venerdì , 20 gennaio 2017
Home » Bellezza » Capelli » Forfora: cause, rimedi naturali e prevenzione
Forfora: cause rimedi naturali cosa fare e come eliminare la forfora
Forfora: cause e rimedi naturali. Scopri come eliminare la forfora in modo naturale, cosa fare, cosa mangiare, consigli utili e i migliori rimedi naturali efficaci contro la forfora grassa e secca.

Forfora: cause, rimedi naturali e prevenzione

Ossessionati dalla forfora? E’ un bel problema, sembra non ce ne si debba liberare mai. Da un’idea di sporco, è fastidiosa, causa prurito, si deposita sui vestiti e quando sembra sparita, eccola che ricompare. Come fare allora? Scopriamo le cause, i sintomi ed i rimedi naturali per la forfora.

La forfora in sostanza è costituita in sostanza da detriti cellulari, cellule morte che si spargono sul cuoio capelluto. Queste cellule hanno origine negli strati bassi dell’epidermide e vengono spinte verso l’esterno dalle cellule giovani. In superficie le cellule vecchie muoiono e danno origine alla forfora. Non è un gravissimo problema di per sé, e non necessariamente è permanente, ma certamente esteticamente non è un bel vedersi. Vediamo quali sono le cause.

Forfora: le cause

La forfora può avere diverse cause: cute grassa, problemi ormonali, cuoio capelluto sensibile, stress, malattie autoimmuni e disfunzioni cardiache. Naturalmente può essere correlata ai prodotti che si usano che magari contengono sostanze aggressive che causo eccessiva produzione di sebo o danno luogo a dermatiti.

Certo, anche la scarsa igiene è una delle cause ma lo sono anche le intolleranze ai latticini ad esempio, o alla frutta secca, al cioccolato o ai frutti di mare. Quindi anche dal punto di vista alimentare possiamo ricercare delle cause: un consumo elevato di grassi, zuccheri e amidi può causare l’insorgere della forfora.

Da non dimenticare il fattore ereditario, per cui se si ha almeno un genitore che ne soffre o ne ha sofferto è facile avere una predisposizione genetica al problema.

Forfora: i sintomi

La forfora è composta da scagliette bianche che si ammassano fra loro e che possono avere consistenza cerosa o grassa, da origine a prurito e cute secca. Solitamente si formano nella parte superiore della testa.

Vediamo quanti tipi di forfora esistono:

  • Lieve, si deve ad un fungo che vive nel cuoio capelluto che ha il nome di Malassenzia, se questo fungo è particolarmente prolifero da origine alla forfora.
  • Dermatite seborroica, si tratta di una forma più grave di forfora e nello specifico è un’infiammazione del cuoio capelluto che può riguardare anche sopracciglia, orecchie e pelle nella zona di naso, guance e fronte. Il cuoio capelluto si presenta grasso e naturalmente si forma la forfora.
  • Psoriasi, ovvero la forma più grave della forfora, la pelle è infiammata e prude. La forfora è a scaglie spesse e si presenta con molta frequenza.

Rimedi naturali contro la forfora

Come eliminare la forfora? Il primo istinto è quello di darci dentro con lo shampoo, ma è un’idea decisamente sbagliata. E’ vero che i lavaggi devono essere frequenti ma lo shampoo non dev’esser né troppo aggressivo né troppo delicato, non fidiamoci di ciò che c’è scritto sopra l’etichetta ma controlliamo il retro dove c’è l’INCI e verifichiamo che non ci siano sostanza chimiche irritanti.

Occorre sempre usare, comunque, dei prodotti specifici (evitare i prodotti con alcol perchè questo secca la pelle), solitamente gli shampoo antiforfora contengono:

  • Zinco piritione, un agente antibatterico e antimicotico in grado d’inibire la proliferazione del fungo che può dar luogo alla dermatite seborroica;
  • Catrame di carbone che rallenta il ciclo vitale della cellula; Acido salicilico, ovvero una sorta di leggero scrub per il cuoio capelluto che rimuove la forfora senza seccare la pelle;
  • Solfuro di selenio che contrasta l’azione del Malassenzia furfur.

E’ fondamentale ricordare che non bisogna eccedere con l’uso di prodotti quali: lacca, gel, spume etc. Molto spesso sono irritanti per il cuoio capelluto.

Diversamente preferiamo gli shampoo bio e gli shampoo naturali che si possono fare con la farina di ceci, ma anche con la rucola. In caso di forfora è molto buona la combinazione bicarbonato di sodio impastato con l’acqua, usato come shampoo e poi risciacquo con l’aceto di mele.

Visto che una delle cause è lo stress, un rimedio naturale è il relax, ovvero prendersi delle pause, dormire bene e magari praticare dello yoga.

Se il problema scaturisce dalla dieta, è bene eliminare i cibi che causano l’intolleranza e preferire cibi ricchi di zinco e vitamine del gruppo B ed H.

In caso di forfora, prendere il sole può essere un bene se non c’è irritazione mentre in caso contario è bene evitare.

Solitamente fra i rimedi naturali contro la forfora non si citano gli oli, perchè sovente il cuoio capellutto è grasso ma nel caso della forfora è interessante l’olio di melaleuca (Albero del tè o Melaleuca alternifolia) che ha proprietà antibatteriche, antibiotiche e antimicotiche.

Un validissimo rimedio è costituito dall’ortica con la quale si possono preparare degli infusi per i massaggi con lo shampoo, per gli impacchi e per il risciacquo.

Molto bene anche limone e pompelmo, sulla cute grassa, astringenti e riequilibranti.

Sono un buon rimedio naturale le maschere all’argilla o a base di hennè neutro. Le maschere per capelli con il tuorlo d’uovo sono molto utili ma si sconsiglia di aggiungere ingredienti grassi come la maionese, meglio preferire un po’ di aceto.

Molto bene anche gli infusi di menta, salvia e rosmarino. Ottimi i preparati a base di bardana, una pianta depurante.

Sono consigliati i risciacqui con il tè nero ed il tè verde o con gli infusi di timo.

Un altro buon rimedio naturale contro la forfora è la polpa o il succo di aloe vera. Possiamo applicarlo direttamente sui capelli e massaggiare un po’ perché penetri sia nei capelli che nel cuoio capelluto. Lasciamo agire tra 10 e 40 minuti e procediamo a sciacquare i capelli. Nel cuoio capelluto, l’aloe agisce eliminando i batteri e i depositi di grasso che ostruiscono i follicoli piliferi, essendo efficace nel trattamento della forfora e seborrea le quali, non curate in tempo, portano inevitabilmente alla caduta dei capelli.

Più specifico, soprattutto in caso di azione batterica e micosi è l’olio di tea tree, che va dosato bene e non utilizzato puro.

In ogni caso è sempre una buona idea farsi visitare da un dermatologo, specie se la cute è infiammata o se si tratta di un caso molto grave.

Forfora: consigli utili

Vediamo qualche consiglio per chi soffre di forfora.

Non grattare la cute, per non danneggiarla e non dar luogo a dermatite. Usare pettini a denti larghi e pettinarsi più volte al giorno. Non toccare i capelli con le mani sporche. Non usare il phon caldo a distanza troppo ravvicinata. Tenere d’occhio l’alimentazione ed in caso assumere degli integratori.

Consiglio utile: se vuoi acquistare prodotti per la cura dei capelli ad un prezzo davvero conveniente, guarda le tante offerte sul sito Amazon: Prodotti per la cura dei capelli

2 commenti

  1. Ciao vorrei un consiglio: ho capelli secchi fini con forfora e cadono tantissimo chi consoglio mi date?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *