domenica, Aprile 14 2024

Glossario degli attrezzi per lo sport: nomi e funzioni di attrezzature e macchine da palestra 

La prima cosa da fare quando si decide di iniziare un buon percorso per mantenersi in forma, è sicuramente quella di valutare al meglio tutte le possibilità che ogni tipo di sport ci propone. Ma se non abbiamo ancora bene in mente o, più semplicemente, non ci interessa sceglierne uno in particolare, allora potremmo tranquillamente pensare di volgere il nostro interesse verso l’attrezzatura che, generalmente, si può trovare nella maggior parte delle palestre oggi esistente.

In questo modo potremo anche approfittare di interessanti offerte sugli attrezzi usati per lo sport che, spesso, le stesse palestre dismettono per rinnovo delle macchine o che utenti privati mettono in vendita perché decidono di cambiare tipologia di sport ( dalla palestra al running , alla bici , ecc ).

Difatti, le attrezzature da palestra sono ottime per raggiungere molti obiettivi di fitness differenti. Esistono talmente tanti attrezzi e strumenti da avere veramente l’imbarazzo della scelta.

A tal proposito, proprio per cercare di seguire, non solo i nostri interessi sportivi, ma anche le nostre esigenze fisiche, bisogna comunque acquisire una certa familiarità con i nomi e le funzioni delle attrezzature da palestra. Questo ci consentirà di scegliere la giusta attrezzatura e raggiungere, quindi, gli obiettivi specifici nella maniera migliore.

Cosa si può trovare in una palestra

Generalmente, gli strumenti e le attrezzature delle palestre vengono suddivisi per funzione.

Attrezzature per CARDIO

Questo tipo di allenamento si svolge seguendo un circuito di esercizi definiti cardiovascolari, ovvero che sfruttano l’attività aerobica, cioè l’energia prodotta durante la respirazione. Pensiamo che un allenamento di questo tipo consente di bruciare fino a 700 calorie in un’ora. Ma ciò che realmente conta in questo tipo di esercizi sono: frequenza e costanza, oltre che, come tutto il resto, un’alimentazione sana.

Attrezzi cardio semplici ed economici :

  • Corde e step: per equilibrio e stabilità;
  • Palle da ginnastica: sono spesso presenti in molte palestre. Queste sono delle grosse palle gonfiate che vengono utilizzate in vari modi durante l’allenamento. Possono essere utilizzate per migliorare l’equilibrio e la stabilità, oltre ad altri usi;
  • Balance board o i cuscini per equilibrio: che consistono in un disco tondo piatto alloggiato sopra una mezza sfera, e sono usati sia per l’equilibrio che per la stabilità;

Macchine cardio più complesse :

  • Tapis roulant: per camminata veloce e corsa;
  • Cyclette: inutile aggiungere ulteriori descrizioni, la conoscerete sicuramente tutti. E’ una bicicletta che, fissata su appositi supporti, permette di pedalare rimanendo comodamente sul posto senza muoversi. Si può regolare la resistenza che simula la pendenza del percorso;
  • Vogatore: un attrezzo che riproduce il gesto che il canottiere compie in canoa o barca, permettendo di allenare tutto il corpo, stimolando fino all’80% i muscoli di chi lo esegue , in particolare gli addominali;
  • Stepper o climber: si tratta di macchine abbastanza compatte e verticali con due pedali separati e con una ringhiera su cui aggrapparsi. Quando si poggiano i piedi sui poggiapiedi, bisogna spingere verso il basso per simulare l’azione di salire le scale;
  • Sci di fondo: simile al vogatore, ma con due pedane separate che fanno scorrere le gambe alternate, simulando l’azione dello sciare;
  • Ellittica: questa macchina è come un incrocio tra un tapis roulant e una cyclette: si sta in piedi  sui pedali e si spinge verso il basso per spostare i poggiapiedi in un movimento ovale mentre si tengono le mani sulle maniglie;

Attrezzatura di resistenza

In una palestra, le attrezzature di resistenza possono essere suddivise in due categorie: pesi liberi e attrezzature associate e macchine di resistenza.

Pesi liberi e attrezzature associate:

  • KETTLEBELL: sembra un anello di metallo con una maniglia in alto e con un peso in basso. Sono ottimi per il fitness, la tonificazione, il rafforzamento, la resistenza, la stabilità e l’equilibrio, ma bisogna saperli usare correttamente, per non farsi male;
  • PESI E MANUBRI O DUMBBELL: si tratta di piccole barre portatili con pesi ad ogni estremità. Di solito si usano in coppia e sono sorretti da una rastrelliera che va dal più leggero al più pesante. I manubri possono variare da molto leggeri, mezzo kilo, a molto pesanti, oltre i 50 kg e più. Alcuni manubri sono regolabili, si usa una maniglia e si scambiano i pesi ad ogni estremità secondo necessità;
  • BILANCIERI E DISCHI: pali di metallo abbastanza lunghi con un peso ad ogni estremità, come dei grandi manubri. Oltre al bilanciere, ci sono i dischi che sono disponibili in diversi pesi e possono venire aggiunti al bilanciere per cambiarne il peso di volta in volta;

Stazioni, panche e rack

  • PANCA PESI: semplice panca di pesi base rettangolare con una parte superiore imbottita che può essere utilizzata per sedersi, sdraiarsi o riposare e che deve aiutarti a posizionarti nel modo migliore per fare un esercizio specifico;
  • PANCA BENCH: questa panca è simile a una panca per i pesi liberi, ma incorpora anche un rack fissato su entrambi i lati, di modo che possa contenere un bilanciere. Un bench è ideale per sviluppare i muscoli del petto e delle braccia;
  • POWER RACK O GABBIA AUTOPORTANTE PER ALLENAMENTO: struttura rettangolare tipo ponteggio, aperta su un lato. È progettato per l’uso con un bilanciere, che può essere collocato a diverse altezze. Può essere utilizzato in molti esercizi diversi, come squat, bench press e deadlifts. Ma la funzione più importante di un power rack è di tenere il bilanciere prima e dopo il sollevamento e di essere in grado di afferrare la barra se hai un problema durante l’esercizio. Questo è noto come “spotting” e può essere fatto da un compagno di allenamento o da questo tipo di attrezzatura da palestra.
  • DIP STATION: struttura indipendente con due manubri separati che sporgono da essa. È un apparecchio piuttosto versatile per far lavorare i muscoli delle braccia, della parte superiore della schiena e del torace.

Macchine di resistenza:

Passiamo ora, invece, alle macchine vere e proprie, cioè tutte quelle attrezzature da palestra che hanno molte parti meccaniche un movimento:

  • LAT MACHINE: Si tratta di una macchina verticale piuttosto compatta, che di solito è posizionata contro un muro. Il pacco pesi è sul retro, con un sedile imbottito nella parte anteriore e un lungo manubrio. Con questa macchina si può lavorare sui muscoli della parte superiore della schiena;
  • PEC DECK: macchinario composto da un sedile e un supporto per lo schienale verticale con un grande manubrio e imbottitura. Questa macchina è ideale per sviluppare i muscoli del petto, delle spalle e delle braccia, ma può essere utilizzata in modo molto efficace per isolare i pettorali;
  • LEG PRESS: questa macchina ha una panca piana o inclinata su cui sdraiarsi e una piastra piatta su cui appoggiare i piedi. Il peso è collegato alla piastra, che spingi avanti e indietro per rafforzare, scolpire e tonificare molti dei grandi gruppi muscolari delle gambe;
  • LEG EXTENSION: è possibile utilizzare questo attrezzo per lavorare precisamente sui muscoli della coscia anteriore, il quadricipite;
  • MACCHINA PER ADDUTTORI E ABDUTTORI: per quanto riguarda il pacco pesi e il sedile, questa macchina assomiglia al pec deck, ma, al posto di due manici, ci sono due appoggi per gambe e piedi, con i cuscinetti posti all’altezza del ginocchio. Attraverso questi ultimi si può lavorare sia sui muscoli adduttori dell’interno coscia, che sui muscoli abduttori esterni;

Attrezzi per calisthenics e corpo libero

Una classe di attrezzi molto particolare e di moda ultimamente, perché permette di fare attività fisica utilizzando il peso del proprio corpo sono, appunto, le attrezzature del cosiddetto calisthenics o street workout o corpo libero. Trovano applicazione anche nel crossfit :

  • BARRA DA TRAZIONI: consiste in una sbarra orizzontale in metallo, posta solitamente ad un’altezza tra 230 e 250 cm. Ci si può appendere per poter effettuare esercizi più comuni come pull up ( trazioni a presa prona ) o chin up ( trazioni a presa supina ) . Permettono anche esercizi più complessi del calisthenics , detti anche skills, come muscle up , front lever , back lever . Incredibile infine l’efficienza dell’allenamento degli addominali alla sbarra, che permette di allenare nello stesso esercizio dorso, spalle, addominali, glutei e gambe.
  • PARALLELE O BARRE PARALLELE : mutuate dalla ginnastica, si tratta di due cilindri di metallo posti a una distanza compresa tra i 50 cm e i 60 cm. Possono trovarsi sia integrate in una dip station che acquistabili in versione domestica autoportante, per permettere di eseguire gli esercizi da un’altezza da terra di circa 120-130 cm. Gli esercizi eseguibili sono : piegamenti alla sbarra o DIPS in tutte le varianti , L-Sit , planche in tutte le varianti , verticale ( handstand ).
  • PARALLETTES : sono dette anche mini-parallele e sono infatti delle parallele che possono essere poste ad un’altezza molto inferiore alle parallele. Permettono di eseguire tutta una serie di esercitazioni a terra che richiedono notevole forza e stabilità. Ad esempio: L-Sit , push up in tutte le varianti, planche in tutte le varianti, verticale ( o handstand ) con i relativi difficilissimi piegamenti in verticale ( handstand push up HSPU ).
  • ANELLI DA GINNASTICA ( RINGS ) : sono strumenti anch’essi mutuati dalla ginnastica, che possono venire appesi al soffitto o a una barra da trazioni. Permettono di eseguire più o meno tutti gli esercizi che possono essere svolti sugli attrezzi precedenti ( barra da trazioni, parallele e paralletes ) , ma con una notevole instabilità che rende tutti gli esercizi notevolmente più difficili. E’ richiesta infatti una notevole coordinazione, che permette di reclutare molti più muscoli e in particolare i cosiddetti muscoli stabilizzatori.

Qualsiasi attrezzo scegliate, buon allenamento !

In conclusione, come avete potuto leggere, quando si parla di attrezzature che si possono trovare in palestra, la scelta à veramente ampia e ardua. Suddividendo le cose in pezzi più piccoli e mettendo la maggior parte delle attrezzature in diverse categorie e scoprendo cosa fanno, possiamo rendere la nostra scelta molto più semplice.

Spero davvero che dopo quest’ampia panoramica su: attrezzature cardiovascolari, strumenti più piccoli e pratici, pesi liberi e panche varie, grandi macchinari a resistenza meccanica, ora la vostra mente avrà più chiarezza e saprà scegliere al meglio cosa serve a voi e al vostro corpo per stare e sentirvi in forma!

Previous

Creme al CBD ( cannabidiolo): cosa sono, effetti benefici e controindicazioni

Next

Le tecniche di massaggio più diffuse e i loro benefici: Shiatsu, Ayurvedico, Linfodrenante, Connettivale, Sportivo, ecc

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe Interessarti Anche