Home » Bellezza » Viso » Creme al CBD ( cannabidiolo): cosa sono, effetti benefici e controindicazioni
Creme al CBD ( cannabidiolo): di che sostanze si tratta, con cosa abbiamo a che fare, come nascono queste creme e tutti i vantaggi e benefici che possono avere sul nostro corpo e la nostra salute.
Creme al CBD ( cannabidiolo): di che sostanze si tratta, con cosa abbiamo a che fare, come nascono queste creme e tutti i vantaggi e benefici che possono avere sul nostro corpo e la nostra salute.

Creme al CBD ( cannabidiolo): cosa sono, effetti benefici e controindicazioni

Creme al CBD ( cannabidiolo): cosa sono, effetti benefici e controindicazioni

Quando si parla, oggi, di creme al CBD, si intendono delle semplici lozioni che vengono infuse con la forma concentrata di CBD.

In questo articolo andremo a spiegare di che sostanze si tratta, con cosa abbiamo a che fare, da dove si estrae il CBD e come nascono queste creme, e tutti i vantaggi e benefici che possono avere sul nostro corpo e la nostra salute.

Cos’è il Cannabidiolo

Per comprendere, al meglio, cosa siano le Creme CBD bisogna partire dalla comprensione di cosa sia realmente questo principio. Il CBD, chiamato anche cannabidiolo, è uno dei vari componenti chimici chiamati cannabinoidi, che si trovano nella pianta della cannabis.

I composti presenti nella cannabis che appartengono a questa classe di ingredienti chiamati cannabinoidi  sono oltre 80. Il CDB o cannabidiolo non ha quasi effetti collaterali e sicuramente molto minori rispetto a quelli di tutti i farmaci in commercio. E la lista dei suoi benefici è in continua crescita.

Come si ottiene il CDB

Il composto CBD, che viene aggiunto alle creme di CBD, viene estratto utilizzando l’estrazione di CO2. Questo metodo di estrazione assicura anche che non rimangano solventi nel concentrato estratto di CBD, in quanto dannosi per la pelle. Inoltre, per produrre le creme con CBD, all’olio CBD vengono aggiunti diversi oli essenziali come l’olio d’oliva, l’olio di cocco e il burro di cacao o burro puro, per conferire all’olio di CBD una forma di crema o lozione.

L’altro cannabinoide famoso è il tetraidrocannabinolo, THC. Entrambi hanno i loro benefici, ma la differenza sostanziale è una: il CBD è un composto non psicoattivo, mentre il THC è un cannabinoide psicoattivo, e può alterare lo stato d’animo di una persona.

Ed è per questo che in molti sbagliano riguardo le creme di CBD. Queste, non possono far “sballare” una persona, poiché vengono applicate sugli strati superiori della pelle, e non entrano nel flusso sanguigno di una persona. Questo è il motivo per cui le creme di CBD sono chiamate anche topiche. Poiché l’olio di CBD è estratto dalla pianta di canapa, che è la versione industriale della pianta di cannabis e offre un alto contenuto di CBD e un contenuto molto basso di THC, che rende legale l’olio CBD.

Come si estrae il CBD dalla cannabis

Questa sostanza è da ricercare nella più comune tra le piante conosciute oggi: la Cannabis.

La Cannabis o Canapa, è un genere di piante angiosperme della famiglia delle Cannabaceae. Originaria dell’Asia centrale, è giunta nelle Americhe dopo Colombo e, da lì, ha visto la sua diffusione in tutta Europa.

Proprio per la continua ricerca su sostanze cosmetiche sempre più performanti, oggi siamo giunti ad indagare le proprietà della Cannabis che, si è scoperto nel tempo, se privata della parte stupefacente e trasformata in olio, si rivela un efficace idratante per la pelle, con proprietà antinfiammatorie e antiossidanti.

Ma non solo, oggi questa pianta è stata riscoperta per le sue proprietà benefiche: dalla cosmesi alla farmaceutica e in molti altri ambiti, come il tessile e la bioedilizia, dai biocarburanti al settore cartario. Insomma, ad oggi, gli usi conosciuti sono più di 68.000. La cannabis, infatti, è uno degli ultimi ingredienti must have in ambito beauty, un po’ per le provate proprietà idratanti e antinfiammatorie.

Cosa si ricava dalla cannabis: olio di canapa, CBS o cannabidiolo.

-OLIO DI CANAPA O HEMP OIL: la pianta della canapa regala un olio prezioso, che è un vero elisir di giovinezza perché ricco di antiossidanti Omega 3 e Omega 6 e di acido linoleico, ottenuto dalla spremitura a freddo dei semi delle foglie di Cannabis. Aumenta i benefici in modo progressivo, poiché la sua composizione di acidi grassi, vitamine e minerali è simile a quella dei lipidi cutanei naturali. Le sue proprietà emollienti ed elasticizzanti, per esempio, si potenziano con l’utilizzo, stagione dopo stagione, inoltre previene la disidratazione cutanea, favorendo la normale funzione di barriera della pelle. Agisce anche sui capelli, grazie alle sue proprietà vitaminizzanti che curano secchezza e disidratazione, riequilibrando il cuoio capelluto e donando estrema lucentezza e vitalità. È anche un potente antinfiammatorio quindi calma la pelle irritata e arrossata.

-CBD OIL: L’altro ingrediente che si ricava da fiori e foglie della cannabis è il CBD oil o cannabidiolo, dalle proprietà antiossidanti, idratanti e anti-rughe e utilizzato anche come rilassante e sedativo. In cosmetica è utilizzato soprattutto per le sue proprietà antinfiammatorie, quindi utile per gli stati infiammatori della pelle, con capacità di ridurre acne, rughe, psoriasi, eczema.

I Vantaggi del CBD

Come già detto più volte, ma che meglio sempre ribadire, il CBD è il principale componente non psicoattivo della Cannabis. Secondo uno studio del 2013, pubblicato dal British Journal of Clinical Pharmacology, i vantaggi del CBD sono molteplici:

  • Antinfiammatorio
  • Anticonvulsivo
  • Antiossidante
  • Antiemetico
  • Ansiolitico
  • Antipsicotico

E’ inoltre una potenziale cura per il trattamento della neuroinfiammazione, epilessia, lesioni ossidative, vomito e nausea, ansia e schizofrenia.

Va fatto notare, però, che la cannabis, che alcuni usano a scopo “ricreativo”, ovvero fumandola, viene coltivata in tipologie che hanno alte quantità di THC e molto basse di CBD (dato che il CBD riduce gli effetti psicotici del THC). Per questo motivo è importante ricordare che fumare marijuana non significa avere i benefici appena annunciati.

Proprietà del Cannabidiolo

Il Cannabidiolo (CBD) sta emergendo come un potente rimedio naturale con proprietà anti-infiammatorie e la capacità di aiutare diverse malattie precedentemente irreparabili. Può aiutare a combattere il cancro, l’intestinoirritabile, l’epilessia, schizofrenia, Alzheimer, depressione e molto altro.

Sì è stato scoperto, infatti, che il nostro cervello ha un sistema endocannabinoide che è costituito da specifici recettori contenuti nelle cellule del corpo umano che interagiscono con sostanze endocannabinoidi, ovvero sostanze prodotte dal nostro organismo che sono simili ai cannabinoidi presenti nella Cannabis. Questo dimostra il perchè il nostro corpo sia predisposto naturalmente all’assunzione dei cannabinoidi. Il sistema endocannabinoide si attiva naturalmente in condizioni di piacere e stimola il sistema immunitario.

Le sostanze endocannabinoidi sono naturalmente prodotte dal nostro corpo, regolano la nostra vita dalla nascita alla morte e sono persino contenute nel latte materno. Senza dimenticare che regolano diverse funzioni del sistema nervoso, dell’apparato cardiaco, del sistema riproduttivo e del sistema immunitario.

Controindicazioni del Cannabidiolo

E’ dimostrato, però, che anche questo principio, nonostante sia ben tollerato, possa comunque portare degli effetti collaterali come: lieve abbassamento della pressione, bocca secca, stanchezza, sensazione di testa leggera, riduzione della metabolizzazione di altri farmaci, peggioramento dell’asma.

Questo, ovviamente, vale per le assunzioni interne di CBD e non per le creme o i sieri a base di questo componente, che restano in superficie e non entrano nei nostri vasi sanguigni.

 

Autore Redazione Bellezza e Make Up

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *