Home » Sport e Fitness » Corsa e Running » Corsa e running : benefici , controindicazioni , differenza tra jogging e running

Corsa e running : benefici , controindicazioni , differenza tra jogging e running

Con questo articolo si apre una serie di approfondimenti dedicati alla corsa e al running. Gli approfondimenti si articoleranno in più post , nel presente affronteremo :

  • la definizione di running e la differenza tra running e jogging
  • i benefici della corsa
  • le controindicazioni della corsa

Nei prossimi articoli affronteremo i seguenti aspetti :

  • i muscoli coinvolti nella corsa
  • come adattare l’attività di running alle varie fasce d’età : 40-50-60 anni ed oltre
  • quante calorie si consumano con la corsa
  • le attrezzature necessarie per il running

Correre : salutare , libero ed … economico

Quante volte abbiamo sentito dire che l’attività fisica può essere meglio di un farmaco per la nostra salute ? Se non ci sono controindicazioni dovute a particolari stati di salute , fare sport è una pratica importante per la salute  aiuta a mantenere in forma corpo e spirito. Ne beneficiano infatti il tono muscolare, il peso, la circolazione, ma anche l’umore, lo stress e la tensione che vengono ridotti con l’attività sportiva.

Tra tutti gli sport , però , la corsa il più semplice e meno costoso da praticare perché non richiede orari e strutture particolari,  né di un’iscrizione in palestra o di attrezzature complesse che non siano un paio di scarpe da running , un cronometro ed eventualmente un cardiofrequenzimetro .

La differenza tra running e jogging

Molto spesso sentiamo parlare indifferentemente di corsa , jogging o running . Sono la stessa cosa ?

La differenza tra running ( dall’inglese “correre” ) e jogging risiede principalmente nella programmazione dell’allenamento: un jogger si allena saltuariamente e senza una programmazione vera e propria , un runner corre con costanza annotando tempi,  distanze, velocità di corsa , per migliorare la prestazione molto spesso in vista di competizioni e gare podistiche.

I benefici della corsa

I benefici della corsa , e particolarmente quelli del running in quanto attività costante e programmata e di intensità opportuna, sono di tipo sia fisico che psicologico.

Gli studi in questo senso sono innumerevoli e consolidati. Eccone alcuni , cliccando il link tra parentesi si possono trovare i riferimenti ad alcune pubblicazioni scientifiche , per chi volesse approfondire ulteriormente :

  • miglioramento generale della condizione cardiovascolare e respiratoria ; questo nel lungo periodo comporta anche una riduzione del rischio cardiovascolare ; la corsa , come altri sport , è un’ottima strategia di prevenzione per patologie quali arterosclerosi ,coronaropatie, sulle broncopneumopatie croniche ostruttive (BPCO) , ecc . Uno studio danese che ha coinvolto oltre 5.000 persone , definito Copenhagen City Heart Study , avrebbe anche stabilito i parametri per massimizzare i benefici della corsa in quest’ottica : circa 2 ore e mezzo a settimana ad una velocità massima di 8 km/h;
  • aumento del consumo energetico e quindi potenziale perdita di peso;
  • miglioramento dell’umore , dell’autostima e contrasto a stati di ansia e depressione ; questo è dovuto a ragioni non solo prettamente psicologiche, ma anche organiche, per il rilascio di endorfine ; alcuni studi ( ad esempio CNR e Università del Kentucky ) hanno anche evidenziato come correre abbia un effetto preventivo sul deterioramento delle capacità cognitive e soprattutto rispetto alle malattie neurologiche degenerative come l’Alzheimer ;
  • Miglioramento di importanti parametri fisiologici, anche legati all’eventuale perdita di peso; ad
    esempio: rapporto tra colesterolo buono e colesterolo cattivo , glicemia , trigliceridemia , uricemia e pressione sanguigna ;
  • Miglioramenti a livello osseo ( effetti preventivi sull’osteoporosi ) , articolare ( effetti preventivi sulle patologie reumatiche ) , muscolare sia per quanto riguarda la forza che la resistenza e l’efficienza metabolica , soprattutto degli arti inferiori che sono quelli più direttamente coinvolti nella corsa;
  • Innalzamento delle difese immunitarie ;
  • Per quanto riguarda invece l’invecchiamento , la corsa praticata in modo regolare e secondo una corretta programmazione può rallentare alcuni effetti dell’invecchiamento ( sulla degenerazione neurologica si è già detto sopra ) . Se invece la programmazione è sbagliata e contraddistinta da distanze e tempi di recupero estremizzati , gli effetti dell’invecchiamento possono risultare addirittura accelerati dall’attività sportiva

Quali sono le controindicazioni della corsa ?

Le controindicazioni del running sono legate principalmente a :

  • patologiche già esistenti e non compatibili con questo sport ;
  • impegno eccessivo.

Tra le patologie non compatibili con la corsa ci sono :

  • Obesità grave
  • Cardiopatie gravi
  • Rischio cardiovascolare elevato
  • Gravi patologie della schiena
  • patologie a carico dei muscoli , dei tendini , delle articolazioni del ginocchio , della caviglia e dell’anca che possono peggiorare con la corsa , soprattutto su superfici rigide come l’asfalto .

Riguardo al secondo punto , gli studi che dimostrano quanto un’attività di running eccessiva non solo renda inefficaci i benefici dell’attività fisica , ma possa avere effetti negativi come l’aumento dello stress ossidativo e della rigidità vascolare : a tale proposito riportiamo due link di approfondimento a studi scientifici : American College of Sport and Medicine e The Ochsner Journal .

Chiudendo con il paragone iniziale tra attività sportiva e farmaci , potremmo dire che un carico di corsa eccessivo diventa negativa alla pari di un sovradosaggio farmacologico.

Autore Jacopo Petrucci

Laureato in Scienze Motorie , Sportive e della Salute presso l’Università di Urbino , si occupa di preparazione atletica. Per due anni è stato preparatore atletico della Juniores Nazionale della Jesina Calcio ( serie D ) e responsabile della preparazione atletica e motoria delle categorie agonistiche della medesima società. Attualmente lavora come preparatore atletico della Prima Squadra dell’Arzignano Valchiampo che milita nel campionato di serie D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *