Piede d’atleta: sintomi, cause, prevenzione e rimedi naturali

0
119
Piede d’atleta: sintomi, cause, prevenzione e rimedi naturali veloci. Scopri le cause del piede d’atleta, i sintomi, cosa fare per prevenire questo disturbo e i migliori rimedi naturali contro il piede d’atleta.

Con piede d’atleta s’intende l’attacco di un micotico, in questo caso del Trichophyton al derma delle dita dei piedi. Si verifica prevalentemente d’estate quando la pelle è più fragile e più esposta agli attacchi e noi tendiamo a frequentare luoghi pubblici magari scalzi.

Si tratta di un problema fastidioso che può impiegare un po’ di tempo a passare, vediamo quali sono le cause, i sintomi, la prevenzione ed i rimedi.

Piede d’atleta: sintomi e cause

L’infezione micotica che colpisce il piede può svilupparsi 3 forme:

  1. Intertriginosa, ovvero l’infezione colpisce fra le dita causando odore sgradevole e prurito;
  2. Ipercheratosica, con desquamazione ed ipercheratosi (ispessimento della pelle),
  3. Vesciche causate da disidrosi e comparsa di bolle.

La causa è dovuta ai funghi che proliferano in ambienti umidi e si attaccano ai piedi nelle docce comuni, nelle piscine, negli spogliatoi, etc. Fra le altre cause vi sono lasciare troppo a lungo i piedi a bagno e la scarsa igiene. Il piede d’atleta è molto contagioso, tale contagio può avvenire tramite contatto con frammenti di pelle che si disperdono negli ambienti comuni.

La sintomatologia è facile da riconoscersi:

  • prurito e bruciore tra le dita dei piedi;
  • arrossamento;
  • desquamazione;
  • comparsa di bolle e vesciche;
  • pelle umida;
  • abrasioni e ragadi;
  • eritema;
  • ispessimento cutaneo;
  • screpolature;
  • cattivo odore;
  • unghie deboli che cambiano colore e si sfaldano;
  • secchezza della pelle sui lati o sul calcagno.

Il punto più colpito è la zona fra le dita dei piedi e la pianta, non viene invece colpito il dorso, infatti vengono colpite le zone glabre.

Parliamo anche di fattori predisponenti, perché c’è chi è più sensibile all’attacco del fungo e chi lo è meno.

Vediamo quali sono i fattori di rischio:

  • basse difese immunitarie che possono essere causate da AIDS, dermatiti, diabete, disfunzioni circolatorie, lupus, etc.;
  • predisposizione genetica;
  • cattiva traspirazione;
  • tenere troppo a lungo ai piedi scarpe o calzature bagnate;
  • calzature non traspiranti o troppo strette;
  • permanenza in ambienti caldo umidi;
  • iperidrosi;
  • condividere scarpe, asciugamani, lenzuola o tappetini con chi ha contratto il problema.

Infine essere uomini, perché a quanto pare sono più colpiti i maschi che le donne.

Perché è importante non trascurare il piede d’atleta?

Perché la micosi attacca lo strato esterno del derma e arrivando in profondità può lasciar entrare e lasciarsi diffondere delle infezioni, questa è solo una delle complicazioni perché possono anche insorgere reazioni allergiche.

Come si diagnostica il piede d’atleta?

A volte è facile confonderlo con la psoriasi o un’altra dermatite, per questo è meglio recarsi da un dermatologo che può analizzare meglio la parte e somministrare il giusto trattamento.

Quindi, ricapitolando, come riconosciamo il piede d’atleta?

  1. osservare la zona fra l’anulare ed il mignolo del piede, non deve esserci prurito né arrossamento;
  2. fra le dita non si deve avvertire bruciore;
  3. se c’è il piede d’atleta la pelle s’infiamma e si screpola;
  4. controllare la pianta del piede per verificare che non sia screpolata o pruriginosa;
  5. il dolore costante accompagnato da bruciore e prurito indica che potresti aver contratto il fungo;
  6. non devono comparire bolle piene di pus specie sulla pelle ispessita;
  7. le unghie dei piedi non devono scolorirsi né spezzarsi facilmente.

Piede d’atleta: prevenzione e rimedi naturali

Come si previene il piede d’atleta?

  1. tenere piedi freschi e asciutti;
  2. evitare di camminare senza scarpe;
  3. calzare le infradito nei luoghi pubblici come palestre, docce, piscine, bagni della spiaggia, etc.;
  4. calzare scarpe traspiranti;
  5. usare le proprie scarpe, calze ed asciugamani non condividerli con altri;
  6. asciugare sempre bene i piedi specie fra le dita;
  7. cambiare spesso i calzini che devono essere di cotone;
  8. non indossare sempre scarpe chiuse specie in casa;
  9. usare un sapone delicato;
  10. tenere corte e pulite le unghie dei piedi;
  11. spruzzare del disinfettante nelle scarpe.

Ed ecco quali sono i rimedi naturali contro il piede d’atleta:

  • immergere i piedi in un composto di acqua salata per disinfettare le vesciche;
  • passare del cotone imbevuto di aceto di mele per disinfettare e rimuovere l’odore;
  • massaggiare i piedi con un emulsione di: 2 cucchiai di olio di oliva, uno di succo di limone e 6 gocce di tea tree oil;
  • applicare creme antimicotiche a base di tea tree ed aloe;
  • fare dei pediluvi con i sali di Epsom;
  • pulire una foglia d’aloe, estrarne il gel ed aggiungere tre gocce di tea tree oil quindi massaggiare sui piedi;
  • pestare in un mortaio sei spicchi di aglio, se necessario frullare ed aggiungere 3 gocce di tea tree oil e tre gocce di olio a base di mentolo. Spalmare sui piedi e tenere 20 minuti.
  • massaggiare i piedi con 5 gocce di estratto di pompelmo diluito in gel d’aloe;
  • massaggiare i piedi con olio di cocco in cui son state diluite 5 gocce di tea tree oil;
  • immergere i piedi in poca acqua fredda in cui è stato versato un bicchiere di aceto di mele e tre di bicarbonato;
  • massaggiare i piedi con una crema alla calendula in cui si sono emulsionate tre gocce di estratto a scelta fra lavanda, camomilla o estratto di semi di pompelmo;
  • massaggiare i piedi con un macerato all’echinacea dall’azione antisettica;
  • anche i preparati a base di propoli risultano efficaci;
  • provate una maschera a base di 2 cucchiai di miele, 2 di gel d’aloe a cui unire 5 gocce di tea tree oil, lasciate agire almeno 15 minuti.

Ricordiamo che è sempre importante lavare bene i piedi, lasciarli respirare, asciugarli sempre e non camminare mai scalzi in luoghi comuni. Se ci si rende conto di esser stati in luoghi comuni con i piedi scalzi monitorare la situazione ed alle prime avvisaglie recarsi dal medico.


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here