Home » Farmaci e Integratori » Minoximen®: farmaco per la caduta dei capelli (maschile o femminile).
Minoximen®: farmaco per la cura per la caduta dei capelli maschile o femminile. Scopri a cosa serve Minoximen, il foglietto illustrativo, come e quando si deve usare, le controindicazioni e gli effetti collaterali.
(proprietà dell’immagine: Menarini S.r.l.)

Minoximen®: farmaco per la caduta dei capelli (maschile o femminile).

Minoximen® è un farmaco contro la calvizie (”alopecia androgenica”) per uso esterno.

GENERALITA’

Forma di somministrazione

Soluzione cutanea (flacone da 60 ml con contagocce).

  • Principi attivi: Minoxidil 2%.
  • Eccipienti: glicole propilenico, alcool, acqua depurata.

Obbligo di ricetta

  • Minoximen® è un farmaco di libera vendita, nelle parafarmacie e farmacie, senza obbligo di ricetta medica.

Prezzo di listino

  • Minoximen® 2% flacone da 60 ml € 19,80.

*La spesa è detraibile dalla dichiarazione dei redditi.

Rimborsabilità del S.S.N.

  • Minoximen® non è rimborsato dal S.S.N.

Azienda

Menarini S.r.l. – Firenze.

(proprietà dell’immagine: Menarini S.r.l.)

DESCRIZIONE

Minoximen® è un farmaco che contiene il principio attivo Minoxidil, ed è utilizzato per contrastare la caduta dei capelli (sia maschile che femminile) del tipo ”alopecia androgenica” (detta comunemente ”calvizie”).

Alopecia androgenica: il meccanismo

”Alopecia” è un termine generico utilizzato per indicare la caduta dei capelli, questa può essere di vari tipi e determinata da cause diverse.

L’alopecia androgenica è la forma più diffusa (tanto che il termine ”calvizie” è associato proprio a questa particolare condizione); questa forma colpisce circa il 65% degli uomini di età superiore ai 40 anni, ed il 40% delle donne nel periodo della menopausa. Non si tratta di una vera e propria malattia, e secondo la terminologia medica è una condizione di ”defluvio in fase telogen”.

Il termine ”defluvio” indica una lenta e progressiva riduzione del diametro (e della lunghezza) dei capelli dovuta alla graduale involuzione dei follicoli da cui nascono; questa involuzione è irreversibile, e porterà alla totale scomparsa dei capelli per completa atrofizzazione dei follicoli.

La perdita dei capelli non è dunque massiva ed improvvisa, ma comincia con una lenta diradazione nelle zone frontali e superiori della testa (nelle donne solo nelle zone superiori); questa diradazione continua nel tempo fino a lasciare completamente (o quasi) prive di capelli queste zone (soprattutto con l’avanzare dell’età). I capelli delle zone sopra le orecchie e della nuca sono invece risparmiati dalla caduta.

Abbiamo detto che il defluvio avviene in fase ”telogen”, questo termine indica un particolare stadio del ”ciclo vitale del capello”: quello ”di riposo”. Normalmente, i cicli di ogni follicolo che danno origine al capello sono differenziati e si alternano, così da avere sempre una percentuale di follicoli in crescita, ed una percentuale in riposo; questo sfalsamento assicura la crescita costante dei capelli in tutto il cuoio capelluto. In una capigliatura sana, i follicoli in fase telogen sono solo il 14% del totale, mentre nell’alopecia androgenica questa percentuale sale notevolmente.

Dunque un grandissimo numero di follicoli rimane in fase di riposo, e questo succede perché si riduce il tempo della fase di crescita (detta ”anagen”) che diventa troppo rapida per garantire una corretta formazione del capello il quale cresce più sottile, corto e decolorato.

In pratica il capello assume l’aspetto di un ”pelo del vello” (come ce ne sono tanti nel resto del corpo, ma che non vediamo ad occhio nudo), successivamente (sempre a causa della riduzione del tempo di anagen) si perde anche la sincronizzazione dei cicli vitali, e sempre più follicoli rimangono contemporaneamente in fase di riposo.

Con il passare degli anni subentrano anche i fenomeni di atrofizzazione e morte dei follicoli, in questo stadio non sarà più possibile ricuperare la crescita dei capelli e la calvizie sarà definitiva: l’unico intervento possibile sarà quello chirurgico, con l’autotrapianto dei capelli.

Alopecia androgenica: la causa

Ciò che determina la riduzione del tempo d’inizio del ciclo vitale (e che determina dunque l’alopecia androgenica) è l’azione degli ormoni androgeni (tipicamente maschili, ma presenti in basse percentuali anche nelle donne); questi ormoni riducono la possibilità di nutrimento (per via ematica) dei follicoli che danno origine ai capelli: mancando il nutrimento, i follicoli produrranno capelli di scarsa qualità, fino poi a morire.

Quest’azione abnorme degli androgeni non è normale e deriva da un eccesso dei loro metaboliti nel follicolo del capello; infatti, normalmente il Testosterone è trasformato (nel follicolo) in un metabolita detto Diidrotestosterone, per opera di un enzima chiamato 5-alfa-reduttasi; il diidrotestosterone ha il compito fisiologico di ridurre l’attività di crescita (altrimenti non si avrebbero le fasi di riposo necessarie alla rigenerazione del follicolo).

Alcune condizioni possono determinare un eccesso di questo metabolita, ed è proprio l’eccesso (non la sua presenza) a determinare l’azione abnorme e, dunque, l’alopecia.

Queste condizioni possono essere di vario tipo: per esempio un aumento della quantità di androgeni circolanti, o una loro maggiore quota libera dalle proteine di trasporto ematiche, o un aumento del numero e dell’affinità dei recettori follicolari per gli androgeni stessi, o una iperattività dell’enzima 5-alfa-reduttasi che produce Diidrotestosterone, o una diminuzione di attività di un altro enzima (l’aromatasi) che converte gli androgeni in estrogeni (favorenti la crescita del capello). In tutti i casi, l’effetto finale è un eccesso dell’azione androgena che risulta negativa per il capello.

Ma quali sono le origini di queste condizioni che portano all’eccesso dell’azione androgena? Molteplici. Queste possono essere condizioni genetiche (dunque trasmesse per via ereditaria), oppure patologie ormonali, la policistosi ovarica, la menopausa, l’iperandrogenismo, tumori virilizzanti, terapie ormonali e tante altre ancora.

Sta al medico valutare se sia il caso di indagare sulle cause di un’alopecia androgenica (specialmente se il paziente è di sesso femminile); a seguito delle indagini, il medico potrà indirizzare il soggetto verso la risoluzione dell’eventuale male d’origine, o verso il semplice contrasto alla caduta, o verso un’azione combinata.

Minoximen®

Il farmaco non risolve una eventuale origine ”patologica” dell’alopecia androgenetica, ma è utile a limitare il processo di involuzione del capello (favorendo il mantenimento di una capigliatura sana) ed a stimolare il ciclo vitale laddove i follicoli non sono ancora atrofizzati (favorendo la ricrescita).

L’utilizzo di Minoximen® non è indicato per tipi di alopecia diversi da quella ”androgenica”, perché non ne sono stati studiati gli effetti in tali casi.

L’utilizzo deve essere iniziato il prima possibile e continuato per tutto il tempo in cui si desidera mantenere la capigliatura; la sospensione di Minoximen® (come di tutti i farmaci contenenti Minoxidil) comporta la regressione dei follicoli allo stadio pre-trattamento, con ripresa della caduta entro pochi mesi.

Non tutti i soggetti hanno effetti soddisfacenti dall’uso di Minoximen®, particolarmente gli anziani o coloro che presentano alopecia androgenica da troppo tempo; tuttavia la percentuale di efficacia è sufficientemente alta (circa il 50% dei soggetti trattati), con un progressivo aumento del diametro e della lunghezza del capello, arresto della caduta, ed un buona probabilità di ricrescita dai follicoli non ancora atrofizzati.

Infine, l’utilizzo di Minoximen® è una valida alternativa ad altri farmaci attivi contro l’alopecia; molti di questi contengono sostanze (per es. la finasteride) che possono comportare effetti indesiderati notevoli.

LA SUA AZIONE

Minoximen® è un farmaco a base di Minoxidil, questa molecola è stata dapprima sperimentata (con uso orale) per il trattamento dell’ipertensione (vista la sua potente azione vasodilatatoria); durante la sperimentazione è stato rilevato un curioso effetto collaterale: l’aumento della crescita dei capelli.

L’utilizzo di minoxidil contro l’ipertensione è stato abbandonato, e l’effetto collaterale è diventato il principale effetto terapeutico desiderato; tuttavia l’uso per via orale comporta effetti indesiderati importanti, e dunque l’utilizzo di minoxidil avviene solo per via ”topica” (cioè esterna: sulla cute del cuoio capelluto).

Il meccanismo d’azione che porta a preservare il follicolo del capello (dall’eccesso di metaboliti androgeni) non è stato ancora stabilito con certezza, si ritiene che il minoxidil sia in grado di aumentare il tempo di durata della fase iniziale del ciclo del capello (la fase anagen), così da permettere una maggiore maturazione dello stesso, che può crescere dunque più resistente, più spesso e più lungo; quest’azione si è rilevata particolarmente efficace nell’area superiore della testa.

L’azione del minoxidil è comunque solo sintomatica, perché non interagisce con le origini delle condizioni che portano all’eccesso di metaboliti androgeni.

Minoximen® deve essere applicato ogni giorno sul cuoio capelluto, e per tutto il tempo in cui si vuole mantenere la capigliatura: la sospensione dell’applicazione comporterà certamente un ritorno alla calvizie; inoltre, gli effetti del farmaco compaiono dopo circa 3-4 mesi di applicazione costante.

Minoximen® (soluzione al 2% in minoxidil) ha una efficacia minore rispetto allo stesso farmaco in concentrazione maggiore (Minoximen® al 5%), ma presenta minori rischi di effetti indesiderati (quali abbassamento della pressione o disfunzioni sessuali – vedi dopo). Infatti, nonostante l’applicazione prevista sia quella cutanea, è sempre da considerare un certo grado di assorbimento ”sistemico” (cioè nel circolo sanguigno, con potenziali effetti in tutto l’organismo); inoltre, da questo punto di vista è da considerare che il cuoio capelluto deve essere integro, perché eventuali dermatiti potrebbero aumentare il grado di assorbimento.

Tuttavia, la maggior parte del farmaco eventualmente assorbito nel resto del corpo viene eliminata in pochi giorni con le urine, minimizzando eventuali effetti sistemici (previa, ovviamente, la sospensione delle applicazioni).

UTILIZZO

Minoximen® è disponibile in soluzione per uso esterno da applicare sulla cute del cuoio capelluto.

Pazienti di età superiore ai 18 anni ed inferiore ai 55.

Applicare 1 ml di soluzione sulla zona interessata, due volte al giorno (mattino e sera).

  • per quantificare la dose è disponibile il contagocce graduato.
  • si consiglia di cominciare l’applicazione dal centro della zona interessata.
  • la zona trattata deve essere asciutta ed integra.
  • non aumentare la dose giornaliera oltre 2 ml (in due applicazioni separate), a prescindere dall’estensione dell’area interessata.
  • lavarsi accuratamente le mani dopo l’applicazione, o usare guanti protettivi.
  • eventuali shampoo vanno effettuati prima dell’applicazione del prodotto (utilizzare comunque solo shampoo delicati).
  • il farmaco non va usato su altre parti del corpo.

I primi effetti terapeutici saranno visibili dopo 3-4 mesi di applicazione giornaliera, se questi non sono evidenti è opportuno consultare il medico.

N.B. L’applicazione del prodotto deve avvenire su cute integra ed in buono stato.

N.B. La tollerabilità (e l’efficacia) del prodotto non sono state valutate nei soggetti di età inferiore ai 18 anni e superiore ai 55.

POSSIBILI EFFETTI INDESIDERATI

Minoximen® può comportare i seguenti effetti indesiderati:

  • reazioni dermatologiche minori (irritazioni, eritemi, desquamazioni, prurito, secchezza, bruciore, rash);
  • ipertricosi (aumento della peluria in zone diverse dal cuoio capelluto).

Altri effetti indesiderati (meno frequenti) possono essere vertigini, formicolii, debolezza, mal di testa, infiammazioni o degenerazioni dei nervi (neuriti), edemi, eczemi, irritazione oculare, disturbi visivi, otiti, alterazioni del gusto.

Effetti più raramente osservati sono di tipo paradosso (alopecia ed anormalità dei capelli), ma anche alterazioni della pressione sanguigna o della frequenza cardiaca, dolori al petto, problemi epatici, calcoli renali, disfunzioni sessuali.

Sintomi da eventuale sovradosaggio possono comprendere eccessiva irritazione del cuoio capelluto, effetti cardiovascolari, dolori toracici, aumento di peso, tachicardia, debolezza e vertigini, gonfiore a mani o piedi; in questi casi va interrotto il trattamento ed immediatamente avvertito il medico.

Reazioni allergiche o di ipersensibilità sono possibili e devono indurre alla sospensione del farmaco e ad avvisare un medico (vedi ”allergie ed ipersensibilità”).

CONTROINDICAZIONI E CAUTELE

Consiglio

Nessun farmaco (o integratore) deve essere utilizzato dietro consiglio di persone che non siano professionisti sanitari qualificati (per es. farmacisti, medici, biologi, erboristi).

Non utilizzate farmaci (o integratori) dietro consiglio di persone non qualificate, solo perché esse ne hanno avuto giovamento: ognuno di noi è un caso “unico” che può essere valutato solo da un professionista.

Pediatria – Gravidanza – Allattamento

L’uso pediatrico non è considerato, in quanto l’alopecia androgenica non si può verificare nei bambini; inoltre l’efficacia (e la tollerabilità) del prodotto non è stata dimostrata nei soggetti di età inferiore ai 18 anni.

Minoximen® non è da utilizzare in caso di gravidanza o allattamento.

Malattie in atto o passate

Minoximen® non deve essere assunto nei seguenti casi:

  • coronaropatie;
  • aritmie;
  • valvulopatie;
  • scompensi cardiaci.

L’eventuale presenza di altri disturbi cardiovascolari (ipertensione compresa) deve indurre a chiedere un parere medico prima dell’utilizzo del farmaco.

Cautele

L’utilizzo nei pazienti di età superiore ai 55 anni deve essere valutato da un medico.

Data la presenza di alcool nella soluzione, è opportuno lavarsi le mani dopo l’applicazione o usare guanti; in caso di contatto accidentale con occhi, mucose, parti intime o cute abrasa lavare con abbondante acqua fresca.

Allergie ed ipersensibilità

Si raccomanda di osservare la composizione insieme al farmacista, sia riguardo i principi attivi sia riguardo gli eccipienti. Non somministrare il prodotto se siete allergici (o ipersensibili, o intolleranti) ad uno dei componenti.

Le manifestazioni allergiche (o di ipersensibilità, o di intolleranza) possono comparire anche per la somministrazione di sostanze che sono SIMILI CHIMICAMENTE a quelle che dovreste evitare. Le persone con tendenza a queste reazioni devono verificare anche la presenza di queste sostanze, insieme al farmacista o al medico.

INTERAZIONI CON ALTRE SOSTANZE

Minoximen® può essere assorbito nel circolo sistemico (in quantità superiore al previsto) qualora si applichino altri prodotti che alterano la permeabilità della cute del cuoio capelluto; in questo casi sono possibili effetti indesiderati di maggiore entità.

CONSIGLI FINALI

Si consiglia di conservare il prodotto ad una temperatura non superiore ai 25°C. Tenere fuori dalla portata dei bambini.

N.B. Il prodotto è un medicinale. Per ulteriori dubbi sul suo utilizzo raccomando di leggere il foglietto illustrativo allegato nella confezione, e di rivolgervi al vostro farmacista o al vostro medico curante.

Come per l’utilizzo di qualsiasi prodotto (integratore o farmaco che sia) consiglio SEMPRE di riferire al farmacista, o al medico, eventuali malattie in atto PRIMA dell’acquisto e della somministrazione.

Autore Dr. Livio Chiesa

mm
Dottor Livio Chiesa: Farmacista direttore, autore di testi farmaceutici e fitoterapici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *