venerdì , 22 settembre 2017
Home » Amici Animali » Schnauzer gigante: caratteristiche, carattere, prezzo, cure e alimentazione
Schnauzer gigante: caratteristiche, carattere, prezzo, cure e alimentazione.Lo Schnauzer gigante è un cane di taglia grande con un carattere fiero, coraggioso, affettuoso e calmo.

Schnauzer gigante: caratteristiche, carattere, prezzo, cure e alimentazione

Lo Schnauzer gigante, o Riesenschnauzer, che letteralmente significa “i baffi”, è una razza canina di origine tedesca di taglia grande. Secondo alcune ricerche questa razza canina deriverebbe dai cani da pastore del Tirolo e del Bovaro delle Fiandre, cani che venivano spesso anche adottati dai birrai e dai macellai. Inizialmente diffuso a Monaco fu poi introdotto in Germania.

Lo Schnauzer in particolare era un cane da pastore e per le sue spiccate doti di difesa passò poi in addestramento alleforze dell’ordine. Alcuni esemplari furono importanti in Italia per essere allevati sotto il nome di diavoli neri.

Nel 1922 la razza è stata presentata ufficialmente in un’esposizione dell’Aia, anche se il club della razza esisteva già nel 1895.

Schnauzer gigante: carattere e caratteristiche

Schnauzer gigante, carattere e prezzo di un cane da difesa intelligente affettuoso e calmo.

Lo Schnauzer gigante si presenta come un cane massiccio ed imponente. L’altezza al garrese va dai 60 ai 70 cm mentre il peso varia da 35 a 47 kg.

Ha una testa allungata e robusta con orecchie alte ed erette. Gli occhi sono ovali e scuri. Il tartufo è ampio e nero mentre il muso termina a cono moderatamente tronco. La dentatura è bianca e robusta. Il collo si presenta forte e muscoloso, il tronco è quadrato, robusto e compatto con labbra nere. Le spalle sono oblique, muscolose e gli arti dritti e solidi, i piedi sono corti e rotondi con dita arcuate. La coda viene amputata ed è attaccata alta ed all’insù.

Il pelo è duro, ruvido ed il sottopelo è lanoso, ha una dura barba sul mento e cespugliose sopracciglia. I colori vanno dal nero al sale e pepe.

In competizione possono svalutare il cane i seguenti difetti: monorchidismo, criptorchidismo, prognatismo, enognatismo, retrotreno difettoso, mascella deviata, premolari mancanti, orecchie portate male, occhio chiaro, forma rotonda dell’occhio, scapole dritte, andatura scorretta, taglia fuori standard, colori non ammessi dallo standard, pelo troppo lungo, pelo liscio, testa piccola, arti non in appiombo, carattere pauroso, atteggiamento timido.

Dal punto di vista caratteriale, lo Schnauzer gigante è fiero, coraggioso ma allo stesso tempo è equilibrato e riflessivo. Essenzialmente è un cane da compagnia che può essere anche addestrato per la difesa, al minimo segno di pericolo scatta in attacco.

E’ un cane individualista, non accetta l’idea del branco e tanto meno di un capobranco, può tollerare una femmina accanto a sé. Quindi per quanto riguarda il riconoscimento del padrone come capobranco avviene solo se questi è molto fermo nei suoi comandi e nelle sue decisioni. Nonostante questo suo individualismo è allegro, ama giocare ed è un buon collaboratore per la pet therapy. E’ un cane molto intelligente che si presta di buon grado all’addestramento, si è guadagnato la fama di essere un cane aggressivo perché la sua indole protettiva lo porta a non tollerare gli estranei.

E’ un cane rustico, longevo, che si adatta bene alla vita in giardino. E’ ubbidiente, non impulsivo ma astuto, va molto d’accordo con i bambini.

Il primo comando che s’insegna da cuccioli è “a terra” se il cane esegue, si pronuncerà il suo nome seguito da “bravo”. A tre mesi ci si può insegnare ad andare a spasso al guinzaglio, manovra che avverrà prima in casa e poi fuori.

Il comando seduto si esegue tenendo il cane di fronte e spostando il braccio in avanti verso il dorso, ogni volta che il cane esegue il comando va premiato.

L’insegnare a riportare un oggetto deve essere visto dal cane come un gioco ma va insegnato in un luogo privo di distrazioni, s’inizierà con brevi distanze per poi aumentarle.

L’addestramento alla difesa va invece eseguito con un esperto. Non va aizzato inutilmente, non gli vanno impartite punizioni corporali ed il padrone deve essere sempre presente all’addestramento.

Schnauzer gigante: prezzo, cure e alimentazione

Schnauzer gigante cucciolo prezzo, cure e alimentazione

Lo Schnauzer gigante richiede particolari cure per quanto riguarda il mantello. Per un lasso di tempo avviene la muta, bisogna accertarsene constatando se il pelo viene via dalla groppa e dalle scapole, se succede va portato dal toelettatore di modo da eliminare il pelo superfluo, ovvero strippare, mentre alcune zone vengono solo rasate. Alcune altre necessitano invece di essere accorciate con le forbici come la frangia, la barba, le sopracciglia, i piedi e i baffi. Non improvvisatevi toelettatori per non rovinare il mantello del cane.

Attenzione agli occhi che spesso possono soffrire di patologie ed al cancro al fegato che è una delle primarie cause di morte di questa razza.

Per quanto riguarda l’alimentazione, i cuccioli di Schnauzer gigante necessitano di un maggiore apporto di cibo da concordare con il veterinario, ma attenzione non deve essere troppo calorico visto che crescendo acquisirà una mole non indifferente.

L’adulto può fare un pasto al giorno completo ovvero ricco di proteine e sali minerali con pochissimi grassi. Attenzione al calcio in eccesso può creare problemi.

Il cibo ideale e completo sono le crocchette, anche se non disdegnerà certo ossa e carne. Son in molti a sostenere che il cibo crudo sia la scelta migliore, il nostro consigli è quello di parlarne con il veterinario.

Il prezzo di uno Schnauzer gigante va dagli 800 ai 1500 euro, quando lo acquistate verificate che tutti i documenti siano in regola compresi vaccinazioni, controlli veterinari e microchip.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close