venerdì , 23 giugno 2017
Home » Alimentazione » Cipolla: proprietà, benefici per la salute, utilizzi e controindicazioni
Cipolla - proprietà curative e terapeutiche, benefici per la salute valori nutrizionali, calorie e controindicazioni
Cipolla - Proprietà e Benefici. Scopri le proprietà curative e terapeutiche delle cipolle, i benefici per la salute, i valori nutrizionali, le calorie per 100 grammi, gli usi in cucina e per la salute e le controindicazioni della cipolla.

Cipolla: proprietà, benefici per la salute, utilizzi e controindicazioni

La cipolla è una pianta aromatica, ricchissima di vitamine e sali minerali, da sempre utilizzata nella cucina italiana e non. È uno dei 3 odori principali, insieme a sedano e carota, usati per il brodo di verdure. Il vegetale, tuttavia, oltre ad essere un elemento che da sapore a moltissimi nostri piatti, possiede numerose proprietà terapeutiche e gioca un ruolo fondamentale anche nei trattamenti estetici.

Come si compone al suo interno questo vegetale all’apparenza molto semplice? La cipolla è un bulbo appartenente alla stessa famiglia dell’aglio, dell’erba cipollina e del porro, ossia la famiglia delle liliacee. Per cento grammi di cipolla, il nostro corpo assume solo 25 kcal. Ecco quali sono i valori nutrizionali per 100 g di cipolla cruda: 92,2 g di acqua, 5,5 g di carboidrati, 1 g di proteine, 0,1 g di grassi, 1 grammo di fibre, 5,7 g zuccheri solubili, 10 mg di sodio, 140 mg di potassio, 0,4 mg di ferro, 25 mg di calcio, 35 mg di fosforo e 5 mg di vitamina C .

Cipolla: le proprietà nutritive

La cipolla è un vegetale molto ricco di vitamine. Nello specifico contiene vitamine A, B, C, E e Sali minerali quali potassio, magnesio, ferro, calcio e fosforo. Il responsabile della classica lacrimazione oculare quando si taglia la cipolla è il solfossido, ossia l’ossido di zolfo. Da quest’ultimo deriva anche il caratteristico odore della cipolla, generalmente alquanto sgradevole e responsabile dell’alito cattivo. Per ovviare a questo problema basta immergere la cipolla in acqua e aceto un’ora prima di utilizzarla, oppure provvedere a consumarla cotta.

Esistono, a oggi, differenti varietà di cipolle. Esse si distinguono in base al colore esterno della buccia e in base al periodo in cui sono coltivate. Vediamo le differenti tipologie nel dettaglio:

  • Cipolle a bulbo giallo: in questa categoria rientrano la cipolla Borrettana la quale possiede la polpa color bianco e la tunica esterna giallo/dorato. Essa ha un sapore molto dolce e uno spiccato sapore aromatico;
  • Cipolle a bulbo bianco: fanno parte di questa categoria le cipolle Nevada, quelle di Chioggia o di Barletta. Questa variante del vegetale non è molto aromatica, ma molto dolce;
  • Cipolla a bulbo rosso: esempio di questa tipologia è rappresentato dalla cipolla rossa di Tropea. Questa è la specie maggiormente aromatica e dal sapore estremamente dolce. Il colore rosso è presente nella tunica esterna ma anche nelle sfoglie. Questa caratteristica di colore è data dalla presenza di antocianine, una specie di flavonoidi che hanno un immenso potere antiossidante, soprattutto se le cipolle sono consumate crude.
  • Infine, vi sono le cipolle primaverili – estive che sono seminate durante l’estate, trapiantate verso settembre/ottobre e poi raccolte in primavera e le cipolle autunno – invernali che si seminano in inverno, si trapiantano in primavera e sono raccolte in autunno.

I benefici della cipolla per la salute del nostro organismo

La cipolla, come precedentemente accennato, possiede tantissime proprietà benefiche per la nostra salute. Vediamo nel dettaglio quali sono:

  • Funzione diuretica e depurativa: laddove la cipolla è consumata con regolarità nella propria dieta alimentare, essa svolge la funzione di migliorare la diuresi e depurare l’organismo dalle tossine accumulate. Di conseguenza, quest’alimento, ricco di acido glicolico e potassio, contribuisce all’eliminazione dei liquidi in eccesso nell’organismo, diminuendo i sintomi dovuti alla ritenzione idrica. Per queste caratteristiche, la cipolla si dimostra essere un alleato perfetto per combattere gli inestetismi della cellulite, aggiungendo effetti dimagranti grazie al suo potere drenante;
  • Funzione digerente: la cipolla favorisce i meccanismi digestivi e stimola la secrezione della bile grazie alla sua composizione in acido clorogenico e acido caffeico;
  • Funzione espettorante e decongestionante: il succo della cipolla, ancor di più della cipolla mangiata in pezzi, aiuta a ridurre i sintomi dei bronchi ammalati come la tosse e l’accumulo di muchi. Molto utile anche in caso di raffreddore e mal di gola. Le proprietà delle sostanze solforose presenti al suo interno hanno un effetto salutare anche sulle reazioni allergiche come ad esempio l’asma. Ciò avviene perché le sostanze contenute nella cipolla inibiscono la reazione forte infiammatoria che nasce in questo tipo di patologie;
  • Azione ipotensiva: la cipolla agisce sui livelli di colesterolo cattivo e di trigliceridi nel sangue, contribuendo alla diminuzione degli stessi. In tal modo il sangue diviene più fluido e la pressione sanguigna tende ad abbassarsi. Di conseguenza si diminuisce il rischio di sviluppare patologie cardiovascolari e trombosi;
  • Azione antinfiammatoria: come precedentemente accennato, la cipolla possiede qualità che lo rendono un antibiotico naturale, dal forte potere antinfiammatorio. La sostanza che permette ciò è l’inulina. Essa, inoltre, interviene anche sulla stimolazione del sistema immunitario;
  • Azione afrodisiaca: sin dai tempi di Ovidio, la cipolla rientra a pieno titolo nella lista dei cibi afrodisiaci per eccellenza. Nonostante non vi siano dimostrazioni scientifiche a riguardo, pare che l’estratto della cipolla vada ad aumentare le cellule riproduttive dell’uomo;
  • Azione antibatterica ed antiparassitaria: le sostanze solforate contenute all’interno del vegetale si sono rivelate da sempre efficace per combattere i parassiti, soprattutto quelli intestinali.

Quali sono gli utilizzi della cipolla?

La cipolla può essere consumata sia cruda sia cotta, quindi in insalate fresche o in soffritti, ma l’impiego della cipolla non è solo quello che tutti conoscono, ossia quello culinario. Da sempre le proprietà curative e benefiche di questo vegetale si sono allargate anche al campo della bellezza. Essa è efficace nei seguenti casi:

  • Caduta capelli: grazie al suo contenuto in zolfo, la cipolla è utile per prevenire e combattere gli stadi iniziali della caduta dei capelli. Lo zolfo è un minerale contenuto in alte concentrazioni nel capello ed è uno dei principali responsabili della ricrescita;
  • Acne, geloni e cicatrici: grazie al suo potere antinfiammatorio, la cipolla è un ottimo antimicrobico e purificante. Esso, infatti, pare essere un rimedio utile contro i brufoli e le cicatrici molto evidenti;
  • Pelle secca e trattata: impacchi a base di succo di cipolla forniscono alla pelle la corretta idratazione e il giusto aspetto luminoso e sano.

Cipolla: tutte le controindicazioni

Nonostante la cipolla sia un vegetale ricchissimo di proprietà benefiche per la salute, vi sono alcune situazioni in cui se ne sconsiglia vivamente l’utilizzo.

Tra questi vi sono i casi in cui si è affetti la acidità di stomaco cronica, bruciori o presenza di ulcere e gastriti. La cipolla, infatti, non è facilmente digeribile, pertanto se ne sconsiglia l’utilizzo di sera.

Anche in caso di colite o di reflusso gastro-esofageo è meglio non mangiare cipolla per non peggiorare i sintomi dei disturbi gastrointestinali.

Autore Redazione Portale Benessere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close