Home » Alimentazione » Diete per dimagrire » Dieta Mima Digiuno: di cosa si tratta, come funziona, le regole da rispettare, effetti e benefici, e dove trovare in commercio i kit più adatti

Dieta Mima Digiuno: di cosa si tratta, come funziona, le regole da rispettare, effetti e benefici, e dove trovare in commercio i kit più adatti

Dieta Mima Digiuno: di cosa si tratta, come funziona, le regole da rispettare, effetti e benefici, e dove trovare in commercio i kit più adatti

Le diete conosciute oggi sono davvero molte, ma negli ultimi anni ce n’è una maggiormente studiata e frutto di una ricerca accurata da parte dell’USC Longevity Institute: una ricerca interdisciplinare condotta dal Professor Valter Longo, il tutto per promuovere sempre la longevità e la qualità della vita.

Si tratta della Dieta Mima-Digiuno o DMD, ma vediamo meglio insieme: di cosa si tratta, come funziona, le regole da rispettare, gli effetti e i benefici, e dove trovare in commercio i kit più adatti.

 

Dieta Mima Digiuno: di cosa si tratta

La dieta Mima-Digiuno o DMD è una dieta che prevede l’assunzione di ingredienti naturali e sani.

Questo regime alimentare viene fatto seguire per un determinato numero di giorni consecutivi e con una frequenza di ripetizione che varia da paziente a paziente.

Il Professor Valter Longo ha sviluppato questo sistema nutrizionale, che secondi determinati studi preliminari potrebbe garantire benefici riguardo l’aspettativa di vita e il miglioramento di determinate dinamiche di salute.

La correlazione salute-alimentazione è ormai sdoganata da anni, molti studi hanno appurato quanto sia importante una sana alimentazione al fine di una lunga e sana aspettativa di vita: la dieta mediterranea di Ancel Keys e tutti gli studi immediatamente successivi, o ancora il Professor Veronesi e l’Istituto Europeo di Oncologia di Milano, con la dieta anti-aging e i risvolti del digiuno parziale e la restrizione calorica sulla longevità della vita dell’uomo.

 

Dieta Mima Digiuno: come funziona

Gli studi del Professor Longo partono da un concetto di base: le proteine animali determinano l’aumento dell’ormone somatrotopo (GH) chiamato anche ormone della crescita.

In sostanza, il professor Longo, ha sperimentato su topi da laboratorio che la riduzione dei livelli di GH, attraverso una dieta specifica di MIMA Digiuno, permette una maggior purificazione delle cellule e quindi un’eliminazione più veloce delle vecchie.

In sostanza si avrebbero degli effetti di ringiovanimento di: tessuti e sistema immunitario.

Questo, va da sé, ha promosso l’ipotesi di possibili benefici circa diverse malattie autoimmuni.

 

Dieta Mima Digiuno: le regole da rispettare

Vediamo ora le regole principali da dover seguire in questo regime alimentare del Professor Longo:

  1. Consumo prevalente di proteine vegetali, contro quelle animali di carne e formaggi, che stimolerebbero i geni promotori della crescita e della degenerazione cellulare;
  2. Valutare fattori personali prima di iniziare questa tipologia di dieta, quali: peso, età, indice di massa corporea, glicemia, temperatura, ematocrito e sideremia;
  3. Seguire l’alimentazione solo per giorni consecutivi, periodicamente da 30 giorni a 4 mesi.

La frequenza della dieta dipende dal soggetto in questione: un normopeso potrebbe segurila ogni 3-4 mesi, mentre un obeso con patologie metaboliche allora anche 1 volta al mese.

Fortemente sconsigliato protrarre questo regime alimentare più del dovuto, potrebbe infatti portare effetti non funzionali e deleteri per l’organismo.

Lo schema calorico prevede una diminuzione della calorie: partendo da 1000 kcal del primo giorno, sino alle 750 del quinto. Con una divisione degli alimenti tra carboidrati e pochi grassi di tipo insaturo.

 

Dieta Mima Digiuno: effetti e benefici

Gli effetti e i benefici di questo regime alimentare sono stati ipotizzati in vista di diverse problematiche, quali:

  • Sclerosi multipla: dato che ogni ciclo di dieta mima digiuno è in grado di distruggere alcune componenti autoimmuni nocive, sostituendole con quelle fisiologiche. Sui topi del Professor Longo, il 50% ha avuto una diminuzione dei sintomi della sclerosi multiplia, e il 20% un regressione completa;
  • Patologie Metaboliche e cardiovascolari: sui topi da laboratorio, abbiamo un 50% della diminuzione dei tumori, un dimezzamento dell’infiammazione, un miglioramento delle funzioni cognitive e un aumento della vita pari all’11%;
  • Chemioterapia: riduzione degli effetti collaterali della chemio, grazie al potenziamento delle cellule normali e sane, e non quelle malate, sempre però studi non ancora intrapresi sull’uomo;
  • Peso corporeo: buona riduzione del grasso viscerale, preservazione della massa muscolare e riduzione degli errori nei test cognitivi (sempre test su topi da laboratorio);

 

Dieta Mima e Digiuno: i kit più adatti

Se vi state chiedendo dove trovare in commercio kit per la dieta mima digiuno, uno con un buon rapporto qualità-prezzo è sicuramente il Prolon.

Si tratta di un programma alimentare della durata di 5 giorni consecutivi, che mette in atto un digiuno simulato: un regime ipocalorico che riesce a ridurre rischi di patologie cardio metaboliche e cronico degenerative.

Si tratta di un kit contenuto in una scatola con 5 box, una per ogni giorno di dieta.

Nelle 5 box troviamo:

  • NR-3 Integratore alimentare a base di vitamine e minerali (all’interno della borraccia)
  • Olio d’Alga Integratore DHA Omega-3
  • Tisana al gusto di menta verde
  • Tisana al gusto di Ibisco
  • Tisana al gusto di menta e Limone
  • Minestrone di Verdure
  • Minestrone di Quinoa
  • Zuppa di Pomodoro
  • Zuppa di verdure
  • Zuppa di funghi Champignon
  • Crackers al cavolo Riccio
  • L-Drink al gusto di Frutti di Bosco
  • L-Drink al gusto di lime
  • Olive verdi all’aglio
  • Olive Verdi al sale
  • Barretta di cioccolato
  • Barretta alle noci

Sono stati inoltre inseriti: una borraccia da 950 ml per diluire le bevande energetiche, delle pratiche istruzioni e il libro “La dieta della longevità” del Dott. Valter Longo.

Tutti gli alimenti all’interno sono composti di soli ingredienti biologici, senza glutine e lattosio, oltre che interamente vegetali. Quindi anche adatti per vegetariani e per chi soffre di intolleranze alimentare.

Autore Redazione Portalebenessere.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *