domenica, Aprile 14 2024

Il deodorante fa male? L’uso prolungato di deodoranti antitraspiranti nuoce alla salute? Sono queste le domande più frequenti di chi ha l’abitudine di profumare le ascelle con gli appositi prodotti presenti in commercio.

Del resto, sono tra i cosmetici più utilizzati, perché mascherano gli odori sgradevoli, e permettono a chi soffre di problemi di eccessiva sudorazione, di sentirsi a proprio agio in mezzo gli altri.

Sono disponibili in vari formati e formulazioni, si trovano in spray, crema, roll-on, e la scelta del deodorante dipende, per lo più, dalle preferenze personali.

Come agisce un deodorante?

Per poter restare freschi tutto il giorno, all’interno dei deodoranti ci sono i sali di alluminio, che fungono da anti-traspiranti. La loro azione riduce il 50% dell’attività delle ghiandole sudoripare, limitando la sudorazione e tenendo sotto controllo i cattivi odori.

Sono, infatti, molto efficaci nelle iperidrosi, condizioni in cui la persona suda molto e il cattivo odore è particolarmente forte.

Ci sono poi prodotti che sfruttano le proprietà di alcuni elementi per offrire azione antimicrobica, anti-enzimatica, coprente e assorbente.

Inibizione della sudorazione

Come anticipato, alcuni deodoranti contengono ingredienti come sali di alluminio o altri antitraspiranti. Questi composti lavorano per ridurre la sudorazione, ostruendo temporaneamente i pori delle ghiandole sudoripare. Questa azione si traduce in una minore sudorazione e prevenzione degli odori corporei.

Eliminazione dei cattivi odori

Molti deodoranti contengono profumi o fragranze che coprono gli odori corporei sgradevoli con odori più piacevoli.

Questi prodotti sono formulati soprattutto con profumazioni che possono variare in intensità e durata, poiché la loro funzione principale è quella di mascherare l’odore del sudore.

Inibizione della crescita batterica

Gli odori corporei sgradevoli spesso si sviluppano a causa della crescita batterica; ci sono deodoranti che contengono ingredienti antibatterici o antimicrobici che aiutano a inibire la crescita dei batteri sulla pelle.

Meno batteri significa meno decomposizione del sudore e, di conseguenza, meno odori sgradevoli.

Tutte queste caratteristiche possono essere presenti contemporaneamente in un unico deodorante.

È vero che i deodoranti fanno male?

Abbiamo visto quali sono i benefici dell’utilizzo dei deodoranti, ciò nonostante, ci sono molte persone che pensano sia meglio non usare il deodorante, perché potrebbe irritare la pelle e far male alla salute.

Tra le domande più frequenti ci sono: i deodoranti antitraspiranti fanno male? Irritano la pelle? Sono tossici?

I prodotti commercializzati in passato erano più aggressivi sulla pelle per via del PH basso, e aumentavano il rischio di sviluppare dermatiti irritative. I deodoranti di oggi, invece, sono formulati in modo da neutralizzare la parte acida e, grazie ai sali di alluminio, risultano più sicuri e non irritano.

Il deodorante è tossico?

Proprio la presenza dei sali di alluminio fa credere che i deodoranti siano tossici, ma in realtà, la quantità in questi prodotti è davvero molto bassa, e non rappresenta un pericolo per la salute.

Basti pensare che la loro penetrazione nella pelle sana è dello 0,001%; davvero irrisoria. Mentre, è sconsigliato utilizzare il deodorate dopo la depilazione e la ceretta, perché in caso di ferite e lesioni, l’assorbimento può essere maggiore, pur restando basso e, quindi, non pericoloso.

I deodoranti antitraspiranti provocano tumore al seno?

Sostanze antitraspiranti, soprattutto i sali di alluminio, e i parabeni, sono accusati di aumentare il rischio di tumore al seno.

La zona delle ascelle presenta molto tessuto mammario, per cui il collegamento con gli eventuali rischi dell’uso del deodorante, ha una logica.

Tuttavia, i vari studi medico-scientifici, che hanno focalizzato l’attenzione sul possibile legame tra sostanze antitraspiranti e tumore al seno, sono pochi e i risultati ottenuti fino ad oggi, non sembrano destare timori o preoccupazioni.

Quale deodorante preferire?

Ogni tipologia di deodorante ha i suoi effetti positivi e quelli negativi: quelli in crema sono resistenti ma hanno una forte base grassa; i deodoranti spray conferiscono una piacevole sensazione di freschezza, ma l’uso prolungato può risultare irritante. Mentre i deodoranti roll-on sono duraturi, ma possono trasportare impurità dagli usi precedenti.

In linea di massima, è suggerito preferire quelli senza parabeni e ad azione giornaliera, ed evitare quelli a lunga durata.

Previous

Sbiancamento o faccette estetiche?

Next

Cura del sistema respiratorio: come mantenere le vie respiratorie in salute

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe Interessarti Anche