Home » Alimentazione » Kiwi: proprietà, benefici, valori nutrizionali, calorie, utilizzi e controindicazioni
Kiwi: proprietà, benefici, valori nutrizionali, calorie, utilizzi e controindicazioni
Kiwi: proprietà, benefici e controindicazioni. Scopri le proprietà del kiwi, i benefici per la salute, i valori nutrizionali e le calorie, tutti gli utilizzi, le controindicazioni e gli effetti collaterali.

Kiwi: proprietà, benefici, valori nutrizionali, calorie, utilizzi e controindicazioni

Ricco di fibre, sali minerali e vitamine, in particolare la vitamina C, il kiwi è un frutto di largo consumo, consigliato sia nelle diete che nell’alimentazione quotidiana. Scopriamo tutte le proprietà del kiwi, i benefici per la salute e le eventuali controindicazioni.

Kiwi: caratteristiche generali

Il kiwi è un frutto dalla polpa di colore verde o gialla prodotto da alcune piante della famiglia delle Actinidiaceae. Originario dalla Cina, dove veniva coltivato già 700 anni fa, questo frutto fu importato a partire dai primi del ‘900 in altri continenti e nazioni che in seguito ne hanno avviato la coltivazione. In America arrivò negli anni Sessanta e fu chiamato kiwifruit, dal nome dell’uccello kiwi, emblema del Paese della Nuova Zelanda, mentre in Italia giunse solo nel 1970 ed ebbe subito successo tanto che oggi l’Italia è diventata il secondo produttore mondiale dopo la Cina.

La varietà principale del kiwi è costituita dall’Actinidia deliciosa, che ha la buccia di tonalità tendente al marrone ed all’interno contiene numerosi semi di colore nero. Il sapore, più o meno acidulo, dipende dal livello di maturazione ma il suo gusto è rinfrescante. Oltre all’Actinidia deliciosa, esistono altre varietà di kiwi che hanno forme e colori differenti: due varietà commercializzate con ottima diffusione sono il kiwi VERDE e quello ORO, entrambi di forma ovale e con numerosi e piccoli semi di colore nero al centro. Le due varietà differiscono nel colore della polpa e nella buccia: il primo ha polpa verde e buccia pelosa, il secondo ha polpa giallognola e buccia priva di peluria.

Kiwi: proprietà e benefici

Il kiwi ha molte proprietà e benefici di cui bisogna tenere conto. Notevoli sono le sue proprietà lassative, dovute all’elevato contenuto di fibre, che agiscono con efficacia contro la stipsi e prevengono gonfiori e dolori addominali. Questo frutto contiene anche molti sali minerali, come fosforo, calcio e potassio che conferiscono al frutto proprietà energizzanti non indifferenti: per questo motivo si può utilizzare come un alimento ideale per combattere la stanchezza, in quanto fornisce energia al nostro organismo. La notevole quantità di vitamina C conferisce al kiwi ottime proprietà antiossidanti: questa azione è dovuta anche alla presenza della vitamina E che agisce contro i radicali liberi e contribuisce a mantenere giovane il nostro organismo.

L’azione del kiwi agisce proteggendo l’apparato cardiovascolare in generale: il merito va riconosciuto all’acido proteico, che combatte il colesterolo cattivo, migliora il flusso della circolazione e aiuta a regolarizzare la pressione del sangue. Inoltre, la proprietà diuretica del kiwi agisce contro la ritenzione idrica. Efficaci anche le proprietà antinfiammatorie, che contribuiscono a rafforzare il sistema immunitario e sono utili per prevenire le infezioni.

Questo frutto può essere importante per curare disturbi come emorroidi, anemia, diabete e perfino la depressione, perché stimola il sistema nervoso. Tra le proprietà del kiwi, molto importanti sono quelle cosmetiche: infatti, molte creme e prodotti per i capelli e per la pelle sono realizzate a base di kiwi, che ha un effetto purificante e rinfrescante. Le sostanze contenute nel frutto aiutano a prevenire le rughe, grazie ai polifenoli che mantengono la pelle morbida ed elastica. Inoltre, le proprietà del kiwi fortificano i capelli, li rendono lucidi ed è un ottimo rimedio per le pelli grasse grazie alla vitamina C che possiede proprietà astringenti e regola la produzione di sebo.

Il kiwi è un frutto ricco di vitamine e presenta un quantitativo di 85 milligrammi di vitamina C ogni 100 grammi. Consumarne uno al giorno vuol dire garantire un apporto giornaliero di questa vitamina all’organismo.

Povero di sodio ma ricco di potassio, il kiwi contribuisce a riequilibrare i livelli di tali importanti minerali nella nostra alimentazione. Oltre alla vitamina C, questo frutto contiene vitamina E, indispensabile per proteggere il nostro corpo dalle conseguenze dell’invecchiamento dei tessuti. Infatti, proprio per questo l’azione antiossidante del kiwi apporta notevoli benefici nella lotta contro i radicali liberi. L’azione benefica esercitata dalle proprietà lassative, dovute all’elevato contenuto di fibre vegetali, favorisce il buon funzionamento dell’intestino. L’alto contenuto di potassio, invece, rende il kiwi un frutto consigliato in particolar modo a coloro che soffrono di pressione alta. Infatti, il kiwi apporta benefici abbassando l’ipertensione e agendo proprio nel riequilibrio di essa attraverso l’alimentazione.

I benefici del kiwi sono stati riscontrati anche nella protezione dell’organismo da malattie come il cancro e per la protezione del Dna, sempre grazie al suo elevato contenuto di vitamine e minerali. Il kiwi porta benefici anche a coloro che soffrono di asma, in quanto è stato dimostrato che ha la capacità di ridurne i sintomi più tipici, come attacchi tosse notturni e difficoltà respiratorie. Il contenuto di fibre del kiwi contribuisce a diminuire i livelli di colesterolo nel sangue, e contribuisce anche a regolare l’assorbimento degli zuccheri nel corso della digestione. Invece, l’alto contenuto di vitamina C è considerato benefico non solo per rafforzare il sistema immunitario, ma anche per proteggere i vasi sanguigni e migliorare la circolazione. Infine, questo frutto apporta benefici anche nelle donne in gravidanza perché mette a disposizione una grande quantità di acido folico, fondamentale per la formazione del feto.

Kiwi: valori nutrizionali e calorie

Per ogni 100 grammi di polpa il kiwi contiene 61 calorie

Quantità per 100 grammi:

  • Grassi 0,5 g
  • Acidi grassi saturi 0 g
  • Acidi grassi polinsaturi 0,3 g
  • Acidi grassi monoinsaturi 0 g
  • Colesterolo 0 mg
  • Carboidrati 15 g
  • Fibra alimentare 3 g
  • Zucchero 9 g
  • Proteina 1,1 g
  • Sodio 3 mg
  • Potassio 312 mg
  • Fosforo 34 mg
  • Zinco 0,14 mg
  • Rame 0,13 mg
  • Calcio 34 mg
  • Ferro 0,31 mg
  • Magnesio 17 mg
  • Vitamina A 87 IU
  • Vitamina C 92,7 mg
  • Vitamina E 1,46 mg
  • Vitamina K 40,3 mcg
  • Vitamina J 7,8 mg

Kiwi: tutti gli utilizzi

Frutto dolcissimo e nutriente, il kiwi trova largo impiego in cucina per la sua straordinaria versatilità. Prima di tutto, è bene sapere come scegliere ottimi kiwi da acquistare: infatti, non devono essere troppo morbidi perché, una volta raggiunta la maturazione, tende ad appassire e a diventare acidulo. Se si acquistano kiwi acerbi e duri si possono mettere accanto alle mele per favorirne la maturazione. Il kiwi è tutto commestibile e si possono mangiare non soltanto i semi e la polpa, ma anche la buccia, preferibilmente dopo averla lavata accuratamente. Un modo per consumare i kiwi molto è dividerli a metà e gustarne la polpa direttamente con il cucchiaino.

I kiwi trovano largo impiego per la preparazione di confetture, gelatine, abbinate ad albicocche e frutti rossi, ma sono anche un ottimo ingrediente nella preparazione di macedonie o di spiedini di frutta, e abbinati con il limone danno vita ad una composta agrodolce, ideale da abbinare anche a piatti salati. Perfetto come frutto da colazione, il kiwi può essere consumato a merenda, può essere aggiunto al muesli ed è anche un ottimo frutto per la preparazione di frullati disintossicanti da gustare in ogni momento della giornata. Inoltre, il kiwi può essere impiegato per preparare crostate, gelati, sorbetti, ghiaccioli e può essere inserito nelle insalate estive.

Ottimo anche come base per trattamenti di bellezza casalinghi, il kiwi è perfetto per preparare una maschera per il viso tonificante che renderà la pelle luminosa. Utilizzato sotto forma di olio estratto dai semi, il kiwi è indicato anche nel trattamento di eczemi e della psoriasi.

Kiwi: controindicazioni ed effetti collaterali

Tra le controindicazioni del kiwi vi sono i problemi intestinali, dati dall’azione lassativa del frutto, che deriva però da un suo eccessivo consumo. Secondo le indicazioni, non si dovrebbero mangiare più di 2 o 3 kiwi al giorno. Invece, è bene stare alla larga dal kiwi per chi è allergico o magari si sono riscontrati casi di allergia in famiglia, poiché si possono manifestare dei fenomeni di intolleranza. I kiwi sono anche controindicati per chi soffre di diverticolosi del colon, per la presenza dei semini.

Autore Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *