martedì, Aprile 16 2024

I gas intestinali creano spesso disagio e imbarazzo, e si manifestano con eruttazioni e/o flatulenza, dovute alla presenza di aria nella pancia. Questa condizione è chiamata meteorismo ed è caratterizzata dal movimento di aria nell’intestino e nel colon, in particolare dopo aver consumato un pasto. Per riuscire meglio a contrastare il problema, è importante sapere quali sono le cause e riconoscere i sintomi.

Cause dell’aria nella pancia

Quando apriamo la bocca per mangiare, per bere o parlare, entra dell’aria nel cavo orale, una parte viene deglutita e finisce nello stomaco o nell’intestino. Se però è troppa, si possono verificare dei disturbi, soprattutto, se si aggiunge altra aria prodotta in fase di digestione, a causa di condizioni come il colon irritabile o la dispepsia funzionale.

L’aria nella pancia può formarsi anche a causa di ansia e stress, che hanno conseguenze anche su masticazione e digestione. I gas intestinali possono formarsi a causa di una dieta poco varia, con alto consumo di fibre, latte o derivati, che favoriscono la fermentazione intestinale della flora batterica, con conseguente produzione di gas.

Tra le cause più frequenti di gas intestinali ci sono:

  • Sindrome del colon irritabile
  • Intolleranza al lattosio
  • Stitichezza
  • Intolleranze o allergie alimentari
  • Ansia e stress
  • Malattie dell’alimentazione (anoressia e bulimia)
  • Farmaci, in particolare antibiotici
  • Patologie più serie dovuta da infezione virali e batteriche

È importante consultare il medico per individuare correttamente la causa del problema e trovare il rimedio più efficace per risolverlo.

Sintomi dei gasi intestinali nella pancia

I sintomi del gas intestinale possono variare da persona a persona, ma ce ne sono alcuni più rilevanti, come il gonfiore addominale, che può far sentire la pancia piena e tesa. Spesso, il gonfiore addominale è accompagnato da rumori intestinali e flatulenza. Alcune persone possono anche provare dolore o crampi, oppure, avere una sensazione di pesantezza dopo aver mangiato.

Tra gli altri sintomi, ci sono anche eruttazioni frequenti e sensazione di dover evacuare, senza riuscire a farlo.

Altri sintomi:

  • Disturbi digestivi
  • Assenza di appetito
  • Stanchezza e sonnolenza
  • Mal di testa dopo i pasti

Come eliminare l’aria nella pancia

L’eliminazione dei gas intestinali passa anche da alcune modifiche alle abitudini a tavola, oltre che dall’utilizzo di rimedi naturali, come il carbone vegetale, che assorbe i gas e da un senso di sollievo. Ecco cosa devi fare:

  • Mangia più lentamente, non distrarti
  • Mastica con calma a bocca chiusa
  • Bevi l’acqua a piccoli sorsi
  • Non parlare mentre mangi
  • Finisci il boccone che hai in bocca, prima di introdurne un altro.
  • Mangia in posizione comoda, da seduto e con la schiena ben dritta

Rimedi naturali per l’aria nella pancia

Esistono diversi rimedi naturali che possono aiutare ad alleviare il disagio causato dai gas intestinali. Uno dei rimedi più comuni è l’uso di erbe e spezie come zenzero, menta e finocchio, che hanno un’azione calmante sul tratto digestivo e riducono la produzione di gas.

Può anche essere utile l’assunzione di probiotici per ristabilire l’equilibrio della flora intestinale e ritrovare la regolarità delle evacuazioni. Inoltre, praticare attività fisica regolare è un buon modo per favorire la normale motilità intestinale e limitare gli episodi di meteorismo.

Gas intestinali: gli alimenti da evitare

Infine, presta attenzione alla scelta degli alimenti, ce ne sono alcuni che dovresti evitare completamente se soffri di gas intestinali. In particolare, non mangiare quelli noti per causare meteorismo come legumi, cavoli e bibite gassate.

Riduci o elimina anche: aglio, cipolla, alimenti ricchi di fruttosio e lattosio, alimenti fritti, cibi grassi e latticini grassi. Da evitare anche il caffè, soprattutto quello decaffeinato, e gli infusi di tè nero, che peggiorano la situazione e possono portare a un incremento dei disturbi.

Previous

Ananas e cellulite: gli effetti benefici della bromelina

Next

Pelle che si squama: perché succede?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe Interessarti Anche