Home » Alimentazione » Mele: proprietà, benefici e controindicazioni
mela mele - proprietà benefici rimedi naturali e controindicazioni
Mele: proprietà, benefici, rimedi naturali e controindicazioni. Scopri le proprietà della mela, perché le mele fanno bene alla salute, tutti gli utilizzi, le controindicazioni e gli effetti collaterali.

Mele: proprietà, benefici e controindicazioni

La mela, anche conosciuta come il pomo della discordia ed il frutto proibito a causa delle varie leggende che circolano su questo frutto, è forse una delle piante più vecchie al mondo. Scopriamo insieme le proprietà delle mele, i benefici per la salute e le eventuali controindicazioni.

Mela: caratteristiche generali

Facente parte della famiglia delle Rosacee, il melo sarebbe nato in Asia in era neolitica; può superare i sette metri d’altezza, ha foglie con margini a seghetto, fiori candidi con un accenno di rosa e naturalmente matura da agosto inoltrato a metà settembre. Adesso ormai è un frutto che si trova in qualsiasi periodo dell’anno.

La mela è forse il frutto più diffuso e consumato nel mondo, per via delle sue benefiche proprietà. Ma a parte le leggende che vedono le mele al centro di discordie, scoperte scientifiche, fatiche e peccati, come sono giunte fino a noi? La mela dunque è originaria dell’Asia da cui si diffuse nel Medioriente, per poi approdare in Grecia ed infine cadere fra le mani dei Romani. Nell’epoca in cui imperversarono le conquiste barbariche, le coltivazioni furono devastate o tralasciate; nel XV secolo si riprese a coltivare la terra con frutteti e nel secolo successivo la mela sbarcò in America. La mela dunque si afferma nei campi e nelle cucine ma viene anche suggerita come rimedio naturale per varie afflizioni, veniva difatti consigliata soprattutto per curare i disturbi dell’apparato digerente e come diuretico.

Di mele, ne esistono oltre 2000 varietà, vediamone alcune:

  • mela rossa: nota soprattutto per le proprietà dimagranti;
  • mela verde: un vero elisir di giovinezza;
  • mela gialla: previene i problemi alla vista e attenua le rughe;
  • mela fuji: consigliata in caso di colite e per riequilibrare le funzioni dell’intestino;
  • mela renetta: pare che fra le sue proprietà vi sia l’esser antitumorale;
  • mela stark: ha il pregio di proteggere il sistema cardiovascolare;
  • mela annurca: viene utilizzata soprattutto in ambito cosmetico;

Le mele sono preparate in tanti modi diversi per molti usi diversi: con le mele ci si fa il sidro, si ricava l’aceto di mele, si usa per maschere di bellezza, si ricava l’olio di semi di mela, si fa essiccare e naturalmente si usa per curare diversi problemi di salute.

Proprietà e benefici delle mele

Dunque cosa contengono di così tanto prezioso le mele?

Diamo un’occhiata al contenuto della polpa:

  • vitamine B1, B2, B6, E, C, PP ed A
  • niacina
  • acido folico
  • flavonoidi
  • carotenoidi
  • polifenoli
  • potassio
  • ferro
  • calcio
  • fosforo
  • zinco
  • acido citrico
  • acido malico
  • zolfo
  • magnesio
  • rame
  • iodio
  • manganese
  • silicio
  • tannini
  • alcoli
  • aldeidi

Perché si dovrebbe mangiare una mela al giorno come vuole il detto popolare? Perché le mele sono ricche di questi importanti nutrienti, perché son ricche di fibre ed hanno zero grassi e poche proteine, buoni livelli di zucchero, alti tassi di potassio.

Le proprietà benefiche della mela

Cosa fanno le mele al nostro organismo? Perché le mele fanno bene alla salute?

La mela è ricostituente, difatti la si consiglia in caso di scarso appetito, convalescenza, stanchezza e nei periodi di particolare stress, tutto questo grazie alla vitamina B.

Fra le proprietà benefiche delle mele abbiamo anche quelle di proteggere lo stomaco: sono difatti alleate contro gastrite, ulcere e cattiva digestione; non è tutto perché le mele sono anche alleate dell’intestino: cruda calma la diarrea, cotta aiuta contro la stipsi.

Rinforzante: vuoi capelli, unghie e pelle più belli e più sani? Mangia le mele. Vuoi prevenire i problemi alla vista? Idem.

Essendo astringente, la mela non è solo utile a riparare i guai dell’intestino è difatti consigliata a chi ha la pelle impura perché aiuta a curare l’acne.

Generalmente è anche consigliata per i problemi di glicemia, c’è da dire che in realtà contiene una buona quantità di zucchero pertanto non è consigliato, ai soggetti diabetici, abusarne nel consumo.

Secondo studi non proprio recenti, che andrebbero approfonditi, le mele aiuterebbero anche a curare l’asma.

Ipocolesterolemizzanti? Ebbene sì, se hai il colesterolo alto le mele saranno le tue alleate.

E che dire dei tumori? Pare proprio che le mele siano delle alleate anche contro le cellule cancerogene, attenzione però sembra che le proprietà anticancro si concentrino nella buccia delle mele, che è bene non gettare e consumare se le mele son bio (chiaramente nessuno di noi vuole ingerire veleni e pesticidi).

La mela inoltre sembra proprio esser il frutto della giovinezza, grazie alle sue proprietà antiossidanti.

La mela è anche diuretica, dimagrante e depurante, alleata degli organi emuntori atti ad eliminare le tossine dal nostro organismo. E’ anche un alimento consigliato nelle diete, la mela rossa in particolare, ma con moderazione!

Infine si può affermare che siano amiche del cervello, poiché difatti lo proteggono dal morbo di Alzheimer.

Rimedi naturali con le mele

Se a casa tua le mele non mancano mai, non perderti le nostre ricette sui rimedi della nonna!

  • Tonico alla mela: mischia succo di limone e succo di mela in parti uguali e usa come tonico sul viso;
  • Mela antiage: frulla la polpa di una mela, aggiungi un cucchiaio di yogurt bianco, uno di olio d’oliva, due gocce di olio essenziale di tosa mosqueta. Tieni in posa mezz’ora;
  • Maschera astringente per il viso: frulla la polpa di una mela, aggiungi un cucchiaino di miele, tre di succo di limone, due gocce di tea tree oil, un cucchiaio di argilla bianca. Tieni in posa almeno venti minuti;
  • Maschera per capelli: frulla la polpa di una mela con la polpa di un avocado, aggiungi un tuorlo d’uovo, un cucchiaio di olio di ricino. Mescola tutto, applica e tieni in posa minimo un’ora e mezzo;
  • Tisana di mela: sbucciare una mela e metterne a bollire la buccia per una decina di minuti, filtrare e bere. Ottimo diuretico, antidiarroico e antinfiammatorio specie per i dolori reumatici;
  • Bevanda defaticante: frulla una mela e un mango, aggiungi un vasetto di yogurt bianco, un pizzico di cannella e mezzo bicchiere d’acqua;
  • Centrifugato antigastrite: in caso di dolori allo stomaco o digestione lenta e difficile bere un centrifugato di mele fresco.

Cose da sapere sulle mele:

  • la mela grattugiata può essere data al neonato per svezzarlo;
  • la mela chiodata contro l’anemia è una leggenda metropolitana;
  • le mele si conservano in un luogo fresco, possibilmente in una cassetta all’ombra;
  • le mele non si possono surgelare;
  • non vanno messe vicino ad altri frutti ed ortaggi, li fanno deperire velocemente poiché contengono etilene.

Due ricette con le mele

Torta di mele semplice

Ingredienti per 4-6 persone:

  • 2 uova
  • 100 gr di farina
  • 50 gr di burro
  • 75 gr di zucchero
  • mezza bustina di lievito per dolci
  • scorza e succo di un limone
  • 2 grosse mele

Procedimento:

Sbattete le uova come per una frittata, aggiungete la scorza grattugiata del limone, poi lo zucchero e il succo del limone. Mescolate con cura, quindi incorporate la farina stacciata, il burro fuso ancora un po’ caldo e da ultimo il lievito.

Mettete in una tortiera imburrata e infarinata le mele sbucciate e fatte a spicchi.

Versate sulle mele la pasta e mettete a cuocere in forno a 180-200 gradi per almeno mezz’ora.

Dolce di mele in padella

Ingredienti per 4-6 persone:

  • 200 gr di farina bianca
  • un quarto di litro di latte
  • un pizzico di sale
  • 300 gr di mele
  • un pugno d’uvetta
  • 2 uova
  • zucchero a velo
  • olio o burro per la padella

Procedimento:

Mettete a bagno l’uvetta in poca acqua tiepida. Sbucciate e affettate molto sottilmente le mele.

Lasciate cadere la farina in una terrina facendola passare attraverso un setaccino; aggiungete il sale, le uova, il latte freddo. Mescolate bene per avere una pastella priva di grumi.

Ungete di burro o di olio una grossa padella antiaderente, mettetela su fuoco medio e quando è ben calda versatevi metà della pastella. Appena questa inizia a solidificarsi disponetevi sopra in strato omogeneo l’uvetta strizzata e le mele affettate. Quando queste appaiono ammorbidite versate il resto della pasta e lasciate rapprendere, quindi girate per far cuocere bene anche questa parte.

Si mangia calda o tiepida, mai fredda, spolverizzata di zucchero a velo. La pastella, prima della cottura, si può profumare con un goccio di liquore a piacere. Leggi anche: Torta di mele.

Mele: controindicazioni ed effetti collaterali

  • Troppe mele possono causare disturbi intestinali;
  • Non vanno consumate prima dei pasti poiché aumentano il senso di sazietà;
  • La pectina può causare ristagno di gas e gonfiori;
  • Consumare troppe mele può dar luogo a sbalzi glicemici.

Autore Redazione Portale Benessere


Un Commento

  1. La mela chiodata non è una leggenda metropolitana. Analisi del sangue alla mano durante la gravidanza.
    Basta usare chiodi non zincati e l’acido malico contenuto nella mela recupera il ferro rendendolo bioassimilabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close