martedì , 28 febbraio 2017
Home » Alimentazione » Quinoa: proprietà, benefici, valori nutrizionali, calorie, utilizzi e controindicazioni
quinoa - proprietà, benefici, calorie e valori nutrizionali
Quinoa: proprietà, benefici e controindicazioni. Scopri le proprietà della quinoa, i benefici per la salute, i valori nutrizionali e le calorie, tutti gli utilizzi in cucina, le controindicazioni e gli effetti collaterali.

Quinoa: proprietà, benefici, valori nutrizionali, calorie, utilizzi e controindicazioni

Con proprietà nutrizionali elevate, ma non particolarmente calorica, la quinoa è una pianta erbacea tipicamente coltivata nelle alture boliviane fin dai tempi remotissimi. Spesso scambiata per un cereale, per via dei suoi chicchi che la rendono molto simile a questa categoria di vegetali, la quinoa è un alimento sempre più utilizzato in cucina, accompagnando piatti a base di verdure, legumi, carne o pesce o per cucinare zuppe. Scopriamo insieme le proprietà della quinoa e quali benefici apporta alla nostra salute.

Quinoa: caratteristiche generali

La quinoa è una pianta erbacea annuale appartenente alla famiglia delle Chenopodiaceae, come gli spinaci o la barbabietola. Originaria del Sud America, maggiormente dalla Bolivia e dal Perù, ed erroneamente considerata un cereale, la pianta della quinoa cresce e raggiunge la maturazione nel giro di 7 mesi dalla sua semina, soprattutto nelle zone tipiche delle Ande, dove viene coltivata infatti da oltre 5000 anni sugli altipiani pietrosi, a 4000 metri sul livello del mare.

Esistono oltre 200 varietà di quinoa, ma la varietà più utilizzata è la quínoa Real, che ha un basso tenore di saponine. Altre varietà commercializzate sono: Bear, Cherry Vanilla, Cochabamba, dave 407, Gossi, Isluga, Kaslala, Kcoito, Linares, Rainbow, Red faro, Red head (che presenta una buona adattabilità ai climi piovosi), Temuco.

La varietà coltivata nella zona delle Ande è quella che porta il nome scientifico Chenopodium quinoa, che costituisce il cibo essenziale per le popolazioni andine, e dove un tempo rappresentava il piatto principale della popolazione Inca. Ancora oggi in questi posti la coltivazione della quinoa avviene secondo metodi tradizionali tramandati di generazione in generazione. La pianta è molto resistente e non ha bisogno di trattamenti particolari e produce una spiga con chicchi rotondi, simili a quelli del miglio. Il fusto è legnoso ed eretto, e può andare da 30 cm fino a 3 m. Le foglie sono alterne e hanno il margine dentato. I fiori, ermafroditi o femminili, contengono un perigonio composto da 5 tepali verdi, 5 stami, pistillo piumoso con 2 o 3 stimmi e ovario supero unioculare.

La semina della quinoa può avvenire a fine marzo-aprile o tra settembre ed ottobre, a seconda delle zone e delle varietà utilizzate, mentre la raccolta si effettua nei mesi di aprile-giugno per le varietà a semina autunnale e a fine luglio-agosto per quelle a semina primaverile. Dopo un lavaggio accurato per eliminare la saponina, viene essiccata tramite “secadores” solari.

Quinoa: le proprietà benefiche

La quinoa ha molteplici proprietà e viene utilizzata come un cereale per il suo elevato contenuto di amido, ma non contiene glutine ed è quindi indicata nella dieta delle persone che soffrono di celiachia.

Considerata utilissima per dimagrire, le proprietà della quinoa sono ideali per farne un alimento idoneo per quelle persone che devono affrontare diete dimagranti ed hanno la necessità di assorbire energie e minerali senza assumere alimenti che potrebbero provocare un aumento di peso.

La quinoa ha eccellenti proprietà salutari: la pianta è infatti ricca di magnesio, ha un buon sapore ed è molto nutriente. L’alto contenuto di magnesio aiuta a prevenire le malattie cardiovascolari, aritmie ed ipertensione, aiuta anche a rilassare i vasi sanguigni ed è molto utile anche per l’emicrania.

Ha anche proprietà digestive: infatti, l’alto contenuto di fibra alimentare aumenta favorisce la motilità intestinale e accelera il processo digestivo. Tra le altre proprietà riconosciute alla quinoa vi è quella di regolare la temperatura corporea, di favorire l’attività enzimatica e stimolare il metabolismo. La quinoa ha un indice glicemico pari a 53 e quindi può essere utilizzata per abbassare la glicemia nel sangue.

Quinoa: i benefici per la salute

I benefici riconosciuti alla quinoa sono tantissimi: considerata un alimento idoneo da inserire nell’alimentazione moderna, è molto utile per chi ha bisogno di energia e vuole consumare alimenti che non appesantiscono. E’ lassativa perché ricca di fibre: per questo motivo ha un effetto saziante ed è indicata in caso di stitichezza. L’alto contenuto di magnesio apporta benefici, oltre che per le malattie cardiovascolari, anche nei confronti dei denti e delle ossa. Basta assumere una porzione di quinoa per avere circa un terzo della dose giornaliera di magnesio necessaria alla buona salute.

L’assunzione di quinoa riduce anche il colesterolo: studi specifici condotti sugli animali hanno dimostrato che questo alimento è in grado di diminuire i livelli di colesterolo cattivo LDL nel sangue e di mantenere i livelli di colesterolo buono HDL. Se gli studi sugli esseri umani verranno confermati, questo alimento darebbe un valido contributo anche per prevenire i problemi vascolari e l’arteriosclerosi.

Utilissima anche nei casi di anemia, la quinoa apporta ferro e vitamina C e ne facilita l’assorbimento da parte dell’organismo. Il ferro apporta benefici ai muscoli e all’attività intellettuale, al contrario una sua carenza provoca l’anemia che si manifesta con debolezza, stanchezza e mal di testa.

Notevoli sono anche i benefici apportati dalla quinoa ai muscoli. La pianta contiene lisina, un aminoacido che spesso si trova negli integratori sportivi e che è molto utilizzato per aumentare la massa muscolare. La quinoa è anche rilassante, perché la lisina stimola la produzione di serotonina, un neurotrasmettitore che regola l’umore. Se assunta nelle giuste dosi la quinoa calma gli stati d’animo e riduce notevolmente l’ansia.

Considerata anche un potente antinfiammatorio, la quinoa contiene flavonoidi che hanno effetti benefici anche sull’artrite e abbassano il rischio di accentuarne la manifestazione se introdotta regolarmente nella dieta. La pianta è anche ricca di antiossidanti e apporta benefici nella lotta ai radicali liberi, utile per prevenire l’invecchiamento precoce. Inoltre, visto che la sostanza è assolutamente priva di glutine, la quinoa è perfetta da inserire nella dieta dei celiachi come alimento regolare.

Infine, è adatta ai bambini perché ha un basso contenuto di allergeni e, grazie al suo potente valore nutritivo, è un alimento perfetto per essere consumato dai bambini.

Quinoa: valori nutrizionali e calorie

I valori nutrizionali della quinoa sono:

  • Acqua 13.28g
  • Proteine 14.12g
  • Lipidi tot. 5.61g (Acidi grassi saturi 0.71g,  Acidi grassi monoinsaturi 1.61g,  Acidi grassi polinsaturi 3.29g)
  • Colesterolo 0.0mg
  • Carboidrati tot. 64.16g
  • Amido 64.16g
  • Zuccheri solubili 0.0g
  • Fibra alimentare 7.0g
  • Sodio 5.00mg
  • Potassio 563.0mg
  • Ferro 4.57mg
  • Calcio 47.00mg
  • Fosforo 457.00mg
  • Tiamina 0.36mg
  • Riboflavina 0.32mg
  • Niacina 1.52mg
  • Vitamina A 1.00 mg
  • Vitamina E 2.44mg
  • 100 grammi apportano circa 350 calorie.

Quinoa: tutti gli utilizzi

Tutte le parti della quinoa vengono utilizzati per quanto riguarda l’alimentazione. Infatti, a cominciare dalle foglie, si possono cucinare come qualsiasi altra verdura, mentre il fusto viene utilizzato come foraggio per il bestiame. Lo sanno bene i contadini dell’altopiano delle Ande, per i quali la coltivazione della quinoa è fonte di sostentamento e permette loro di guadagnare.

Sono molte le varietà di quinoa conosciute, e tra esse si distinguono quelle bianche, rosse e nere, tutte ad alto valore nutritivo. Il tempo di cottura è breve e sono sufficienti circa 20 minuti per cucinarla. Viste le sue proprietà nutritive, la quinoa è un ingrediente nelle diete dei bambini, degli atleti e anche delle donne in gravidanza. I semi della quinoa sono ricoperti dalla saponina, una sostanza dal gusto molto amaro, per questo i semi vanno lavati con cura prima della cottura.

La quinoa contiene più proteine di qualsiasi altro cereale ed è un alimento ritenuto una valida alternativa ai cereali classici come grano, granoturco e riso.

La farina di quinoa può essere utilizzata, da sola o mescolata a farine di cereali, per fare dolci, pane o pasta. Leggi anche: Ricette con la quinoa.

Quinoa: controindicazioni ed effetti collaterali

Anche se la quinoa è una pianta dalle molteplici proprietà e benefici, se ne sconsiglia l’assunzione elevata per chi soffre di calcoli renali o di osteoporosi, in quanto è ricca di ossalati.

La pianta può anche manifestare delle allergie e intolleranze, anche se si tratta di fenomeni sporadici, per questo è molto importante fare attenzione a lasciarla in ammollo e a lavarla accuratamente prima di consumarla. Infatti, poiché la quinoa possiede la saponina, una sostanza che può causare danni all’organismo, si deve lavare molto bene.

Un Commento

  1. viva la quinoa 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close