sabato, Settembre 23 2023

Bene o male tutti conosciamo il sesamo, ma da quale pianta si preleva? Sapete quali sono le proprietà del sesamo e quali benefici apporta alla nostra salute? Scopriamolo insieme!

Sesamo: caratteristiche generali

Il sesamo, nome botanico Sesamum indicum L. (della famiglia delle Pedaliaceae) è un arbusto erbaceo che può raggiungere 1 metro di altezza, ha foglie lunghe e lanceolate di un verde brillante; i fiori sono campanelle tubolari bianche mentre i semi sono racchiusi in un baccello ovale.

La pianta del sesamo è originaria del continente africano e di quello indiano, nel secondo in particolare hanno un significato simbolico di immortalità e sono connessi alle cerimonie funebri, in quanto i semi di sesamo vengono offerti per favorire il passaggio del defunto nel mondo degli spiriti.

Tipologie di semi di sesamo

Esistono diverse tipologie di semi di sesamo:

  • sesamo bianco, ricco di calcio;
  • sesamo nero, meno famoso ma con buoni valori nutrizionali;
  • sesamo rosso, ricco di ferro.

I semi di sesamo una volta raccolti vanno essiccati o tostati per conservarli meglio e più a lungo. Solitamente viene utilizzato in cucina, sovente al posto degli alimenti contenenti glutine, e se ne ricava un olio con cui si preparano ottimi condimenti, come la tahina, l’halva ed il gommasio che viene usato al posto del sale. Il sesamo bianco è soprattutto utilizzato in Occidente e nel Mediterraneo mentre il sesamo nero trova un buon impiego nella cucina giapponese e cinese.

Quando si acquistano i semi, ma in particolare l’olio, occorre fare attenzione che non sia rancido poiché ricco di grassi va facilmente a male.

Sesamo: proprietà e benefici per la salute

I semi di sesamo, così piccoli e poco significativi, vengono spesso trascurati perché sembrano avere poca importanza ma è un errore, sono infatti ricchi di sostanze benefiche e di ottime proprietà. Li si può aggiungere a tutti i piatti, al pane ma soprattutto alle insalate.

In pochi sanno che si tratta di un cibo completo, ricchissimo di sali minerali e di vitamine ma anche di tanti altri nutrienti importanti, vediamo quali sono:

  • sali minerali (magnesio, fosforo, zinco, ferro, selenio, potassio, rame, sodio, boro, cromo, manganese, selenio, zinco);
  • acido oleico e acido linoleico;
  • vitamine B (acido folico), A, T, J ed E;
  • fibre;
  • proteine;
  • aminoacidi: acido aspartico e acido glutammico, alanina, arginina, cistina, glicina, fenilalanina, istidina, lisina, isoleucina, leucina, prolina, metionina, serina, tirosina, triptofano, valina e treonina;
  • omega3 e omega6;

Ed ecco quali sono le proprietà del sesamo:

  • aiuta a tenere sotto controllo il colesterolo;
  • proteggono il sistema cardiovascolare;
  • sono ottimi alleati del fegato;
  • aiutano l’apparato gastrointestinale a svolgere i suoi compiti;
  • rafforza denti ed ossa grazie al fatto che è ricco di calcio e previene l’osteoporosi;
  • essendo ricco di magnesio è un ottimo rilassante, placa il sistema nervoso, gli sbalzi d’umore e migliora il sonno;
  • aiuta lo sviluppo dei bambini;
  • è antianemico grazie alla presenza di ferro ed è quindi un buon ricostituente per le piastrine del sangue e l’emoglobina;
  • fa benissimo alla pelle in quanto ricco di vitamina E;
  • rafforza le difese immunitarie;
  • defaticante, ottimo per risollevarsi da condizioni di stress e per velocizzare la convalescenza;
  • migliora la digestione e protegge le mucose dello stomaco dalle irritazioni;
  • antidiarroico, poiché è astringente;
  • aiuta a prevenire le infezioni grazie allo zinco;
  • ha proprietà antiossidanti e perciò contrasta gli effetti dei radicali liberi;
  • antitumorale, in particolare proteggono il colon;
  • rafforza i capelli contrastandone la perdita;
  • sono ricchi di omega 3 ideali dunque per proteggere il cuore ed il sistema circolatorio, prevenendo infarti ed ictus;
  • aiutano ad eliminare il gonfiore addominale;
  • aiutano ad aumentare il senso di sazietà, perciò sono alleati delle diete dimagranti;
  • favoriscono il controllo della pressione sanguigna, quindi hanno effetti ipertensivi.

Inoltre è un buon rimedio contro la cefalea, dolori mestruali, nausea e vomito. Infine i semi di sesamo sono alleati della milza ed aiutano la pelle a rigenerarsi dopo ferite o ustioni.

L’olio di sesamo non è utilizzato solo in cucina per le sue benefiche proprietà ma viene anche impiegato in cosmesi per migliorare il tono e l’aspetto della pelle, è inoltre rinvigorente ed antiage. Lo si può utilizzare anche per contrastare la calvizie e per combattere la forfora.

Sesamo: tutti gli utilizzi e rimedi naturali

Come spiegavo sopra i semi di sesamo possono essere impiegati per svariati utilizzi, soprattutto in cucina ma non solo.

Ecco qualche idea, i semi di sesamo sono utili per condire:

  • prodotti da forno
  • zuppe
  • insalate
  • cereali integrali
  • salse
  • minestre
  • riso
  • pesce
  • alghe
  • panature
  • pollo

Fra le ricette utili in cui si possono impiegare i semi di sesamo, troviamo anche rimedi naturali quali tisane e lozioni per la cura del corpo.

Ricetta della lozione per capelli:

Miscelare gli ingredienti e massaggiare sul cuoio capelluto per rinforzare i capelli e contrastare la forfora.

Ricetta della tisana ai semi di sesamo:

  • un cucchiaio di foglie di sesamo sminuzzate;
  • acqua.

Far bollire le foglie per 10 minuti, quindi filtrare e bere.

Questa tisana è ottima contro la diarrea ed è un buon ricostituente.

Ricetta dello spuntino spezza fame:

Versare i mirtilli ed il sesamo nello yogurt, mescolare per bene e buono spuntino!

Semi di sesamo: controindicazioni ed effetti collaterali

Attenzione alla quantità che se ne consuma perché sono molto calorici.

E’ importante non cuocerli perché perdono le proprietà nutritive e soprattutto non tostarli troppo perché possono sviluppare tossine.

Possono causare allergie oppure intolleranze alimentari a chi è intollerante ai semi.

Non esagerare con il consumo di olio di sesamo può causare nausea e dissenteria.

Previous

Macis: proprietà, benefici per la salute, utilizzi e controindicazioni

Next

Come cucinare le coste: ricette facili e veloci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe Interessarti Anche