domenica, Maggio 26 2024

La bietola è una verdura che fa parte delle barbabietole da orto e appartiene alla famiglia delle Chenepodiacee.

E’ nativa dell’Europa meridionale e in tutto il mondo ne esistono molte varietà, poiché si adatta a tutte le temperature.

Le proprietà benefiche della bietola

  • Proprietà antianemiche: grazie alla presenza di clorofilla, di ferro e acido folico, la bietola è consigliata a chi soffre di stati anemici e alle donne in gravidanza per la salute del feto.
  • Proprietà digestive: la bietola aiuta l’intestino a depurarsi, facilita la digestione e grazie alle fibre combatte la stitichezza.
  • Proprietà rinfrescanti e diuretiche: la bietola elimina le tossine e i grassi in eccesso nell’organismo, grazie alla presenza di clorofilla. E’ un rimedio naturale per la cistite e malattie renali.
  • Proprietà antiossidanti: la luteina e il beta-carotene prevengono le malattie degenerative di pelle e occhi.
  • Proprietà antitumorali: la quantità di clorofilla aiuta l’organismo a proteggerlo dall’insorgenza di tumore al colon.
  • Proprietà dimagranti: per il basso potere calorico e per l’alto contenuto di acqua e fibre, la bietola va introdotta nelle diete dimagranti.
  • Proprietà energizzanti: essendo ricca di sali minerali e vitamine, la bietola è un energetico e mangiarla apporta una dose di sostanze indispensabili all’organismo quotidianamente.
  • Proprietà remineralizzanti: la bietola è ricca di minerali molto utili alla salute di ossa, muscoli e denti; sono una ricchezza per la mente e la prevenzione di malattie del sangue e degenerative.

Come pulire e tagliare la bietola

Ci sono due tipi principali di bietola: quella chiamata erbetta o bietola da taglio che si presenta con foglie larghe dove sono visibili delle grandi nervature e la bietola da coste con colori diversi che vanno dal bianco, violetto, rosso o giallo. All’acquisto la bietola può presentarsi sporca di terra, quindi si deve avere buona cura di lavarla. Innanzitutto va tagliata la base, staccate le foglie e sciacquate sotto l’acqua corrente per eliminare la quantità di terra, quindi immerse in acqua e bicarbonato e poi risciacquata più volte. Per la preparazione si può cuocere intera oppure le foglie si possono tagliare in due e poi sbollentare.

Come cucinare la bietola

Per non perdere tutte le sostanze nutritive, la bietola va cotta poco e quindi si consiglia il vapore in poca acqua.

La bietola ha un gusto dolce e delicato, va consumata cotta o come piatto unico o come contorno, all’interno di torte salate e per condire i primi piatti. Le foglie più tenere possono essere mangiare crude ed inserite nelle insalate.

Ricette con la bietola: primi piatti

Cataneselle con bietola e ricotta

Questo è un primo piatto molto buono che vogliamo proporvi per un pranzo festivo, quando avete del tempo da dedicare alla cucina e desiderate realizzare qualcosa di nuovo.

Le cataneselle ricotta e bietola sono un piatto appetitoso molto interessante poiché la bietola si amalgama perfettamente con la ricotta e i formaggi. Questo piatto semplice e leggero, contiene tante proprietà nutritive che lo rendono adatto a tutte età.

Ingredienti per 4 persone:

  • 320 gr di cataneselle
  • 1 mozzarella
  • 1 bietola
  • 1 spicchio d’aglio
  • olio di oliva extravergine q.b.
  • 120 gr ricotta
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • noce moscata q.b.
  • 4 foglie di salvia
  • 1 cipollotto

Procedimento:

Pulite la bietola; eliminate la base della bietola, separate i gambi dalle foglie, lavatela in acqua e bicarbonato, facendo attenzione ai residui di terra. Asciugate la bietola e tagliate i gambi a pezzetti e le foglie a striscioline.

Preparate un soffritto in una padella capiente con uno spicchio d’aglio in poco olio extravergine d’oliva, la cipolla tagliata a rondelle, le foglie di salvia e la bietola.

Lasciate in cottura a fiamma media fino a che la verdura risulterà appassita. Unite anche il sale e il pepe q.b.e infine la noce moscata.

Prima di spegnere la fiamma aggiungete la ricotta, date una mescolata e finite la cottura, lasciate riposare con un coperchio.

Cuocete le cataneselle in abbondante acqua salata e scolatele al dente, direttamente nella padella con la bietola.

A fuoco basso, aggiungete alla pasta la mozzarella spezzettata e il parmigiano in polvere.

Servite la pasta ben calda, se preferite, in ciotole colorate.

Tagliatelle con bietola e salsiccia piccante

Il piatto che stiamo per proporvi è questo piatto di tagliatelle con bietola e salsiccia piccante, ricco di tante sostanze nutritive e adatto a tutti i palati.

E’ questa una ricetta rustica ed appetitosa composta da elementi semplici, ma che danno alle tagliatelle un gusto dolce e piccante allo stesso tempo.

Le tagliatelle si amalgamano molto bene alla bietola dai sapori delicati e dolciastri, insaporita con la salsiccia piccante che rende più accattivante un piatto così leggero. A completamento del piatto i pinoli e il pecorino che rende questo piatto gustosissimo.

Ingredienti per 4 persone:

  • 340 gr di tagliatelle di farina di grano duro
  • 160 gr. di salsiccia fresca piccante
  • 250 gr di bietola fresca
  • vino bianco q.b.
  • 1 spicchio di aglio
  • 100 gr di pinoli
  • olio extravergine d’oliva q.b.
  • sale q.b.
  • pecorino grattugiato q.b.

Procedimento:

Pulite la bietola; tagliate la base, separate le foglie e mettetele in acqua fredda a lavare aggiungendo il bicarbonato, sciacquatele più volte, quindi lessatele in poca acqua salata.

Spellate la salsiccia, sbriciolatela e passatela in padella con poco olio extravergine d’oliva e uno spicchio d’aglio.

Lasciate sfumare con poco vino bianco e spegnete.

A questo punto, scolate la bietola e tagliatela a pezzetti.

Unite la bietola alla salsiccia e amalgamate sulla fiamma bassa.

Scolate le tagliatelle e unitele alla padella con la salsiccia, amalgamate bene, aggiungete i pinoli e servite la pasta ben calda.

Aggiungete in ciascun piatto il pecorino grattugiato.

Ricette con la bietola: secondi piatti

Orata con bietola e carote

Il secondo piatto dai sapori delicati che vi proponiamo è un’idea originale in cui l’orata cotta al forno si amalgama molto bene alle verdure.

La dolcezza della bietola si coniuga al sapore del pesce e le carote lo rendono delicatamente gustoso e appetitoso. E’ un piatto adatto per coloro che seguono una dieta ipocalorica e inoltre è ricco di molti nutrienti necessari alla salute di grandi e piccini.

Potete preparare questo piatto per un pranzo estivo e lo potete accompagnare con un vino bianco secco.

Ingredienti per 4 persone:

  • 4 orate medie
  • 1 mazzetto di bietola
  • 2 carote grandi
  • 5 pomodorini
  • 1 cipolla
  • Alloro q.b.
  • Sale q.b.
  • pepe q.b.
  • olio extravergine d’oliva q.b.

Procedimento:

Pulite e tagliate la bietola, lavatela ed eliminate i residui di terra. Lessatela in poca acqua bollente e salata per dieci minuti circa e scolatela.

Affettate a rondelle le carote.

In una pirofila da forno, spargete un filo d’olio e disponete le orate precedentemente pulite e lavate bene.

Fate sui pesci un taglio verticale e inserite la cipolla tagliata a rondelle sottilissime nella spaccatura e fate lo stesso anche nella pancia. Aggiungete l’alloro, salate e pepate il pesce.

Coprite tutto il pesce, prima con la bietola, poi con i pomodorini e infine con tutte le carote tagliate a rondelle.

Completate la preparazione del pesce, aggiungendo un filo d’olio, del sale e del pepe nero macinato.

Infornate a 180°C per 20 minuti.

Sfornate le orate e servitele calde.

Polpette farcite con la bietola

Questo secondo piatto di polpette farcite con la bietola che vogliamo proporvi è un’ idea molto interessante. Al posto del classico polpettone che poi riempiamo internamente, abbiamo preparato delle grosse polpette dove le bietole le abbiamo volute mescolare nell’impasto. Questa idea diversa, grazie alla farcitura, rende le polpette molto più morbide ed appetitose.

E’un piatto ricco di tanti nutrienti, adatto a tutti i palati, potete prepararlo per una gita fuori porta e accompagnarlo a un’insalata fresca di stagione e dei pomodorini.

Ingredienti per 4 persone:

  • 800 gr di bietola
  • 600 gr di carne di vitello macinato
  • 2 uova
  • pangrattato q.b.
  • latte q.b.
  • 1 bicchiere di vino rosso
  • olio extravergine d’oliva q.b.
  • Una Cipolla
  • Farina q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.

Preparazione:

Pulite la bietola, tagliate la base e separate le foglie. Lavatela in abbondante acqua e lessatela in poca acqua salata.

Preparate un soffritto con la cipolla tagliata a rondelle e poco olio extravergine d’oliva.

Aggiungete al soffritto anche la bietola precedentemente tritata e sgocciolata.

Procedete con la cottura aggiustando di sale e di pepe.

In una scodella trasferite la carne macinata, aggiungete la verdura cotta, il pangrattato, il parmigiano, latte q.b. e le uova.

Impastate bene tutto e passatelo su una base infarinata.

Formate 4 grandi polpette.

In una padella mettete poco olio e lasciate soffriggere le polpette fino a che saranno dorate.

Irrorate con poco vino e lasciate sfumare.

Servite le polpette con un’insalata di pomodoro fresco e cipolla di Calabria.

Come cucinare la bietola: contorni

Fagottini con la bietola

Abbiamo pensato di proporvi un contorno diverso per stuzzicare la vostra fantasia. Questi fagottini con la bietola sono un’idea sfiziosa per non mangiare sempre uguale. Potete proporre quest’ idea per una cena del sabato sera o quando volete preparare qualcosa di diverso.

Li potete offrire come contorno a formaggi stagionati oppure ad arrosti.

Potete preparate questi fagottini con la bietola anche come idea per una festicciola, assieme ad altri antipasti.

Ingredienti per 4 persone:

  • 4 mazzetti di bietola
  • 2 spicchi d’aglio
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • pecorino q.b.
  • 1 mozzarella
  • 1 tuorlo d’uovo sbattuto
  • 1 sfoglia rettangolare

Procedimento:

Pulite la bietola, staccate le foglie e lavatela bene, quindi sbollentatela in poca acqua salata e scolatela.

Tagliate in parti più piccola la bietola e passatela in un tegame con poco olio extravergine d’oliva e due spicchi d’aglio.

Amalgamate bene, pepate e salate.

Togliete l’aglio dalla padella ed aggiungete le scaglie di pecorino.

Preparate una foglia rettangolare e tagliatela in quattro parti, quindi mettete su ciascuna parte un mucchietto di bietola e sopra un quadrato di mozzarella.

Chiudete i fagottini facendo pressione sui bordi, con i rebbi di una forchetta.

A questo punto, spalmate la superficie della sfoglia con un tuorlo sbattuto per facilitare la doratura alla cottura.

Infornate i fagottini a 170°C per 10 minuti.

Sfornate i fagottini e serviteli con una cena a base di formaggi e salumi.

Previous

Rosa canina: proprietà, benefici e controindicazioni

Next

Come cucinare la rucola: ricette facili e veloci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe Interessarti Anche