domenica , 23 luglio 2017
Home » Consigli per la casa » Come eliminare la muffa dai muri
Come eliminare la muffa dai muri definitivamente in modo naturale
Come eliminare la muffa dai muri definitivamente. Scopri i migliori rimedi naturali per eliminare la muffa, cosa fare, cosa non fare e come pulire i muri dalla muffa in modo naturale.

Come eliminare la muffa dai muri

Come eliminare la muffa dai muri? E’ più tenace degli insetti, è una nemica inarrestabile. Non è tanto difficile da eliminare, purtroppo è molto difficile non farla ricomparire. Ma cos’è la muffa? E perché compare sui muri? La muffa altro non è che un fungo che si riproduce mediante spore e ricopre le pareti o i cibi con spugnosi miceli. Scopriamo insieme le cause della muffa sui muri e cosa fare per eliminare la muffa definitivamente e in modo naturale.

Muffa: cause ed interventi

Quando si ha a che fare con la muffa occorre in primis individuare la causa; è più frequente in ambienti chiusi e soggetti ad umidità, poco soleggiati o con infiltrazioni di acqua o in cui si forma della condensa o una scarsa ventilazione. A lungo andare causa lo sfaldamento dell’intonaco.

Ecco due casi frequenti:

  1. muro con infiltrazione d’acqua, la muffa si riformerà il problema è strutturale, si consiglia di consultare un esperto;
  2. muro senza umidità, si rimedia facilmente occorre arieggiare di più la stanza ed evitare la condensa.

Precisamente, dove si forma la muffa?

Pareti, soffitto, tende da doccia, armadi, piastrelle ed infissi.

Le due cause accertate sono:

  1. Scarso isolamento termico delle pareti: muri, travi e pilastri rivolti all’esterno e non perfettamente coibentati (ponti termici);
  2. Cattive abitudini di riscaldamento e di ventilazione della casa: scarso ricambio d’aria, biancheria umida posta ad asciugare all’interno dell’abitazione, eccesso di acqua nelle piante, mancato posizionamento di cappe o ventole nella cucina

Altre cause comuni sono:

  • infiltrazioni d’acqua dal terreno o dal soffitto
  • perdite dai tubi
  • condensazione

Occorre in primis strutturare l’intervento:

  1. pulizia e rimozione;
  2. controllo tubature;
  3. controllo infiltrazioni d’acqua;
  4. valutazione dei danni strutturali;
  5. prevenzione nel preservare l’aria da future infestazioni.

Come vedremo vi sono diversi rimedi naturali per eliminare la muffa ma dopo averli applicati, in caso di danno strutturale rivolgetevi ad un esperto.

E’ possibile prevedere dovrebbe potrebbe comparire la muffa?

Per identificare le zone umide o con infiltrazioni basta osservare il materiale:

  • il gesso si gonfia;
  • la pittura decolora o cade a scaglie;
  • l’intonaco si gonfia e cade;
  • il metallo si corrode;
  • il legno si distacca e marcisce;
  • sui materiali impermeabili si formano delle bolle.

Muffa: conseguenze per la salute

Perché la muffa va eliminata? E’ molto pericolosa per l’apparato respiratorio: sulle spore crescono le ife che possono essere inalate e causare problemi di respirazione oltre che di allergia, inoltre le spore rilasciano le tossine.

Sintomatologia da allergia respiratoria causata dalla muffa:

  • raffreddore
  • congiuntivite
  • tosse
  • naso chiuso
  • difficoltà nel respiro
  • asma
  • rinite
  • infiammazione dell’apparato respiratorio
  • emicrania
  • polmonite
  • nausea
  • rash cutanei e dermatiti
  • dolori muscolari ed articolari
  • ansia, depressione
  • cambi d’umore
  • difficoltà di concentrazione

Ragion per cui la muffa non andrebbe mai sottovalutata.

Chi sono i soggetti che più facilmente possono subire le conseguenze?

  • bambini
  • persone con asma
  • anziani
  • persone con problemi immunitari
  • pazienti che da poco hanno subito trapianti
  • persone con allergie

Attenzione: la muffa può essere cancerogena, specie la Strachybotrys chartarum caratterizzata da macchie verdi e nere. Le micotossine più pericolose sono le aflatossine e le ocratossine, in particolare la seconda è cancerogena ed è quella che si riscontra più facilmente nel cibo.

Come eliminare la muffa dai muri: rimedi naturali

Partite con l’idea che la muffa è tenace e che se c’è un problema, fra le cause citate, non risolto si riformerà ed anche velocemente. Quindi valutate un buon metodo per pulirla e poi fate intervenire un esperto nel caso in cui il danno sia strutturale. Se è questione di cattive abitudini occorre porre rimedio: fate entrare luce ed aria nelle stanze, ponete deumidificatori o ventole.

Ecco quali sono i rimedi naturali più efficaci per eliminare la muffa:

  • Candeggina: secondo me è il rimedio migliore e l’unico davvero efficace, occorre però strofinarla con mascherina guanti e finestra aperta. Come eliminare la muffa dalle pareti con la candeggina? Basta spruzzare la candeggina sulle macchie e strofinare con un panno pulito. Tale intervento è molto efficace sulle pareti bianche, da evitare sulle pareti colorate in quanto le parti pulite potrebbero assumere una tonalità più chiara.;
  • Acqua ossigenata: ne bastano 2 cucchiai in mezzo litro di acqua a cui si può aggiungere sale o bicarbonato e magari 5 gocce di tea tree oil che uccide i batteri. Spruzzare sulla muffa (guanti, mascherina, finestra aperta) e strofinare con un panno pulito. Con questo rimedio ci vuole molto olio di gomito ma è davvero igienizzante;
  • Alcol: 100 ml di alcol per uso alimentare o alcol rosa e 10 gocce di lavanda o tea tree oil. Interessante rimedio per togliere la muffa in fase d’infestazione, adatto più a superfici lisce, quali infissi e piastrelle.
  • Aceto: bastano 100 ml di aceto bianco misti a sale, 20 gocce di tea tree oil per avere un buon rimedio antimuffa, anche questo però devo dire per esperienza è più efficace su piastrelle e infissi.
  • Bicarbonato: 1 cucchiaio di detersivo per i piatti, 1 cucchiaio di bicarbonato e 10 gocce di olio essenziale di lavanda. Indicato per muffa non tenace e per superfici facilmente raggiungibili.
  • Pompelmo: mezzo litro di acqua distillata, 10 gocce di tea tree e 1 cucchiaio di estratto di semi di pompelmo. Versare in uno spruzzino, agitare, spruzzare, lasciar agire e sfregare (guanti, mascherina, finestre aperte, non mi stanco di ripeterlo perché respirare la muffa è dannoso).
  • Olio di limone: mezzo litro di acqua distillata, 100 ml di aceto bianco, 10 gocce di tea tree e 5 gocce di olio essenziale di limone. Ideale contro la muffa critica.
  • Aceto di mele: 200 ml di acqua distillata, 200 ml di aceto di mele, 10 gocce di olio essenziale di limone e di cannella. Spruzzare e strofinare. Poco efficace contro la muffa tenace.

Come eliminare la muffa: cose da fare e da non fare

  • non asciugare i vestiti in casa, meglio prendere un asciugatrice;
  • evitare le piante in casa;
  • tenere accesa cappa e ventola quando si cucina e chiudere le porte interne della casa;
  • tinteggiate le pareti con pitture a calce e apposite vernici antimuffa;
  • tenere accesa una ventola quando si è in bagno per far defluire all’esterno la condensa;
  • fare entrare sole ed aria in casa;
  • posizionare ciotoline di sale e bicarbonato nelle stanze e deumidificatori sopra i mobili;
  • intervenire subito fin dalla prima comparsa di piccole macchie.

E voi, quale metodo per eliminare la muffa usate e quale vi sembra il più efficace?

Autore Redazione Portale Benessere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close