Dieta vegana: benefici, consigli e gli alimenti consentiti

0
26
Dieta Vegana - benefici alimenti consentiti e controindicazioni

Con Dieta vegana, s’intende un regime alimentare che non comprende carne di animali né prodotti derivati dagli stessi dunque latte, formaggi, uova e miele. Qui sta la differenza con i vegetariani che invece consumano anche prodotti derivanti dagli animali.

Perchè scegliere di diventare vegani? Principalmente per una questione di principio, i vegani sono fermamente convinti che non sia giusto far soffrire gli animali né cibarsene, né tantomeno utilizzarli per altri scopi come abbigliamento e prodotti derivati. In altri casi a questo principio si accosto un’esigenza o un ideale salutistico, quindi si sceglie di non mangiare carne per tenersi in forma e migliorare la propria salute. Di fondo, in realtà, il veganesimo nasce per motivi religiosi ed è poi diventato una questione di principi. Dal punto di vista salutistico decisamente questa dieta assolve pienamente il suo compito, perchè nella dieta vegana non è solo esclusa la carne ma anche il cibo raffinato ed il cibo spazzatura, tutto ciò che è fast food in pratica mentre è promosso il crudismo ed è la salute a guadagnarci ovviamente.

La Dieta vegana: cosa mangiano i vegani

Vediamo un esempio di menù vegano per capire in concreto quali cibi si possono consumare e quali no.

Come antipasto verdure crude, un bel pinzimonio è quello che ci vuole.

Fra i primi non mancano i cereali (integrali) quindi pane, pasta, riso, polenta, farro, bulgur, orzo, segale, avena, quinoa ma anche il miglio e naturalmente i legumi da abbinare alla pasta o per creare zuppe.

Si prosegue con i secondi: ortaggi e verdure ma anche seitan, un alimento ricavato dal glutine molto simile alla carne con cui si possono preparare arrosto, fettine, hamburger e polpette. Proseguiamo con soia e tofu e naturalmente funghi ed alghe (kombu, agar agar, wakame, dulse, hijiki, arame e nori) più i tuberi (patate, rape, manioca, topinambur, pastinache, raperonzoli, daikon e patate americane).

Naturalmente poi vengono la frutta ed il dolce, tutta la frutta possibilmente cruda ed i dolci preparati secondo le ricette vegane con sciroppo d’acero ed il malto di riso e orzo da usare al posto dello zucchero bianco. Da non dimenticare la frutta secca, i semi, i fiori commestibili ed i germogli.

Da tutti questi alimenti si traggono i nutrienti indispensabili per l’organismo senza il contorno di grassi e colesterolo, né farmaci né ormoni. Abbiamo la vitamina B12 nelle alghe, il ferro nelle verdure e negli ortaggi a foglia verde, oltre che nei legumi e nella frutta secca, dove troviamo anche i sali minerali. Abbiamo le vitamine e le proteine che si trovano nei legumi, nella soia ma soprattutto nel seitan e dalla verdura si ricava anche il calcio. Dalla frutta secca, dall’olio evo e dai semi derivano i grassi buoni.

Fra gli alimenti assolutamente vietati troviamo: carne e derivati, latte e derivati, uova, miele ma anche zucchero, cibi precotti, cibi raffinati, dolci, bevande zuccherate, bevande energizzanti, cereali raffinati e tutto ciò che possa in minima parte contenere estratti di carne, latte e uova.

I benefici della dieta vegana

Sono stati mossi sin dall’inizio dei dubbi sui nutrienti che verrebbero meno con questo tipo di dieta, che però sono anche stati smentiti. Indubbi invece sono i benefici della dieta vegana: minor rischio d’infarto, obesità, ictus e diabete, pressione, peso forma e colesterolo sotto controllo.

E’ vero che occorre concepire un menù ben bilanciato per evitare di esagerare con gli zuccheri della frutta, per non incorrere in problemi quali l’anemia o ipotiroidismo ed i celiaci devono fare particolare attenzione, specie agli alimenti come il seitan.

Naturalmente la dieta vegana è molto consigliata per chi vuol perdere peso ma dev’esser comunque assocciata all’assunzione di molti liquidi ed al movimento.

Dieta vegana: piccola guida per diventare vegani

Che cosa serve per diventare vegani:

  • ottime motivazioni
  • costanza
  • spirito d’iniziativa
  • fantasia
  • voglia di sperimentare

Se si vuol diventare vegani, occorre innanzitutto smettere di vedere questa dieta come una privazione di qualcosa, ma come una possibilità per concedersi e sperimentare qualcosa di nuovo. Una porta su un altro mondo, letteralmente e vedremo perchè.

STEP 1 – MOTIVAZIONE

Si parte dalle basi ovvero solide motivazioni: se la carne ci piace ma non ci piace che gli animali vengano uccisi, dobbiamo impegnarci a tralasciare il gusto, se sappiamo che è una causa persa in partenza potremmo anche risparmiarci la fatica.

Come abbiamo detto si diventa vegani per i seguenti motivi:

  • La salute, magari perdere qualche chilo ma soprattutto porre fine a qualche problemino che inizia a diventare disturbante, come un problema di colesterolo persistente o la tendenza ad ingrassare. E’ sorprendente come ci si scopra energici e pronti con la dieta vegana. Provare per credere. Con la dieta vegana inoltre si prevengono tante malattie gravi quali: tumori, Alzheimer e insufficienza renale.
  • Per gli animali, perchè non si sopporta l’idea che si uccida o si sfrutti un animale, per qualsiasi uso (comprese le penne nei piumini). Anche gli animali da cortile soffrono, è giusto che diventino cibo?
  • Per gli altri esseri umani, quelli che non hanno la fortuna di mangiare tutti i giorni. Gli animali vengono nutriti con chili e chili di cibo che potrebbe esser tranquillamente consumato da esseri umani.
  • Per l’ambiente, pensiamo al disboscamento per far spazio agli allevamenti ed all’inquinamento prodotto dalle industrie della carne.

STEP 2 – COSTANZA

Si comincia eliminando qualcosa, piccole cose, giorno dopo giorno: lo zucchero nel caffè ad esempio. Eliminiamo carne e pesce dal menù settimanale un giorno per volta.

STEP 3 – FANTASIA

Bisogna sentire dentro di sé la voglia di provare ed assaporare cibi nuovi, perciò bisogna sperimentare ed informarsi, leggere ricettari e parlare con altri vegani.

Molto presto ci si rende conto che non è solo una questione di cibo ma anche d’indumenti e di oggetti e di spreco, è una nuova mentalità. Ecco cosa vuol dire portare avanti una dieta vegana.

E tu, hai qualche consiglio da dare ai futuri vegani?


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here