Home » Alimentazione » Noce di cocco: proprietà, benefici, uso e controindicazioni
Noce di cocco: proprietà, benefici, valori nutrizionali, calorie, uso e controindicazioni. Scopri le proprietà del cocco, i benefici per la salute, gli usi in cucina o come rimedio naturale, le controindicazioni e gli effetti collaterali della noce di cocco.

Noce di cocco: proprietà, benefici, uso e controindicazioni

Non tutti sono amanti della noce di cocco, soprattutto per l’operazione complessa di apertura che necessita. Eppure è un frutto che fa bene alla salute, mai sottovalutarlo. Scopriamo le proprietà del cocco, i benefici per la salute, gli usi e le controindicazioni.

Cocco: curiosità e caratteristiche

palma da cocco e noci di coccoIl cocco è il frutto della Cocos nucifera, pianta arborea della famiglia delle Arecaceae. I locali chiamano questa palma “albero della vita” perché di essa tutto è utilizzabile: l’acqua, il latte, la polpa, lo zucchero, l’olio, ma anche il guscio e le foglie.

Il nome “coco” invece fu coniato dai conquistadores che la chiamarono “muso di scimmia” perché a loro ricordava proprio la testa dell’animaletto.

La pianta, coltivata ormai un po’ ovunque, vive molto a lungo, può superare il centinaio d’anni.

Dalla noce di cocco derivano diversi sotto prodotti: acqua, latte, zucchero ed olio di cocco. Mentre con i fiori si prepara una bevanda alcolica e legno e foglie si utilizzano per creare dalle stuoie, ai tetti per le case, ai suppellettili.

Come si acquista una buona noce di cocco? Per riconoscerne una fresca basta agitarla, se non c’è l’acqua è vecchia.

In molti credo che l’olio di cocco sia solo un cosmetico, ma cercatelo anche negli scaffali dei condimenti nel supermercato, magari in uno etnico, e troverete anche l’olio di cocco da cucina che ha molte proprietà benefiche.

Curiosità: esistono diverse tipologie di palma da cocco, alta e bassa, le più alte son le più longeve. Se desiderate averne una in giardino optate per quella nana che più facilmente gestibile, le palme alte radicano molto più in profondità e richiedono molta più manutenzione. Se abitate vicino al mare, in terreni sabbiosi la vostra palma crescerà decisamente meglio che non città.

Noce di cocco: proprietà e benefici

Perché la noce di cocco ci fa così tanto bene? Vediamo cosa contiene (100 gr.):

  • calorie 354;
  • sali minerali (ferro 1,7 mg, potassio 256 mg, rame 0,32 mg, calcio 13 mg, zinco 0,50 mg, magnesio 46 mg, fosforo 95 mg e sodio 23 mg);
  • vitamine B, B1, B2, B3, B5, B6, E, K e J e C;
  • fibre 9,4 g;
  • lipidi 35 g;
  • carboidrati 9,6 g;
  • acqua 50,9 g;
  • amminoacidi (acido aspartico e acido glutammico, arginina, cistina, glicina, fenilalanina, istidina, isoleucina, alanina, leucina, lisina, prolina, metionina, serina, tirosina, triptofano, valina e treonina);
  • acidi (acido miristico, acido palmitico, laurico, oleico, stearico, linoleico e caprilico).

Ed ecco le benefiche proprietà del cocco:

  • allevia lo stress, soprattutto aiuta a far fronte alla stanchezza;
  • dona energia se ci si sente deboli;
  • è dissetante e rinfrescante;
  • è alleata degli sportivi perché ricca di sali minerali;
  • essendo ricca di magnesio è consigliata alle donne in menopausa o con una forte sindrome premestruale;
  • aiuta a mantenere equilibrata la pressione ed i livelli di colesterolo, proteggendo il sistema cardiovascolare dalle malattie cardiache e l’arteriosclerosi;
  • le fibre di cui è ricco favoriscono un buon funzionamento dell’intestino;
  • soprattutto l’acqua di cocco aiuta a rafforzare il sistema immunitario;
  • aiuta a prevenire i disturbi della gastrite;
  • protegge il fegato e lo aiuta a depurarsi;
  • fa bene al cervello ed al sistema nervoso, secondo alcuni studi migliora le funzionalità cerebrali in pazienti con forme lievi di malattia di Alzheimer;
  • è molto utile in caso di vomito e dissenteria per riequilibrare acqua e sali minerali;
  • contribuisce ad un regolare funzionamento dell’intestino;
  • promuove il corretto sviluppo di ossa e denti forti e sani e previene l’osteoporosi;
  • riduce l’appetito quindi è alleata della dieta;
  • l’acqua di cocco è altamente depurante;
  • promuove la rigenerazione cellulare;
  • l’olio di cocco è invece ricco di antiossidanti.

Cocco: uso e controindicazioni

I derivati del cocco sono tanti:

  • latte
  • acqua
  • burro
  • olio
  • farina di cocco

Ed anche i loro usi sono diversi.

L’olio ad esempio, quello per il corpo, è molto utile per i massaggi, per idratare la pelle e mantenerla tonica. Inoltre previene le dermatiti. Rilassa ed aiuta ad allontanare la stanchezza fisica.

Lo si può anche massaggiare sui capelli e farci degli impacchi, è lisciante, idratante, nutriente e favorisce la crescita. Ottimo anche contro le labbra screpolate e destate contro gli eritemi solari. Idem per il burro di cocco (che è l’olio allo stato solido). Leggi anche: Olio di cocco.

Il latte di cocco viene citato sovente come struccante, ma attenzione non è ottimale per la pelle grassa. Questo latte è ottimo per sostituire quello vaccino e per frullati energetici, ma attenzione a grassi e calorie, se siete a dieta evitate o chiedete al nutrizionista.

Ottimo invece per maschere per il viso con pelle secca o stressata. Una molto basilare si compone di latte di cocco e farina di riso o argilla. Idratante ed antiage. Si tiene in posa 15 minuti.

Come fare il latte di cocco in casa:

  1. passare al robot 200 gr di polpa di cocco;
  2. mettere in una ciotola con mezzo litro di acqua calda;
  3. quando è fredda filtrare con un canovaccio et voilà.

Per l’intestino pigro si consiglia un lassi al cocco: 1 yogurt al cocco ed 1 bicchiere di latte di cocco, frullare aggiungere un pizzico di sale e bere lontano dai pasti.

Per la bellezza della pelle e per contrastare stress, stanchezza e disturbi femminili ecco una versione del golden milk: 1 bicchiere di latte di cocco, 1 cucchiaino di curcuma (meglio se fresca). Mescolare e bere.

L’acqua di cocco è dissetante e ricca di sali minerali ottima per chi suda tanto o deve mantenere la linea e depurarsi. Però nessuno ci vieta di utilizzarla come struccante e di addizionarla alle maschere casalinghe per il viso per un tocco di energia e freschezza.

Parliamo infine di controindicazioni ed effetti collaterali. Se consumato smodatamente può causare dissenteria e flatulenza.

In caso di obesità e diabete si consiglia di valutare il consumo di polpa di cocco con il proprio medico.


Un Commento

  1. articolo molto intressantelo terro da parte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *