Home » Alimentazione » Bietola: proprietà, benefici, valori nutrizionali, calorie, utilizzi e controindicazioni
Bietola: proprietà, benefici, valori nutrizionali, calorie, utilizzi e controindicazioni
Bietola: proprietà, benefici e controindicazioni. Scopri le proprietà delle bietole, i benefici per la salute, i valori nutrizionali e le calorie, tutti gli utilizzi in cucina e come rimedio naturale, le controindicazioni e gli effetti collaterali.

Bietola: proprietà, benefici, valori nutrizionali, calorie, utilizzi e controindicazioni

La bietola è una verdura molto digeribile, ricca di sali minerali, in particolar modo di ferro e potassio, vitamine K, A e C e fibre alimentari. Per il basso potere calorico e per l’alto contenuto di acqua e fibre, la bietola e consigliata per perdere peso e grazie alla presenza di clorofilla, di ferro e acido folico, questa verdura è indicata a chi soffre di anemia. Scopriamo insieme le proprietà della bietola e quali benefici apporta alla nostra salute.

Bietola: caratteristiche generali

La bietola è una pianta erbacea che appartiene alla famiglia delle Chenopodiaceae, esattamente come la barbabietola, ovvero la Beta vulgaris. Originaria dell’Europa meridionale e del Nord-Africa, poi diffusa in America ed in Asia, la bietola cresce spontanea in molte regioni del Mediterraneo, anche se nelle nostre zone viene coltivata soprattutto come pianta da orto.

Di questo ortaggio esistono numerose varietà poiché viene coltivato praticamente in tutte le zone del mondo con clima temperato, preferibilmente in un terreno profondo e fresco, che deve essere tenuto sempre umido e molto drenato, senza ristagni d’acqua. La semina della bietola avviene due volte all’anno: la prima nel mese di febbraio, in modo che la pianta possa maturare durante l’estate, la seconda nel mese di settembre per poter eseguire la raccolta durante la primavera. Per svilupparsi nella maniera migliore è necessario piantare le piantine di bietola a distanza di circa 50 centimetri l’una dall’altra.

In generale si possono distinguere due tipi principali di bietola: la bietola da coste e la bietola da foglie. La bietola da coste ha foglie di colore verde scuro e presenta un gambo molto grande e carnoso, mentre la bietola da foglie ha le coste più piccole ma presenta foglie più sviluppate e di un colore verde brillante. Queste due tipologie di bietola sono diffuse nel nostro Paese, ma vengono coltivate soprattutto nelle regioni della Puglia, Liguria, Lazio e Toscana.

Le bietole hanno un ciclo vitale annuale o biennale: la raccolta della parte edibile della pianta avviene con il taglio delle foglie, quando raggiungono la lunghezza di circa 20 centimetri. Le radici rimangono intoccate nel terreno in modo da poter sviluppare un nuovo apparato fogliare. Questo tipo di raccolta non è però valida per tutte le varietà: ad esempio, le bietole a costa larga, vengono raccolte asportando tutta la pianta.

Bietola: proprietà e benefici

La bietola ha notevoli proprietà nutrizionali, è costituita per la maggior parte da acqua e non presenta alcun tipo di colesterolo: questa proprietà la rende particolarmente digeribile e indicata per contrastare situazioni di obesità.

Nonostante la sua leggerezza, la bietola fornisce però un buon apporto energetico, grazie alla composizione di molti sali minerali, fra cui sono rilevanti potassio, magnesio, ferro e calcio. Notevole anche la presenza di vitamine K, A e C, riscontrabile nelle foglie e da cui si possono trarre benefici evitando di cuocerle ad alte temperature e prediligendo la cottura a vapore o con poca acqua, al fine di non disperderne le sostanze nutritive.

La bietola ha proprietà rinfrescanti e diuretiche: è infatti indicata nei casi di cistite e di malattie renali poiché favorisce l’eliminazione delle sostanze tossiche e dei grassi in eccesso che si accumulano nell’organismo. Inoltre, la bietola stimola inoltre la produzione dei succhi gastrici e della bile e favorisce la digestione. Grazie alle fibre contenute, la bietola ha proprietà regolatrice dell’attività intestinale, aiuta la motilità e combatte con efficacia la stitichezza.

Notevoli anche le proprietà antiossidanti delle bietole: questi ortaggi contengono betacarotene, vitamina E, vitamina C, zinco, luteina, zeaxatina, quercetine e molte altre sostanze che aiutano a prevenire l’invecchiamento. Molto apprezzate anche le proprietà antitumorali grazie alla presenza della clorofilla che agisce con una funzione protettiva, e antianemiche, grazie alla presenza di acido folico e ferro.

I benefici che la bietola apporta all’organismo sono tantissimi. Infatti, la bietola è infatti ricca di fibre, e quindi favorisce la regolarità intestinale, ed è anche ricca di luteina e beta-carotene, e per questo efficace anche come antiossidante.

L’abbondanza della vitamina K presente nelle bietole è considerata un aiuto efficace per mantenere il corretto funzionamento sia del cervello che del sistema nervoso, poiché è fondamentale nello sviluppo della guaina mielinica, lo strato che protegge i nervi.

Le bietole fanno bene agli occhi e alla vista perché sono una fonte importante di luteina, un antiossidante utile per la salute degli occhi che può aiutare a ritardare lo sviluppo di malattie oculari legate all’avanzare dell’età.

Questi ortaggi tengono anche sotto controllo la pressione sanguigna, perché ricche di potassio: sarebbe quindi indispensabile assumerne la giusta quantità tutti i giorni. Sono anche una buona fonte di ferro, un elemento importante per mantenere in forma il sistema circolatorio ed evitare il rischio di contrarre l’anemia. Arricchire la dieta con le bietole e altre verdure contenti ferro aiuta notevolmente a scongiurarne il rischio.

Le bietole sono ricche di biotina, una vitamina essenziale per contribuire alla crescita e alla salute dei capelli. Grazie alla biotina e ad altre sostanze utili nelle bietole è favorita la produzione di sebo da parte dei follicoli e i capelli si mantengono in salute. Infine, la presenza di fibre vegetali è anche utile per regolare i livelli di glucosio nel sangue.

Bietola: valori nutrizionali e calorie

Quantità per 100 grammi:

  • Calorie 19
  • Acqua 89 g
  • Grassi 0,2 g
  • Colesterolo 0 mg
  • Carboidrati 3,7 g
  • Fibra alimentare 1,6 g
  • Zucchero 1,1 g
  • Proteina 1,8 g
  • Sodio 213 mg
  • Potassio 379 mg
  • Calcio 67 mg
  • Fosforo 29 mg
  • Ferro 2 mg
  • Magnesio 80 mg
  • Vitamina A 263µg
  • Vitamina C 24 mg
  • Vitamina K 830µg

Bietola: tutti gli utilizzi

L’utilizzo della bietola in cucina è aumentato notevolmente e si tratta di un prodotto commestibile in quasi tutte le sue componenti. Prima di tutto, è bene distinguere due tipi principali di bietola: la prima è la bietola da taglio, detta comunemente erbetta, che presenta foglie larghe con grandi nervature, la seconda è la bietola da coste, che presenta invece gambi molto lunghi ed è di colore bianco, ma è disponibile in commercio nei colori violetto, rosso o giallo.

La bietola è utilizzata in cucina sotto forma di contorno o come ingrediente per la preparazione di piatti gustosi e nutrienti: è importante sottolineare che, nella preparazione, è indispensabile evitare che vadano disperse le sue sostanze nutritive, preziose per la salute dell’organismo. Per ovviare a questo inconveniente, occorre utilizzare metodi di cottura appropriati, come ad esempio la cottura a vapore oppure la lessatura, facendo attenzione ad utilizzare una quantità di acqua non eccessiva.

Oltre che in cucina, le bietole possono essere impiegate anche per realizzare una serie di rimedi naturali fai da te molto efficaci. Tra questi rimedi il più noto è il decotto di bietole, indicato per le sue proprietà diuretiche, ma ideale anche come coadiuvante per le infiammazioni del sistema urinario. Inoltre, le bietole sono anche indicate per alleviare il problema della stitichezza e quello delle emorroidi. E’ possibile preparare un decotto con le bietole facendo cuocere 50 g di foglie in 1 litro d’acqua per circa 20 minuti, poi filtrare. Bere 2 tazze di decotto al giorno fino alla scomparsa dei disturbi.

Un altro rimedio efficace prevede la preparazione delle bietole lessate, tritate e lasciate raffreddare: dopo qualche minuto fare un composto da applicare su foruncoli, ascessi o anche brutte e fastidiose scottature. Il loro effetto è praticamente immediato, e lenisce in maniera significativa il bruciore o l’infiammazione.

Bietola: controindicazioni ed effetti collaterali

La bietola non ha particolari controindicazioni o effetti collaterali, ma è preferibile non utilizzarla da donne in stato interessante per la sua azione utero-stimolante che potrebbe portare conseguenze spiacevoli. Inoltre, è anche sconsigliata per i soggetti che hanno problemi di calcoli e coleocistite.

Come può accadere con altri cibi, alcune persone possono essere allergiche alla bietola e il suo consumo può provocare eruzioni cutanee e anche gonfiore.

Autore Redazione Portale Benessere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close