Home » Farmaci e Integratori » Momentact analgesico®: farmaco contro dolori mestruali ed altri dolori di tipo transitorio.
Momentact analgesico®: foglietto illustrativo, a cosa serve, prezzo, controindicazioni, effetti collaterali. Scopri a cosa serve Momentact analgesico bustine, per quali malattie si usa, come assumerlo, la posologia per bambini e adulti, le controindicazioni e gli effetti collaterali del farmaco antidolorifico Momentact analgesico.
Momentact analgesico® (proprietà dell’immagine: ACRAF S.p.A.).

Momentact analgesico®: farmaco contro dolori mestruali ed altri dolori di tipo transitorio.

Momentact analgesico® è un efficiente antidolorifico a base di ibuprofene contro i dolori comuni tra i quali mal di testa, mal di denti, dolori muscolari e dolori mestruali; l’uso deve essere limitato per via degli effetti indesiderati a carico dell’apparato gastrointestinale.

GENERALITA’

Forma di somministrazione

  • granulato per soluzione orale (confezione da 12 bustine).

Principi attivi: ibuprofene sale sodico diidrato 512 mg (equivalenti ad ibuprofene 400 mg).

Eccipienti: saccarosio, potassio bicarbonato, aroma arancia, acesulfame potassico, aspartame.

Obbligo di ricetta

  • Momentact analgesico® è un farmaco da banco, di libera vendita nelle parafarmacie e farmacie, senza obbligo di ricetta medica.

Prezzo di listino

  • Momentact analgesico® 12 bustine 400 mg, € 8,90.

*La spesa è detraibile dalla dichiarazione dei redditi.

Rimborsabilità del S.S.N.

Momentact analgesico® non è rimborsato dal S.S.N.

Azienda

Aziende Chimiche Riunite Angelini Francesco – ACRAF S.p.A. – Roma

(proprietà dell’immagine: ACRAF S.p.A.)

DESCRIZIONE

Momentact analgesico® è un farmaco a base di ibuprofene; il medicinale è utile per combattere i dolori transitori di vario tipo, ma anche per abbassare la febbre; l’ibuprofene è infatti dotato di proprietà antinfiammatorie, antidolorifiche ed antipiretiche (febbrifughe).

Il farmaco trova utilità per alleviare i sintomi più comuni che si manifestano nelle seguenti condizioni:

N.B. Momentact analgesico® non deve essere utilizzato contro i dolori di origine gastro-intestinale.

Momentact analgesico® è ben assorbito dopo somministrazione orale e la sua azione è rapida e potente; l’ibuprofene ha notevole attività antidolorifica ed antifebbrile.

L’uso del farmaco deve essere limitato nel tempo. Nel caso lo si usi nel corso di patologie croniche (come i dolori articolari) sarebbe opportuno far ricorso ad altri tipi di antinfiammatori (secondo parere medico) che presentino minori effetti indesiderati e permettano dunque un utilizzo più prolungato.

L’utilizzo nel corso di patologie transitorie come i dolori mestruali prevede solitamente la possibilità di attenuare agevolmente i sintomi fino alla risoluzione spontanea del problema; anche in questi casi, comunque, la terapia non deve superare i dosaggi consigliati, e se la sintomatologia persiste è opportuno consultare il medico.

Momentact analgesico® è infatti un farmaco che può portare notevoli problemi all’apparato gastroenterico se utilizzato impropriamente; inoltre una continua necessità di attenuazione di sintomi (ricorrenti o persistenti) deve far pensare che sia in atto una patologia di tipo cronico (che richiede l’attenzione del medico).

E’ da sottolineare, infatti, che Momentact analgesico® è un farmaco solo ”sintomatico” e dunque attenua i sintomi ma non cura la loro causa; attenuare continuamente i sintomi può portare a sottovalutare (e dunque trascurare) un patologia che può essere anche grave.

LA SUA AZIONE

Momentact analgesico® contiene ibuprofene sale sodico diidrato che libera il principio attivo vero e proprio: l’ibuprofene.

Questa molecola appartiene alla categoria dei farmaci antinfiammatori non steroidei (per distinguerla da quelli steroidei: i cortisonici) ed ha le attività tipiche di tutti i FANS: antinfiammatoria, antidolorifica, antipiretica.

Dolori di varia origine

In questi casi l’attività antidolorifica è sostenuta dall’attività che si espleta nella riduzione della ”risposta infiammatoria” e nell’attenuazione della sensibilità al dolore.

La risposta infiammatoria è una reazione difensiva dell’organismo innescata da un danno in atto; il processo prevede la formazione di una serie di sostanze dette ”pro-infiammatorie” che aumentano la sensibilità al dolore e comportano una modificazione vascolare nelle sede dell’affezione: i vasi si dilatano ed aumentano la loro permeabilità ai liquidi dal sangue verso i tessuti lesi (compaiono gli altri sintomi che seguono il dolore: rossore, aumento di temperatura della parte, gonfiore).

La risposta infiammatoria (pur comportando sintomi fastidiosi) è una reazione utile, infatti l’aumento di sensibilità al dolore ci permette di porre la parte colpita innanzitutto al riparo ed a riposo, l’afflusso di liquidi nella parte colpita diluisce ed isola gli elementi estranei come i germi, inoltre insieme ai liquidi arrivano le cellule del sistema immunitario deputate alla difesa; successivamente una serie di reazioni porterà anche alla riparazione del danno della parte.

L’uso di antinfiammatori-antidolorifici limita quindi fenomeni difensivi, e non può dunque essere considerato una cura ma solo un mezzo per attenuare i sintomi; la causa (se non si risolve spontaneamente) deve essere trattata con farmaci di tipo ”curativo” con l’aiuto del medico.

Il meccanismo d’azione

L’ibuprofene diminuisce la risposta infiammatoria bloccando l’attività dell’enzima ciclossigenasi, questi è infatti deputato a trasformare l’acido arachidonico delle pareti cellulari in sostanze pro-infiammatorie; bloccando l’enzima, queste non si formano e vengono attenuati i sintomi.

L’ibuprofene però agisce in modo aspecifico nei confronti di tutte le forme dell’enzima ciclossigenasi; il farmaco blocca infatti sia la forma di tipo 2 (ad attività infiammatoria: azione utile) sia la forma di tipo 1 (che forma anche sostanze fisiologiche quali le prostaglandine gastroprotettrici); l’azione dell’ibuprofene provoca dunque effetti indesiderati a carico dello stomaco: la gastrolesività.

Dolori mestruali (dismenorrea)

In questi casi l’azione dell’ibuprofene è duplice perché, riducendo la formazione di prostaglandine, limita anche la formazione di quelle che stimolano la contrattilità uterina (cioè la principale causa dei dolori mestruali); a quest’azione si unisce la diminuzione della sensibilità al dolore (generica).

UTILIZZO

Momentact analgesico® è disponibile in bustine che contengono un granulato da sciogliere in un bicchiere d’acqua prima dell’assunzione orale.

Adulti e ragazzi di età superiore ai 12 anni

Assumere il contenuto di 1 bustina, sciolto in acqua, fino ad un massimo di 3 volte nell’arco delle 24 ore.

Assumere a stomaco pieno.

La terapia non deve protrarsi a lungo e, specialmente negli adolescenti, non deve superare i 3 giorni consecutivi; se i sintomi persistono oltre tale termine deve essere consultato il medico.

Si consiglia di attenersi ai dosaggi indicati e di ridurli (se possibile) ai minimi indispensabili per controllare i sintomi.

N.B. La dose massima di 1.200 mg di ibuprofene nell’arco delle 24 ore non deve essere mai superata.

N.B. Non tutte le persone possono assumere Momentact analgesico® (vedi ”controindicazioni”).

POSSIBILI EFFETTI INDESIDERATI

L’uso di Momentact analgesico® potrebbe comportare effetti indesiderati lievi o anche gravi; si consiglia di sospendere il trattamento se dovessero comparire i seguenti effetti o qualsiasi altro non compreso in questo elenco:

  • bruciore allo stomaco;
  • dolore allo stomaco o pesantezza;
  • sintomi di indigestione;
  • nausea, vomito;
  • dolori addominali, gas addominali con flatulenza;
  • alterazione della regolarità intestinale con stitichezza o diarrea.

Effetti indesiderati anche più seri possono comparire, tra questi citiamo i seguenti:

  • gastrite, ulcera;
  • emorragia gastro-intestinale o perforazione (maggiormente nei pazienti anziani);
  • feci scure o vomito con sangue;
  • esacerbazione di coliti o del morbo di Crohn.

Non solo l’apparato gastrointestinale può essere sede di effetti avversi, a seguire si citano quelli possibili in altri apparati:

  • ritenzione di liquidi, edema;
  • ipertensione, insufficienza cardiaca;
  • alterazioni o danni alla funzionalità dei reni (maggiormente negli adolescenti in stato di disidratazione).

Con l’uso di Momentact analgesico® è stato osservato un modesto aumento di rischio per eventi trombotici (es. infarti o ictus) specialmente per assunzioni prolungate ad alti dosaggi.

Effetti avversi più rari possono interessare il sistema nervoso con la comparsa di sonnolenza o vertigini; ne tengano conto i soggetti che effettuano lavori di precisione o guidano mezzi di trasporto.

N.B. Altri effetti ancora più rari ma potenzialmente fatali possono comparire; tra questi citiamo broncospasmo, asma, altri effetti respiratori, manifestazioni cutanee o delle mucose, segnali di ipersensibilità o allergie o intolleranze, disturbi epatici, disturbi visivi.

N.B. Momentact analgesico® può alterare temporaneamente la fertilità femminile; le donne che intendono iniziare una gravidanza, o che hanno problemi di fertilità, o che sono sottoposte ad indagini sulla fertilità non dovrebbero assumere il farmaco. Questo effetto è reversibile con la sospensione del trattamento.

CONTROINDICAZIONI E CAUTELE

Consiglio

Nessun farmaco o integratore deve essere utilizzato dietro consiglio di persone che non siano professionisti sanitari qualificati (farmacisti, medici, biologi, erboristi).

Non utilizzate farmaci o integratori dietro consiglio di persone non qualificate solo perché esse ne hanno avuto giovamento: ognuno di noi è un caso “unico” che può essere valutato solo da un professionista.

Pediatria – Gravidanza – Allattamento

Momentact analgesico® non deve essere assunto dai ragazzi di età inferiore ai 12 anni.

Momentact analgesico® non deve essere assunto in gravidanza o in allattamento.

Malattie in atto o passate

Momentact analgesico® non deve essere assunto nei seguenti casi:

  • asma, problemi respiratori;
  • malattie gastroenteriche, ulcera, perforazioni o emorragie gastrointestinali;
  • grave insufficienza epatica, o renale, o cardiaca;
  • alterazioni nella coagulazione del sangue;
  • Lupus eritematoso sistemico e/o con malattia mista del connettivo;
  • pazienti disidratati.

Momentact analgesico® contiene aspartame dunque è controindicato nei pazienti affetti da fenilchetonuria.

Momentact analgesico® contiene saccarosio; i pazienti con problemi di intolleranza al fruttosio, malassorbimento di glucosio e galattosio o da insufficienza di saccarasi-isomaltasi non devono assumere questo medicinale.

Cautele

Momentact analgesico® deve essere assunto con molta cautela e solo sotto controllo medico nei seguenti casi:

  • pazienti anziani (specie se debilitati);
  • soggetti con predisposizione alle allergie di qualsiasi tipo;
  • storia di malattie gastrointestinali, morbo di Crohn;
  • problemi epatici;
  • problemi renali;
  • episodi passati o predisposizione ad eventi dell’apparato cardiovascolare come ipertensione, insufficienza cardiaca, cardiopatie, malattie vascolari, presenza di fattori di rischio (diabete, fumatori, alti livelli di grassi nel sangue).

Momentact analgesico® contiene sodio e potassio.

Allergie, ipersensibilità ed intolleranze

Si raccomanda di osservare la composizione insieme al farmacista, sia riguardo i contenuti attivi sia riguardo gli eccipienti. Non somministrare il prodotto se siete soggetti allergici o ipersensibili ad uno dei componenti.

Si fa notare che, le manifestazioni allergiche e di ipersensibilità, possono comparire anche per la somministrazione di sostanze che sono SIMILI CHIMICAMENTE a quelle che dovreste evitare. Le persone con tendenza a queste reazioni devono quindi verificare anche la presenza di queste sostanze insieme al farmacista o al medico.

N.B. I soggetti che hanno manifestato in passato reazioni a seguito dell’uso di altri farmaci appartenenti alla categoria dei FANS (per esempio Aspirina®, Cardioaspirin®, Aulin®, Momenxsin®) non devono assumere questo medicinale.

N.B. I soggetti allergici non dovrebbero assumere Momentact analgesico® se non sotto controllo medico.

N.B. Momentact analgesico® contiene saccarosio; i pazienti con problemi di intolleranza al fruttosio, malassorbimento di glucosio e galattosio o da insufficienza di saccarasi-isomaltasi non devono assumere questo medicinale.

INTERAZIONI CON ALTRE SOSTANZE

L’uso di Momentact analgesico® può comportare interazioni con i seguenti farmaci:

  • antinfiammatori di qualsiasi tipo compresi altri FANS, inibitori selettivi della ciclossigenasi di tipo 2, salicilati, acido acetilsalicilico, analgesici, cortisonici;
  • antiaggreganti, trombolitici, anticoagulanti, inibitori selettivi del reuptake della serotonina, ginkgo biloba;
  • antipertensivi, ACE inibitori e antagonisti dell’angiotensina II, diuretici;
  • farmaci cardioattivi;
  • farmaci inibitori enzimatici.

Altre interazioni possono comparire nello specifico con i seguenti farmaci:

  • fenitoina, litio;
  • aminoglicosidi, ciclosporine, antibiotici chinolonici, sulfaniluree, tacrolimus;
  • colestiramina, mifepristone, probenecid, moclobemide, metotrexato;
  • zidovudina, ritonavir;
  • baclofene, bifosfonati, pentossifillina.

N.B. Interazioni sono possibili anche con altri farmaci, il medico o il farmacista devono essere informati se assumete altri medicinali o integratori.

CONSIGLI FINALI

Si consiglia di conservare il prodotto ad una temperatura non superiore ai 25°C. Tenere fuori dalla portata dei bambini.

N.B. Il prodotto è un medicinale. Per ulteriori dubbi sul suo utilizzo raccomando di leggere il foglietto illustrativo allegato nella confezione e di rivolgervi al vostro farmacista o al vostro medico curante.

Come per l’utilizzo di qualsiasi prodotto (integratore o farmaco che sia) consiglio SEMPRE di riferire al farmacista, o al medico, eventuali malattie in atto PRIMA dell’acquisto e della somministrazione.

Autore Dr. Livio Chiesa

Dottor Livio Chiesa: Farmacista direttore, autore di testi farmaceutici e fitoterapici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *