domenica, Marzo 3 2024

La patata è una pianta perenne appartenente alla famiglia delle Solanaceae e ne esistono molte varietà.

Le sue origini antichissime, la fanno risalire a circa 3000 anni prima dell’avvento di Cristo presso il popolo degli Incas, ma in Europa sono giunti nel XVI secolo.

Sono conosciute da tempi remoti per loro proprietà nutritive e curative.

Proprietà e benefici delle patate

  • Proprietà depurative: le patate hanno un alto contenuto d’acqua (circa l’80 %) ed è per questo che sono un supporto valido per chi ha bisogno di depurarsi. Si può preparare un’acqua con questi benefici, mettendo in ammollo le patate tagliate a cubetti, insieme alla buccia, per una notte, filtrarla e poi berla di mattina a stomaco vuoto.
  • Proprietà antiossidanti: le patate sono ricche di beta-carotene, un antiossidante utile per la prevenzione delle malattie degenerative come la prostata, i melanomi e la degenerazione maculare.
  • Proprietà antitumorali: Gli alcaloidi caconina e la solanina, contenuti nelle patate, hanno la capacità di bloccare la crescita di cellule tumorali a livello di colon, stomaco e fegato.
  • Proprietà vasodilatatrici: il potassio tiene sotto controllo i livelli di pressione arteriosa, grazie alle sue proprietà.
  • Proprietà diuretiche: le patate sono consigliate a chi soffre di ritenzione idrica infatti, l’alto contenuto di potassio, aiuta l’organismo ad eliminare l’acqua in eccesso.
  • Proprietà antianemiche: ricche di ferro e acido folico, le patate sono una buona fonte per la produzione di globuli rossi, la cui carenza provoca l’anemia. Assieme alle vitamine del gruppo B sono un supporto per la dieta delle donne in gravidanza.
  • Proprietà sedative: favoriscono il sonno e aiutano a calmare la tosse nervosa.
  • Proprietà lenitive e decongestionanti: le patate sono consigliate da applicare crude sulla pelle per calmare scottature ed irritazioni.

Le patate sono utili allo sportivo perché la vitamina B6 in esse contenute, ha la capacità di ripartire il glicogeno che è lo zucchero immagazzinato nelle cellule muscolari e nel fegato.

Le patate sono consigliate ai diabetici per la capacità delle fibre di facilitare l’assorbimento degli zuccheri semplici dall’intestino.

Come pulire e tagliare le patate

Quando acquistate le patate, fate attenzione a quelle verdastre perchè contengono la solanina una sostanza dannosa all’organismo. Prima di essere cotte, le patate vanno lavate e cotte intere a vapore oppure affettate a rondelle o a bastoncini, a secondo di come devono essere preparate.

Come cucinare le patate

La frittura non è il metodo di cottura consigliato poiché in questo modo vengono perse parte delle proprietà benefiche.

Le patate hanno un alto potere assorbente e per questo che si possono aggiungere durante la cottura, quando è stato messo troppo sale per assorbire quello in eccesso.

Le patate si possono cucinare in molti modi, adattandosi a tutti i tipi di cottura. Possono essere inserite nelle minestre, nelle insalate, usate come contorni e trasformate persino in dolci. Sono il contorno ideale per gli arrosti, ma si possono semplicemente bollire e mangiare con la buccia.

Ricette con le patate: primi piatti

Gnocchi di patate ai sapori di mare

Questo primo piatto di gnocchi che vi proponiamo è molto appetitoso. Gli gnocchi di patate si amalgamano ad una salsa di gamberetti e di pesce spada. I nutrienti della patata insieme a quelli del pesce, rendono questo piatto davvero ricco e completo.

Ingredienti per 4 persone:

  • 500 gr di patate
  • 100 gr circa di farina
  • 1 uovo
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • olio extravergine d’oliva q.b.
  • 1 ciuffetto di prezzemolo
  • 4 cipollotti
  • 50 gr di burro
  • 300 gr di gamberetti
  • 200 gr di pesce spada

Procedimento:

Lessate le patate, sbucciatele calde e passatele con lo schiacciapatate.

Unite al passato, il sale, l’uovo e la farina fin quando si sarà formato un composto omogeneo che non si attacchi alle mani.

Ricavate tante striscioline che andrete a tagliare a pezzetti corti un paio di centimetri.

Passate su ciascun pezzettino i rebbi di una forchetta per formare i classici gnocchi.

Posizionateli staccati tra di loro e spolverizzare con della farina.

Lavate i gamberetti e sgusciateli, tagliate a dadini il pesce spada e uniteli in una padella con poco olio extravergine d’oliva, facendo un soffritto con l’aggiunta della cipolla tagliata a rondelle e il prezzemolo.

Aggiungete al soffritto un mestolo d’acqua tiepida e coprite con un coperchio, aggiustando di sale e di pepe, lasciando in cottura circa 15 minuti.

Lessate gli gnocchi in abbondante acqua salata, scolateli appena vengono a galla, trasferiteli nella padella con la salsa di gamberi e pesce spada.

Amalgamate bene gli gnocchi nella salsa e serviteli, aggiungendo abbondante parmigiano e del prezzemolo tritato.

Penne rigate con cacio e patate

In questo primo piatto che vi proponiamo, abbiamo voluto rivisitare una classica ricetta laziale dove agli ingredienti principali cacio e pepe abbiamo voluto aggiungere le patate. E’ un piatto molto buono, ricco di nutrienti ed anche se apparentemente semplice si punta sulla freschezza e genuinità degli ingredienti. Le patate rosolate col burro e aromatizzate col rosmarino, donano al piatto un sapore unico e la loro cremosità si avvolge molto bene alle penne rigate.

Ingredienti per 4 persone:

  • 500 gr di patate bianche
  • 320 gr di penne rigate
  • 1 ciuffetto di prezzemolo
  • 200 gr di pecorino
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • burro q.b.
  • rosmarino q.b.
  • olio di oliva extravergine d’oliva q.b.

Procedimento:

Lavate e sbucciate le patate, mettetele in acqua a scaricare la parte farinosa in modo che le patate non si attacchino nella padella durante la cottura.

Tagliate le patate a dadini e in una padella antiaderente preparate un soffritto con poco olio e una noce di burro.

Rigirate le patate fino a che si saranno imbiondite.

Aggiungete la cipolla tagliata a rondelle e il rosmarino.

Continuate la cottura per 15 minuti, a fiamma bassa e col coperchio.

Aggiungete un mestolo d’acqua, il sale, il pepe ed abbondante prezzemolo.

Lessate le penne rigate in abbondante acqua salata e scolatele al dente.

Versate la pasta nella padella con le patate, ed aggiungete il cacio sbriciolato ed abbondante pepe appena macinato, amalgamate bene e servite il piatto molto caldo.

Ricette con le patate: secondi piatti

Insalata di patate e baccalà

Per un piatto di preparazione semplice e veloce, vi proponiamo questa insalata di patate e baccalà.

E’ un classico piatto del sud, semplice ed appetitoso, adatto per tutte le stagioni. E’ molto gradevole per una cena estiva in famiglia. Ricco di molti nutrienti, quelli delle patate e gli omega-3 del baccalà. Può essere indicato per chi segue una dieta ipocalorica, ai diabetici e alle donne in gravidanza.

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 chilo di baccalà
  • 500 gr di patate
  • olio extravergine d’oliva q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • salvia q.b.
  • origano q.b.
  • 1 ciuffetto di prezzemolo

Procedimento:

In una pentola con abbondante acqua salata mettete le patate in cottura fino a che si saranno ammorbidite.

Scolate le patate e mettetele da parte.

Lavate il baccalà e mettetelo in pentola con acqua a cuocerlo ed aggiungete, sale, pepe e prezzemolo.

Scolate il baccalà e privatelo della lisca centrale e delle spine.

Mettetelo in una vassoio lungo e sbriciolatelo per bene.

Sbucciate le patate ed affettatele, quindi aggiungetele al baccalà.

Salate e pepate abbondantemente e aggiungete un filo d’olio extravergine d’oliva, della salvia, origano ed abbondante prezzemolo tritato.

Gattò di patate

Questo piatto che vi suggeriamo è il classico gattò che è un tortino di patate. Lo abbiamo arricchito di formaggi che conferiscono al piatto un sapore ricco. Ideale per un pranzo all’aperto è comodo da trasportare e da proporre a bambini ed anziani. Sarà un successo.

Ingredienti per 4 persone:

  • 800 gr di patate novelle
  • 5 uova
  • 100 gr di parmigiano
  • 100 grammi di burro
  • 100 grammi di prosciutto crudo
  • 80 grammi di provola affumicata
  • 100 grammi di mozzarella
  • 1 ciuffetto di prezzemolo
  • latte q.b.
  • noce moscata q.b.
  • sale q.b.
  • q.b. pepe
  • 50 gr di parmigiano
  • 50 grammi pecorino
  • 30 gr di pangrattato

Procedimento:

Lavate le patate e mettetele a cuocere con la buccia in abbondante acqua salata.

Scolatele e passatele sotto un getto d’acqua per facilitare la sbucciatura.

Passatele con uno schiacciapatate.

Unite al passato, il burro, che si ammorbidirà col calore delle patate, il parmigiano, il pecorino, il latte q.b. e tre uova sbattute.

Amalgamate bene tutto il composto, aggiungete il prezzemolo tritato e la noce moscata ed aggiustate di sale e pepe.

Imburrate una teglia da forno e stendete un primo strato di patate, livellando bene, coprite con le fette di mozzarella ed aggiungete anche le fette di prosciutto crudo.

Fate un secondo strato su cui stavolta aggiungerete la provola a fette e il prosciutto.

Coprite con altre patate e finite con una spolverata di parmigiano e pecorino.

Completate col pangrattato e dei fiocchetti di burro.

Sbattete le uova e insaporitele con pepe e stendetele sul gattò.

Infornate a 170°C per 40 minuti circa, dovrà formarsi sulla superficie una crosticina croccante.

Servite il gattò tiepido.

Come cucinare le patate: contorni

Crocchelle di patate filanti

Ecco un contorno semplice e veloce per un piatto molto invitante e gustoso, questa idea di crocchelle che si differenziato dalle classiche che richiedono una preparazione più lunga. Le potete accompagnare ad un arrosto di carne rossa.

Potete proporre queste crocchelle anche per un pasto adatto ai bambini.

Ingredienti per 4 persone:

  • 800 gr di patate novelle
  • pangrattato q.b.
  • olio evo q.b.
  • pepato romano grattugiato q.b.
  • parmigiano grattugiato q.b.
  • 1 ciuffetto di prezzemolo
  • 2 uova
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • salvia q.b.
  • 100 gr di emmental

Procedimento:

Cuocete le patate in abbondante acqua salata, facendo attenzione a non cuocerle troppo.

Scolate le patate e lavatele sotto uno scroscio d’acqua fredda, in modo di poterle maneggiare senza bruciarvi.

Senza sbucciarle, posizionate le patate su un tagliere e con un lungo coltello affettatele con uno spessore di circa 6 centimetri, infine , togliete la buccia.

In una ciotola preparate il pangrattato con il pepato, il parmigiano, il sale, il pepe e il prezzemolo tritato.

In un’altra ciotola, sbattete le uova, salate e pepate.

Immergete le fette di patate nell’uovo e poi nel pangrattato e continuate così per tutte le fette.

In una padella antiaderente, mettete a scaldare l’olio per friggere e cuocete le fette di patate fino a che si saranno imbiondite appena.

Disponete le crocchelle su della carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso e poi passatele su una pirofila su cui avete sparso della salvia sminuzzata.

Mettete su ciascuna crocchella delle fette di emmental e infornate per 2 minuti per la gratinatura.

Sfornate e servite le crocchelle filanti ben calde.

Previous

Come cucinare gli spinaci: ricette facili e veloci

Next

Come cucinare la cicoria: ricette facili e veloci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe Interessarti Anche