lunedì , 26 giugno 2017
Home » Alimentazione » Piante officinali » Ribes nigrum (nero): proprietà, benefici e controindicazioni
Ribes nero - Ribes nigrum proprietà benefici, usi e controindicazioni. Scopri le proprietà del ribes nigrum, i benefici per la salute gli usi del ribes nero, le controindicazioni e gli effetti collaterali.

Ribes nigrum (nero): proprietà, benefici e controindicazioni

Il ribes nero (Ribes nigrum) è una pianta molto nota per le sue proprietà curative, che lo rendono un vero antistaminico naturale, molto utile soprattutto per alleviare le allergie ai pollini.

Recandomi in erboristeria di recente, mi è stata proprio segnalata contro il mal di gol ed il raffreddore specie quello di natura allergica. Fra i rimedi naturali, insieme all’echinacea, questo è uno dei più potenti, l’ideale per mantenersi in buona salute.

Ribes nigrum: caratteristiche e curiosità

Il Ribes nigrum fa parte della famiglia delle Sassifragaceae ed originario dell’Eurasia, cresce spontaneamente nell’Europa Settentrionale e nell’Asia Settentrionale.

Si presenta come un arbusto che può raggiungere i 2 metri di altezza: la corteccia che ricopre il fusto è liscia e rossiccia che diviene più scura man mano che il ramo invecchia; le foglie sono grandi, con apice acuto e margine dentellato; i fiori, che sbocciano in primavera, sono pendenti di un colore bianco – verde mentre i frutti son bacche nere, piene di semi, che compaiono sul finire dell’estate, queste insieme a le foglie sprigionano un intenso profumo.

Il ribes nero si può anche coltivare: il terreno deve essere composti da calcare attivo con ricca presenza di potassio ed una potatura costante di modo che ci sia un periodico rinnovo dei rami giovani, ci si deve ricordare che sono i rami corti quelli che fruttificano di più.

Esistono due varietà di questa specie:

  • il ribes nero
  • il ribes rosso

L’etimologia del nome è araba “ribas” che indica il rabarbaro per indicare la similanza fra i due. La vera curiosità però è che in passato era considerata una pianta dall’odore molto sgradevole, che poi si suppone sia divenuta gradevole attraverso incroci effettuati dall’uomo.

Nella medicina popolare antica, il ribes era considerato un buon metodo per scacciare la peste e guarire la febbre, si ha attestazione di questo a partire dal 1700 mentre nel 1800 era già pienamente considerato una panacea contro tutte le malattie, specialmente la depressione, tanto da esser diventato una moda.

Ribes nigrum: proprietà e benefici

Il ribes nigrum ha diverse proprietà benefiche per la salute, ecco quali sono:

  • diuretico, aiuta ad espellere i liquidi in eccesso e quindi a combattere la ritenzione idrica, ideale anche contro la cellulite;
  • depurativo, aiuta ad eliminare le tossine dall’organismo;
  • vasoprotettrice, ideale contro i capillari fragili ed il problema delle varici;
  • antinfiammatorie, aiuta a calmare le flogosi grazie alle sue proprietà simili al cortisone, ideale per reumatismi ed artrosi;
  • tonico, un beneficio che coinvolge tutto l’organismo;
  • ipoglicemizzante, difatti aiuta a ridurre i livelli di zucchero nel sangue;
  • astringente, ottimo rimedio naturale contro la dissenteria;
  • rigenerante, ideale contro stress, fatica e stanchezza;
  • antistaminico in particolare indicato contro asma e riniti allergiche senza lo svantaggio della sonnolenza creata dagli antistamici sintetici;
  • protettivo nei confronti delle malattie auto immuni in quanto antibatterico ed antipatogenico;
  • efficace rimedio contro le dermatiti, in particolare contro eczema e psoriasi;
  • aiuta a ridurre i livelli di colesterolo cattivo;
  • protegge la vista;
  • proprietà neuro protettiva;
  • proprietà antitumorale in particolare aiuta a difendersi dalle forme tumorali del colon, dai melanomi e dal tumore alla mammella;
  • antinfluenzale, ottimo contro i malanni di stagione;

Vediamo dunque i principi attivi del ribes nigrum:

  • flavonoidi (keampferolo, rutina, miricetina e quercetina);;
  • glicosidi;
  • triterpeni;
  • polifenoli;
  • acido citrico;
  • acido malico;
  • vitamina C, B1, B3 ed A;
  • oliogoelementi;
  • acidi polinsaturi;
  • antociani;
  • sali minerali: rame, ferro, manganese, magnesio e potassio;
  • acido linoleico;
  • acido alfa-linolenico;
  • omega 3 e 6;
  • prodelfinidine.

Ribes nigrum: utilizzi e controindicazioni

ATTENZIONE: le informazioni riportate in questo articolo sono a scopo informativo, non sono pertanto da considerarsi prescrizione medica. Prima di assumere rimedi a base di ribes nigrum rivolgersi al proprio medico, idem per dosaggi e posologia.

Riguardo le controindicazioni non ne sono state rilevate, anche se è necessario dire che i pazienti che soffrono di ipertensione arteriosa, patologie renali o cardiache, o del sistema nervoso ed in trattamento con anticoagulanti, medicinali contro l’epilessia o contro la schizofrenia devono utilizzare questo rimedio fitoterapico solo dietro parere medico.

Attenzione: E’ importante non eccedere con i dosaggi perché può comportare: convulsioni, nausea, aumento della pressione sanguigna, affaticamento renale e nervosismo. In soggetti allergici può scatenare anche eruzioni cutanee, gonfiore e irritazioni della gola e da difficoltà respiratorie.

Non assumere in gravidanza ed allattamento e non somministrare ai bambini.

Fra i rimedi fitoterapici a base di ribes nigrum troviamo il macerato glicolico, che svolge un azione simile al cortisone, ideale per affezioni allergiche e/o come antinfiammatorio, andrebbe assunto la mattina a stomaco vuoto, ma è meglio chiedere il parere al medico curante per dosaggio e posologia. Sia la tintura madre che il macerato sono anche consigliati contro i reumatismi.

Il succo delle bacche è invece particolarmente indicato in caso di fragilità capillare e vene varicose.

Esistono anche estratti secchi, in capsule o infusi e soluzioni alcoliche consigliate soprattutto per le proprietà antistaminiche, immunologiche ed antinfiammatorie.

Per quanto riguarda l’olio di ribes va utilizzato per uso esclusivo esterno e solo se non in presenza di allergie o epilessia.

La tisana di ribes nigrum è particolarmente indicata per depurare l’organismo e per favorire la diuresi.

Fondamentalmente i trattamenti contro reumatismi, artrosi, gotta, ipertensione ed allergie vanno ripetuti ad intervalli mensili, sempre su parere del medico curante. In caso di allergie persistenti chiedere il parere dell’allergologo. Se si soffre di allergie topiche assumere ribes nigrum solo dopo aver consultato il dermatologo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close