Home » Farmaci e Integratori » Momentact®: antidolorifico rapido ed efficace (non usare per i dolori gastro-intestinali).
Momentact®: foglietto illustrativo, a cosa serve, prezzo, controindicazioni, effetti collaterali. Scopri a cosa serve Momentact compresse e capsule molli, per quali malattie si usa, come assumerlo, la posologia per bambini e adulti, le controindicazioni e gli effetti collaterali del farmaco antidolorifico Momentact.
Momentact® (proprietà dell’immagine: ACRAF S.p.A.).

Momentact®: antidolorifico rapido ed efficace (non usare per i dolori gastro-intestinali).

Momentact® è un farmaco antidolorifico rapido ed efficace contro i dolori comuni (transitori) come mal di testa, mal di denti, dolori mestruali. Evitare l’uso prolungato per via degli effetti indesiderati.

GENERALITA’

Forme di somministrazione:

  • compresse rivestite (confezioni da 6, 12, 20 compresse);
  • capsule molli (confezione da 10 capsule).

Principi attivi: Ibuprofene 400 mg.

*Eccipienti (compresse rivestite): amido pregelatinizzato, carbossimetilamido sodico, carmellosa sodica, povidone, cellulosa microcristallina, silice precipitata, talco, sodio laurilsolfato, lattosio monoidrato, ipromellosa, titanio diossido, Macrogol 4000.

*Eccipienti (capsule molli): macrogol 600, potassio idrossido, gelatina, sorbitolo liquido parzialmente disidratato, acqua depurata, ponceau 4R (E124), lecitina, olio di cocco frazionato.

Obbligo di ricetta

Momentact® è un farmaco da banco, di libera vendita nelle parafarmacie e farmacie, senza obbligo di ricetta medica.

Prezzi di listino:

  • Momentact® 6 compresse 400 mg, € 5,20;
  • Momentact® 12 compresse 400 mg, € 9,00;
  • Momentact® 20 compresse 400 mg, € 12,90;
  • Momentact® 10 capsule 400 mg, € 9,40.

*La spesa è detraibile dalla dichiarazione dei redditi.

Rimborsabilità del S.S.N.

Momentact® non è rimborsato dal S.S.N.

Azienda

Aziende Chimiche Riunite Angelini Francesco – ACRAF S.p.A. – Roma

(proprietà dell’immagine: ACRAF S.p.A.)

DESCRIZIONE

Momentact® è un farmaco dotato di notevole attività antidolorifica (tra le più potenti nei farmaci da banco), il suo utilizzo è indicato per alleviare il dolore acuto che può manifestarsi a seguito di varie patologie:

  • mal di testa, mal di denti, mal d’orecchio;
  • affezioni muscolari, affezioni articolari;
  • affezioni dei nervi (nevralgie);
  • dismenorrea (dolori mestruali).

Momentact® è anche dotato di ottima attività antifebbrile ed è dunque indicato nei seguenti casi:

  • stati influenzali;
  • febbre.

N.B. Momentact® non deve essere utilizzato contro i dolori di origine gastro-intestinale.

In ogni caso, l’azione del farmaco è solamente ”sintomatica” dunque è mirata ad attenuare i sintomi di un’affezione quali dolore, gonfiore, calore della parte interessata e suo arrossamento; l’azione non è ”curativa”, dunque la causa scatenante i sintomi dovrebbe essere trattata mediante altri interventi terapeutici (nei casi in cui gli stessi siano ricorrenti); l’uso indiscriminato di antidolorifici (attenuando continuamente i sintomi) può infatti far sottovalutare un’affezione in atto che può essere anche grave.

Inoltre, l’uso di Momentact® non può essere prolungato nel tempo perché il farmaco comporta effetti indesiderati, particolarmente a carico dell’apparato gastro-intestinale.

LA SUA AZIONE

Momentact® è un farmaco a base di ibuprofene, questa molecola appartiene alla categoria dei farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) ed è dotato di attività antinfiammatoria, antidolorifica ed antipiretica (antifebbrile).

Il meccanismo d’azione dell’ibuprofene segue lo schema classico dell’azione dei FANS; la molecola (assorbita per via orale) raggiunge il circolo ematico ed arriva nei siti dove è in atto una risposta infiammatoria.

La risposta infiammatoria nasce quale reazione difensiva dell’organismo a fronte di un evento dannoso per lo stesso (es. trauma, infezione); quando l’affezione è in atto, intervengono particolari meccanismi che prevedono la formazione delle sostanze pro-infiammatorie.

Le sostanze pro-infiammatorie determinano una maggiore sensibilità al dolore (la cui utilità serve ad ”avvertire” il soggetto che c’è un danno in atto) e determinano anche la risposta vascolare nella sede dell’affezione; quest’ultima si manifesta con vasodilatazione ed aumento della permeabilità dei vasi; a seguito della risposta vascolare si avrà un rallentamento del flusso sanguigno ed un trasferimento di liquidi dai vasi verso il tessuto leso, insieme ai liquidi vengono trasportate anche le cellule del sistema immunitario deputate alla difesa locale.

Queste azioni determinano dunque una immediata risposta difensiva mirata ad isolare la causa del danno ed a neutralizzarlo, purtroppo però questa risposta determina i sintomi infiammatori che (seppur utili) sono ovviamente fastidiosi.

L’ibuprofene blocca la risposta infiammatoria inibendo l’enzima chiave della formazione delle sostanze pro-infiammatorie: la ciclossigenasi; venendo meno la formazione dei pro-infiammatori si attenuano i sintomi dell’affezione.

Purtroppo l’azione dell’ibuprofene non è specifica verso quell’enzima chiave che interviene solo nei processi infiammatori, cioè la forma 2 della ciclossigenasi; il farmaco agisce infatti anche inibendo la forma 1 di questo enzima, e ciò comporta i principali effetti indesiderati a carico dello stomaco: la gastrolesività; la ciclossigenasi 1 (infatti) porta anche alla formazione di sostanze utili quali le prostaglandine gastro-protettrici.

Nel caso dei dolori mestruali l’azione dell’ibuprofene è doppia, infatti l’inibizione della ciclossigenasi riduce anche la formazione di quelle prostaglandine che attivano le contrazioni uterine (causa principale del dolore mestruale), a ciò si aggiunge l’azione desensibilizzante nei confronti del dolore.

UTILIZZO

Momentact® è disponibile in compresse rivestite (o in capsule molli) da deglutire con l’aiuto di un bicchiere d’acqua.

Si consiglia di attenersi ai dosaggi di seguito indicati e di ridurli, se possibile, ai minimi indispensabili per controllare i sintomi.

Adulti e ragazzi di età superiore ai 12 anni:

1 compresse (o capsula) fino ad un massimo di 2-3 volte al giorno.

N.B. La dose massima di 3 compresse (o capsule) corrispondenti a 1.200 mg di ibuprofene nell’arco delle 24 ore non deve essere mai superata.

L’assunzione deve avvenire a stomaco pieno e deve essere limitata nel tempo il più possibile; gli adolescenti non dovrebbero farne uso per più di 3 giorni consecutivi.

Se i sintomi non dovessero migliorare, o se si dovessero ripresentare dopo il trattamento, è opportuno consultare un medico e non riprendere l’assunzione del farmaco.

N.B. Non tutte le persone possono assumere Momentact® (vedi ”controindicazioni”).

POSSIBILI EFFETTI INDESIDERATI

Momentact® può indurre effetti indesiderati che sono stati osservati principalmente a carico dei seguenti apparati:

Apparato gastrointestinale:

  • dolore o bruciore allo stomaco, pesantezza gastrica, indigestione;
  • nausea, vomito, meteorismo, dolori addominali;
  • stitichezza o diarrea;
  • feci scure (melena);
  • infiammazioni del cavo orale (stomatiti);
  • esacerbazione di coliti o del morbo di Crohn;
  • gastriti o ulcere;
  • perforazioni gastroenteriche, emorragia gastrointestinale (questi effetti possono presentarsi particolarmente nei soggetti anziani).

Apparato cardiovascolare e renale:

  • ritenzione idrica, edema, ipertensione;
  • insufficienza cardiaca;
  • problemi renali.

Con l’uso di Momentact® è stato osservato un modesto aumento di rischio per eventi trombotici (es. infarti o ictus) specialmente per assunzioni prolungate ad alti dosaggi.

In caso di soggetti adolescenti con disidratazione possono presentarsi maggiormente i problemi renali.

Sistema nervoso:

  • occasionalmente sono stati osservate vertigini, capogiri, sonnolenza e manifestazioni simili.

Cute e mucose:

  • raramente rash cutanei, orticaria.

Apparato respiratorio:

  • raramente broncospasmo, asma.

N.B. Attenzione: qualsiasi effetto a carico della pelle, o delle mucose, o dell’apparato respiratorio (così come qualsiasi segno di ipersensibilità, o allergia, o intolleranza, o disturbi visivi, o disturbi epatici) deve indurre all’immediata sospensione del trattamento ed alla consultazione di un medico.

N.B. Momentact® altera la fertilità femminile, dunque le donne che intendono iniziare una gravidanza, o che sono sottoposte ad indagini sulla fertilità, o che hanno problemi di fertilità non dovrebbero assumere il farmaco. Questo effetto è reversibile con la sospensione del trattamento.

CONTROINDICAZIONI E CAUTELE

Consiglio

Nessun farmaco (o integratore) deve essere utilizzato dietro consiglio di persone che non siano professionisti sanitari qualificati (per es. farmacisti, medici, biologi, erboristi).

Non utilizzate farmaci (o integratori) dietro consiglio di persone non qualificate, solo perché esse ne hanno avuto giovamento: ognuno di noi è un caso “unico” che può essere valutato solo da un professionista.

Pediatria – Gravidanza – Allattamento

Momentact® non deve essere assunto dai ragazzi di età inferiore ai 12 anni.

Momentact® non deve essere assunto in gravidanza o in allattamento.

Malattie in atto o passate

Momentact® non deve essere assunto nei seguenti casi:

  • malattie dello stomaco, ulcera, perforazioni o emorragie gastroenteriche;
  • grave insufficienza epatica;
  • grave insufficienza cardiaca o renale;
  • asma, problemi respiratori;
  • alterazioni della coagulazione del sangue;
  • Lupus eritematoso sistemico e con malattia mista del connettivo;
  • pazienti disidratati.

N.B. ”Momentact® compresse” contiene lattosio, quindi i pazienti con problemi di intolleranza al galattosio, di deficit di Lapp lattasi, o di malassorbimento di glucosio-galattosio non devono assumere questo medicinale.

N.B. ”Momentact® capsule molli” contiene sorbitolo, dunque i pazienti con problemi di intolleranza al fruttosio non devono assumere questo medicinale.

Cautele

N.B. Momentact® dovrebbe essere assunto, dai soggetti allergici, solo sotto controllo medico.

Particolare cautela deve essere posta nell’assunzione del farmaco da parte dei soggetti con le seguenti condizioni:

  • insufficienza renale o problemi al fegato;
  • storia o predisposizione all’ipertensione o insufficienza cardiaca;
  • storia di malattie gastrointestinali, o colite ulcerosa, o morbo di Crohn;
  • predisposizione a cardiopatie o malattie vascolari;
  • fattori di rischio per le malattie cardiovascolari (es. fumatori, diabetici, alti livelli di grassi nel sangue).

In tutti i suddetti casi è opportuno che il paziente si rivolga al medico prima di assumere Momentact®.

Allergie, ipersensibilità ed intolleranze

Si raccomanda di osservare la composizione insieme al farmacista, sia riguardo i contenuti attivi sia riguardo gli eccipienti. Non somministrare il prodotto se siete soggetti allergici o ipersensibili ad uno dei componenti.

Le manifestazioni allergiche e di ipersensibilità possono comparire anche per la somministrazione di sostanze che sono SIMILI CHIMICAMENTE a quelle che dovreste evitare. Le persone con tendenza a queste reazioni devono quindi verificare anche la presenza di queste sostanze, insieme al farmacista o al medico.

N.B. I soggetti che hanno manifestato in passato reazioni a seguito dell’uso di altri farmaci appartenenti alla categoria dei FANS (per esempio Aspirina®, Cardioaspirina®, Momendol®, Aulin®, Nimesulide®, Momenxsin®) non devono assumere questo medicinale.

N.B. I soggetti allergici non dovrebbero assumere Momentact®, se non sotto controllo medico.

N.B. ”Momentact® compresse” contiene lattosio, quindi i pazienti con problemi di intolleranza al galattosio, di deficit di Lapp lattasi, o di malassorbimento di glucosio-galattosio non devono assumere questo medicinale.

N.B. ”Momentact® capsule molli” contiene sorbitolo, dunque i pazienti con problemi di intolleranza al fruttosio non devono assumere questo medicinale.

INTERAZIONI CON ALTRE SOSTANZE

L’uso di Momentact® può comportare interazioni con i seguenti farmaci:

  • altri antinfiammatori contenenti FANS, analgesici, acido acetilsalicilico, salicilati, cortisonici;
  • inibitori selettivi della ciclossigenasi di tipo 2;
  • anticoagulanti, antiaggreganti, trombolitici, ginkgo biloba;
  • inibitori selettivi del reuptake della serotonina;
  • diuretici, antipertensivi, ACE inibitori e antagonisti dell’angiotensina II;
  • farmaci cardioattivi;
  • fenitoina, litio;
  • moclobemide, aminoglicosidi, colestiramina, ciclosporine;
  • metotrexato;
  • mifepristone, probenecid;
  • antibiotici chinolonici, sulfaniluree, tacrolimus;
  • zidovudina, ritonavir;
  • farmaci inibitori enzimatici;
  • baclofene, bifosfonati, pentossifillina.

N.B. Interazioni sono possibili anche con altri farmaci, il medico o il farmacista devono essere informati se assumete altri medicinali o integratori.

CONSIGLI FINALI

Si consiglia di conservare il prodotto ad una temperatura non superiore ai 25°C. Tenere fuori dalla portata dei bambini.

N.B. Il prodotto è un medicinale. Per ulteriori dubbi sul suo utilizzo raccomando di leggere il foglietto illustrativo allegato nella confezione, e di rivolgervi al vostro farmacista o al vostro medico curante.

Come per l’utilizzo di qualsiasi prodotto (integratore o farmaco che sia) consiglio SEMPRE di riferire al farmacista, o al medico, eventuali malattie in atto PRIMA dell’acquisto e della somministrazione.


Autore Dr. Livio Chiesa

blank
Dottor Livio Chiesa: Farmacista direttore, autore di testi farmaceutici e fitoterapici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *