 mg al giorno di vitamina C può aiutare a ridurre significativamente i livelli di stress. La certezza su questa ipotesi ancora non è però stata data poiché si attendono gli esperimenti sugli umani.

Papaya: valori nutrizionali e calorie

Quantità per 100 grammi:

  • Calorie 43
  • Grassi 0,3 g (Acidi grassi saturi 0,1 g, Acidi grassi polinsaturi 0,1 g, Acidi grassi monoinsaturi 0,1 g)
  • Colesterolo 0 mg
  • Sodio 8 mg
  • Potassio 182 mg
  • Carboidrati 11 g (Fibra alimentare 1,7 g, Zucchero 8 g)
  • Proteina 0,5 g
  • Vitamina A 950 IU
  • Vitamina C 60,9 mg
  • Calcio 20 mg
  • Ferro 0,3 mg
  • Magnesio 21 mg

Papaya: tutti gli utilizzi

Reperibile nei supermercati tutto l’anno e disponibile in diverse varietà, la papaya migliore da consumare è quella con la buccia di colore giallo e leggermente più morbida al tatto. I suoi utilizzi variano infatti anche in base alla consistenza della polpa e della durezza: ad esempio, i frutti verdi o troppo duri sono utilizzati per la cottura o per arricchire un’insalata. Per fare maturare la papaya ancora verde è consigliabile metterla in una busta assieme ad altra frutta come pere, banane o mele, per qualche giorno. Se messa in frigo va invece consumata nel giro di pochi giorni.

La papaya è ottima consumata sotto forma di macedonia e di frullato ma va bene anche da sola, sbucciata e affettata come un melone e tagliata longitudinalmente, ripulita da semi e mangiata a fette. E’ ottima anche come decorazione su gelati o dolci, servita sotto forma di piccole palline da ricavare con uno scavino per decorare coppette o paste.

La papaya è anche un ottimo coadiuvante per combattere i brufoli, i talloni screpolati e viene anche utilizzata come maschera per capelli. Ecco qualche esempio: per eliminare le imperfezioni del viso e combattere i brufoli basta schiacciare la polpa della papaya non matura e applicarla sul viso per 25 minuti. Lo stesso procedimento è valido anche per i talloni screpolati: basta applicare sulla parte interessata e tenere la polpa schiacciata per circa mezz’ora. La pelle presto si cicatrizzazione della pelle e il dolore scomparirà. Per combattere i segni dell’invecchiamento basta strofinate la buccia sul viso, attendere 5 minuti e risciacquare con acqua fredda. Grazie alle proprietà del frutto, la pelle risulterà più elastica. Ottima anche come maschera nutriente per capelli, mescolata a banana, miele, olio di cocco e yogurt, la papaya contribuisce a renderli renderà più morbidi e lucenti.

Papaya: controindicazioni ed effetti collaterali

Nonostante i suoi molteplici benefici e le sue indiscutibili proprietà, la papaya può avere effetti collaterali se utilizzata quotidianamente dall’uomo. Infatti, secondo alcuni studi scientifici condotti sugli animali, l’uso eccessivo di semi di papaya potrebbe causare l’infertilità maschile, che però non è da considerare irreversibile. Da recenti studi condotti sui conigli, è stato dimostrato che, una volta smessa l’assunzione, la fertilità ritornava dopo appena 45 giorni.

Particolare attenzione all’eccessivo consumo di papaya devono avere anche le donne in gravidanza: a creare qualche problema è la papaya acerba che contiene molta papeina, una sostanza che può provocare le contrazioni uterine, ma ne è sconsigliato l’uso anche durante l’allattamento e in presenza di patologie a livello gastrointestinale. Inoltre, la papaya contiene anche lattice e può provocare particolari reazioni a persone allergiche a questa sostanza. Nulla toglie che è indicato il consumo del frutto fresco e maturo perché ricco di vitamine e oligoelementi importanti per la salute dell’organismo.

Autore Redazione Portale Benessere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close