Home » Bellezza » Viso » Ciglia finte. Cosa sono, quale tipo scegliere in base al proprio occhio e come applicarle al meglio
Ciglia finte. Cosa sono, quale tipo scegliere in base al proprio occhio e come applicarle al meglio
Ciglia finte. Cosa sono, quale tipo scegliere in base al proprio occhio e come applicarle al meglio

Ciglia finte. Cosa sono, quale tipo scegliere in base al proprio occhio e come applicarle al meglio

Ciglia finte. Cosa sono, quale tipo scegliere in base al proprio occhio e come applicarle al meglio

Quante volte abbiamo sperato in quell’effetto extra-volume che poi, alla fine, nonostante la terza passata di mascara non arriva mai? Quante volte abbiamo sognato ciglia lunghissime, dal nero estremo e super incurvate? Quante volte abbiamo visto riflesso il nostro make-up allo specchio, con delle ciglia che non ne davano davvero giustizia?

Beh, la mia personale risposta è: molte, ma credo come quella della maggior parte di voi. Perché, a volte, il mascara non è sufficiente quando si vuole un effetto extra-strong e due belle ciglia da far invidia alle più belle attrici viste in televisione.

Ed è proprio a questo che servono le ciglia finte. Appositamente create per realizzare tutti i nostri desideri riguardo il volume, la lunghezza, la curvatura e il nero perfetto capace di aprire lo sguardo e farlo apparire molto più sexy.

In questo articolo cercheremo di svelare i misteri intrinseci dietro questa ‘straordinaria stregoneria’, al fine di far chiarezza sulla loro applicazione e sulla scelta del miglior modello per le diverse anatomie di occhio ed il risultato che si vuole ottenere.

1. Ciglia finte a nastro e a ciuffetti

Le ciglia finte sono principalmente divise in 2 tipologie: a nastro , a ciuffetti e magnetiche con calamita.

Le ciglia finte a nastro sono quelle più comuni e più semplici da applicare. Si tratta di un vero e proprio nastro da dove partono i peli delle ciglia e che deve essere applicato lunga la nostra rima ciliare superiore, facendolo aderire per bene, seguendo la lunghezza del nostro occhio.

Le ciglia finte a ciuffetti sono, invece, singole ciglia o al massimo gruppi di tre, che si possono applicare sia per infoltire le nostre ciglia, riempiendo lì dove necessitano, oppure direttamente nella parte esterna del nostro occhio, per allungare lo sguardo. Ovviamente il risultato è molto più naturale delle ciglia a nastro, ma bisogna porre più tempo e attenzione durante l’applicazione.

Poi come non citare quelle di ultima tendenza, ovvero le ciglia finte magnetiche con calamita, che non hanno nemmeno l’esigenza della colla. Si tratta di due ciglia per occhio: è sufficiente appoggiare una delle ciglia sulla parte superiore e far coincidere l’altra posizionando il magnete subito sotto le nostre ciglia, nella parte corrispondente. Ci vuole molta manualità ma così eviterete di utilizzare la colla che può provocare, soprattutto agli occhi più sensibili, irritazioni e arrossamenti.

2. Come sceglierle le ciglia finte in base al tipo di occhio

I modelli delle ciglia finte sono davvero tantissimi: dalla lunghezza estrema al volume panoramico, dal nero fondente sino ai brillantini che decorano la parte superiore del nastro di attaccatura.

Ma, ahimè, non è solo il nostro gusto personale a determinare la scelta finale. Si tratta piuttosto di distinguere cosa ci aprirebbe lo sguardo, cosa lo renderebbe ancora più sexy e intrigante, da ciò che invece lo chiuderebbe, rendendolo davvero poco piacevole alla vista.

Ed è per questo che il mio consiglio è quello di andare per gradi: scegliere attentamente il modello delle ciglia anche e soprattutto in base alla nostra tipologia di occhio.

Alcuni esempi:

  • Occhi piccoli e incavati: preferite ciglia finte dall’effetto naturale o semplicemente qualche ciuffetto qui e là per riempire lo sguardo;
  • Occhi con palpebra cadente: vale più o meno lo stesso discorso di poco fa, proprio perché il segreto è non appesantire lo sguardo, ma renderlo più aperto e intrigante. Vedrete che anche dei semplici ciuffetti aiuteranno molto il risultato finale;
  • Occhi grandi: in questo caso si può tranquillamente optare per dei modelli di ciglia extra-volume o più strong alla ‘drag queen’;

Attenzione però, perché se non si è abituate alle ciglia finte bisogna comunque andare per gradi anche per un occhio bello grande ed aperto. All’inizio bisogna abituare il nostro occhio sia al peso di un corpo che, per quanto sottile e delicato sia, sempre estraneo è, sia al fatto di ‘vedersi’ in un determinato modo. Anche perché ricordate che, per chi non le ha mai indossate, le ciglia finte, anche se dall’effetto estremamente delicato e naturale, risulteranno comunque molto più ‘drammatiche’ rispetto a come siamo abituate a vederci tutti i giorni.

3. Modelli di ciglia finte

Ma quanti modelli di ciglia esistono realmente? La risposta è: tantissime! Perché basta una piccola variazione nella lunghezza del pelo in determinati punti che tutta la visione nel complesso varia enormemente. Vediamo alcuni esempi:

  • Ciglia effetto naturale: di queste ne abbiamo davvero tantissime in commercio e tutte con una lunghezza del pelo non troppo evidente, ma che donano allo sguardo quel tocco di classe ed eleganza. Molto utilizzati per questo effetto sono soprattutto quelle a ciuffetti singoli o multipli, applicati in punti strategici. Ma non dimentichiamo anche la tipologia a nastro con una lunghezza ridotta , appositamente create per essere applicate alla fine dell’occhio e donare allo sguardo un pizzico di sensualità in più;
  • Ciglia più lunghe nella parte finale: la differenza di lunghezza tra l’inizio e la fine delle ciglia, ci permette di rendere il look molto più drammatico ed incisivo, garantendo un vero e proprio effetto da ‘gatta’;
  • Ciglia dalla lunghezza estrema: vere e proprie armi di seduzione, anche se non propriamente adatte a tutti i momenti della giornata, sono le ciglia effetto ventaglio, super adatte a serata in discoteca o comunque luoghi in cui si vuole apparire al meglio, magari abbinate ad un bel trucco extra-strong;

4. Tipi di colla per ciglia finte: colla liquida e colla in gel

Molto importante la scelta della colla: prima di tutto perché deve essere di buona qualità affinché non crei danni al nostro occhio, e poi anche di buona aderenza per non far sfumare il risultato ottenuto dopo poco tempo.

Ora, una volta che ci siamo accertate che la marca sia buona, andremo incontro alla scelta della tipologia di colla:

  • Colla Liquida: generalmente da utilizzare con un piccolo pennellino in dotazione e soprattutto più adatta alle ciglia singole o ciuffetti a tre. Non semplicissima da usare perché tende a colare se ne viene applicata in eccesso, quindi attenzione!
  • Colla In gel: più maneggevole e, a volte, applicabile anche solo utilizzando la piccola apertura del tubicino, mentre si preme per far fuoriuscire il prodotto.

E come non citare la variante di colla disponibile in nero, utilissima nel caso in cui non si volesse utilizzare un eye-liner, va a definire le sguardo, rendendolo più intenso.

5 Come applicare le ciglia finte in tre step

Eccoci arrivate al momento più importante: quello di capire come fare per non compiere errori durante l’applicazione delle ciglia finte.

Prima di tutto vige una regola: calma! Bisogna avere pazienza per applicarle, soprattutto se sono le prime volte in cui i nostri occhi devono abituarsi al peso e al volume di un corpo estraneo su di essi. Vediamo insieme come procedere:

5.1 Primo Step: Truccarsi

Ebbene sì gente, le ciglia finte sarebbe sempre meglio applicarle a make up finito! Attenzione però: senza mascara, quello verrà messo a fine applicazione delle ciglia finte, per farle aderire al meglio con le nostre.

5.2 Secondo Step: Armarsi di ciglia finte, colla per ciglia, pinzette e specchietto

Le pinzette sono utilissime a questo scopo perché aiutano a posizionare le ciglia in maniera più precisa sopra l’attaccatura delle nostre. Afferratele con le pinzette e cospargetele di una giusta dose di colla per ciglia finte (attenzione a non esagerare con la quantità, altrimenti rischierete che sia troppa e che non attacchi in maniera adeguata).

Questo è un passaggio molto importante perché la colla deve essere applicata con calma e attenzione sul nastro delle ciglia finte, o sulla radice del ciuffo se stiamo utilizzando l’altra tipologia. Ora aspettate circa 30-40 secondi affinché la colla inizi a far presa e diventi adesiva quanto basta per posizionarle e muoverle quel poco necessario prima che aderiscano del tutto. Ma come fare a capire quando la colla risulta effettivamente pronta? Beh basta osservarla: nel giro di circa 30 secondi inizierà a cambiare colore, da bianca lattiginosa a un semi-trasparente; ecco il momento giusto per agire.

Adesso mentre lasciate lo specchietto sul tavolo, più basso che potete, di modo da tenere la palpebra dell’occhio quasi del tutto chiusa mentre continuate a guardarvi, avvicinate le ciglia e posizionatele quanto più vicino possibile alla rima superiore delle vostre ciglia. Appena posizionate avrete ancora qualche secondo di tempo per muoverle e farle aderire del tutto.

Adesso lasciate asciugare per un paio di minuti.

5.3 Terzo Step: Piegaciglia e Mascara

Potrà sembrare strano ma anche questo passaggio è di fondamentale importanza per ottenere un effetto Wow! E nonostante abbiamo già indosso un bel paio di nuove ciglia, vi assicuro che piegarle assieme alle nostre e applicare un po’ di mascara, non farà altro che perfezionare ancora di più il risultato. Basta fare con delicatezza per evitare di rovinare ciò che abbiamo appena ottenuto e rendere il tutto più omogeneo, limitando al massimo il distacco tra le nostre ciglia e quelle finte.

Perché è proprio questo ciò che si vuole fare: utilizzare il piegaciglia per piegare le ciglia, naturali e finte, assieme al fine di renderle più omogenee possibili, poi dare giusto una passata di mascara, meglio se extra volume per un risultato più intenso, per far aderire perfettamente le nostre ciglia a quelle finte, di modo da non far notare lo stacco.

6. Consigli sulle migliori ciglia finte per rapporto qualità/prezzo

La marca sicuramente più conosciuta e con un buon rapporto qualità/prezzo, resta senza dubbio la Ardell che produce diverse tipologie di ciglia.

Qualche esempio:

Ardell Individuals Duralash Knot-Free Naturals:

Si tratta di ciglia a ciuffetti, che differiscono per lunghezza ma che tendono tutte a regalare uno sguardo naturale e semplice, senza risultare però banale;

Ardell Edgy modello 404:

Ciglia finte contraddistinte da piccoli peli dall’effetto naturale nella parte iniziale e ispessimento verso la coda che conferiscono all’occhio un look da vera Glam Rock Star;

Ardell Magnetic Lashes:

Il nastro magnetico delle ciglia ha 4 magneti posizionati strategicamente e più piccoli per un aspetto meno visibile. Proprio per questo nessuna colla è necessaria. Sono facili da rimuovere e sono riutilizzabili.

 Ardell Colour Impact:

Come dimenticare le ciglia finte colorate per un tocco glam e super cool da poter sfoggiare la sera in discoteca o durante una festa particolare. I colori variano dal blu, al verde e sino al vinaccia. Insomma davvero per tutti i gusti!

Autore Redazione Bellezza e Make Up

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *