domenica, Aprile 14 2024

Capelli danneggiati dal sole e dal mare, i rimedi per correre subito ai ripari.

Con l’arrivo dell’estate ed il caldo, tra bagni in piscina e al mare, lunghe soste al sole per far assumere alla nostra pelle la tintarella tanto agognata durante tutto l’anno trascorso tra mura domestiche e ufficio, ecco che si presentano anche le prime problematiche legate al possibile danneggiamento dei capelli.

Quindi ecco che oggi andremo insieme a vedere: cosa danneggia i nostri capelli, gli accorgimenti necessari e le tattiche migliori per evitare il danneggiamento eccessivo dei nostri capelli, come rimediare a danni ormai avvenuti e a quali prodotti poter ricorrere per aiutare il nostro capello a riprendere vita.

 

Cosa danneggia i nostri capelli?

Due sono i fattori principali che, durante il periodo estivo, mettono a dura prova i nostri capelli:

  • I raggi UV

Questi sono uno tra i primi fattori danneggianti dei nostri capelli; perché, se durante l’anno, il sole ci illumina con i suoi raggi solo per poco tempo, donando alla nostra chioma la quantità necessaria di vitamina D, al fine di incrementare la produzione di un importante proteina essenziale, quale la cheratina, d’estate, con le lunghe ore al sole, quindi ad alte dosi, i raggi UV diventano dannosi. Questi fanno sollevare le scaglie dei capelli, assottigliando il fusto capillare e la sua fibra, determinando quindi un vero e proprio deterioramento della struttura stessa del capello.

  • L’acqua del mare e della piscina

Quando i nostri capelli entrano in contatto con l’acqua salata del mare, o il cloro delle piscine, automaticamente seguono un processo di disidratazione, diventando sempre più fragili e secchi. Inoltre i cristalli di sale, presenti nel mare, una volta evaporata l’acqua dai nostri capelli, possono fungere anche da lente di ingrandimento, favorendo ancora di più l’effetto negativo dei raggi UV su di essi.

 

Accorgimenti e tattiche migliori contro il danneggiamento dei capelli

Vediamo ora i diversi accorgimenti e tattiche, al fine di proteggere i nostri capelli durante il lungo periodo estivo:

  • Contro i raggi UV: Prima di tutto, la cosa importante è utilizzare un cappello o un foulard, insomma un qualsiasi strumento che ci permetta di riparare i nostri capelli dai raggi solari. Poi, ovviamente, è molto importante, munirsi di prodotti specifici per la nostra chioma. Si tratta di prodotti di ottima qualità, che trattino il nostro capello già durante l’esposizione al sole, con protezione e filtro per i raggi UV, oltre che ovviamente una buona base idratante e lipidica che permetta di costruire sul capello una copertura dal sole. Poi, ovviamente, la cura deve proseguire anche dopo l’esposizione, con prodotti per la detergenza adatti a tale scopo, che ripristinino l’idratazione del capello: detergenti, balsami, maschere e tutti i coordinati al fine di rendere la cura del capello più completa possibile.

 

  • Contro i bagni al mare o in piscina: Sicuramente, in primis, resta sempre di fondamentale importanza sciacquare, subito dopo il bagno, i residui di sale o cloro dai capelli. Questo ci permetterà di evitare i cattivi effetti dell’acqua salata o dolce sulla nostra chioma. Godremo sicuramente di molta meno secchezza e disidratazione. Per questo ci sono sempre delle docce pubbliche in spiaggia o a bordo piscina. Inoltre sarebbe ottimale entrare sempre in acqua dopo aver utilizzato una generosa quantità di protettore per capelli, di modo da rendere il capello meno poroso possibile e fargli assorbire così pochissima acqua.

 

Come rimediare a danni ormai avvenuti e a quali prodotti poter ricorrere per aiutare il nostro capello a riprendere vita

E cosa fare, invece, se i nostri capelli hanno già subito danni dovuti all’eccessiva esposizione al sole o a bagni in acqua salata o con cloro che li ha deteriorati?

Nessuna paura, prima di tutto bisogna munirsi di prodotti adatti a tale scopo: detergenti e linee, come quella firmata Olaplex, che forniscano una funziona ricostituente e rigenerante per la ricostruzione molecolare del nostro capello. Il brand, infatti, pacchetti preformati e set già composti, con un ottimo rapporto qualità-prezzo.

Per la cura dei nostri capelli, bisogna utilizzare una linea che contenga: detergente, balsamo, crema, maschera e olio, al fine di provvedere, a casa propria, a dei veri e propri trattamenti professionali donando al capello la struttura e la vitalità di un tempo, purtroppo oggi persa a causa di esposizioni al sole troppo lunghe e/o mancata cura del capello durante e dopo bagni al mare o in piscina.

Attenzione però, è necessario scegliere sempre ed esclusivamente linee di prodotti di buona qualità, affinché, invece che migliorare la situazione attuale della nostra chioma, non la peggiorino ulteriormente con prodotti chimici deleteri al loro interno. Difatti, la linea Olaplex, presenta sempre prodotti senza solfati, ftlalati, parabeni e ovviamente glutine. Sono tutti prodotti naturali che di base tendono ad idratare il nostro capello, oltre che ristrutturarlo sin dalla base della sua struttura e proteggendolo quindi, da altri danni che potrebbero sfibrarlo o seccarlo nuovamente: piastre o phon, prodotti chimici di tinte per capelli, e via dicendo.

Quindi, l’importante non è solo l’utilizzo di prodotti per ricostruire una struttura ormai andata persa per i danni di calore e/o salsedine, acqua, cloro, ma anche la tipologia di questi prodotti e, va da sé, la loro qualità.

Previous

Misuratore di pressione da polso e da braccio: come funziona, prezzi, modelli e recensioni.

Next

La neurite ottica: cos’è, quali sono i sintomi, le cause determinanti, diagnosi e cura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe Interessarti Anche