venerdì , 23 giugno 2017
Home » Alimentazione » Piante officinali » Ortica: proprietà, benefici e controindicazioni
Ortica proprietà benefici e controindicazioni

Ortica: proprietà, benefici e controindicazioni

L’ortica è un’erbaccia infestante che ci sarà capitato di estirpare almeno una volta o con cui magari, da bambini, si ha avuto un pessimo incontro ravvicinato. Perchè l’Urtica dioica, vero nome dell’ortica, ha la peculiarità di avere le foglie ricche di peletti urticanti sono meno note purtroppo le proprietà benefiche di questa pianta.

L’ortica è una pianta perenne che cresce spontanea nelle zone montane e campestri, facente parte della famiglia delle urticacee, presenta il fusto a sezione quadrata con foglie ovali cuneiformi, entrambi pelosi ed urticanti poiché al tatto rilasciano istamina che provoca prurito e bruciore.

Come si raccoglie e si conserva: va tagliata con un paio di guanti spessi o usando pinze e forbici, una volta cotta o essiccata perde la capacità urticante oppure basta lasciarla riposare per una dozzina d’ore una volta tagliata.

Usi dell’ortica

Prima di arrivare ai benefici ed alle proprietà salutistiche dell’ortica, citiamo qualche uso alternativo. Facendola macerare in acqua, per una settimana, si ottiene un buon fertilizzante. Questo macerato è anche un buon insetticida, spruzzata sulle piante le protegge dagli afidi. Se aggiunta al mangime delle galline, cotta, migliora la produzione delle uova. In alcuni Paesi del mondo se ne estrae un colorante per tessuti (giallo dalle radici e verde dalle foglie) mentre in altri se ne ricava una fibra tessile (attività nata in Germania durante il secondo conflitto mondiale). Naturalmente viene anche impiegata in cucina, con l’ortica cotta si possono fare minestre, insalate e frittelle di verdura.

Curiosità sull’ortica

Il suo nome latino “urere” significa proprio bruciare e nella tradizione popolare si credeva che, bruciandola sul fuoco, allontanasse le negatività, i malefici e durante i temporali i fulmini. Secondo la leggenda Nabucondor ne mangiava a più non posso poiché riteneva facessero bene alla mente.

Benefici e proprietà dell’ortica

Inizialmente, appena scoperte le proprietà dell’ortica la si usava per curare i reumatismi o per curare la puntura delle api. Si è appurato in seguito che avesse anche eccellenti proprietà antianemiche poiché l’ortica è ricca di ferro ed acido folico. La pianta inoltre possiede proprietà vasocostrittrici ed aiuta a bloccare le emorragie. Le foglie dell’ortica contengono principalmente: ferro, acido folico, fosforo, magnesio, calcio, silicio, manganese e potassio; e di vitamine A, C e K pertanto il suo decotto è ritenuto ricostituente nonché tonificante. E’ anche un eccellente depurativo e diuretico, ottimo per combattere i calcoli, la cistite e l’eccesso di glucosio nel sangue. Il decotto è inoltre un buon digestivo e stimola la motilità intestinale. In pochi sanno che è un rimedio d’urgenza contro la dissenteria e che data alle gestanti ne stimola la montata lattea.

In cosmesi l’infuso o la poltiglia delle foglie può essere adoperata contro l’acne mentre il decotto nello shampoo aiuta a combattere la forfora ed ad avere capelli meno grassi e più folti. L’ortica può essere anche usata per trattare anche problemi dermatologici come eczemi ed eruzioni cutanee.

Controindicazioni

Non ci sono controindicazioni degna di nota, anche se è opportuno evitarne la somministrazione in gravidanza e durante l’allattamento, soprattutto perché stimola la motilità della muscolatura uterina.

Autore Redazione Portale Benessere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close