domenica, Luglio 21 2024

Come preparare il bambino alla prima visita dal dentista

I genitori che si prendono cura ogni giorno dei loro bimbi, sanno che a 3-4 anni arriva il fatidico momento della prima visita dal dentista. Perché l’incontro con il dentista non sia fonte di stress e di rabbia nel piccolo, i genitori devono prepararlo adeguatamente i propri piccoli a ciò che li attende, trasmettendo positività, serenità, fiducia e benessere, come quando li hanno accompagnati per la prima volta a scuola.

Potrebbe rivelarsi cruciale in questo momento l’associazione delle cure dentistiche al malessere, alla paura e al dolore. In un momento delicato come l’infanzia, fatto di continue preoccupazioni, i genitori dovrebbero rivolgersi a un dentista per bambini preparato e associarsi ad esso per creare per il bambino le migliori condizioni emotive e psicologiche possibili durante la prima visita.

Importante in questo senso, trovare una figura di dottore degna di fiducia e stabile nel tempo. Nelle grandi città, come la capitale, può risultare complesso trovare e prendere appuntamento da un dentista bambini Roma, ma grazie a internet, selezionare il giusto professionista, magari trovato confrontandone i pareri online, e poter prenotare una visita è molto più semplice e diretto.

Il presupposto, però, di un corretto approccio all’incontro con il dentista per bambini è chiaramente la consapevolezza del tipo di visita che attende il piccolo paziente, della quale discuteremo a breve.

La prima visita dal dentista: un controllo preventivo

Per non creare panico nell’animo del piccolo paziente, la prima visita dal dentista per bambini ha sempre carattere preventivo e mai immediatamente curativo. È la classica introduzione ai futuri incontri tra il medico e il paziente.

La prima visita, infatti, dovrebbe rispondere a soltanto due importanti finalità. Da un lato, servirà al medico per individuare eventuali anomalie durante lo sviluppo della dentatura e delle ossa mascellari. Se il check-up dovesse dare esito negativo, il professionista si limiterà a illustrare delle azioni preventive ai genitori. In caso contrario, lo stesso farà una breve proposta di precoci misure correttive.

Dall’altro, è da considerarsi a tutti gli effetti un modo tranquillo per conoscersi tra il dottore e il futuro paziente. I bambini tenderanno a fidarsi maggiormente del medico, qualora ne facciano la conoscenza in una situazione serena e lontana da qualsiasi forma di dolore.

La preparazione del bambino alla visita dal dentista: i suggerimenti utili

Chiarito il tipo di visita che attende il bambino, l’attenzione è rivolta al tema centrale della guida odierna: la preparazione dei piccoli alla visita dal dentista.

Come accennato sopra, per fare in modo che l’incontro con il professionista si chiuda in maniera positiva, i genitori dovranno iniziare con il diffondere delle buone sensazioni. Dare quindi l’idea che si tratti di un passaggio naturale coinvolgente ogni bambino della stessa età, in un ambiente sereno e rassicurante.

Alcuni giorni prima della visita, i bambini vanno informati dell’impegno e tranquillizzati con il racconto di storie o aneddoti che siano in qualche modo legati a una visita dal dentista, creando anche un clima di curiosità e interesse.

Altresì, si faccia molta attenzione alla giornata selezionata per la prima visita dal dentista. Il bimbo si sentirà maggiormente rilassato, quando non avrà da badare ad altri impegni (compiti, attività secondarie, ulteriori visite mediche, ecc.).

Stringendo la mano del papà o della mamma, mentre è seduto alla poltrona, si sentirà ancora più convinto e sicuro delle situazione che sta vivendo.

Potrebbe rivelarsi di grande aiuto una data in cui sia previsto il controllo periodico di un genitore, di un fratello oppure di un compagno di classe. Un escamotage che aiuta il bambino a familiarizzare subito con l’ambiente circostante e a entrare nella sala completamente libero dalle ansie e dalle paure.

Il gioco del dentista: i vantaggi offerti

Anche in questo caso, una parte importante della migliore preparazione psicologica del paziente alla prima visita dal dentista passa attraverso il gioco. Giocando e immaginando un controllo, solitamente nei bimbi si genera della curiosità e quasi un desiderio spontaneo di vedere e vivere quella nuova situazione, desiderando sapere molto di più su chi sia il dentista, sulle cose di cui si occupa ogni giorno, sugli attrezzi del suo mestiere e sul perché bisogna recarsi da un dentista di tanto in tanto.

Le risposte potrebbero arrivare prima o durante il gioco stesso. Un esempio di gioco potrebbe iniziare con una prima fase in cui saranno i genitori a contare i dentini nella bocca dei bimbi. Nella seconda si procederà, invece, a parti invertite, con i piccoli chiamati questa volta alla conta dei denti nella bocca del padre o della madre.

In questo modo la fantasia non sarà troppo lontana dalla realtà e i bambini non saranno stupiti dalle azioni che compirà il dentista.

La visita gioco potrà poi proseguire con un’analisi della pulizia dei dentini e del coinvolgimento di un altro giocattolo o un peluche come assistente. In questo modo, i bambini cominciano a capire come si svolge una veloce pulizia dei denti.

Il gioco e il sorriso, oggigiorno, sono ormai considerate delle componenti essenziali in una buona e sana preparazione alla prima visita dal dentista.

Previous

L’evoluzione delle forniture per medici nell’assortimento di Medical Center Italia

Next

Tutto quello che c’è da sapere sulle farmacie online

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe Interessarti Anche