mercoledì, Giugno 19 2024

La cura della pelle è un aspetto molto importante della nostra skincare quotidiana. Spesso, però, i prodotti disponibili sul mercato contengono ingredienti chimici aggressivi che possono danneggiarla nel lungo termine.

Come alternativa, puoi preparare un sapone naturale fai-da-te, avrai bisogno di qualche ingrediente, di base quelli principali sono: olio o burro, un liquido e un agente saponificante.

Perché preferire un sapone naturale fatto in casa?

Oltre ai vantaggi per la salute, il sapone naturale fai da te può essere personalizzato per adattarsi alle preferenze e alle esigenze della tua pelle. Puoi scegliere gli oli essenziali che preferisci per aggiungere profumo e benefici specifici come, ad esempio, la lavanda per la sua azione calmante; l’avena per una delicata azione esfoliante o il burro di karité per ottenere maggiore idratazione. Con il sapone naturale fatto in casa, hai il controllo completo su ciò che metti sulla tua pelle.

Come si prepara il sapone naturale fai da te

Prima di preparare il sapone devi indossare indumenti protettivi adeguati perché dovrai maneggiare la liscivia caustica che brucia, quando entra in contatto con l’acqua. Ecco alcuni accorgimenti:

  • Lavora in un luogo asciutto e pulito
  • Ricopri il piano di lavoro con un giornale.
  • Assicurati che ci sia acqua corrente a disposizione.
  • Prepara in anticipo tutti gli strumenti e gli ingredienti .
  • Procurati occhiali protettivi e guanti spessi con resistenza agli acidi. Usa anche una mascherina e un grembiule.
  • Tieni vicino una bottiglia di aceto per neutralizzare la liscivia, in caso di bisogno.
  • Usa solo oggetti e contenitori plastico o acciaio.

Attrezzature di base per preparare il sapone:

Oltre agli accorgimenti, dovrai anche avere a disposizione tutta l’attrezzatura necessaria per produrre il tuo sapone in casa. Avrai bisogno di:

  • Una pentola di 4-5 litri
  • Un pentolino
  • Un cucchiaio in legno
  • Un frullatore
  • Delle formine in silicone per fare il sapone
  • Contenitori in plastica
  • Una bilancia da cucina
  • Termometro per il sapone

Passaggi fondamentali per preparare il sapone:

Vediamo quali sono i passaggi principali per preparare il sapone in casa e, successivamente, di proponiamo delle ricette che potrai replicare.

  • Misura e pesa gli oli e/o burri che vuoi utilizzare.
  • Misura e riscalda la liscivia.
  • Versa la liscivia nell’acqua e mescola fino a quando non si sarà dissolta completamente.
  • Riscalda gli oli e/o i burri fino a farli sciogliere.
  • Falli raffreddare finché non raggiungono una temperatura simile alla miscela di liscivia e acqua.
  • Versa quest’ultima la loro interno e mescola finché non si addensa e raggiunge il punto di tracciabilità.
  • Aggiungi oli essenziali o altri ingredienti che desideri e mescola ancora per distribuirli in modo uniforme.
  • Versa la miscela negli stampi di sapone e fai raffreddare e indurire per almeno 24 ore.

Dopo il periodo di indurimento, rimuovi il sapone dagli stampi e lascialo maturare per altre 4-6 settimane. Durante questo periodo, il sapone si asciuga e diventa ancora più duro.

Ricette per il sapone fai da te fatto in casa

Ecco alcune ricette che puoi provare per realizzare il tuo sapone naturale fai-da-te. Se lo desideri, puoi personalizzarle come credi, modificando gli oli e i burri, o aggiungendo altri ingredienti.

Sapone naturale alla lavanda e all’avena
  • 200g di olio di oliva
  • 150g di olio di cocco
  • 50g di burro di karité
  • 100g di acqua distillata
  • 70g di liscivia caustica
  • 2 cucchiai di lavanda essiccata
  • 2 cucchiai di fiocchi di avena
Sapone naturale agli agrumi e al burro di karité
  • 250g di olio di oliva
  • 100g di olio di cocco
  • 50g di burro di karité
  • 100g di acqua distillata
  • 70g di lisciva caustica
  • 15 gocce di olio essenziale di arancia
  • 15 gocce di olio essenziale di limone
  • 15 gocce di olio essenziale di pompelmo
Sapone all’olio di oliva

Conserva il tuo sapone naturale in un luogo fresco e asciutto ed usa un portasapone su cui riporlo, per farlo asciugare tra i vari lavaggi. In questo modo, durerà più a lungo e conserverà le sue proprietà benefiche per la pelle.

Previous

Declino cognitivo: quando la mente influisce negativamente sulla qualità della vita

Next

Come contrastare la caduta dei capelli (guida e integratori)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe Interessarti Anche